Nordangård: il Digital World Brain delle Nazioni Unite cerca di tracciare tutto e tutti

Melinda Gates e Jack Ma presentano il rapporto “L'era dell'interdipendenza digitale” al Segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres
Per favore, condividi questa storia!
Come TN ha avvertito da 12 anni ormai che le Nazioni Unite puntano al controllo totale di Internet, cercando di trasformarlo in un cervello digitale in grado di controllare ogni cosa sulla terra. L'obiettivo è il controllo sociale totale e la modifica del comportamento per adattarsi allo sviluppo sostenibile, noto anche come tecnocrazia. ⁃ Editore TN

Il settimo impegno della Nostra Agenda Comune riguarda il miglioramento della collaborazione digitale attraverso la creazione di un “Global Digital Compact”., Ciò significa che tutte le persone dovrebbero essere connesse a Internet, che dovrebbero essere sviluppati criteri di responsabilità per la discriminazione e i contenuti fuorvianti, che l'intelligenza artificiale dovrebbe essere regolamentata e l'istituzione dei "Digital Commons" come bene pubblico globale. Tuttavia, il tutto è più completo di così. Per estensione, ciò costituisce la costruzione di un World Brain digitale destinato a regolare e controllare tutta la vita umana per mantenerla entro i confini del pianeta.

L'impegno è uno dei più centrali e riguarda la creazione di un consenso sulla necessità di una digitalizzazione totale. Ciò si basa sulle raccomandazioni formulate nel rapporto L'era dell'interdipendenza digitale (2019) dal Gruppo di esperti delle Nazioni Unite sulla cooperazione digitale guidato da Melinda Gates (Fondazione Bill & Melinda Gates) e Jack Ma dal Gruppo Ali Baba e in collaborazione con attori come il World Economic Forum e loro Centro per la Quarta Rivoluzione Industriale.,

Al "Summit for the Future" del 2023, le Nazioni Unite, insieme alla società civile e al settore privato, dovrebbero concordare principi condivisi per un "futuro digitale aperto, libero e sicuro per tutti".

Ciò include la promozione di un "Internet affidabile" con criteri di responsabilità per la discriminazione e i contenuti fuorvianti, nonché la regolamentazione dell'intelligenza artificiale in modo che sia coerente con i "nostri valori globali condivisi". Tuttavia, ciò che ciò significa in pratica è che i "valori" devono essere correlati con le credenze ritenute sacre dall'ONU e dal WEF (vedi Il ministero della verità).

Segretario generale António Guterres scrive dentro La nostra agenda comune che uno dei rischi della Quarta Rivoluzione Industriale è "l'uso della sorveglianza e della manipolazione digitali per influenzare il comportamento e controllare le popolazioni".

Questa preoccupazione molto legittima, tuttavia, riguarda più il fatto che le Nazioni Unite non vogliono che questa tecnologia cada nelle mani di forze che loro stesse oi loro partner non controllano. Questo perché l'intera idea alla base del "Global Digital Compact" è quella di poter controllare la popolazione mondiale e allinearne i valori per essere in linea con le interpretazioni delle Nazioni Unite e del WEF dei 17 Global Goals dell'Agenda 2030.

Un esempio concreto è l'iniziativa Coalizione per la sostenibilità ambientale digitale (CODES), che si è formata dopo il varo dell'ONU Roadmap per la cooperazione digitale a marzo 2021 con l'obiettivo di promuovere la “sostenibilità digitale”., La coalizione attualmente riunisce circa 1,000 parti interessate da oltre 100 paesi.,

Con il calcolatore Global Footprint Networks puoi calcolare la tua “impronta globale” cliccando sull'immagine

I fondatori di CODES sono UNEPUNDPConsiglio internazionale della scienzaL'Agenzia tedesca per l'ambienteMinistero dell'Ambiente del KenyaSostenibilità nell'era digitale e Future Earth. Quest'ultima organizzazione ha un ruolo chiave nell'agenda e ne fa parte Global Commons Alliance iniziativa, su cui tornerò nell'ultima puntata di questa serie – Essere preparato.

CODES lavora per implementare cambiamenti collettivi del sistema e rimuovere ogni ostacolo alla digitalizzazione totale che ritiene necessaria per implementare gli obiettivi di sostenibilità (il 70% degli obiettivi può essere raggiunto attraverso l'applicazione di soluzioni digitali secondo uno studio che CODES si riferisce a).

