Lo sviluppo sostenibile trascende i sistemi politici per controllare tutto

Rosa Koire
Per favore, condividi questa storia!
Rosa Koire, fondatrice di Democratici contro l'Agenda 21 delle Nazioni Unite, era una persona rara che comprendeva completamente l'enormità dello sviluppo sostenibile, noto anche come tecnocrazia: "È il progetto, il piano d'azione globale per il 21° secolo per inventariare e controllare tutta la terra, tutta l'acqua, tutte le piante, tutti i minerali, tutti gli animali, tutte le costruzioni, tutti i mezzi di produzione, tutta l'energia, tutte le forze dell'ordine, tutti assistenza sanitaria, tutto il cibo, tutta l'istruzione, tutta l'informazione e tutti gli esseri umani nel mondo. ⁃ Editore TN
 

STORIA IN BREVE

> L'Agenda 21 (Agenda per il 21° secolo) è il piano di inventario e controllo di tutta la terra, l'acqua, i minerali, le piante, gli animali, le costruzioni, i mezzi di produzione, il cibo, l'energia, l'informazione, l'istruzione e tutti gli esseri umani nel mondo

> Questa tabella di marcia per il totalitarismo globale è stata concordata da 179 nazioni, inclusi gli Stati Uniti, alla conferenza sullo sviluppo sostenibile del 1992 in Brasile

> Negli ultimi tre anni abbiamo assistito all'implementazione di vari aspetti dell'Agenda 21, sotto la copertura della biosicurezza e della pandemia globale di COVID-19. Il Green New Deal (Green Agenda), "Build Back Better", la Quarta Rivoluzione Industriale (il movimento transumanista) e The Great Reset tutti ulteriormente e facilitano l'attuazione dell'Agenda 21

> L'Agenda 21 si basa sull'ideologia del "comunitarismo", che sostiene che "i diritti di un individuo dovrebbero essere bilanciati con i diritti della comunità". La comunità, tuttavia, nella mente dei globalisti, è composta da organizzazioni non governative (ONG), corporazioni e governo, che devono dettare ciò che accade nel mondo. Le persone non fanno realmente parte dell'equazione

> Lo “sviluppo sostenibile” NON riguarda il riciclo o la garanzia che ci sia abbastanza cibo e risorse per tutti. Si tratta di spostare le popolazioni dalle aree rurali e suburbane in centri urbani concentrati dove loro e il loro uso delle risorse possono essere monitorati e controllati

Il video sopra presenta la defunta Rosa Koire, ex direttrice esecutiva del Post Sustainability Institute e dei Democratici contro l'Agenda 21 delle Nazioni Unite,1 e autore di "Behind the Green Mask: UN Agenda 21". Ha trascorso il decennio prima della sua morte prematura ricercando ed educando le persone sulle politiche pubbliche intese a privarci dei nostri diritti individuali.

Prima di intraprendere quella battaglia, è stata capo sezione distrettuale presso il Dipartimento dei trasporti della California per quasi tre decenni. Koire è deceduto per un'embolia polmonare e un cancro ai polmoni metastatico alla fine di maggio 2021.

Nel video sopra, Koire espone la vera agenda dell'Agenda 21 delle Nazioni Unite, che è stata presentata durante una conferenza sullo sviluppo sostenibile nel giugno 1992.

Documentazione2,3 da questa conferenza può essere scaricato in più lingue dalla pagina degli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite4 e la biblioteca digitale delle Nazioni Unite.5 Le numerose interviste e conferenze di Koire su questo argomento possono essere trovate su DemocratsAgainstUNAgenda21.com.6

Agenda 21 è la globalizzazione sotto steroidi

Koire era irremovibile sul fatto che l'Agenda 21 (alias Agenda per il 21° secolo) fosse l'argomento più cruciale del nostro tempo, così com'è:

"Il piano di inventario e controllo per tutta la terra, l'acqua, i minerali, le piante, gli animali, le costruzioni, i mezzi di produzione, il cibo, l'energia, le informazioni e tutti gli esseri umani nel mondo".

