Le ricerche sospette dei dispositivi elettronici del viaggiatore erano incostituzionali

Immagine: EFF
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
I tecnocrati nelle agenzie governative che conducono ricerche elettroniche ingiustificate saranno senza dubbio a digrignare questa sentenza che li costringerà a onorare il quarto emendamento che protegge i cittadini da ricerche e sequestri illegali. ⁃ Editor TN

In una grande vittoria per i diritti alla privacy al confine, un tribunale federale a Boston governato oggi che le ricerche sospette di dispositivi elettronici dei viaggiatori da parte di agenti federali negli aeroporti e in altri porti di entrata degli Stati Uniti sono incostituzionali.

La sentenza è arrivata in giudizio, Alasaad v. McAleenan, presentato dall'American Civil Liberties Union (ACLU), Electronic Frontier Foundation (EFF) e ACLU del Massachusetts, per conto dei viaggiatori 11 i cui smartphone e laptop sono stati cercati senza sospetto individualizzato nei porti di entrata statunitensi.

"Questa sentenza fa avanzare in modo significativo le protezioni del quarto emendamento per milioni di viaggiatori internazionali che entrano negli Stati Uniti ogni anno", ha dichiarato Esha Bhandari, procuratore del progetto Discorso, privacy e tecnologia della ACLU. "Mettendo fine alla capacità del governo di condurre spedizioni di pesca sospette, la corte ribadisce che il confine non è un luogo senza legge e che non perdiamo i nostri diritti sulla privacy quando viaggiamo."

"Questo è un grande giorno per i viaggiatori che ora possono attraversare il confine internazionale senza timore che il governo, in assenza di sospetti, saccheggerà le informazioni straordinariamente sensibili che tutti portiamo nei nostri dispositivi elettronici", ha affermato Sophia Cope, Senior Staff di EFF avvocato.

L'ordinanza del tribunale distrettuale pone fine al controllo doganale e di frontiera (CBP) e l'immigrazione e l'applicazione doganale (ICE) ha affermato l'autorità di cercare e sequestrare i dispositivi dei viaggiatori per scopi ben distanti dall'applicazione delle leggi sull'immigrazione e doganali. Gli agenti di frontiera devono ora dimostrare il sospetto individualizzato del contrabbando illegale prima di poter effettuare ricerche nel dispositivo di un viaggiatore.

Il numero di ricerche di dispositivi elettronici nei porti di entrata statunitensi è aumentato in modo significativo. L'anno scorso, CBP condotto più di 33,000 ricerche, quasi quattro volte il numero di appena tre anni prima.

I viaggiatori internazionali che tornano negli Stati Uniti hanno segnalato numerosi casi di ricerche abusive negli ultimi mesi. Durante una ricerca al telefono di Zainab Merchant, attore nel caso Alasaad, un agente di frontiera ha deliberatamente frugato nelle comunicazioni privilegiate tra avvocato e cliente. Un ufficiale di immigrazione all'aeroporto di Boston Logan riferito perquisì il cellulare e il laptop di una matricola di Harvard in arrivo, rimproverò allo studente i post sui social media degli amici che esprimevano opinioni critiche sul governo degli Stati Uniti e negò l'ingresso degli studenti nel paese dopo la ricerca.

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


Avatar
1 Discussioni dei commenti
0 Discussione risposte
0 Seguaci
Per molti commenti
Discussione più calda del commento
0 Autori di commenti
Autori di commenti recenti
Sottoscrivi
ultimo il più vecchio più votati
Notifica