Durante la conferenza sull'ambiente Stoccolma +50 nel giugno 2022 CODES ha presentato il suo piano d'azione che mira a informare sulle priorità incluse nel Compatto digitale globale. Il rapporto descrive tre cambiamenti di sistema, diciotto priorità strategiche e nove iniziative di “impatto globale” che daranno luogo al cambiamento “desiderato”.,

Questi turni di sistema sono:

  1. Abilita allineamento – Allinea valori Visioni Obiettivi
  2. Mitigare gli impatti negativi – Digitalizzazione sostenibile
  3. Accelerare l'innovazione: digitalizzazione per la sostenibilità

Per raggiungere gli obiettivi, si propone l'istituzione di una "Commissione mondiale sulla sostenibilità nell'era digitale" con l'obiettivo di condurre ricerche e offrire informazioni scientificamente orientate su come raggiungere la sostenibilità nell'era digitale. Le loro conclusioni, a loro volta, costituiranno la base per una piattaforma globale (Clearing House for Digital Sustainability Standards) che sviluppa standard di sostenibilità digitale e finanziaria. Questa conoscenza deve poi essere diffusa attraverso programmi di istruzione decentralizzata.

Al fine di far fronte agli effetti ambientali e sociali negativi derivanti dall'uso di energia, gas serra, uso di materiali, consumo, digital divide, violazioni e "informazioni errate", si propone, tra l'altro, che piattaforme per la rendicontazione e il confronto delle aziende emissioni di gas serra e che siano introdotti passaporti di prodotto digitali con l'obiettivo di poter seguire l'intero ciclo di vita di un prodotto. Quest'ultimo fa parte dell'economia circolare e alla fine verrà utilizzato anche su noi umani. È un nuovo ecosistema in divenire in cui tutto deve essere connesso per misurare il grado di sostenibilità. Un World Brain che analizza e tiene traccia di tutto e di tutti.

Tra gli esempi di come gestire i problemi con informazioni errate, Facebook Viene evidenziato "Centro di scienze del clima". La questione climatica è la pietra angolare dell'agenda. A partire dall'Accordo di Parigi 2015, la scienza è considerata risolta e non devono essere tollerati più dibattiti o sfumature in questo campo.

La diffusione della disinformazione su temi di sostenibilità planetaria come il cambiamento climatico, la perdita di biodiversità o l'inquinamento può minare l'azione collettiva e la fiducia nelle istituzioni, nonché amplificare la polarizzazione e la sfiducia tra i gruppi divisi.,

Invece, le “informazioni errate” sul web devono essere corrette e i visitatori devono invece fornire ai visitatori le informazioni climatiche “verificate” delle Nazioni Unite.

La terza area riguarda lo sviluppo di innovazioni digitali che promuovano la sostenibilità ambientale e sociale. Ciò include i "gemelli digitali" e la costruzione di una copia digitale della Terra che verrà utilizzata per monitorare e prevedere l'interazione tra i fenomeni naturali e le attività umane. Una specie di sfera di cristallo digitale.

I gemelli digitali combinati con l'IA hanno la capacità di condurre il monitoraggio automatizzato dei rischi e delle minacce alle principali aree protette (aree naturali o culturali nell'ambito dei quadri di protezione globale), ai servizi ecosistemici o alle specie in via di estinzione..,

Il progetto UE Terra di destinazione, che è collegato al Green Deal e alla strategia digitale dell'UE, mira a sviluppare una replica digitale completa della Terra entro il 2030.,

DestinE sbloccherà il potenziale della modellazione digitale del sistema Terra. Inizialmente si concentrerà sugli effetti dei cambiamenti climatici, dell'ambiente idrico e marino, delle aree polari, della criosfera, della biodiversità o di eventi meteorologici estremi, insieme a possibili strategie di adattamento e mitigazione.

Questo è molto simile alle visioni geocibernetiche che il consigliere pontificio ed ex capo del Potsdam Institute of Climate Research (PIK), Hans Joachim Schellnhuber proposto alla fine degli anni '1990.,

Attualmente sono 267 le iniziative legate ai CODICI che stanno lavorando all'attuazione.

Una delle iniziative incluse nei CODICI è Le alleanze della finanza digitale verde e  Finanziamenti per iniziative per la biodiversità (F4B) progetto Ogni azione conta la coalizione.

Gli strumenti digitali possono consentire ai consumatori di fare e richiedere scelte di consumo sostenibili e ricevere feedback sui loro comportamenti.,

Sul sito web, scrivono che due terzi delle emissioni di anidride carbonica sono legate al consumo umano e che "sfrutteranno in modo creativo la tecnologia e le partnership per aumentare la consapevolezza verde e le azioni verdi tra 1 miliardo di campioni digitali verdi in tutto il mondo entro l'anno 2025". I cittadini, che secondo The Green Digital Finance Alliance vogliono un cambiamento immediato, dovrebbero essere incoraggiati a fare scelte intelligenti per il clima attraverso un sistema di rating. Ogni acquisto viene registrato e valutato in base al beneficio climatico., In questo modo si otterranno i necessari cambiamenti comportamentali.

