Mangia meno carne: il piano Net Zero per l'agricoltura delle Nazioni Unite alla COP28

Ottenere il tuo Audio della Trinità giocatore pronto...
Per favore, condividi questa storia!

Grilli, vermi della farina e scarafaggi sono più sostenibili di bovini, maiali e pecore. L’ONU sostiene che un terzo di tutte le “emissioni serra” globali provengono dall’agricoltura, principalmente dal bestiame e in gran parte dal bestiame. Nel dicembre 2023, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO) presenterà ufficialmente la prima tabella di marcia per l’agricoltura per l’obiettivo Net Zero entro il 2050. Naturalmente, ciò significherà “cambiare le diete per ridurre la produzione globale di proteine ​​derivanti dal bestiame”.

Questo contenuto premium è riservato solo ai membri premium: dai un'occhiata!
Iscriviti Ora
Hai già un profilo? Accedi qui

Informazioni sull'editor

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
7 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti