Tradimento pandemico: l'agente di intelligence che ha chiuso l'America

Matt Potter
Per favore, condividi questa storia!
Matt Pottinger, vice consigliere per la sicurezza nazionale nell'amministrazione Trump, potrebbe passare alla storia come un moderno Alger Hiss. Hiss era un alto funzionario del Dipartimento di Stato alla fine condannato per essere una spia comunista. È anche accreditato dell'idea di creare l'Organizzazione mondiale della sanità nel 1948. Questo articolo mostra che Pottinger era un canale per le politiche di blocco che provenivano direttamente dalla Cina. ⁃ Editore TN

Nel 1948, la Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti ricevette un suggerimento da un uomo di nome Whittaker Chambers che diversi funzionari federali avevano lavorato per i comunisti. Uno di questi funzionari è stato più che felice di presentarsi davanti al Congresso per riabilitare il suo nome: un importante rappresentante del Dipartimento di Stato e delle Nazioni Unite di nome Alger Hiss.

Lo sbarazzino Hiss era l'esemplare statista americano: educato, pedigree, ben parlato e per giunta un uomo di Harvard. Durante la conferenza delle Nazioni Unite del 1945, la delegazione cinese aveva proposto la creazione di una nuova organizzazione sanitaria internazionale. Dopo che i cinesi non sono riusciti a far approvare una risoluzione, Hiss ha raccomandato di istituire l'organizzazione mediante dichiarazione e il Organizzazione Mondiale della Sanità 

Al Congresso, Hiss ha freddamente negato le accuse e ha denunciato il suo accusatore impassibile per le affermazioni diffamatorie. La Camera è tornata via rassicurata che il Dipartimento di Stato era in ottime mani.

(Avviso spoiler: allora era ed era sempre stato un comunista.)

L'anno successivo, le fughe di informazioni dal servizio federale portarono al primo test nucleare riuscito dell'Unione Sovietica, ponendo fine alla sicurezza offerta dal monopolio nucleare americano 15 anni prima di quanto previsto dagli esperti. Poco dopo, Kim Il-Sung e il presidente Mao usarono la copertura delle armi nucleari sovietiche per invadere la Corea del Sud. La guerra che ne seguì causò oltre 3 milioni di vittime e portò al riconoscimento permanente della nazione della Corea del Nord.

In questo periodo, un membro del Congresso poco noto del 12° distretto della California di nome Richard M. Nixon fece pressioni su Chambers per ulteriori informazioni. Chambers condusse con riluttanza Tricky Dick a un pacco di materiali del Dipartimento di Stato che aveva nascosto in un campo di zucche, inclusi appunti scritti dallo stesso Hiss. Alger Hiss è diventato il funzionario americano di più alto livello mai condannato in relazione al lavoro per i comunisti.

2022

Ad essere onesti, sapevo a malapena chi fosse Matt Pottinger finché non ho letto che aveva nominato Deborah Birx come coordinatrice della risposta al coronavirus della Casa Bianca in lei libro di memorie stranamente autoincriminante Invasione silenziosa, che si legge come se fosse stato scritto dallo stesso Partito Comunista Cinese. Ci sono poche informazioni sul ruolo di Pottinger nel Covid online.

Eppure Pottinger è ritratto come un protagonista di primo piano in tre diversi libri pro-lockdown sulla risposta dell'America al Covid-19: L'anno della peste del newyorkese Lawrence Wright, Scenario da incubo da Yasmeen Abutaleb del Washington Post, e Caos sotto il cielo di Josh Rogin del Washington Post. Il ruolo singolarmente fuori misura di Pottinger nel spingere per allarmi, arresti, mandati e scienza dalla Cina nei primi mesi di Covid è estremamente ben documentato.

L'enorme influenza di Pottinger durante il Covid è particolarmente sorprendente non solo per la sua assenza dalla discussione online su questi eventi, ma per chi è.

Figlio del principale funzionario del Dipartimento di Giustizia Stanley Pottinger, Matt Pottinger si è laureato in studi cinesi nel 1998 prima di andare a lavorare come giornalista in Cina per sette anni, dove ha riferito su argomenti tra cui la SARS originale. Nel 2005, Pottinger lasciò inaspettatamente il giornalismo e ottenne una rinuncia all'età per entrare a far parte del Corpo dei Marines degli Stati Uniti.

Nel corso di diversi tour in Iraq e in Afghanistan, Pottinger è diventato un ufficiale dell'intelligence decorato e ha incontrato il generale Michael Flynn, che in seguito lo ha nominato membro del Consiglio di sicurezza nazionale (NSC). Pottinger era originariamente in linea per essere il Direttore della Cina, ma Flynn gli ha dato il posto più alto di Direttore dell'Asia.

Nonostante fosse nuovo per il governo civile, Pottinger è sopravvissuto a molti altri alla Casa Bianca di Trump. Nel settembre 2019, Pottinger è stato nominato vice consigliere per la sicurezza nazionale, secondo solo al consigliere per la sicurezza nazionale Robert O'Brien.

Pottinger è meglio conosciuto come un falco cinese, ma intelligente e sofisticato. È stato all'avanguardia nel denunciare la posizione geopolitica sempre più aggressiva della Cina, articolando questa sfida con un'eloquenza quasi perfetta.

