La carne prodotta in laboratorio colpirà presto gli scaffali dei supermercati

uma valetiUma Valeti, MD, CEO e co-fondatore (a sinistra), Nicholas Genovese, PhD, CSO e co-fondatore.
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print

I tecnocrati inventano perché possono, non perché ci sono obiettivi morali in vista. L'ingestione di alimenti o droghe manomessi o artificiali deve essere accuratamente testata in una popolazione controllata prima di essere rilasciata al pubblico. L'industria medica ha il peggiore track record di sopprimere i dati dei test e di saltare del tutto i test se riesce a cavarsela. Il fondatore e CEO di questa azienda è un medico. Editor TN

Se questa startup food-tech della Silicon Valley ha la sua strada, la sua carne coltivata in laboratorio - che include pollo, anatra e manzo - sarà su uno scaffale del supermercato vicino a te entro i prossimi cinque anni.

"[Stiamo] cercando di mettere i prodotti sugli scaffali di 2021 / 2022", ha dichiarato a FOX Business Uma Valeti, co-fondatrice e CEO di Memphis Meats.

A marzo, la società ha annunciato di aver creato la "prima striscia di pollo al mondo da cellule animali", dopo il loro debutto senza polpette in 2016. Il manzo coltivato in laboratorio era stato precedentemente sviluppato in 2012 da un gruppo di scienziati olandesi.

“In sostanza, stiamo prendendo un numero di cellule animali, dando loro cibo pulito e nutriente e poi le guardiamo crescere in un muscolo. Raccogliamo quel muscolo e poi lo cuciniamo ”, afferma Valeti.

L'intero processo dall'inizio alla fine richiede circa 4-6 settimane, a seconda della trama. Valeti afferma che l'attuale obiettivo principale dell'azienda è quello di aumentare il capitale e abbassare i costi di produzione, al fine di portare rapidamente il prodotto sul mercato.

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


Sottoscrivi
Notifica
ospite
1 Commento
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Aliza

Sul serio? Dobbiamo prendere un "attimo di respiro" qui e un GRANDE passo indietro. Non abbiamo dato il consenso a nessun tipo di alimento artificiale. Non ne abbiamo bisogno. Alcuni hanno molta fretta di stipare questa schifezza (letteralmente) in gola alle nostre famiglie. Non è nemmeno etichettato correttamente dal design. Cosa c'è di sbagliato nel riprendere la NOSTRA terra federale e coltivare il nostro cibo come prima. Gli agricoltori sono stati intenzionalmente esclusi da una professione molto onorevole. Le bugie che abbiamo qui sul non riuscire a nutrire una popolazione in crescita sono ridicole. Ovviamente non per quelli a cui importa poco dell'umanità nel... Leggi di più "