Dubai diventa sostenibile e verde nel deserto

Dubai sostenibileCredito: Diamond Developers
Per favore, condividi questa storia!
Il mondo arabo vuole essere il leader globale nella vita e nella tecnologia verdi. Questa nuova città si chiama "Città Sostenibile" ed è stata costruita da zero per essere sostenibile al 100%. Ospita solo 3,000 persone, nel lusso, ovviamente. ⁃ TN Editor

Recintato da un muro di alberi, a circa 20 km dai grattacieli che sovrastano il centro di Dubai, si trova un piccolo insediamento a energia solare che mira a diventare un'oasi verde nel deserto.

Rinomato per i suoi grattacieli sfarzosi, i centri commerciali con impianti di climatizzazione e le strutture per lo sci indoor, l'emirato di Dubai è da tempo l'antitesi della sostenibilità per gli ambientalisti.

Ma gli Emirati Arabi Uniti (EAU) intendono cambiare questa reputazione, con una serie di progetti volti a far sì che oltre il 40% dell'energia del paese provenga da fonti rinnovabili e tagliare i consumi dello stesso margine entro il 2050.

Aperto ai primi residenti in 2016 e da completare completamente l'anno prossimo, l'iniziativa soprannominata Città sostenibile è un insediamento privato alla periferia di Dubai progettato per utilizzare il minor consumo di energia e acqua possibile.

Composta da 500 ville basse che ospitano quasi 3,000 persone, oltre a spazi commerciali e una moschea, la città si propone di essere un insediamento "netto zero", producendo tutta l'energia di cui ha bisogno da fonti rinnovabili in loco.

"La città sostenibile è un laboratorio vivente per testare tecnologie e soluzioni future", ha affermato Karim El-Jisr, capo del SEE Institute, il braccio di ricerca dello sviluppatore della città, Diamond Developers.

Quando il progetto è iniziato sei anni fa, costruire uno sviluppo a energia zero "sembrava un po 'come un sogno", ha detto alla Thomson Reuters Foundation.

"Oggi non è più difficile, domani lo dovranno fare tutti", ha aggiunto.

Dalla vicina Masdar City alla capitale del Qatar Doha, è uno dei numerosi sviluppi lanciati in tutta la regione negli ultimi anni che mirano a servire da modello per una vita rispettosa dell'ambiente in Medio Oriente.

DESERTO VERDE

Case, uffici e altri edifici sono responsabili di circa il 40% delle emissioni di riscaldamento del pianeta a livello globale, secondo il think tank World Resources Institute (WRI).

La questione è particolarmente rilevante negli Emirati Arabi Uniti, ha affermato Emma Stewart, che guida il programma per l'efficienza urbana e il clima del WRI, con i dati della Banca mondiale che mostrano che il paese ha una delle più alte impronte di carbonio pro capite al mondo.

Circa lo 75% di tutta l'elettricità prodotta negli Emirati Arabi Uniti viene assorbita dagli edifici, principalmente per alimentare i condizionatori d'aria che mantengono la gente del posto fresca durante i caldi mesi estivi, ha affermato Stewart.

"Hanno un immenso bisogno di raffreddamento per mantenere la popolazione entro la loro gamma di comfort", ha detto in un'intervista telefonica.

Nella Città Sostenibile, i residenti zigzagano per le strade in bicicletta o a bordo di piccoli carrelli elettrici, all'ombra delle palme che fiancheggiano le strisce di case bianche quadrate. Le auto sono vietate dalla maggior parte dell'area.

Tutti gli edifici e i parcheggi sono sormontati da pannelli solari che alimentano l'energia che producono nella rete, consentendo ai residenti di pagare solo la differenza tra ciò che producono e consumano, secondo lo sviluppatore.

Unità residenziali progettate per evitare l'esposizione diretta al sole e ricoperte di vernice che riflette la luce solare per mantenere il calore fuori, mentre le acque reflue vengono riciclate per irrigare le aree verdi, ha detto El-Jisr durante una visita al sito.

La residente Belinda Boisson ha affermato di aver pagato un affitto più della media di Dubai ma, oltre alla sostenibilità, lo sviluppo ha offerto un ambiente familiare e un senso di comunità che era raro trovare tra i grattacieli di Dubai.

"(I bambini) possono giocare all'aperto senza che io mi preoccupi che mia figlia venga investita da un'auto", ha detto Boisson, un 46enne espatriato dal Sud Africa.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

2 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Elle

Sviluppo molto bello e la lezione è? Getta abbastanza soldi (multimiliardari) per qualsiasi cosa e puoi farlo accadere. Se investissero un po 'di quei soldi per costruire sottoterra in modo sostenibile sia per la protezione che per le temperature costanti, sarebbero ancora più sostenibili dell'essere in superficie. Le vipere del deserto vivono sottoterra, nessun gioco di parole.

sso

Ci sono un paio di problemi che mi infastidiscono su questo. Uno, la sabbia del deserto sarà su quelle fotocellule in un batter d'occhio. Devono essere puliti continuamente per funzionare correttamente. Inoltre, non sono le celle a essere costose, ma le batterie che raccolgono l'energia e la convertono in elettricità. Non solo le batterie sono costose, ma la loro produzione e smaltimento sono molto più dannose per l'ambiente rispetto all'alternativa: l'elettricità da combustibili fossili. Dubai e gli arabi hanno soldi che escono dalle loro tasche, quindi questo non intacca... Per saperne di più »