Questa tabella di marcia per il controllo e il dominio globale - totalitarismo globale - è stata concordata da 179 nazioni alla conferenza sullo sviluppo sostenibile del 1992 in Brasile. Se Koire fosse viva oggi, alla fine del 2022, non c'è dubbio che ci avrebbe avvertito tutti che l'Agenda 21 era ormai nelle fasi finali di attuazione.

Negli ultimi tre anni abbiamo assistito all'implementazione di vari aspetti dell'Agenda 21, sotto la copertura della biosicurezza e della pandemia globale di COVID-19. Il Green New Deal (Green Agenda), "Build Back Better", la quarta rivoluzione industriale7 (il movimento transumanista) e The Great Reset, presentato ufficialmente dal fondatore del World Economic Forum Klaus Schwab e dall'allora principe Carlo nel giugno 20208 — esistono tutti per promuovere e facilitare l'attuazione dell'Agenda 21.

Cos'è realmente lo "sviluppo sostenibile"?

Come notato da Koire, la maggior parte delle persone si illude che lo "sviluppo sostenibile" riguardi cose come il riciclaggio e assicurarsi che ci siano abbastanza cibo e risorse per una popolazione in continua espansione. Ma no, NON è di questo che si tratta in realtà. "Si tratta di spostare le popolazioni in centri urbani concentrati e di sgomberarle dalle aree rurali", afferma Koire.

È anche un piano per derubare le classi medio-basse della loro ricchezza e trasformare la popolazione globale in schiavi sotto una dittatura digitale in cui tutte le risorse sono controllate dall'alto. È una globalizzazione sotto steroidi, e più grande è la globalizzazione, meno diritti individuali possono esistere.

L'ex Primo Ministro d'Inghilterra, Margaret Thatcher, una volta diede il seguente avvertimento:9 "Quando lo stato fa tutto per te, presto ti toglierà tutto: non avrai quindi alcuna base per la libertà personale, la libertà politica o la libertà economica".

La "comunità" non è ciò che pensi che sia

Come spiegato da Koire, Agenda 21 si basa sull'ideologia del "comunitarismo", che sostiene che "i diritti di un individuo dovrebbero essere bilanciati con i diritti della comunità".

Possiamo essere d'accordo con questo, almeno in parte, perché pensiamo alla “comunità” come a qualcosa di cui facciamo parte e di cui abbiamo la responsabilità. Tuttavia, la "comunità" nella mente dei globalisti è un costrutto composto da organizzazioni non governative (ONG), corporazioni e governo, che devono dettare ciò che accade in tutto il mondo.

"Noi, come individui, non abbiamo letteralmente alcuna influenza, a meno che non siamo d'accordo con esso", Koire dice. "Se dissenti contro 'la comunità' [vale a dire, ONG, corporazioni e governo], contro la legge comunitaria o le tattiche sociali comunitarie, sei respinto e sostanzialmente reso un emarginato".

Quindi, per essere chiari, Agenda 21 e The Great Reset si basano su un'ideologia che afferma che i diritti individuali devono essere bilanciati con i diritti delle ONG, delle società private e dei governi. La parola "equilibrato" è fuorviante, tuttavia, perché "la comunità" è il decisore. La tua unica opzione è sottometterti al loro dominio o essere espulso dalla società.

Tentativo di impedire l'attuazione dell'Agenda 21 locale fallito

Nel 2013, l'organizzazione di Koire, il Post Sustainability Institute, fece causa per fermare l'acquisizione dell'Agenda 21 di San Francisco, in California. Come riportato da Off the Grid News all'epoca:10

“Negli Stati Uniti, più di 500 città di grandi e medie dimensioni sono membri di un'organizzazione internazionale per la sostenibilità che, secondo quanto riferito, sostiene l'attuazione dell'Agenda 21. Un gruppo noto come Post Sustainability Institute ha recentemente intentato una causa per fermare un progetto, Plan Bay Area, che è una strategia di trasporto a lungo raggio e di uso del territorio/abitazione nell'area di San Francisco che ha come obiettivo finale il 2040.