Come Politico scrive, "Mentre falchi come Bannon amano le sue opinioni dure verso la Cina, anche i democratici chiamano le sue opinioni fondamentalmente mainstream. Ancora, alcuni esperti di politica estera... si chiedono cosa ci faccia un bravo ragazzo come lui in un posto come questo.""È un attore burocratico molto efficace, il che significa qualcosa perché non ha mai avuto un lavoro politico prima", il New York Times concordato. "Matt ha uno straordinario senso di cautela: "Non spingiamo qualcosa a meno che il presidente non l'abbia chiaramente approvato". Questo è diverso dagli altri membri del personale della Casa Bianca", il Washington Post ammirata.

Mentre molti funzionari dell'amministrazione Trump hanno vacillato da quando Trump ha lasciato la Casa Bianca, "le cose stanno andando bene per Pottinger”, Vox sgorgato. "[T] che l'esperienza in materia, oltre alla patina offerta dalle dimissioni il 6 gennaio, ha aiutato Pottinger, un ex giornalista, naviga abilmente nel panorama post-Trump. È persino emerso come l'eroe della Casa Bianca del caos iniziale del Covid-19 nella cronaca dello scrittore newyorkese Lawrence Wright L'anno della peste... Uno dei motivi per cui Matt Pottinger è stato accolto di nuovo nell'establishment è che, a differenza di alcuni degli incaricati non convenzionali di Trump, aveva già fatto parte dell'élite".

Dal centrodestra al centrosinistra e dall'estrema destra all'estrema sinistra, è difficile trovare qualcuno sulla Beltway a corto di lodi per Matt Pottinger. Tutto in Pottinger è liscio come la seta. Tra le righe di copertura brillante ci sono ammiccamenti e spinte non così sottili che sarebbe un ottimo candidato per una carica più alta.

2020

1. Aumentare l'allarme tramite "diffusione asintomatica"

Nel gennaio 2020, Pottinger ha convocato unilateralmente riunioni e ha lanciato l'allarme sul nuovo coronavirus alla Casa Bianca sulla base delle informazioni provenienti dalle sue stesse fonti in Cina, nonostante non avesse informazioni ufficiali a sostegno del suo allarmismo, violando il protocollo in diverse occasioni.

A Washington, Matt Pottinger è stato informato per la prima volta del nuovo coronavirus dopo che il direttore cinese del CDC ha chiamato il direttore statunitense del CDC Robert Redfield per segnalarlo il 3 gennaio 2020. Secondo Pottinger, è cresciuto sempre più allarmato a causa delle voci che ha visto sui social media cinesi . Come riporta Wright:

È stato colpito dalla disparità tra i resoconti ufficiali del nuovo coronavirus in Cina, che a malapena menzionava la malattia, e I social cinesi, infiammati da voci e aneddoti.

Pottinger ha quindi autorizzato il primo incontro interagenzia sul coronavirus sulla base di questi rapporti sui social media. Non c'erano informazioni ufficiali a sollecitare l'incontro.

Il 14 gennaio Pottinger ha autorizzato un briefing per il personale dell'NSC dal Dipartimento di Stato e dal Dipartimento della salute e dei servizi umani, insieme al direttore del CDC Redfield. Quel primo incontro interagenzia per discutere la situazione a Wuhan non è stato suggerito dall'intelligence ufficiale; in effetti, non c'era praticamente nulla di tutto ciò.

On Gennaio 27, 2020, Lo staff di Trump ha partecipato al primo incontro completo sul coronavirus nella Situation Room della Casa Bianca. All'insaputa dei presenti, Pottinger aveva convocato unilateralmente la riunione. Altri hanno esortato alla calma, ma Pottinger ha immediatamente iniziato a spingere per i divieti di viaggio. Come scrive Abutaleb:

Poche persone nella stanza lo sapevano, ma Pottinger aveva effettivamente convocato la riunione. I cinesi non stavano fornendo al governo degli Stati Uniti molte informazioni sul virus e Pottinger non si fidava comunque di ciò che stavano rivelando. Aveva trascorso due settimane a setacciare i feed dei social media cinesi e aveva scoperto rapporti drammatici sulla nuova malattia infettiva suggerendo che era molto peggio di quanto il governo cinese avesse rivelato. Aveva anche visto rapporti secondo cui il virus potrebbe essere fuggito da un laboratorio a Wuhan, in Cina. C'erano troppe domande senza risposta. Ha detto a tutti nella Sit Room che dovevano prendere in considerazione l'emanazione immediata di un divieto di viaggio: vietare tutti i viaggi dalla Cina; spegnerlo...

[Pottinger] ha trascorso diversi giorni a chiamare alcuni dei suoi vecchi contatti in Cina, medici che gli avrebbero detto la verità. E gli avevano detto che le cose andavano male e che sarebbero solo peggiorate. Il discorso di Pottinger era misurato ma trasmetteva la gravità della minaccia. Ha detto che il virus si stava diffondendo velocemente. Disse che sarebbe stato necessario intraprendere azioni drammatiche, motivo per cui il governo dovrebbe considerare di vietare i viaggi dalla Cina agli Stati Uniti fino a quando non avesse una migliore comprensione di cosa stava succedendo. Mentre continuava, le persone si sedevano sulle sedie. Questo non era il messaggio "abbiamo tutto gestito" che Azar aveva trasmesso pochi minuti prima.

Come documenta Wright, i funzionari sanitari pensavano che le restrizioni di viaggio sarebbero state inutili.

Com'era prevedibile, anche i rappresentanti della salute pubblica erano resistenti: i virus trovavano il modo di viaggiare, qualunque cosa accada. Inoltre, ogni giorno arrivavano negli Stati Uniti almeno 14,000 passeggeri dalla Cina; non c'era un modo fattibile per metterli tutti in quarantena. Questi argomenti si unirebbero a una parata di altre verità sulla salute pubblica che sarebbero state abbandonate durante la pandemia.

Tra i presenti, il capo di stato maggiore Mick Mulvaney sembra essere stato l'unico ad esprimere scetticismo sulle informazioni di Pottinger. Come scrive Abutaleb:

Mulvaney è intervenuto per concludere. Poteva dire che Pottinger e pochi altri chiedevano un cambiamento drammatico, un anatema per i suoi istinti libertari. Era piuttosto scettico anche sulle “fonti” di Pottinger in Cina. Non avrebbero stabilito la politica degli Stati Uniti sulla base di ciò che qualcuno aveva sentito dal loro "amico" a migliaia di chilometri di distanza. Mulvaney ha ribadito che si sarebbero riuniti di nuovo il giorno successivo per discutere di nuovo le questioni prima che tutto fosse risolto. Ha avvertito i partecipanti di non far trapelare alcun dettaglio dell'incontro ai media.

La prossima mattina, Gennaio 28, 2020, Pottinger dice di aver parlato con un medico in Cina che gli ha detto che il nuovo coronavirus sarebbe stato grave come l'influenza spagnola del 1918 e che metà dei casi erano asintomatici. Come scrive Rogin:

La mattina dopo, Pottinger ha avuto una conversazione con un medico di altissimo livello in Cina, uno che aveva parlato con funzionari sanitari in diverse province, inclusa Wuhan. Questa era una fonte fidata che era in grado di conoscere la verità fondamentale. "Sarà così grave come la SARS nel 2003?" chiese al dottore, il cui nome doveva rimanere segreto per sua stessa protezione. "Dimentica la SARS nel 2003", ha risposto il medico, "questo è il 1918".

Il dottore ha detto a Pottinger che metà dei casi erano asintomatici e il governo deve aver saputo tutto al riguardo.

Più tardi, quello stesso giorno, il consigliere per la sicurezza nazionale Robert O'Brien portò Pottinger nello Studio Ovale, dove colse la prima occasione per ripetere al presidente ciò che il dottore in Cina gli aveva detto quella mattina.

"Questa è la più grande crisi di sicurezza nazionale della vostra presidenza e ora si sta verificando", ha detto O'Brien al presidente. "Sarà il 1918", ha detto Pottinger a Trump. "Santo cielo", ha risposto il presidente.

Wright entra più in dettaglio su questo incontro, in cui Pottinger è intervenuto per allarmare il presidente:

Più tardi quel giorno, il consigliere per la sicurezza nazionale, Robert O'Brien, portò Pottinger nello Studio Ovale, dove il presidente riceveva il suo quotidiano briefing sull'intelligence. In fondo alla lista delle minacce c'era il misterioso nuovo virus in Cina. Il briefer non sembrava prenderlo sul serio. O'Brien l'ha fatto. "Questa sarà la più grande minaccia alla sicurezza nazionale che dovrai affrontare durante la tua presidenza", ha avvertito. "Sarà così grave o peggiore della SARS nel 2003?" ha chiesto Trump. Il conduttore ha risposto che non era ancora chiaro. Pottinger, che era seduto su un divano, balzò in piedi. Aveva visto abbastanza argomentazioni di alto livello nello Studio Ovale per sapere che Trump apprezzava gli scontri tra le agenzie. "Sig. Presidente, in realtà l'ho coperto", ha detto, raccontando la sua esperienza con la SARS e ciò che stava imparando ora dalle sue fonti, in modo sconvolgente, che più della metà della diffusione della malattia era da parte di portatori asintomatici. La Cina aveva già limitato i viaggi all'interno del Paese, ma ogni giorno migliaia di persone viaggiavano dalla Cina agli Stati Uniti, mezzo milione solo a gennaio. "Dobbiamo interrompere i viaggi?" chiese il presidente. “Sì,” disse Pottinger inequivocabilmente.

Lo stesso giorno, Pottinger e il personale della Casa Bianca si sono riuniti di nuovo nella Situation Room. Pottinger ricorda di essere stato particolarmente ispirato all'azione dal blocco di Wuhan da parte di Xi Jinping e dall'ospedale che il PCC afferma di aver costruito in 10 giorni, ma che in realtà non ha costruito. Come riporta Abutaleb:

Poche ore dopo, Pottinger e altri funzionari del governo tornarono nella Situation Room. Pottinger sapeva che sarebbe stato in inferiorità numerica. Mulvaney ei suoi alleati non volevano permettere all'NSC di fare qualcosa che potesse essere troppo dirompente. Bloccare i viaggi dalla Cina sarebbe un intervento senza precedenti. E su cosa? Cinque casi di sniffles negli Stati Uniti?...

