Whitehead: la propaganda del governo di paura, controllo mentale e guerra cerebrale

Base comune Lewis McChord/ FLICKR
Per favore, condividi questa storia!
La tecnocrazia negli anni '1930 affermava di essere la "scienza dell'ingegneria sociale" in cui gli esseri umani dovevano essere controllati per conformarsi alla sua contorta dittatura scientifica distopica. Naturalmente, è in realtà una pseudo-scienza che pretende di essere una vera scienza per ingannare i praticanti facendogli commettere crimini orrendi contro l'umanità. ⁃ Editore TN

È funzione dell'agitazione di massa sfruttare tutte le lamentele, le speranze, le aspirazioni, i pregiudizi, le paure e gli ideali di tutti i gruppi speciali che compongono la nostra società, sociali, religiosi, economici, razziali, politici. Mescolali. Metti l'uno contro l'altro. Dividere e conquistare. Questo è il modo per ammorbidire una democrazia."— J.Edgar Hoover, Maestri dell'inganno

Il governo degli Stati Uniti è diventato un maestro dell'inganno.

È anche tutto documentato.

Questo è un governo che mente, imbroglia, ruba, spia, uccide, mutila, schiavizza, infrange le leggi, esagera con la sua autorità e abusa del suo potere quasi in ogni momento; tratta i suoi cittadini come statistiche senza volto e unità economiche da acquistare, vendere, barattare, scambiare e rintracciare; e fa guerre per profitto, imprigiona il suo stesso popolo per profitto e non ha scrupoli a diffondere il suo regno del terrore all'estero.

Peggio ancora, questo è un governo che è diventato quasi indistinguibile dal male che sostiene di combattere, indipendentemente dal fatto che quel male prenda la forma di terrorismo, tortura, traffico di drogatraffico di sesso, omicidio, violenza, furto, pornografia, sperimentazioni scientifiche o qualche altro mezzo diabolico per infliggere dolore, sofferenza e servitù all'umanità.

Ogni giorno che passa, diventa dolorosamente chiaro che questo non è un governo di cui ci si può fidare della tua vita, dei tuoi cari, del tuo sostentamento o delle tue libertà.

Proprio di recente, ad esempio, il Pentagono è stato costretto a farlo ordinare una revisione radicale delle operazioni clandestine di guerra psicologica degli Stati Uniti (psy ops) condotto attraverso piattaforme di social media. L'indagine arriva in risposta ai rapporti che lo suggeriscono l'esercito americano ha creato personaggi fasulli con immagini del profilo generate dall'intelligenza artificiale e siti di media fittizi su Facebook, Twitter e Instagram al fine di manipolare gli utenti dei social media.

Guerra psicologica, come ha spiegato il 4° gruppo per le operazioni psicologiche dell'esercito degli Stati Uniti in un reclutamento video rilasciato all'inizio di quest'anno, consente al governo di farlo tira i fili, trasforma tutto ciò che tocca in un'arma, sii ovunque, inganna, persuadi, cambia, influenza e ispira.

Delle molte armi nel vasto arsenale del governo, la guerra psicologica (o operazioni psichiche) può assumere molte forme: esperimenti di controllo mentale, gomitate comportamentali, propaganda.

Negli anni '1950, MK-ULTRA, il programma di controllo mentale sviluppato sotto il direttore della CIA Allen Dulles come parte del suo guerra cerebrale Campagne della Guerra Fredda, sottopose centinaia di ignari civili e militari americani a dosi di LSD, alcuni avevano la droga allucinogena infilata nei loro drink in spiaggia, nei bar cittadini, nei ristoranti. Per Operazione Midnight Climax, la CIA ha assunto prostitute per attirare gli uomini in una stanza con microspie, dove sarebbero stati dosati di LSD e osservati mentre facevano sesso

Come spiega Brianna Nofil, “MK-Ultra's esperimenti di "controllo mentale". generalmente incentrato sulla modifica del comportamento tramite terapia elettroshock, ipnosi, poligrafi, radiazioni e una varietà di farmaci, tossine e sostanze chimiche.

La CIA ha speso quasi 20 milioni di dollari per il suo programma MKULTRA, secondo quanto riferito come mezzo per programmare le persone per compiere omicidi e, in misura minore, provocando ansie e cancellando ricordi, prima che fosse presumibilmente chiuso.

Come riportato da uno studio, i detenuti detenuti nei rifugi della CIA all'estero “sono stati letteralmente interrogati a morte con metodi sperimentali che combinavano droghe, ipnosi e tortura, tentare di padroneggiare le tecniche di lavaggio del cervello e la cancellazione della memoria. "

Allo stesso modo, il top secret Progetto Montauk, l'ispirazione per la serie Netflix di successo Stranger Things, presumibilmente stava lavorando per sviluppare tecniche di controllo mentale che sarebbero poi state testate sulla gente del posto in un villaggio vicino, innescando ondate di criminalità o facendo radunare gli adolescenti.

Come conclude la giornalista Lorraine Boissoneault, “Nonostante MK-ULTRA violi le norme etiche per gli esperimenti umani, l'eredità degli esperimenti di lavaggio del cervello ha continuato a vivere nella politica statunitense. Gli stessi metodi che un tempo erano stati usati per addestrare i soldati americani sono stati usati per estrarre informazioni dai terroristi ad Abu Ghraib, in Iraq e nella baia di Guantanamo”.

Avanti veloce fino ai giorni nostri, ed è chiaro che il governo, aiutato e favorito dai progressi tecnologici e dalla sperimentazione scientifica, ha aggiornato le sue operazioni psicologiche per una nuova era. Ad esempio, il governo ha avuto il potere di utilizzare il suo arsenale di armi e tecnologie in continua espansione influenzare i comportamenti in massa e controllare la popolazione.

È un breve salto, un salto e un salto da un programma comportamentale che cerca di influenzare il modo in cui le persone rispondono alle scartoffie a un programma governativo che cerca di plasmare le opinioni del pubblico su altre questioni più consequenziali. Così, sempre più, i governi di tutto il mondo—anche negli Stati Uniti— su cui fanno affidamento "unità di spinta" per guidare i cittadini nella direzione in cui i poteri forti vogliono che vadano, pur preservando l'apparenza del libero arbitrio.

Nel 2014, ad esempio, un Fusion Center nello Stato di Washington (un dipartimento legato alla sicurezza interna stanza di smistamento della raccolta dati che condivide informazioni tra agenzie statali, locali e federali) inavvertitamente rilasciato record su tattiche di controllo mentale a distanza (l'uso di armi “psico-elettroniche” per controllare le persone a distanza o sottoporle a vari gradi di dolore).

In effetti, la pandemia di COVID-19 potrebbe essere facilmente presa in considerazione guerra psicologica mascherata da minaccia pandemica. Come spiega lo scrittore scientifico David Robson: "La paura del contagio ci porta a diventare più conformisti e tribali... I ricordi quotidiani della malattia possono persino influenzare le nostre affiliazioni politiche... Vari esperimenti hanno dimostrato che diventiamo più conformisti e rispettosi delle convenzioni quando sentiamo la minaccia di una malattia… le immagini evocative di una pandemia hanno portato [i partecipanti a un esperimento] a valutare la conformità e l'obbedienza rispetto all'eccentricità o alla ribellione. "

È così che si persuade una popolazione a marciare volontariamente di pari passo con uno stato di polizia e si fa la polizia (e tra di loro): aumentando il fattore paura, misurato una crisi attentamente calibrata alla volta e insegnando loro a diffidare di chiunque divergere dalla norma.

Questo non è un nuovo esperimento di controllo mentale.

Aggiungi l'inclinazione del governo per monitorare l'attività online e la cosiddetta "disinformazione" di polizia e tu hai la stoffa per una ristrutturazione della realtà direttamente da quella di Orwell 1984, dove il Ministero della Verità controlla il discorso e assicura che i fatti siano conformi a qualsiasi versione della realtà abbracciata dai propagandisti del governo.

Questo "controllo della mente" è esattamente il pericolo di cui l'autore Jim Keith ha messo in guardia quando ha predetto che "le fonti di informazione e comunicazione vengono gradualmente collegate insieme in un'unica rete computerizzata, fornendo un'opportunità per un controllo non annunciato di ciò che verrà trasmesso, cosa sarà essere detto, e alla fine cosa si penserà.

Abbiamo già visto questo svolgersi a livello statale e federale con la legislazione sui crimini ispirati dall'odio che reprime i pensieri e le espressioni cosiddetti "odiosi", incoraggia l'autocensura e riduce il libero dibattito su vari argomenti.