Secondo il sito web di Plan Bay Area, l'obiettivo è quello di "accomodare la futura crescita della popolazione e ridurre le emissioni di gas serra di automobili e camion leggeri". Ciò viene fatto costruendo quartieri che sono "a pochi passi da frequenti servizi di trasporto pubblico" e che offrono "un'ampia varietà di opzioni abitative" e dispongono di negozi di alimentari, centri sociali e ristoranti".

Nel video, Koire spiega cosa sta davvero cercando di ottenere il Bay Area Plan. Secondo quel piano, qualsiasi sviluppo futuro nell'area della baia di San Francisco sarà limitato a solo il 4% del terreno disponibile. Tutte le 101 città e contee saranno unite e tutte le decisioni sull'uso del suolo saranno prese da un consiglio non eletto.

Le conseguenze che ciò avrà sull'uso del suolo, sui valori delle proprietà, sulle imprese e sul movimento forzato delle persone è "insondabile", afferma Koire. Lo paragona a un "campo di concentramento del futuro", dove l'uso di acqua ed energia è monitorato e limitato e dove l'accesso alla natura e alla terra fuori città è negato. Purtroppo, dopo tre anni, hanno perso la causa e il piano dell'Agenda 21 della Bay Area è ancora sulla buona strada.11

L'importanza di riprendere il controllo a livello locale

Fermare l'adozione e l'attuazione locale dell'Agenda 21 è una tattica cruciale perché, come spiega, "la regionalizzazione è il trampolino di lancio verso la globalizzazione e la globalizzazione è la standardizzazione dei sistemi globali".

E ancora, i sistemi globali di cui stiamo parlando includono l'uso della terra, dell'acqua, dei minerali, delle piante, degli animali e dell'uomo. Comprende tutti i tipi di costruzione, mezzi di produzione, cibo, energia, sistemi informativi e istruzione. TUTTI i sistemi del mondo devono essere "armonizzati" e portati sotto il controllo di un'entità centrale.

A meno che i sistemi non siano sincronizzati per lavorare insieme, non possono essere controllati centralmente. Questo è anche ciò che riguarda The Great Reset: l'armonizzazione e la sincronizzazione dei sistemi, a livello globale, per consentire il controllo centrale del mondo intero. The Great Reset è l'Agenda 21 con un nome diverso.

Come notato da Koire, "L'obiettivo dell'Agenda 21 è un governo mondiale e il controllo totale da parte di un'unità centrale", e il piano viene lanciato con la falsa premessa che dobbiamo attuare tutti questi cambiamenti per fermare il cambiamento climatico.

Agenda 21 Obiettivi riassunti

In sintesi, gli obiettivi di Agenda 21 e The Great Reset sono:

  • Sposta TUTTE le persone in grandi città dove possono essere facilmente controllate: il piano Great Reset è più specifico, in quanto richiede che le persone che vivono in città intelligenti siano sotto sorveglianza 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX. La Quarta Rivoluzione Industriale aggiunge un altro strato, poiché richiede la fusione dell'uomo con la tecnologia, così la sorveglianza e il controllo avverranno fino ai livelli biologico, mentale ed emotivo.
  • Distruggi il governo rappresentativo e lascia invece che i consigli non eletti prendano tutte le decisioni.
  • Cancellare i confini giurisdizionali ei confini nazionali attraverso la regionalizzazione (l'Unione Europea è un esempio di regionalizzazione) e il fascismo, cioè i partenariati pubblico-privato — I partenariati pubblico-privato, o partenariati tra corporazioni e governo, tagliano fuori dall'equazione gli elettori.

La "comunità fascista" (richiamando la definizione di entrambi i termini) vuole essere in grado di a) spostare liberamente i lavoratori attraverso i confini, b) spostare liberamente le merci senza regolamenti e c) ridurre i salari. Il modo più semplice per fare tutto ciò è rimuovere i confini nazionali.