Il 23 gennaio, la Cina ha annunciato che avrebbe bloccato Wuhan, una città di 11 milioni di persone. La chiusura è stata estesa a diverse altre città nei prossimi giorni, con il divieto di viaggiare all'interno di gran parte del paese. Decine di milioni di persone sono state effettivamente rinchiuse nelle loro case. I cinesi stavano rapidamente costruendo un intero ospedale a Wuhan che fu completato in pochi giorni. Tutti nel paese indossavano una maschera. Le persone in tute ignifughe hanno misurato la temperatura dei passeggeri prima che qualcuno potesse entrare nella metropolitana. La Cina era passata dall'ammettere con riluttanza che c'erano stati alcuni casi di diffusione da persona a persona alla chiusura della seconda economia più grande del mondo. Se il virus avesse fermato il paese più popoloso del mondo, alcuni alti funzionari statunitensi, in particolare Pottinger, sapevano che avrebbero dovuto fare di più.

In qualità di vice consigliere per la sicurezza nazionale, Pottinger avrebbe dovuto "evitare di discutere con forza per un risultato particolare", quindi ha portato Peter Navarro a esporre le sue argomentazioni per lui. Abutaleb continua:

Ma come vice consigliere per la sicurezza nazionale, Pottinger si trovava in una posizione imbarazzante. Avrebbe dovuto presiedere la riunione, il che significava questo il suo compito era sollecitare input dagli altri nella stanza ed evitare di discutere con forza per un risultato particolare. Quel fatto gli legò le mani. Aveva bisogno di qualcun altro che facesse per lui le parti più acute della sua argomentazione. Qualcuno che resistesse a tutti gli altri nella stanza senza batter ciglio. Conosceva proprio la persona: un piantagrane insultato di nome Peter Navarro, il direttore del National Trade Council della Casa Bianca...

Il piano di Pottinger di utilizzare Navarro come suo portavoce inizialmente sembrava funzionare, ma poi Navarro ha continuato. E via... Dovevano vietare i viaggi e dovevano farlo ora.

Pottinger stava aspettando un'apertura. Ha detto ai suoi colleghi di essersi imbattuto in alcune informazioni allarmanti: I funzionari cinesi non sono stati più in grado di contattare la traccia del virus. In altre parole, era così diffuso che non potevano determinare dove le persone l'avessero contratto. E ha trasmesso i sospetti cinesi sulla diffusione asintomatica: persone che sembravano perfettamente sane stavano trasmettendo il virus, non solo in Cina ma potenzialmente ovunque, compresi gli Stati Uniti.

Ancora una volta, Mulvaney era scettico nei confronti di Pottinger. Tre mesi prima, Navarro lo era stato catturati citando se stesso come fonte esperta con lo pseudonimo di “Ron Vara”:

Mulvaney non poteva credere a quello a cui stava assistendo. Pottinger e Navarro avevano quasi teso un'imboscata politica. "Guarda", Mulvaney ha detto a qualcuno durante la riunione, “Ho Pottinger con un suo amico a Hong Kong come fonte. Ho Navarro, che inventa le sue fonti, e poi dall'altra parte dell'equazione ho Kadlec, Fauci e Redfield, tre esperti, che dicono di non chiudere ancora i voli".

Un esperto di salute ha sottolineato che la statistica che Pottinger aveva riportato dal medico in Cina sulla diffusione asintomatica non poteva essere vera.

Uno degli esperti di salute del governo ha messo da parte Pottinger. La statistica citata da Pottinger, quella che circa la metà di tutte le persone con il virus è asintomatica, è semplicemente impossibile che possa essere vera, ha detto la persona. Nessuno ha mai sentito parlare di un coronavirus simile alla SARS o alla MERS la cui diffusione può essere guidata in parte da portatori asintomatici. Sarebbe un punto di svolta.

On Febbraio 1, Mulvaney ha cercato di tenere a freno Pottinger. Come riporta Rogin:

Preoccupato per le implicazioni politiche, Mulvaney ha cercato di tenere a freno Pottinger. Prese O'Brien da parte e gli disse: "Devi tenere sotto controllo Pottinger". Pottinger era troppo giovane, disse Mulvaney, e troppo immaturo per essere vice consigliere per la sicurezza nazionale. Mulvaney era tra i più scettici di tutti i funzionari della Casa Bianca sul fatto che la minaccia del virus fosse reale. Alla fine di febbraio, mentre i mercati crollavano, Mulvaney ha affermato che i media stavano esagerando la minaccia nel tentativo di far cadere il presidente Trump, definendola la "bufala del giorno". Mentre preparava il primo budget della Casa Bianca per rispondere alla crisi emergente, Mulvaney ha fissato il costo totale a 800 milioni di dollari. (Mulvaney è stato espulso all'inizio di marzo.)

2. La crociata di Pottinger per il mascheramento universale

Nel febbraio 2020, Pottinger, che non ha esperienza in scienze o salute pubblica, ha iniziato una campagna di mesi per rendere popolare il mascheramento universale e le quarantene di viaggio in risposta al coronavirus sulla base delle informazioni provenienti dalle sue stesse fonti in Cina.

A partire da febbraio 2020, Pottinger ha iniziato una crociata affinché gli americani adottassero il mascheramento universale in risposta al nuovo coronavirus sulla base delle raccomandazioni delle sue stesse fonti in Cina. Come scrive Abutaleb:

A febbraio, Matt Pottinger aveva trasmesso quella che aveva sperato sarebbe stata accolta come una buona notizia dalla Task Force del Coronavirus. I suoi contatti in Cina avevano trovato un modo per rallentare notevolmente la diffusione del virus: le mascherine per il viso.

