La Silicon Valley è fusa con lo stato di sicurezza nazionale

Per favore, condividi questa storia!
I tecnocrati nella Silicon Valley sono legati ai tecnocrati nello stato di sicurezza nazionale. Questa è la colla che lega. Il loro obiettivo comune è creare una dittatura scientifica che controlli direttamente l'intera popolazione, condannando gli outlier come rischi per la sicurezza. Editor TN

Nel giugno 2021, il Consiglio di sicurezza nazionale degli Stati Uniti ha pubblicato una nuova "Strategia nazionale per contrastare il terrorismo interno".1 Sebbene sia ampiamente inquadrato come uno strumento per combattere la supremazia bianca e l'estremismo politico, la definizione di ciò che costituisce un "terrorista domestico" è incredibilmente vaga e basata su ideologie.

In un podcast con uno dei miei giornalisti indipendenti preferiti, Whitney Webb,2 Il conduttore di Media Roots Radio Robbie Martin nota come questo crei un pericoloso pendio scivoloso, collegato ai tentativi di aumentare la sorveglianza e il monitoraggio dei dati degli americani dopo l'9 settembre.3

La "guerra al terrore", lanciata all'indomani degli attacchi dell'11 settembre, afferma Martin, "è stata solo il preludio a una più ampia repressione interna dei dissidenti politici".4 Webb era d'accordo, affermando che siamo già "vicini alla parte inferiore del pendio scivoloso", e non è un caso che un giorno chiunque non sia d'accordo con il governo potrebbe essere etichettato come terrorista interno e accusato di un crimine.

Criminalizzare l'ideologia oppositiva alla classe dirigente

L'intera giustificazione per la Guerra al Terrore era quella di prendere di mira il "precrimine" o gli atti terroristici prima che si verificassero. Inizialmente, la legislazione doveva mirare a governi e individui stranieri, ma sono in sospeso progetti di legge che renderebbero la legislazione applicabile agli americani negli Stati Uniti5

Il giornalista investigativo Glenn Greenwald ha dichiarato che l'obiettivo finale della nuova guerra emergente al terrorismo interno è "criminalizzare essenzialmente qualsiasi ideologia di opposizione alla classe dominante", aggiungendo: "Non c'è letteralmente nulla che possa essere più pericoloso, e non è fonte di paura. o allarmismo per dirlo”.6

Questa non è una questione di parte, ma qualcosa che è in lavorazione da decenni. Greenwald ha affermato che vedere Washington come democratico contro repubblicano, con una parte che è "la tua squadra" e l'altra che è "il tuo nemico" è una convinzione errata, poiché una classe dirigente d'élite è veramente al potere:7

“C'è un'élite della classe dirigente che è estremamente a suo agio con le ali dell'establishment di entrambi i partiti … che finanziano allo stesso modo perché quelle sono le persone che servono la loro agenda. Poi c'è un intero altro gruppo di persone a spese delle quali governano. Alcuni li considerano a sinistra, altri a destra", ma "è ora di abbattere quelle barriere".

È importante capire che gli Stati Uniti hanno già in vigore leggi penali aggressive, in modo tale che più persone siano imprigionate negli Stati Uniti che in qualsiasi altra parte del mondo.8 Abbiamo bisogno di ulteriori leggi per criminalizzare le persone messe in atto? Si è verificato anche un perno preoccupante, spostando l'attenzione sull'FBI che prende di mira questo nuovo modello di terrorismo mentre i termini come "incitamento alla violenza" sono stati radicalmente ampliati nel significato.

