Il capo del FMI mette in guardia sulla grande depressione II

Grande depressione del FMIWikimedia Commons, Amici d'Europa
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
La direttrice del FMI Kristalina Georgieva si è rivolta al Peterson Institute, fondato dal compianto membro della Commissione trilaterale, Peter G. Peterson (1926–2018). Il consiglio di amministrazione di Peterson è un Who's Who degli altri membri Trilateral.

I membri della Commissione trilaterale (passati o presenti) includono Alan Greenspan, Frank Loy, George Shultz, Ernesto Zedillo, Robert Zoellick, Stanley Fischer, Richard N. Cooper, C. Fred Bergsten, Larry Summers, tra gli altri.

Georgieva attribuisce gran parte della colpa futura al riscaldamento globale. Il rischio morale è enorme perché l'FMI vuole uccidere il capitalismo e la libera impresa e, inoltre, ha il potere e l'influenza per farlo. Il cattivo investimento di trilioni di dollari in investimenti verdi inutili e improduttivi genera una profezia che si autoavvera. ⁃ Editor TN

Lo ha avvertito il capo del Fondo monetario internazionale l'economia globale rischia un ritorno della Grande Depressione, guidato dalla disuguaglianza e dall'instabilità del settore finanziario.

Parlando al Peterson Institute of International Economia a Washington, Kristalina Georgieva ha affermato che una nuova ricerca del FMI, che confronta l'attuale economia con i "ruggenti anni '1920" culminati nel grande crollo del mercato del 1929, ha rivelato che una tendenza simile era già in atto.

Mentre il divario di disuguaglianza tra i paesi si era chiuso negli ultimi due decenni, era aumentato all'interno dei paesi, ha detto, individuando il Regno Unito per le critiche particolari.

"Nel Regno Unito, ad esempio, il 10% superiore ora controlla quasi la stessa ricchezza del 50% inferiore. Questa situazione si riflette in gran parte dell'OCSE (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico), in cui disuguaglianza di reddito e ricchezza hanno raggiunto o sono vicini a massimi record. "

Ha aggiunto: "In un certo senso, questa tendenza preoccupante ricorda la prima parte del 20 ° secolo - quando le forze gemelle della tecnologia e dell'integrazione portarono alla prima età dorata, ai ruggenti anni '20 e, in definitiva, al disastro finanziario".

Ha avvertito che nuovi problemi come l'emergenza climatica e aumento del protezionismo commerciale significa che i prossimi 10 anni erano probabilmente caratterizzati da disordini sociali e volatilità dei mercati finanziari.

"Se dovessi identificare un tema all'inizio del nuovo decennio, aumenterebbe l'incertezza", ha detto.

Con le controversie ancora in corso tra Stati Uniti ed Europa, ha affermato che "il sistema commerciale globale ha bisogno di un aggiornamento significativo".

Georgieva ha affermato che l'incertezza non riguarda solo le imprese ma anche gli individui, soprattutto vista la crescente disuguaglianza in molti paesi.

Ha detto che "l'eccessiva disuguaglianza ostacola la crescita e ... può alimentare il populismo e lo sconvolgimento politico".

Eric LeCompte, capo dell'ente benefico Jubilee USA, ha dichiarato: “L'FMI ​​ha diffuso un duro messaggio sul potenziale di un altro disastro finanziario che abbiamo vissuto l'ultima volta durante la Grande Depressione.

"Con la disuguaglianza in aumento e le preoccupazioni di stabilità nei mercati, dobbiamo prendere sul serio questo avvertimento".

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


Avatar
2 Discussioni dei commenti
0 Discussione risposte
0 Seguaci
Per molti commenti
Discussione più calda del commento
0 Autori di commenti
Autori di commenti recenti
Sottoscrivi
ultimo il più vecchio più votati
Notifica