Pottinger ha iniziato a indossare una maschera per lavorare all'inizio di marzo per convincere i suoi colleghi della Casa Bianca a intraprendere la pratica.

Una maschera, tuttavia, potrebbe arginare in modo significativo la trasmissione, ha affermato Pottinger. Se il naso e la bocca delle persone fossero coperti, emetterebbero molte meno goccioline respiratorie, riducendo il rischio di infettare gli altri. Pottinger ha iniziato a indossare una maschera per lavorare all'inizio di marzo. Ma non indossava una semplice copertura di stoffa per il viso; indossava quella che altri aiutanti della Casa Bianca pensavano fosse una maschera antigas. Sembrava un pazzo, un po' ridacchiato, e questo rafforzò la sua reputazione di allarmista. Un membro dello staff lo ha descritto come "a cento" già a gennaio (su una scala da 1 a 10 in termini di preoccupazione).

Pottinger, che non ha esperienza in scienze o salute pubblica, ha spinto per mandati di maschere alla Casa Bianca e per mettere in quarantena il personale se viaggiava fuori Washington.

Avendo vissuto in Cina durante l'epidemia di SARS, vedeva l'importanza della velocità con cui i paesi asiatici si erano mobilitati. All'inizio di febbraio, ha raccomandato al personale dell'NSC che ha viaggiato fuori Washington, anche in altre parti degli Stati Uniti, la quarantena prima di tornare al lavoro. Voleva anche che il personale dell'NSC telelavorasse quando possibile, limitasse gli incontri di persona, limitasse il numero di persone che potevano trovarsi in una stanza contemporaneamente, ed essere obbligato a indossare le mascherine. Ciò ha colpito molti collaboratori della Casa Bianca come assurdo. C'erano solo una manciata di casi noti all'epoca; il virus era a malapena un punto debole sui radar della maggior parte delle persone. Nessun altro stava cambiando i propri standard di lavoro...

Pottinger ha sollecitato l'adozione del mascheramento universale come era stato ordinato dai "governi in Cina, Taiwan e Hong Kong".

Pottinger ha indicato una manciata di paesi asiatici in cui l'uso di mascherine per il viso era universale. I governi di Cina, Taiwan e Hong Kong avevano ordinato ai loro cittadini di indossare maschere con risultati apparentemente indiscutibili.

Pottinger non ha visto alcun "svantaggio" nel mascheramento universale, sebbene non ci fossero dati e ricerche per dimostrare che fosse efficace.

Il cuore di Pottinger è affondato quando ha visto il tweet e i messaggi che ne sono seguiti. Qual è stato lo svantaggio di avere le persone che si coprivano il viso mentre aspettavano più dati e ricerche sull'efficacia delle maschere?

Pottinger ha proposto di consegnare una maschera a ogni cassetta delle lettere in America. Come riporta Wright:

vasaio e Robert Kadlec, assistente segretario presso Health and Human Services, ha avuto l'idea di mettere le maschere in ogni cassetta delle lettere in America. Hanes, l'azienda di biancheria intima, si è offerta di realizzare mascherine antimicrobiche lavabili in lavatrice. "Non siamo riusciti a farlo attraverso la task force", ha detto Pottinger a suo fratello. "Siamo stati uccisi a colpi di arma da fuoco prima ancora di poterci muovere." Le mascherine erano ancora considerate inutili o addirittura dannose dall'amministrazione e persino dai funzionari della sanità pubblica.

La crociata di Matt Pottinger per l'adozione del mascheramento universale basato sulle informazioni provenienti dalle sue stesse fonti in Cina è particolarmente peculiare perché, al momento della stesura di questo articolo, sebbene ci siano centinaia di foto di Pottinger online, non sembra essercene uno in cui indossi una maschera da nessuna parte su Internet.

3. Popolarizzazione degli arresti

Nel gennaio 2020, Pottinger ha reso popolare le chiusure all'interno della Casa Bianca utilizzando un dubbio studio sulla pandemia influenzale del 1918 confrontando i risultati tra Filadelfia e St. Louis, un mese prima che questo studio ricevesse una significativa attenzione da parte dei media.

Se vivi negli Stati Uniti, probabilmente ricorderai lo studio ridicolo che ha fatto il giro dei principali media nel marzo 2020 confrontando i risultati a Filadelfia e St. Louis durante l'influenza spagnola del 1918. Secondo il studio, St. Louis annullò la sua parata annuale, chiuse le scuole e scoraggiò le riunioni nel 1918, mentre Filadelfia no, quindi Filadelfia fu punita quando migliaia di residenti morirono di influenza nelle settimane successive. Pertanto, questi media sostenuto, in qualche modo è logico che dovremmo chiudere l'intera economia degli Stati Uniti nel 2020.

Un uomo che era parecchie settimane avanti rispetto ai media nel citare questa sciocchezza era Matt Pottinger. Come riporta Wright, Pottinger iniziò a rendere popolare l'idea di chiusure all'interno della Casa Bianca facendo circolare questo studio tra i suoi colleghi della Casa Bianca su Gennaio 31, 2020.