I tre pilastri dell'Agenda 21

Come spiegato da Koire, i tre pilastri dell'Agenda 21 sono le tre “E”:

Economia

Ecologia

Equità (equità sociale)

Come con il termine "comunità", la maggior parte immagina di capire cosa significhi la parola "equità". Pensano che significhi che ci sarà un'equa distribuzione di cibo, acqua, energia e così via. Pensano che si tratti di ridurre le disparità tra ricchi e poveri. Ma ancora una volta, si sbagliano.

L'equità sociale implica "l'impoverimento di enormi porzioni della popolazione e l'abbattimento delle nazioni sviluppate", spiega Koire, aggiungendo: "L'equità sociale è il codice per questo movimento [di persone e beni] e riduzione della popolazione".

I tre pilastri, visti come cerchi interconnessi, sono presentati come le tre aree che devono essere equilibrate. Ma l'“equilibrio” di cui si parla è un equilibrio comunitario. Non è equilibrio per il benessere delle persone. Il punto centrale equilibrato è l'area del controllo centralizzato, in modo che le società e i governi possano sfruttare e controllare le persone a piacimento.

Come reagire

Mentre ci stiamo muovendo verso un unico governo mondiale totalitario centralizzato, non ci siamo ancora arrivati. Abbiamo ancora la possibilità di respingere, da:

Rifiutare di cooperare con il lancio e l'attuazione di punti dell'Agenda 21, superamenti tirannici e strumenti di sorveglianza/controllo come l'identità digitale e le valute digitali programmabili della banca centrale (CBDC)

Esponendo e discutendo ampiamente il piano totalitario

Lavorare insieme per definanziare questi piani, in particolare i piani dell'Agenda 21 locale

Aiutare i tuoi figli a capire che vengono indottrinati, dall'asilo alla scuola di specializzazione, ad abbracciare e sostenere la propria fine

Difendere i diritti e le libertà personali

La leadership sta seguendo un copione

Ti sei chiesto perché nessuno - con pochissime eccezioni - al governo, né a livello locale né a livello statale o federale, si è scusato per nessuno dei suoi "errori" pandemici? Di volta in volta, le loro affermazioni e promesse sono state smentite, ma non sono arrivate scuse.12,13

La maggior parte sta semplicemente continuando come se nessuna delle loro false dichiarazioni e dei loro poveri giudizi fosse mai avvenuta. Il motivo per cui non ammetteranno che tutto ciò che è accaduto durante la pandemia è stato un errore è perché sapevano che era tutta una bugia fin dall'inizio.

Hanno ricevuto una sceneggiatura e hanno seguito quella sceneggiatura. Fine della storia. La sceneggiatura non ha mai avuto senso perché era una narrazione inventata. Niente era basato su fatti reali o eventi del mondo reale. La sceneggiatura è stata creata per dare l'illusione che le misure fossero necessarie. In realtà, le misure pandemiche erano una copertura per spingerci nell'Agenda 21 e nel Grande Reset.

Poiché i sistemi globali stanno ora cadendo a pezzi a causa di tali misure, gli stessi cattivi stanno lanciando un'altra narrativa, un'altra sceneggiatura, che dice che risolveranno il problema. Loro "ricostruiranno meglio" e renderanno tutto equo e verde nel processo. COVID ha sempre riguardato l'introduzione del totalitarismo globale.

L'unico neo era il fatto che COVID non è mai stato così fatale come hanno cercato di far credere che fosse e, nel tempo, la realtà ha superato la falsa narrativa. Anche il massiccio respingimento contro i passaporti dei vaccini ha ostacolato il processo di acquisizione e ora i funzionari Pfizer hanno piantato l'ultimo chiodo nella bara ammettendo che le iniezioni di COVID non sono mai state testate per vedere se effettivamente hanno fermato l'infezione e la trasmissione, che era l'unica base per i passaporti .

Senza la giustificazione della biosicurezza, sono tornati a spingere per l'identità digitale, che è stato il passo successivo nel processo di schiavitù digitale, ma ora ampie fasce della popolazione hanno preso piede e sanno cosa stanno facendo.

Ad esempio, ben prima che il nuovo Primo Ministro inglese, Rishi Sunak, entrasse in carica, The National Pulse riportava i suoi collegamenti diretti con una società partner del World Economic Forum che promuove ID digitali e punteggi di credito sociale.14 Questi nodi erano forse un intervento divino per evitare che il mondo intero cadesse nella trappola.