Un esempio è lo svedese Doconomia:

…fornitori di servizi finanziari come il membro del GDFA MasterCard in collaborazione con la società svedese di tecnologia finanziaria fintech Doconomia stanno consentendo ai loro utenti di acquistare prodotti a basse emissioni di carbonio fornendo agli acquirenti un tracker personalizzato dell'impronta di carbonio e approfondimenti per aiutare a prendere decisioni di spesa.,

I fondatori della Green Digital Finance Alliance sono UNEP e  Gruppo ANT che ha sviluppato il sistema di credito sociale cinese. Quest'ultimo è rappresentato nel consiglio direttivo da Jason Pau, presidente del Fondazione Jack Ma, mentre il CEO del Gruppo ANT Eric Jing siede nel comitato consultivo., Oltre ad essere un membro del consiglio di Young Global Leaders del WEF, Jing fa anche parte della Task Force delle Nazioni Unite sul finanziamento digitale degli obiettivi di sviluppo sostenibile., (Vedi i miei articoli Identificazione digitale e I “Giovani Leader Globali” del World Economic Forum.)

L'iniziativa "Finanza per la biodiversità". è a sua volta fondata e finanziata dalla Fondazione svizzera MAVA sotto la guida del colosso farmaceutico Roche vice presidente André Hoffman, membro del consiglio di amministrazione della World Economic Forum e membro di loro Centro per la Quarta Rivoluzione Industriale., In qualità di consulente senior del think tank britannico d'élite Royal Institute of International Affairs, è il più vicino possibile al potere globale., Come al solito, lo spirito e le soluzioni del WEF sono strettamente intrecciate con l'agenda delle Nazioni Unite.

Il miliardario Hoffman, che ha aumentato la fortuna di famiglia di 38 miliardi di dollari durante la pandemia, si descrive come un ambientalista ed è stato negli anni 2007-2017 WWF di vice presidente. È anche membro del Club di Roma, membro del consiglio di amministrazione della Global Footprint Network (che calcola quando si verifica "Earth Overshoot Day") e ha ricevuto quest'anno il "David Rockefeller Bridging Leadership Award" dalla figlia di David Peggy Dulany per la sua leadership nel business sostenibile e nel cambiamento climatico, Nel discorso di accettazione, in cui parla della necessità di un nuovo sistema di responsabilità, conclude con una storia che rivela una vecchia visione elitaria dell'umanità:

Il pianeta Terra va in vacanza, il pianeta Terra ne ha abbastanza, il pianeta Terra viaggia nel Cosmo. Attraversa un altro pianeta. L'altro pianeta dice: 'Ehi, come stai?' E il pianeta Terra risponde: "Ho un brutto caso di Homo Sapiens". (André Hoffman)

Con il calcolatore Global Footprint Networks puoi calcolare la tua “impronta globale” cliccando sull'immagine

L'iniziativa "Finanza per la biodiversità". comprende anche l'organizzazione Banchieri senza confini, il cui nome descrive in modo quasi comico di cosa si tratta. Parassiti finanziari e predatori che non rispettano i confini e che usano la preoccupazione della gente comune per l'ambiente e la salute e una finta preoccupazione per i diritti umani, le donne e le minoranze come leva per imporre la loro dittatura tecnocratica.,

Possiamo anche essere assolutamente certi che banchieri e miliardari non saranno inclusi in nessun sistema di credito sociale in cui la loro stessa impronta climatica viene analizzata e punita per aver superato i limiti planetari. Naturalmente, sarebbe devastante per il loro stile di vita privilegiato se dovessero essere ritenuti responsabili delle proprie azioni. Invece, si danno a vicenda premi per le loro "prodezze umanitarie" e "sforzi ambientali" mentre giocano e agiscono come dei per tenere a bada la folla inquinante. In questo contesto, si inserisce una vecchia citazione biblica:

Guardatevi dai falsi profeti, che vengono a voi nelle pecore. vestiti, ma dentro sono lupi rapaci.

fonti

, Nazioni Unite, Global Digital Compact, www.un.org/techenvoy/global-digital-compact

, Nazioni Unite (2020), High-level Panel on Digital Cooperation, www.un.org/en/sg-digital-cooperation-panel

, Coalizione per la sostenibilità ambientale digitale (CODICI). (2022). Piano d'azione per un pianeta sostenibile nell'era digitale. doi.org/10.5281/zenodo.6573509