Matt Pottinger ha distribuito uno studio sulla pandemia influenzale del 1918 ai suoi colleghi alla Casa Bianca, indicando i diversi esiti tra le esperienze di Filadelfia e St. Louis—un chiaro esempio dell'importanza della leadership, della trasparenza e del seguire i migliori consigli scientifici.

4. Nominare Deborah Birx come coordinatrice della risposta al coronavirus della Casa Bianca

A partire da gennaio 2020, Pottinger ha iniziato a presentare una petizione affinché Deborah Birx fosse nominata Coordinatrice della risposta al coronavirus della Casa Bianca. Birx ha quindi intrapreso una campagna di terra bruciata durata mesi per blocchi il più lunghi e severi possibile negli Stati Uniti.

Il 28 gennaio 2020, Pottinger ha iniziato a contattare Deborah Birx per farla venire alla Casa Bianca per guidare la risposta al Coronavirus. Come ricorda Birx nel suo libro:

Gennaio 28, dopo l'incontro con Erin Walsh per consolidare la pianificazione e il programma per l'imminente riunione del Dipartimento di Stato del Corpo diplomatico africano, Ho ricevuto un messaggio da Yen Pottinger. Oltre ad essere la moglie del mio amico Matt, il vice consigliere per la sicurezza nazionale, Yen era anche un ex collega del CDC e un amico fidato e vicino di casa...

Matt si era scusato per il breve preavviso e aveva detto che sperava che potessimo incontrarci faccia a faccia. Yen fece in modo che potessi incontrarlo nell'ala ovest, e una volta che eravamo lì entrambi, Matt è arrivato rapidamente al punto. Mi ha offerto la posizione di portavoce della Casa Bianca sul virus.

Abutaleb entra più nel dettaglio sulla relazione di Birx con Pottinger. Pottinger era sposato con uno dei subordinati di Birx che aveva sviluppato un test HIV ampiamente utilizzato al CDC.

[Birx] ha stabilito una serie di potenti connessioni lungo la strada. Quando è diventata capo della divisione globale HIV/AIDS del CDC, uno dei suoi subordinati era un brillante virologo di nome Yen Duong, che ha sviluppato un test HIV ampiamente utilizzato mentre lavorava in agenzia. Duong alla fine si sarebbe sposato un giornalista del Wall Street Journal diventato marine di nome Matt Pottinger, una connessione che alla fine avrebbe portato Birx nell'orbita di Trump.

Secondo Pottinger e Birx, l'ha implorata per diverse settimane di guidare la Task Force del Coronavirus, e lei ha accettato con riluttanza. L'eroe di cui non avevamo bisogno. Come ricorda Birx nel suo libro:

È il 2 marzo 2020. Sono appena arrivato durante la notte dal Sud Africa per assumere il ruolo di coordinatore della risposta per la Task Force Coronavirus della Casa Bianca, un lavoro che non cercavo ma che mi sentivo in dovere di accettare. Sono stanco fisicamente ma mentalmente vigile. Dopo settimane di sollecitazioni da parte di Matthew Pottinger, il vice consigliere per la sicurezza nazionale del presidente Trump, lui stesso membro della task force, e il marito di un mio ex collega e amico, alla fine ho ceduto alla richiesta di Matt di salire a bordo per aiutare con la risposta all'epidemia di coronavirus...

Matt Pottinger, era uno dei bravi alla Casa Bianca di Trump. Un ex giornalista diventato marinaio degli Stati Uniti altamente decorato che ha servito come ufficiale dell'intelligence per parte del suo tempo, Matt aveva una profonda esperienza in Cina (anche durante l'epidemia di SARS del 2002-2003 lì) e parlava correntemente il mandarino. Matt ha preso posizione nel Consiglio di sicurezza nazionale nella prima fase dell'amministrazione Trump, mentre prestava ancora servizio nelle riserve marine.

Come documentato in lei bizzarro libro rivelatore, che ha ricevuto recensioni eccellenti in modo univoco dai media statali cinesi, Birx ha quindi intrapreso una crociata sulla terra bruciata, in gran parte clandestina, durata mesi per orchestrare blocchi il più lunghi e severi possibile negli Stati Uniti. Questi blocchi in definitiva ucciso decine di migliaia di giovani americani while in mancanza di per rallentare significativamente la diffusione del coronavirus ovunque siano stati processati. Per sua stessa ammissione, ha mentito, nascosto i dati e manipolato l'amministrazione del presidente per ottenere il consenso a blocchi più severi di quanto l'amministrazione avesse realizzato fino a dimettersi alla fine subito dopo aver infranto la sua stessa guida di viaggio per visitare la sua famiglia per il Ringraziamento nel novembre 2020.

Non appena abbiamo convinto l'amministrazione Trump a implementare la nostra versione di una chiusura di due settimane, stavo cercando di capire come estenderla. Quindici giorni per rallentare lo spread è stato un inizio, ma sapevo che sarebbe stato proprio quello. Non avevo ancora i numeri davanti a me per giustificare l'estensione, ma avevo due settimane per ottenerli. Per quanto sia stato difficile ottenere l'approvazione della chiusura di quindici giorni, ottenerne un altro sarebbe stato più difficile di molti ordini di grandezza.