L'obiettivo finale di queste campagne di controllo mentale, confezionate sotto le spoglie del bene superiore, è vedere fino a che punto il popolo americano permetterà al governo di spingersi nel rimodellare il paese nell'immagine di uno stato di polizia totalitario.

La paura del governo è ancora un altro elemento chiave nella sua programmazione di controllo mentale.

È una formula abbastanza semplice. Crisi nazionali, pandemie globali, attacchi terroristici segnalati e sparatorie sporadiche ci lasciano in un costante stato di paura. Il panico emotivo che accompagna la paura in realtà spegne la corteccia prefrontale o la parte del pensiero razionale del nostro cervello. In altre parole, quando siamo consumati dalla paura, smettiamo di pensare.

Una popolazione che smette di pensare da sola è una popolazione che è facilmente guidata, facilmente manipolabile e facilmente controllabile sia attraverso la propaganda, il lavaggio del cervello, il controllo mentale o semplicemente la paura.

La paura non solo accresce il potere del governo, ma divide anche il popolo in fazioni, lo persuade a vedersi l'un l'altro come il nemico e lo fa urlare l'un l'altro in modo da soffocare tutti gli altri suoni. In questo modo, non raggiungeranno mai il consenso su nulla e saranno troppo distratti per notare lo stato di polizia che si sta avvicinando a loro fino a quando non cadrà l'ultimo sipario schiacciante.

Questo schema machiavellico ha così irretito la nazione che pochi americani si rendono conto di essere stati sottoposti al lavaggio del cervello - manipolati - per fargli adottare una mentalità "noi" contro "loro". Nel frattempo, coloro che sono al potere, acquistati e pagati da lobbisti e corporazioni, portano avanti i loro costosi programmi.

Questo meccanismo invisibile della società che ci manipola attraverso la paura verso l'obbedienza è ciò che il teorico americano Edward L. Bernays ha definito "un governo invisibile che è il vero potere di governo del nostro Paese. "

Erano passati quasi 100 anni quando Bernays scrisse il suo lavoro fondamentale Propaganda:

“Siamo governati, le nostre menti sono modellate, i nostri gusti formati, le nostre idee suggerite, in gran parte da uomini di cui non abbiamo mai sentito parlare... In quasi ogni atto della nostra vita quotidiana, sia nella sfera politica o negli affari, nella nostra condotta sociale o il nostro pensiero etico, siamo dominati dal numero relativamente piccolo di persone...che capiscono i processi mentali e gli schemi sociali delle masse. Sono loro che tirano i fili che controllano la mente pubblica”.

Come ho sottolineato nel mio libro Battlefield America: The War on the American People e nella sua controparte immaginaria I diari di Erik Blair, per questo governo invisibile di governanti che operano dietro le quinte - gli architetti del Deep State - siamo semplici marionette su una corda, a cui fare il lavaggio del cervello, manipolare e controllare.

Da anni ormai, i poteri forti - quei politici e quei burocrati che pensano come tiranni e si comportano come piccoli dittatori indipendentemente dal partito a cui appartengano - hanno tentato di farci il lavaggio del cervello facendoci credere che non abbiamo alcun diritto: pensare da soli, prendiamo decisioni sulla nostra salute, proteggiamo le nostre case, le nostre famiglie e le nostre attività, agiamo nel nostro migliore interesse, richiediamo responsabilità e trasparenza al governo, o in generale operiamo come se avessimo il controllo delle nostre vite.

Ebbene, il governo ha torto.

Abbiamo tutti i diritti, e sai perché? Perché, come afferma la Dichiarazione di Indipendenza, siamo dotati dal nostro Creatore di alcuni diritti inalienabili - alla vita, alla libertà, alla proprietà e alla ricerca della felicità - che nessun governo può toglierci.

È ora che iniziamo a ricordare al governo che "noi il popolo" siamo quelli che comandano.

Leggi la storia completa qui ...

Informazioni sull'editor

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

4 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
WW4

I "maestri dell'inganno" non sono "il governo degli Stati Uniti". Quelli detentori del potere sono DE FACTO, non DE JURE, la causa è il tradimento. Avrebbe potuto essere evitato se TRUMP avesse avuto le palle per usare Quo Warranto per cacciare il burattino Joe.

Roberto Polani

Sì, "avrei potuto". Non credo proprio che lo sapesse. Come l'LSD, ha funzionato solo sui deboli di mente.

[…] Whitehead: la propaganda del governo di paura, controllo mentale e guerra cerebrale […]