Agenda 21 La suddivisione in zone è un parafulmine politico a Des Moines

Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
Densificazione, uso misto, corridoi di transito, riprogettazione delle strade, pianificazione regionale, codici di costruzione limitati, si combinano per legare sia i cittadini che i costruttori. City Planner afferma: "Le critiche alla proposta di zonizzazione di Des Moines 2040 'fanno un disservizio' a ciò che la modifica del codice intende risolvere." ⁃ Editor TN

È un cambiamento di zonizzazione che limiterà la densità. È un piano urbanistico che renderà più difficile per Habitat for Humanity costruire case e per i costruttori di case realizzare un profitto. Des Moines, il nuovo codice di zonizzazione proposto dallo Iowa è stato messo alla berlina dai critici come "arretrato"E ingiusto nei confronti dei poveri affittuari, un esempio della città" non dire grazie alla vita del X secolo X. "

"Sarà un'ondata che sommergerà molte barche, in particolare i residenti di Des Moines che guadagnano meno di $ 90,000 all'anno", Lance Henning, direttore esecutivo del Greater Des Moines Habitat for Humanity, detto alla commissione per la pianificazione e la suddivisione in zone della città, sostenendo che le nuove regole renderanno le nuove case troppo costose per determinati livelli di reddito.

Ma parla con Michael Ludwig, l'amministratore della pianificazione per la città di Des Moines che ha contribuito a redigere la proposta e sentirai un lato diverso della storia. Le modifiche proposte e recentemente aggiornate, tra cui un insieme più rigoroso di materiali e requisiti di costruzione, razionalizzazione dei requisiti di codice e requisiti di dimensioni minime come 1,150 piedi quadrati per una casa a un piano con un seminterrato, tra gli altri, sono state ingiustamente criticate, in la sua opinione. Il Proposta di suddivisione in zone 2040 di Des Moines che ha ricevuto così tanta attenzione nazionale - sulla scia del crisi economica delle abitazioni a prezzi accessibili e sforzi simili L'upzonizzazione della città di Minnepolis—Ha un'intenzione molto diversa.

Alla fine di un processo triennale che afferma includeva numerose parti interessate, tra cui alcune di quelle che discutono i requisiti di dimensione, ritiene che l'attuale controversia sia male informata.

"Contrariamente agli articoli sul piano, l'idea è di razionalizzare le costruzioni, creare una città più sostenibile e consentire la mancanza di alloggi medi e convenienti", afferma Ludwig. "La quantità di attenzione che il requisito di metraggio quadrato sta ottenendo sta facendo un disservizio a ciò che questo codice fa e incoraggia".

La scorsa settimana, la commissione per la pianificazione e la suddivisione in zone della città ha approvato l'ordinanza all'unanimità, 14-0, raccomandando il codice come proposto, nonché un addendum che chiedeva modifiche ai requisiti minimi di metratura per le case. Gran parte del contraccolpo sul piano, e articoli che ne criticano il potenziale impatto, derivano dai requisiti iniziali per le dimensioni minime della casa.

Ma, dopo un addendum nella stessa riunione della commissione di pianificazione e suddivisione in zone che approvava quel piano, raccomandava riprese quadrate più basse per le case, basate sul feedback degli sviluppatori e dei sostenitori delle abitazioni, anche alcuni dei più ardenti critici hanno cambiato la loro opinione sulle nuove regole.

Ted Grob, che ha posseduto e gestito il costruttore locale Savannah Homes per decenni, ha detto al Des Moines Register alla fine del mese scorso ha semplicemente "non costruirebbe a Des Moines"Se le nuove regole entrassero in vigore. Ma in una conversazione con Curbed lunedì, dopo che le raccomandazioni della Commissione hanno incluso modifiche alle dimensioni minime della casa, ha affermato che se le nuove modifiche proseguiranno, "sono sulla buona strada".

"Se seguono le raccomandazioni, che sono unanimi, penso che siamo in buona forma", dice.

Come è nata la proposta di zonizzazione di Des Moines

Le nuove raccomandazioni sulla suddivisione in zone sono nate da piani regionali più ampi, Pianifica DSM, una serie di obiettivi e linee guida regionali che ha vinto premi per la pianificazione (Premio Silver Level per la sostenibilità dell'American Planning Association e Premio Daniel Burnham dallo stato dello Iowa). Ludwig dice la città, che è uno dei più in rapida crescita nel midwest, desiderava collegare l'uso del territorio con i trasporti e il budget complessivo.

Il codice di zonizzazione della città non è stato aggiornato da 1965. Invece, è stato modificato più volte 300 nei decenni precedenti. La visione di Ludwig è quella di sostituire una serie di regolamenti sconnessi e sconnessi con qualcosa che incoraggi il tipo di sviluppo di cui Des Moines ha bisogno: più denso, più vicino al transito e idealmente più conveniente. Eliminando le contraddizioni del codice, la città potrebbe aumentare la qualità e la prevedibilità del processo di sviluppo.

"Stiamo cercando di orientare il mercato per essere più creativi e fornire un prodotto diverso da quello che è stato fornito storicamente", afferma. "Abbiamo sentito che non esiste un mercato per uso misto, ma abbiamo visto che funzionano davvero quando ci siamo rivolti ai corridoi di transito".

La nuova proposta di codice è impostata con quella che Ludwig chiama corsia preferenziale, che è noto come sviluppo by-right. Ciò consente ai proprietari di immobili di costruire fintanto che i piani soddisfano una serie rigorosa di requisiti, annullando un processo di approvazione 90-day.

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


Avatar
Sottoscrivi
Notifica