Nell'ottobre 2020, mentre era in visita nello Utah, Pottinger ha ammirato il suo lavoro nella nomina di Birx. Wright riporta:

Lo Utah aveva appena raggiunto un numero record di nuovi casi. Durante il viaggio, un allarme suonò sul cellulare di Pottinger nella borsa della sella. Era un avviso: “Quasi ogni singola contea è un'area ad alta trasmissione. Gli ospedali sono quasi sopraffatti. Per ordine di sanità pubblica sono obbligatorie le mascherine in aree ad alta trasmissione”. Pottinger pensò: "Debi deve aver incontrato il governatore".

5. Promuovere i test di massa

A febbraio 2020, Pottinger, che non ha esperienza in scienze o salute pubblica, sembra aver promosso alla Casa Bianca l'idea di test di massa per il coronavirus. Wright racconta:

In una riunione della Task Force sul Coronavirus, Redfield ha annunciato che il CDC avrebbe inviato un numero limitato di kit di test a cinque "città sentinella". Pottinger era sbalordito: cinque città? Perché non spedirli ovunque? Ha appreso che il CDC effettua test, ma non su larga scala. Per questo, devi rivolgerti a un'azienda come Roche o Abbott, centrali di test molecolari che hanno l'esperienza e la capacità di produrre milioni di test al mese.

Utilizzando le soglie del ciclo PCR standard da 37 a 40 fornite successivamente nella guida al test pubblicato dall'OMS, circa dall'85% al ​​90% di questi casi erano falsi positivi, come in seguito confermato by Il New York Times.

6. Approvazione di Remdesivir

Nel marzo 2020, Pottinger sembra aver approvato l'uso del farmaco remdesivir come possibile terapia Covid sulla base delle informazioni di un medico in Cina. Wright riporta:

La mattina presto del 4 marzo, mentre Matt Pottinger stava guidando verso la Casa Bianca, era al telefono con una fonte in Cina, un medico. Prendere appunti sul retro di una busta mentre si tiene il telefono all'orecchio e si naviga nel traffico cittadino, Pottinger era entusiasta di tutte le nuove preziose informazioni su come il virus veniva contenuto in Cina. Il medico ha menzionato specificamente il farmaco antivirale remdesivir.

Gli esiti sulla salute di remdesivir rimangono sconosciuti, ma non è stato dimostrato alcun beneficio per la mortalità dei suoi riceventi.

7. Spingere l'intelligence per credere che Covid provenga da un laboratorio

Pottinger ha continuamente promosso l'idea che il coronavirus provenisse da un laboratorio e in particolare ha spinto la comunità dell'intelligence statunitense a fare lo stesso, indipendentemente dalle prove, sollecitando l'adozione globale delle misure di contenimento del virus della Cina.

Nel gennaio 2020, Pottinger ha iniziato a sollecitare direttamente la CIA a cercare prove che il coronavirus provenisse da un laboratorio a Wuhan, in Cina. Come il New York Times comunicati:

Con la sua visione scettica - alcuni potrebbero anche dire cospirativa - del Partito Comunista al potere in Cina, Mr. Inizialmente sospettato di Pottinger che il governo del presidente Xi Jinping teneva un oscuro segreto: che il virus potrebbe aver avuto origine in uno dei laboratori di Wuhan che studiavano agenti patogeni mortali. A suo avviso, potrebbe anche essere stato un incidente mortale scatenato su un'ignaro popolazione cinese.

Durante incontri e telefonate, il Sig. Pottinger ha chiesto alle agenzie di intelligence, compresi gli ufficiali della CIA che lavorano in Asia e sulle armi di distruzione di massa, di cercare prove che potrebbero rafforzare la sua teoria.

Non avevano alcuna prova. Le agenzie di intelligence non hanno rilevato alcun allarme all'interno del governo cinese che secondo gli analisti avrebbe accompagnato la fuga accidentale di un virus mortale da un laboratorio governativo. Ma il signor Pottinger ha continuato a credere che il problema del coronavirus fosse molto peggiore di quanto i cinesi stessero riconoscendo.

Sebbene la CIA non abbia restituito alcuna prova a sostegno della sua teoria, Pottinger ha continuato a promuovere la conclusione che il coronavirus sia trapelato dal laboratorio di Wuhan, nonostante abbia ammesso tranquillamente che il virus non è stato creato dall'uomo o geneticamente modificato. Come CBS segnalati nella sua intervista del 21 febbraio 2021:

MARGHERITA BRENNAN: L'intelligence statunitense ha affermato che il COVID, secondo un ampio consenso scientifico, non è stato creato dall'uomo o geneticamente modificato. Non stai in alcun modo affermando che lo fosse, vero?

MATT POTTINGER: No.

Gran parte dell'allarme iniziale che Covid potrebbe essere un supervirus del laboratorio di Wuhan è nato a causa dei video spaventosi dei residenti di Wuhan che muoiono spontaneamente nel gennaio 2020 e perché Xi Jinping ha deciso di chiudere Wuhan, dove si trovava il laboratorio. Tuttavia, tutti quei video sono stati presto dimostrato falsoe l'intelligence statunitense ha confermato che il virus si stava diffondendo a Wuhan al più tardi entro novembre 2019. Un numero crescente di ricerche suggerisce che il virus non ha inizia nel laboratorio di Wuhan o nel mercato umido di Wuhan e numerosi studi provenienti da vari continenti hanno dimostrato che il virus era anche diffusione inosservato per tutti i nostri marchi storici ancora le mondo al più tardi entro novembre 2019, molti mesi prima dell'inizio del blocco.