"È accompagnato da appelli virali sui social media che si lavora con l'FBI per denunciare i propri concittadini ("Vedi qualcosa, dì qualcosa!") E richieste per un nuovo sistema di sorveglianza domestica", ha scritto Greenwald.9

Persone che diffondono "disinformazione" classificate come estremiste

Non devi essere violento per essere dichiarato terrorista. Potresti semplicemente avere quelle che il governo ritiene essere "punti di vista estremisti" o potresti essere accusato di diffondere disinformazione, anche se non esiste una definizione chiara di cosa sia "disinformazione". Secondo Webb:10

“Nella strategia terroristica interna si dice che le persone che diffondono disinformazione possono anche essere classificate come estremiste e una minaccia per la sicurezza nazionale e, naturalmente, abbiamo visto negli ultimi anni come questa etichetta di disinformazione può essere applicata a persone indipendenti media come un modo per promuovere la censura delle voci che sono critiche nei confronti dell'impero statunitense, tra le altre cose, o che semplicemente non si adattano a una particolare narrativa del governo”.

Come tratto direttamente dalla Strategia nazionale per la lotta al terrorismo interno:11

“I terroristi domestici – in particolare negli ultimi anni – sono stati spesso attori solitari o piccoli gruppi di individui allineati in modo informale che si mobilitano per la violenza con una struttura organizzativa o una direzione poco o nessuna chiara. Questi individui spesso consumano materiale deliberatamente diffuso per reclutare individui a cause che tentano di fornire un senso di appartenenza e realizzazione, per quanto falso possa essere tale senso.

Le loro ideologie possono essere fluide, in evoluzione e sovrapposte. E possono, in alcuni casi, connettersi e intersecarsi con teorie del complotto e altre forme di disinformazione e disinformazione...

Questi elementi si combinano per formare un complesso e mutevole panorama delle minacce terroristiche interne e creano sfide significative per le forze dell'ordine. Soprattutto su piattaforme di comunicazione basate su Internet come social media, siti di caricamento di file e piattaforme crittografate end-to-end, tutti questi elementi possono combinare e amplificare le minacce alla sicurezza pubblica.

… Questi sforzi parlano di una priorità più ampia: rafforzare la fiducia nel governo e affrontare l'estrema polarizzazione, alimentata da una crisi di disinformazione e disinformazione spesso incanalata attraverso piattaforme di social media, che possono dividere gli americani e portare alcuni alla violenza.

I centri di fusione sono pronti e in attesa

Webb è preoccupato per i centri di fusione, presso i quali il Dipartimento per la sicurezza interna, l'FBI, le ONG e altri nel settore privato collaborano per decidere chi è un terrorista e chi no.

I centri di fusione esistono da un po' di tempo, ma con il progredire della guerra al terrore interno, Webb ritiene che i centri di fusione assumeranno lo stesso ruolo del programma Phoenix gestito dalla CIA durante la guerra del Vietnam, progettato per raccogliere i nomi di dissidenti e persone con simpatie estremiste alle banche dati in modo che potessero essere perseguite dalle autorità competenti: molte sono state rapite, torturate e uccise.

Centri di fusione... cosa devi sapere ~ La moglie conservatrice

Posizioni dei centri di fusione in America

I centri di fusione stanno aspettando di assumere un ruolo più attivo nella guerra appena dichiarata al terrorismo interno, ma per ottenere un'ampia accettazione, Webb ritiene che debba aver luogo un evento oltraggioso, uno che vada oltre il 6 gennaio, 2021, assalto al Campidoglio degli Stati Uniti, come qualcosa che prende di mira i civili e suscita indignazione tra il pubblico statunitense per il fatto che qualcosa deve essere fatto.

“Questo è il motivo per cui temo che possa aver luogo qualche altro evento per spingere ulteriormente questa strategia. Stanno creando un'infrastruttura qui che intendono utilizzare, giusto? E penso che, dato l'attuale clima negli Stati Uniti, sarebbe difficile per loro giustificare il fatto che la strategia mostri chiaramente che vogliono andare", afferma Webb.12

Traccia anche parallelismi tra i giorni nostri e l'Operazione Condor, sostenuta dagli Stati Uniti, che ha preso di mira la sinistra, i sospetti di sinistra e i loro simpatizzanti, provocando l'omicidio di circa 60,000 persone, circa la metà delle quali avvenute in Argentina. Altri 500,000 furono imprigionati politicamente.13

"Non ci sono state indagini per stabilire se le affermazioni contro queste persone fossero vere", ha spiegato Webb. "Non ci sono stati processi... è stata una rete a strascico per creare una società riorganizzata usando un clima di paura per incoraggiare l'acquiescenza all'autorità e la completa obbedienza allo stato".14 È la storia che spesso fornisce i più grandi indizi su dove è diretta la società, e Webb descrive anche un disegno di legge presentato dal presidente Biden nel 1995 in risposta all'attentato di Oklahoma City.

