Il capitalismo è accusato di morti COVID-19

Wikimedia Commons
Per favore, condividi questa storia!
La sinistra politicamente verde della sinistra politica sta prevedibilmente incolpando il capitalismo e la libera impresa per COVID-19 e augurando a entrambi buon senso. L'unica alternativa offerta è lo sviluppo sostenibile, noto anche come tecnocrazia. ⁃ Editor TN

Non esitando a sfruttare una pandemia di salute per far avanzare la loro agenda ideologica, giacobino la rivista il 26 marzo ha pubblicato un articolo che tenta di incolpare proattivamente "il capitalismo" di "milioni" di morti per coronavirus.

Intitolato "Come il capitalismo uccide durante una pandemia, "L'articolo promuove slogan stanchi sul libero mercato che mette" profitti al di sopra delle persone ", sostenuto da argomentazioni errate e talvolta contraddittorie che si rivelano poco convincenti.

Per impostare il tono più allarmante possibile, l'autore Nick French inizia avvertendo il lettore che il coronavirus "probabilmente ucciderà milioni di persone solo negli Stati Uniti".

Questa previsione seleziona la più inquietante di tali proiezioni, facendo affidamento irresponsabile sul rapporto del London's Squadra di risposta COVID-19 dell'Imperial College, i cui autori hanno ammesso che includono proiezioni che sono "caso peggiore", combinate con l'avvertenza incredibilmente irrealistica che "non ci sono interventi o cambiamenti nel comportamento delle persone". Il rapporto ha inoltre ammesso che "i tempi dell'epidemia sono approssimativi visti i limiti dei dati di sorveglianza in entrambi i paesi", in sostanza avvertendo che tali previsioni saranno discutibili una volta che saranno disponibili dati più sufficienti. (Il giacobino l'articolo è stato pubblicato prima di un autore principale del rapporto ha modificato le sue previsioni basato sulle risposte drammatiche imposte nei paesi di tutto il mondo.)

Con il lettore sufficientemente scioccato dalla proiezione delle vittime nel caso peggiore basata su dati parziali e ipotesi irrealistiche, French assegna rapidamente il cattivo: "Molte di queste vittime avrebbero potuto essere evitate se avessimo un ordine sociale che ha posto i bisogni delle persone sul profitto ", Dichiara.

Aiutando a plasmare l'immagine da cartone animato dei lettori del capitalismo malvagio, l'articolo ci informa: "i capitalisti danno la priorità ai profitti rispetto al benessere dei loro lavoratori e dell'umanità nel suo insieme", e aggiunge: "Inquineranno l'ambiente con tossine mortali e il pianeta- distruggere i gas serra prima di spendere soldi per processi di produzione sicuri ".

La morte di massa non è che un effetto collaterale non considerato nel sistema senza cuore del capitalismo. Tale è la definizione che il francese stabilisce.

Questo porta alle sue critiche specifiche:

"Primo, case farmaceutiche avrebbe potuto iniziare a sviluppare un vaccino per il virus anni fa. Il romanzo coronavirus che ora sta devastando il mondo è in realtà uno di una famiglia di coronavirus (inclusi SARS e MERS) con cui conosciamo da tempo, "Note francesi. “Sarebbe stato possibile iniziare la ricerca sui vaccini e le cure per i coronavirus in generale, dandoci un vantaggio sui trattamenti per l'epidemia attuale. Ma le aziende farmaceutiche non hanno portato avanti questa ricerca, perché la prospettiva di una cura non era sufficientemente redditizia ".

Due elefanti nella stanza non vengono affrontati in questa discussione. Primo, se un vaccino per il virus salverà milioni di vite solo negli Stati Uniti, potenzialmente decine di milioni di vite nel mondo, perché quel prodotto non sarebbe redditizio? L'autore pensa onestamente che un prodotto che potrebbe letteralmente salvare una vita non sarebbe molto richiesto?

In secondo luogo, perché la colpa per non aver sviluppato un vaccino ricade direttamente sulle società farmaceutiche private? Che dire di tutte le altre nazioni sviluppate che hanno una qualche forma di sistema sanitario unico o universale che il giacobino la folla pensa che ci salverà tutti? Perché nessuno di loro ha sviluppato un vaccino?

Successivamente, l'articolo affronta le preoccupazioni in merito alle conseguenze della chiusura economica imposta all'economia americana. "Perdere un lavoro potrebbe comportare la perdita della copertura sanitaria o l'impossibilità di pagare i prestiti agli studenti", scrive French. Questa preoccupazione è del tutto giustificabile.

Ma in qualche modo il francese non vede l'ironia nel lamentare lo stretto legame tra il proprio lavoro e la copertura assicurativa sanitaria - un risultato della politica governativa che rende esentasse la copertura assicurativa - come in qualche modo colpa del "capitalismo". Senza interferenze governative, una copertura assicurativa sanitaria molto maggiore sarebbe di proprietà di privati, non fornita dai datori di lavoro.

Inoltre, anche la crisi del debito dei prestiti studenteschi è in gran parte un fenomeno governativo. Decenni di sussidi governativi e prestiti a basso interesse hanno contribuito a far aumentare le tasse universitarie e il governo federale possiede oltre il 90 percento di tutti i prestiti studenteschi debito.

La Francia incolpa il "capitalismo" per aver messo gli individui in situazioni precarie che sono fortemente esacerbate dalla crisi pandemica, ma le radici si trovano nell'intervento del governo.

Successivamente, incolpa i proprietari capitalisti avidi per aver costretto i lavoratori ad andare al lavoro e a rischiare la loro salute perché altrimenti farebbe "male ai profitti dei capi".

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

1 Commento
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Anne

L'arma dei virus insieme alla manipolazione del DNA è probabilmente la causa di covid19 insieme a molti altri virus e malattie (guerra biologica). Le persone che non hanno nulla a che fare con tale depravazione sono sempre quelle dalla parte perdente. Veramente grato di sapere chi sono i miei veri nemici. Ce ne sono molti che spero di non incontrare mai. La maggior parte di loro sta facendo tutto il danno possibile da lontano.