, UNEP (2022). Global Digital Coalition presenta il piano per una rivoluzione digitale verde, Comunicato stampa 2 giugno 2022, www.unep.org/news-and-stories/press-release/global-digital-coalition-presents-plan-green-digital-revolution

, CODICI (2022)

, CODICI (2022). Piano d'azione per un pianeta sostenibile nell'era digitale, p. 22

, Ibid, sid 25

, Commissione europea, Shaping Europe's digital future, Destination Earth, digital-strategy.ec.europa.eu/en/policies/destination-earth

, Schellnhuber, HJ., Kropp, J. "Geocibernetica: controllo di un sistema dinamico complesso in condizioni di incertezza". Scienze naturali 85 411–425 (1998). doi.org/10.1007/s001140050525

, CODICI, Piano d'azione per un pianeta sostenibile nell'era digitale, sid 26

, The Green Digital Finance Alliance, ogni azione conta: coalizione per potenziare 1 miliardo di campioni digitali verdi, https://greendigitalfinancealliance.org/initiatives-publications/eac-coalition

, Coalizione per la sostenibilità ambientale digitale (CODICI). (2022). Piano d'azione per un pianeta sostenibile nell'era digitale: supplemento 1. Accelerare la sostenibilità attraverso la trasformazione digitale – Casi d'uso e innovazioni

, La finanza digitale verde, greendigitalfinancealliance.org

, La task force del segretario generale delle Nazioni Unite sul finanziamento digitale degli obiettivi di sviluppo sostenibile, i membri della task force, digitalfinancingtaskforce.org/task-force-members

, Fondazione MAVA, Consiglio, mava-foundation.org/board

, Chatham House, Chi siamo, André Hoffman, www.chathamhouse.org/about-us/our-people/andre-hoffmann

, Synergos (2022), The David Rockefeller Bridging Leadership Award, experience.synergos.org/global-gathering-2022/bridging-leadership-award

, Iniziativa F4B, Partner, www.f4b-initiative.net/partners

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

10 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Elle

“...include la promozione di un “Internet affidabile” con criteri di responsabilità per la discriminazione e i contenuti fuorvianti, nonché la regolamentazione dell'Intelligenza Artificiale in modo che sia coerente con i “nostri valori globali condivisi”. Tuttavia, ciò che ciò significa in pratica è che i "valori" devono essere correlati con le credenze ritenute sacre dall'ONU e dal WEF. "Ciò significa che tutte le persone dovrebbero essere connesse a Internet, che dovrebbero essere sviluppati criteri di responsabilità per la discriminazione e i contenuti fuorvianti, che l'intelligenza artificiale dovrebbe essere regolamentata e l'istituzione dei "Digital Commons" come bene pubblico globale. Traduzione: bla, bla, bla, bla Sistema di credito sociale cinese: bla, bla, bla, cinese... Per saperne di più »

[…] Leggi di più: Nordangård: il Digital World Brain delle Nazioni Unite cerca di tracciare tutto e tutti […]

[…] Provenant de Technocracy News & Trends […]

[…] Nordangård: il Digital World Brain delle Nazioni Unite cerca di tracciare tutto e tutti […]

stalked562

Perché tutta l'élite / la feccia suona come nazista?

[…] Nordangård: il Digital World Brain delle Nazioni Unite cerca di tracciare tutto e tutti […]

[…] Il cervello del mondo digitale delle Nazioni Unite cerca di tenere traccia di tutto e di tutti https://www.technocracy.news/nordangard-uns-digital-world-brain-seeks-to-track-everything-and-veryyo… […]

[…] Il cervello del mondo digitale delle Nazioni Unite cerca di tenere traccia di tutto e di tutti https://www.technocracy.news/nordangard-uns-digital-world-brain-seeks-to-track-everything-and-veryyo… […]

Tommy Jensen

Disgustoso. Un disabile su una sedia a rotelle come protagonista dei miliardari…………………………LOL.
È così primitivo che è quasi divertente.

[…] Il settimo impegno della Nostra Agenda Comune riguarda il miglioramento della collaborazione digitale attraverso la creazione di un “Global Digital Compact”. Per estensione, ciò costituisce la costruzione di un World Brain digitale destinato a regolare e controllare tutta la vita umana per mantenerla entro i confini del pianeta. L'impegno è uno dei più centrali e riguarda la creazione di un consenso sulla necessità di una digitalizzazione totale. Ciò si basa sulle raccomandazioni formulate nel rapporto The Age of Digital Interdependence (2019) del Gruppo di alto livello delle Nazioni Unite sulla cooperazione digitale guidato da Melinda Gates (Bill & Melinda Gates... Per saperne di più »