È stato avviato dall'FBI come una carta per indagare sui gruppi politici e includeva i seguenti punti inquietanti. Fortunatamente, il disegno di legge non è stato approvato in questa versione - molto è stato tolto e annacquato - ma se fosse stato approvato senza revisione, avrebbe:15

Consentito all'FBI, ai militari e ad altri gruppi di indagare sui gruppi politici a loro piacimento, senza alcuna approvazione superiore
Ammessa una pena detentiva di 10 anni per il reato di sostegno alle attività lecite di un'organizzazione se il presidente ha ritenuto l'organizzazione un'entità terroristica
Ha fatto in modo che solo il presidente decida chi è un terrorista e la decisione non può essere impugnata
Regole allentate per le intercettazioni telefoniche
Annullata la presunzione d'innocenza fino a prova contraria
Consentito l'uso dell'esercito nelle attività di applicazione della legge interna e potenzialmente reso legale per i soldati l'invasione delle case delle persone e la presa di possesso senza probabile causa
Consentito processi segreti per immigrati non accusati di reato e consentito l'uso di prove ottenute illegalmente in tali processi

La Silicon Valley è fusa con lo stato di sicurezza nazionale

La Silicon Valley e lo stato di sicurezza nazionale sono ora fusi, afferma Webb. Le guerre decennali contro la dissidenza interna hanno sempre coinvolto tecnologie come i database, e ora il collegamento è inseparabile.

Webb ha scritto di "tirannia tecnologica" all'inizio della pandemia, rivelando che un documento della National Security Commission on Artificial Intelligence (NSCAI) - acquisito attraverso una richiesta FOIA - affermava che erano necessari cambiamenti per mantenere un vantaggio tecnologico sulla Cina:16

“Questo documento suggerisce che gli Stati Uniti seguano l'esempio della Cina e addirittura li superino in molti aspetti relativi alle tecnologie basate sull'intelligenza artificiale, in particolare il loro uso della sorveglianza di massa.

Questa prospettiva si scontra chiaramente con la retorica pubblica di eminenti funzionari e politici del governo degli Stati Uniti sulla Cina, che hanno etichettato gli investimenti tecnologici del governo cinese e l'esportazione dei suoi sistemi di sorveglianza e altre tecnologie come una delle principali "minacce" per lo "stile di vita" degli americani. "

Molti dei passi per attuare il programma vengono promossi come parte della risposta alla pandemia di COVID-19. NSCAI non è solo una parte fondamentale della quarta rivoluzione industriale del Grande Reset, ma promuove anche la sorveglianza di massa, lo shopping solo online e la fine del denaro, pur osservando che "avere le strade tappezzate di telecamere è una buona infrastruttura".

Il presidente di NSCAI è Eric Schmidt, l'ex capo di Alphabet, la società madre di Google. Altri importanti membri della Silicon Valley NSCAI includono:17

  • Eric Horvitz, direttore di Microsoft Research Labs
  • Andy Jassy, ​​CEO di Amazon Web Services (appaltatore della CIA)
  • Andrew Moore, capo di Google Cloud AI

Nel frattempo, Greenwald ha evidenziato una dichiarazione di Alex Stamos, un ex funzionario della sicurezza di Facebook, che raccomanda alle società di social media di collaborare con le forze dell'ordine per reprimere gli influencer estremisti online, in particolare quelli con un vasto pubblico, al fine di "riportarci tutti nello stesso consenso consensuale". la realtà."18

I social media giocano un ruolo enorme nella guerra

Se stai leggendo questo e sei preoccupato, ti esorto ad ascoltare il podcast di Media Roots Radio con Whitney Webb per intero.19 Sono poco meno di 2.5 ore, ma tempo ben speso per comprendere gli eventi storici che ci hanno portato dove siamo oggi. Per coloro che vogliono agire, un esodo di massa dalle piattaforme dei social media è un buon inizio.