Lo stato amministrativo è una parte importante del problema

Mentre molti hanno affidato le loro speranze a un cambio di guardia politico, ciò che la maggior parte dimentica, o non riesce a capire, è che i funzionari eletti non hanno neanche lontanamente il potere che ci aspettiamo che abbiano. Come spiegato da The Epoch Times, il vero potere spetta in realtà agli amministratori non eletti. Ecco dove deve avvenire la vera pulizia:15

“È piuttosto ovvio ora che abbiamo a che fare con una bestia che include media, tecnologia, organizzazioni non profit e agenzie governative multinazionali e internazionali e tutti i gruppi che rappresentano.

Detto questo, affrontiamo qui il problema più ovvio: lo stato amministrativo... [E] i politici eletti sono in inferiorità numerica e ingannati da tutte le parti, fingendo solo di essere al comando quando, in realtà, gli affari reali dello stato sono gestiti da professionisti esperti con posti a tempo indeterminato...

[J] proprio come la posta in gioco è alta, così anche il problema dell'attuazione di una soluzione - la democrazia rappresentativa come mezzo per riottenere la libertà stessa - è estremamente difficile ... In effetti, l'intero sistema sembra truccato contro il cambiamento.

Inizia con lo staff permanente a Capitol Hill. È una tribù. Si spostano da un ufficio all'altro. Si conoscono tutti e conoscono anche il personale permanente delle burocrazie che servono il Congresso, e loro, a loro volta, hanno stretti rapporti con il personale permanente delle burocrazie esecutive, che, a loro volta, hanno stretti rapporti con i media e i dirigenti aziendali fare pressioni sul membro del Congresso.

Le persone ingenue, non importa quanto ben intenzionate, vengono rapidamente circondate. Questo è essenzialmente quello che è successo a Donald Trump. Ha pensato che come presidente sarebbe stato come un amministratore delegato, non solo di tutto il governo, ma dell'intero paese. In pochi mesi, gli fu mostrato il contrario...

Proprio per questo occorre concentrarsi come non mai sul problema dello stato amministrativo. Deve essere penetrato e smontato pezzo per pezzo.

Ciò comporterà non solo continue indagini, ma anche progetti di legge coraggiosi che mirano non a tagli ma al definanziamento totale di intere agenzie, una dopo l'altra. Questo è ciò che sarà necessario per apportare un vero cambiamento...

Alla fine, ciò che è più potente dei cambiamenti politici e persino degli sconvolgimenti elettorali, che troppo spesso falliscono a causa della sovversione, sono cambiamenti drammatici nell'opinione pubblica.

Ogni istituzione alla fine si piega a questo, motivo per cui la ricerca, l'istruzione, il grande giornalismo e i media competenti, oltre alle reti di amicizia e all'organizzazione della comunità, potrebbero effettivamente essere più fondamentali delle elezioni. Tutto questo è iniziato e sta crescendo. Qui sta la vera speranza”.

Realizza dove risiede il tuo vero potere

Indipendentemente da quale parte detenga il potere, ti preghiamo di renderti conto che il tuo potere come individuo risiede nelle tue decisioni personali quotidiane. I politici dicono ciò che è necessario per essere eletti, sulla base del sondaggio dei punti di discussione. I punti di discussione pubblici di un politico "evolvono" costantemente e raramente sono coerenti con le loro azioni a vantaggio dei loro sponsor aziendali.

Renditi anche conto che creare divisioni tra le persone fa parte di un piano attentamente orchestrato che funziona a favore dell'oligarchia, quindi dobbiamo davvero diventare più intelligenti su come ci impegniamo nel processo politico ed evitare di cadere nelle loro strategie attentamente costruite e sofisticate che ci limitano da raggiungere i cambiamenti che vogliamo e di cui abbiamo un disperato bisogno.

