La nostra agenda comune: "Multilateralismo con i denti"

Per favore, condividi questa storia!
Delle Nazioni UniteLa nostra agenda comune è comune a nessuno tranne loro stessi. Viene propagandato per far precipitare il mondo nello sviluppo sostenibile, noto anche come tecnocrazia. La chiave del loro piano è la digitalizzazione totale del mondo intero e l'ONU si sta trasformando nella sua nuova forma post-reset. Questo è un articolo da leggere. ⁃ Editore TN

Ora è il movimento storico del tempo, non solo per combattere il vero virus, ma per plasmare il sistema per l'era post-corona. (Klaus Schwab)

Ci aspetta la totale digitalizzazione del mondo. Questa agenda va di pari passo con il mantra "Build Back Better" che si è diffuso a macchia d'olio tra i leader mondiali.

La nostra agenda comune contiene una serie di raccomandazioni su come riformare le Nazioni Unite per far fronte ai problemi che il mondo deve affrontare oggi. Guterres inizia il rapporto descrivendo la grave situazione:

Siamo a un punto di svolta nella storia. Nel nostro più grande test condiviso dalla seconda guerra mondiale, l'umanità deve affrontare una scelta cruda e urgente: un crollo o una svolta. La malattia del coronavirus (COVID-19) sta sconvolgendo il nostro mondo, minacciando la nostra salute, distruggendo economie e mezzi di sussistenza e aggravando la povertà e le disuguaglianze.

Questo è accompagnato da altre crisi e problemi come il cambiamento climatico, la scarsità d'acqua, la povertà, la violenza e la discriminazione. Il quadro dipinto è una crisi di proporzioni bibliche. Se non si fa nulla, in futuro si attendono crisi esacerbate. Il rapporto indica anche "problemi" come il mancato raggiungimento di un consenso su fatti, conoscenze e scienza.

Segretario generale António Guterres.

Queste sfide possono essere affrontate solo con una risposta equamente interconnessa, attraverso un multilateralismo rinvigorito e le Nazioni Unite al centro dei nostri sforzi.

Pertanto, Guterres propone un vertice il prossimo anno chiamato "Summit for the Future" con l'obiettivo di creare un nuovo consenso globale su come dovrebbe essere il nostro futuro e cosa possiamo fare per assicurarlo.

A tal fine, è stato nominato un comitato consultivo incaricato di “fornire suggerimenti concreti per accordi multilaterali più efficaci su una serie di questioni globali chiave”. Queste proposte saranno presentate alla riunione del 2023.

Il pannello include rappresentanti con collegamenti a World Economic ForumClub di MadridFondazione RockefellerCouncil on Foreign RelationsCommissione trilaterale e l'organizzazione d'élite finanziaria Gruppo di 30 (fondata nel 1978 con una sovvenzione della Fondazione Rockefeller).

Una menzione speciale dovrebbe essere fatta Tharman Shanmugaratnam dal Paese modello tecnocratico Singapore, presidente del Gruppo dei 30, membro del consiglio del World Economic Forum e membro del Gruppo di esperti indipendenti di alto livello del G20 sul finanziamento globale per la preparazione e la risposta alla pandemia. Tharman è stato anche presidente del G20 Eminent Persons Group on Global Financial Governance, che proponeva come modificare il ruolo del G20 nell'architettura finanziaria globale per creare un nuovo ordine internazionale.

Il ruolo del G20 nell'architettura finanziaria globale dovrebbe essere ripristinato. Dovrebbe concentrarsi sullo sviluppo del consenso politico su questioni strategiche chiave e sulla risposta alle crisi.,

Questo dà un'idea della direzione e dell'agenda.

NomePaese Occupazione generaleAltre posizioni
Stefan Löfven (Ord.)SveziaComitato consultivo di alto livello sul multilateralismo efficaceEx primo ministro
Ellen Johnson Sirleaf (Ord.)LiberiaComitato consultivo di alto livello sul multilateralismo efficace 

 

Ex presidente, Gruppo di esperti indipendenti dell'OMS per la preparazione e la risposta alle pandemie, Styrelsemedlem, Fondazione Mastercard, Medlem, Club di Madrid, Citibank
Xu BuCinaPresidente, Istituto cinese di studi internazionaliASEAN
Poonam GhimireNepalNext Generation Fellow presso la Fondazione delle Nazioni UniteCittadino globale
Jayati GhoshIndiaProfessore di Economia all'Università del Massachusetts AmherstGruppo di esperti delle Nazioni Unite sugli affari sociali ed economici, OMS, Trasformare il multilateralismo per il 21° Secolo giustizia sociale e inclusione
Donald KaberukaRuandaSocio amministratore, SouthbridgeFondazione Rockefeller (stirelsemedlem)
Azza KaramEgittoSegretario Generale, Religioni per la Pace
Nanjala NyabolaKeniaDirettore, Advox/Global VoicesStudioso di Rodi
Tharman ShanmugaratnamSingaporePrimo Ministro di Singapore 

Gruppo di 30 (Ordf.)

Forum economico mondiale (Styrelsemedlem), Gruppo di esperti indipendenti di alto livello del G20 sul finanziamento globale per la preparazione e la risposta alla pandemia, Comitato direttivo del consorzio per la governance della valuta digitale del WEF
Anne-Marie SlaughterUSACEO, Nuova AmericaCFR, Commissione Trilaterale
Ilona Szabó De CarvaloBrasileDirettore Esecutivo, Istituto IgarapéWEF Young Global Leader
Danilo TurkSlovenienPresidente, Club di MadridPresidente Fd

Ma La nostra agenda comune fornisce anche un quadro chiaro della direzione. Come parte del rapporto è stato pubblicato un piano d'azione di 12 punti. Questo contiene proposte che sono state discusse per più di un decennio.