Molti sospettano che Facebook sia la versione pubblica del Lifelog della Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA) del Pentagono, un progetto di database volto a tracciare le minuzie dell'intera esistenza delle persone per scopi di sorveglianza della sicurezza nazionale.20

Il Pentagono ha staccato la spina a Lifelog il 4 febbraio 2004, in risposta al contraccolpo sui problemi di privacy.21 Eppure, quello stesso giorno, è stato lanciato Facebook.22

Lifelog - e probabilmente il suo successore Facebook - doveva integrare Total Information Awareness (TIA), un programma nato dopo gli attacchi dell'9 settembre che stava cercando di raccogliere cartelle cliniche, impronte digitali e altri dati biometrici degli americani, insieme a DNA e documenti relativi alle finanze personali, ai viaggi e al consumo dei media.23

Ora Facebook chiede agli utenti di segnalare contenuti "estremisti" e disinformazione. Fortunatamente, c'è un modo per districarsi passivamente dal data mining e dai social media legacy che è intrecciato con la guerra al terrorismo interno. Webb dice: "Elimina il tuo Facebook, il tuo Instagram e il tuo Twitter, perché stai alimentando la macchina del terrore domestica".24

Referenze

Informazioni sull'editor

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

14 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

[…] Fonte: Technocracy News & Trends […]

[…] Fonte: Technocracy News & Trends […]

[…] Quelle: la Silicon Valley è fusa con lo stato di sicurezza nazionale […]

Maria

Ho appena letto che Facebook sta costruendo un data center da 800 milioni di dollari a Mesa. Questo è molto allarmante. ?

[…] Fonte: Technocracy News & Trends […]

Jeff

Ho appena notato che sei su Facebook e Twitter. Hai intenzione di eliminare i tuoi account come, Whitney Webb, consiglia??

Jeff

Buona risposta. Hai mai pensato di unirti a Minds and Gab?

[…] Leggi di più: la Silicon Valley è fusa con lo stato di sicurezza nazionale […]

Vincitore

Non sapevo che su Lifelog di DARPA dovrò ricercare di più su di esso! Non c'è comunque nessuna FOI nel settore privato. Avevo sentito parlare di Leader Technologies v. Fazebook nel contesto dei contratti di etichettatura dei prigionieri di Serco nel Regno Unito e attualmente è ingaggiato per "test and trace" di casi positivi dell'influenza di Wuhan lì. Probabilmente agli inglesi verranno dati i tag alla caviglia il prossimo blocco per andare avanti con l'app che causa il Pingdemic.

[…] Inserito il 19 agosto 2021 | Lascia un commento La Silicon Valley è fusa con lo stato di sicurezza nazionale […]

Arby

Le autorità fasciste vedono: “I terroristi domestici sono stati – in particolare negli ultimi anni – spesso attori solitari o piccoli gruppi di individui informalmente allineati che si mobilitano per la violenza con una struttura organizzativa o una direzione poco o nessuna chiara. Questi individui spesso consumano materiale deliberatamente diffuso per reclutare individui a cause che tentano di fornire un senso di appartenenza e realizzazione, per quanto falso possa essere tale senso. Le loro ideologie possono essere fluide, in evoluzione e sovrapposte. E possono, in alcuni casi, connettersi e intersecarsi con teorie del complotto e altre forme di disinformazione e disinformazione…” Mi sembra una cospirazione... Per saperne di più »

Arby

"Questi elementi si combinano per formare un complesso e mutevole panorama delle minacce terroristiche interne e creano sfide significative per le forze dell'ordine" che non hanno intenzione di svolgere mai un lavoro onesto, produttivo e vantaggioso per la società.