Finché siamo alla gola l'uno dell'altro, ci distrae dall'analizzare e affrontare il sistema sottostante che sta creando i problemi in primo luogo. Quindi, lascia che le persone abbiano la loro opinione. Alla fine, gli interessi di controllo stanno scrivendo le leggi e pagando i politici per farle approvare. Ma la conoscenza è potere, quindi usa la tua conoscenza per prendere il controllo dove conta davvero di più: a livello locale.

Il potere dell'individuo è vivo e vegeto anche in questo sistema profondamente imperfetto. Diventa tuo uscendo FUORI dal sistema con ogni decisione e acquisto che fai. Con ogni azione che intraprendi, imposti anche l'esempio da seguire per gli altri, rendendoti così un agente di cambiamento all'interno della tua ristretta cerchia di familiari, amici e conoscenti.

Alla fine, le nostre azioni collettive creeranno i cambiamenti di cui c'è un disperato bisogno, e pensare localmente alla fine avrà un effetto globale.

Ricorda, le industrie che attualmente stanno acquistando i nostri politici e scrivendo le proprie leggi non possono mantenere il potere senza il tuo continuo sostegno finanziario. Anche se potremmo non avere una scelta significativa nel modo in cui i nostri contributi fiscali vengono distribuiti a queste industrie attraverso sussidi e contratti, abbiamo un'influenza molto potente effettuando acquisti responsabili ogni giorno.

Ritira quel supporto e ridistribuirai automaticamente il potere finanziario a un'attività benevola allineata con i tuoi principi fondamentali. Un perfetto esempio di ciò è quando acquisti alimenti coltivati ​​​​localmente da un agricoltore biologico.

Stai autorizzando quell'agricoltore a continuare a coltivare alimenti per la comunità che sostiene la rigenerazione ambientale e la salute umana, e stai privando i grandi produttori di cibo spazzatura che esercitano un'influenza indebita sulla politica agricola. È qui che risiede il tuo vero potere.

L'indipendenza alimentare è la chiave per altre forme di indipendenza

È tempo di dissentire, di uscire dai sistemi globalisti e federalisti, a cominciare dal proprio cibo. Se non puoi coltivare il tuo, allora conosci l'agricoltore che può farlo. Tieni i tuoi soldi nella tua comunità; più vicino è meglio è. Kissinger lo ha detto meglio:16

“Controlla il petrolio e controllerai le nazioni; controlli il cibo e controlli le persone.

Se non ti piace lo stato della nazione (o del mondo), smetti di mangiare cibi spazzatura elaborati e ultra elaborati. Alcuni potrebbero inizialmente pensare che questa decisione non abbia nulla a che fare con qualcosa che non va nel mondo, ma se ci pensi davvero, ti renderai conto che più indipendenza guadagni con il tuo cibo, più indipendenza creerai in anche altre zone.

Poiché il cibo è una forma di controllo così potente, rompere quel meccanismo di controllo avrà un effetto a catena che si estenderà verso l'esterno in molti altri settori e campi di attività, inclusa l'arena politica.

Mentre entriamo nel 2023 e oltre, la sicurezza alimentare locale sarà più importante che mai, come carenza di cibo e carestia nel mondo sono alla nostra porta. Quindi, preparati. Se non lo fai, molte delle tue opzioni saranno eliminate, poiché sarai costretto ad accettare la standardizzazione globalista del sistema alimentare o morire di fame.

Leggi la storia completa qui ...

Informazioni sull'editor

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

3 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Gummut123

Ops, ti ho scritto un messaggio/e-mail stamattina molto presto dall'Italia dopo aver letto la tua precedente e-mail sul tuo nuovo libro. Ho dichiarato di non aver MAI acquistato NESSUN articolo utilizzando Amazon - MAI. Chiedendo come potrei ricevere il tuo libro utilizzando un'altra società di libri e fornitore di servizi di trasporto. Menzionando che anche RFK Jnr e molti altri Warriors in WW111 usano Amazon-PERCHÉ? questo è pagare per il proprio veleno. Ha anche chiesto se vari Warriors potessero connettersi tra loro e rivolgersi a rivenditori di libri affermati in tutti i paesi e parte dell'accordo è che un vettore di trasporto locale sia... Per saperne di più »