Ciò include un Global Digital Compact, un Universal Digital ID, una ONU 2.0 digitale aggiornata e una più stretta cooperazione tra le Nazioni Unite e il sistema del G20, la tecnologia spaziale per monitorare le emissioni di anidride carbonica, un difensore civico che parlerà per le generazioni future e l'istituzione di un "Piattaforma di emergenza" come un modo più efficace per affrontare crisi globali come COVID-19 e cambiamenti climatici.

Di che tipo di "ordine mondiale" ci occupiamo qui? Sicuramente una distinzione ovvia è tra una società poco organizzata o "aperta" e una società strettamente unita o "chiusa" di una forma totalitaria di ordine sociale. Attualmente abbiamo un ordine mondiale sciolto, come quello incarnato nell'attuale Organizzazione delle Nazioni Unite. Quelli di noi che credono nella necessità di una federazione mondiale vorranno che promuoviamo le forze e le agenzie che lavorano per l'integrazione politica ed economica, rafforzando così un po' l'ordine instabile in una federazione planetaria di persone amiche. (Oliver Reiser)

Nei post seguenti esaminerò queste proposte e il loro stretto legame con il World Economic Forum, il processo del G20 e l'attuazione della Quarta Rivoluzione Industriale e dell'Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

Referenze

  1. , Nazioni Unite (2021), La nostra agenda comunewww.un.org/en/content/common-agenda-report/assets/pdf/Common_Agenda_Report_English.pdf
  2. , Nazioni Unite (2021), Vertice sui sistemi alimentari, www.un.org/en/food-systems-summitwww.un.org/en/conferences/energy2021
  3. , Nazioni Unite (2022), Il mondo si muove indietro sugli obiettivi di sviluppo sostenibile, Il segretario generale dice al Consiglio economico e sociale, Deplorando la "mancanza fondamentale di solidarietà", Comunicato stampa, www.un.org/press/en/2022/sgsm21196.doc.htm
  4. , Xinhua (2021), il capo delle Nazioni Unite lancia la nostra agenda comune con un maggiore multilateralismo, articolo in Xinhua dell'11 settembre 2021, www.news.cn/english/2021-09/11/c_1310180848.htm
  5. , ITU (2021), La cooperazione digitale è la chiave della nostra agenda comune, www.itu.int/hub/2021/10/digital-cooperation-is-key-to-our-common-agenda/
  6. , Nazioni Unite (2022), Nota ai corrispondenti: il comitato consultivo di alto livello del Segretario generale sul multilateralismo efficace comprende 12 eminenti leader, funzionari ed esperti globali attuali o precedenti, www.un.org/sg/en/node/262514
  7. , UNU (2021), Comitato consultivo di alto livello sul multilateralismo efficace, cpr.unu.edu/research/projects/hlab.html#outline
  8. , Governance finanziaria globale www.globalfinancialgovernance.org/report-of-the-g20-epg-on-gfg/governance/
  9. , Oliver Reiser (1975), Umanesimo cosmico e unità mondiale, Risultati creativi del World Institute, Gordon e Breach
  10. La nostra agenda comune., L'ex primo ministro svedese Stefan Löfvén guida il panel delle Nazioni Unite che fornirà proposte su come attuare questa agenda. È chiaro che il rapporto arriva come risposta diretta alla dichiarazione su The Great Reset fatta nel giugno 2020 da Guterres e Klaus Schwab del World Economic Forum.
  11. Il vertice sui sistemi alimentari e Dialogo ad alto livello sull'energia., Si tratta di due aree che ora sono diventate una preoccupazione primaria in connessione con il conflitto in Ucraina e la grande dipendenza dell'Unione europea dalle materie prime russe e ucraine come gas e grano. Durante il suo discorso all'agenzia delle Nazioni Unite ECOSOC il 22 marzo di quest'anno, Guterres ha detto:
  12. ,
  13. ,
  14. ,
  15. Comitato consultivo di alto livello sul multilateralismo efficace, è stato nominato il 18 marzo 2022 ed è presieduto dall'ex Primo Ministro svedese Stefan Locinque e l'ex Presidente della Liberia, Premio Nobel per la Pace, Ellen Johnson Sirleaf (2020–2021 di cui è stata membro Gruppo di esperti indipendenti dell'OMS per la preparazione e la risposta alle pandemie). ,
  16. di Ted Turner Fondazione delle Nazioni Unite e di László Szombatfalvy Fondazione Global Challenges.,
  17. ,
  18. Oliver Reiser sostenuto nel suo libro Umanesimo cosmico e unità mondiale.,

Leggi la storia completa qui ...

 

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

5 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

[…] Leggi l'articolo originale […]

LG Brandon

Solo 14 mesi da Build Back Better per "prepararsi alla carenza di cibo". 81,000,000,000 di voti

[…] Leggi di più: La nostra agenda comune: “Multilateralismo con i denti” […]

[…] Leggi di più: La nostra agenda comune: “Multilateralismo con i denti” […]

[…] La nostra agenda comune: “Multilateralismo con i denti” […]