Le origini di Covid rimangono un mistero e scienziati e responsabili politici di spicco non erano neanche lontanamente abbastanza trasparenti sulle loro panico che il virus potrebbe provenire da un laboratorio all'inizio del 2020. Tuttavia, dato che la comunità della sicurezza nazionale ha ammesso tranquillamente che il Covid non è geneticamente modificato, ha iniziato a diffondersi inosservato a livello globale molti mesi prima del blocco e non ha causato la morte spontanea dei residenti di Wuhan , la questione se il Covid provenga dal laboratorio sembrerebbe un punto controverso dal punto di vista della sicurezza nazionale.

Inoltre, nel mio libro e altrove, c'è un crescente corpo di prove che il PCC ha usato una varietà di mezzi clandestini per promuovere l'idea che il Covid provenisse da un laboratorio, sia per alimentare la paura che per sviare la comunità dell'intelligence occidentale dalla ben documentata campagna del PCC per la globalizzazione adozione delle misure cinesi di contenimento del virus. Allo stesso modo, Pottinger ha continuamente promosso l'idea che Covid provenisse da un laboratorio e ha spinto la comunità dell'intelligence a fare lo stesso, sollecitando l'adozione delle misure di contenimento del virus in Cina. La credulità di Pottinger nel condividere e promuovere concetti e politiche scientifiche dalla Cina, tra cui diffusione asintomatica, mascheramento universale, quarantene, arresti e remdesivir, smentisce ulteriormente l'idea che la fissazione per il laboratorio di Wuhan serva a qualsiasi legittimo interesse di sicurezza nazionale.

In sintesi, in qualità di vice consigliere per la sicurezza nazionale, Matt Pottinger ha svolto un ruolo straordinariamente fuori misura nel plasmare la risposta disastrosa dell'America al Covid, intraprendendo le seguenti azioni:

  1. Per tutto il gennaio 2020, Pottinger ha convocato unilateralmente le riunioni della Casa Bianca all'insaputa dei presenti e ha violato il protocollo per aumentare l'allarme sul nuovo coronavirus sulla base delle informazioni provenienti dalle sue stesse fonti in Cina, nonostante non avesse informazioni ufficiali a sostegno del suo allarmismo.
  2. Nonostante non avesse esperienza in scienze o salute pubblica, a partire da febbraio 2020, Pottinger ha intrapreso una campagna di mesi per sollecitare l'adozione di maschere universali e quarantene di viaggio in risposta al coronavirus sulla base delle informazioni provenienti dalle sue stesse fonti in Cina. Tuttavia, non sembra esserci una singola immagine di Pottinger con indosso una maschera da nessuna parte su Internet.
  3. Pottinger ha reso popolare l'idea di chiusure all'interno della Casa Bianca utilizzando uno studio discutibile sulla pandemia influenzale del 1918 confrontando i risultati tra Filadelfia e St. Louis, un mese prima che questo studio ricevesse un'attenzione significativa dai media nel 2020.
  4. Pottinger ha corteggiato specificamente Deborah Birx per servire come Coordinatrice della risposta al coronavirus della Casa Bianca, che poi ha intrapreso una campagna di mesi per blocchi che fossero il più lunghi e severi possibile negli Stati Uniti.
  5. Nonostante non abbia esperienza in scienze o salute pubblica, Pottinger sembra aver promosso l'idea di test di massa per il coronavirus.
  6. Pottinger sembra aver approvato l'uso del farmaco remdesivir come possibile terapia Covid sulla base delle informazioni di un medico in Cina.
  7. Pottinger ha continuamente promosso la conclusione che il coronavirus provenisse da un laboratorio e in particolare ha spinto la comunità dell'intelligence statunitense a fare lo stesso, indipendentemente dalle prove a sostegno di tale conclusione, sollecitando contemporaneamente l'adozione globale delle misure di contenimento del virus della Cina.

Nei discorsi di Pottinger, discute spesso della necessità di un populismo più popolare in Cina.

Pottinger potrebbe semplicemente essersi fidato eccessivamente delle sue fonti, pensando che fossero le piccole persone in Cina che cercavano di aiutare i loro amici americani. Ma perché Pottinger ha spinto così tanto per le politiche cinesi radicali come i mandati delle maschere che erano molto al di fuori del suo campo di competenza? Perché ha violato così spesso il protocollo? Perché cercare e nominare Deborah Birx?

Lo zelo di Pottinger nell'approvare queste politiche radicali è ancora più sconcertante perché è largamente risaputo nella comunità dell'intelligence che l'obiettivo principale del PCC è la guerra dell'informazione - "sostituire i loro valori culturali e politici" a quelli dell'Occidente e minare i valori occidentali che Xi Jinping considera minacciosi, delineati nel suo trapelato Documento n. 9: "magistrature indipendenti", "diritti umani", "libertà occidentale", "società civile", "libertà di stampa" e "libero flusso di informazioni su Internet".

Sebbene le condizioni politiche in Cina si siano deteriorate rapidamente, Pottinger dovrebbe saperlo, ecco perché aveva il nulla osta di sicurezza Top Secret e il grande incarico nel Consiglio di sicurezza nazionale. In effetti, sappiamo quanto rapidamente le condizioni in Cina si siano deteriorate in parte perché ce lo ha detto Matt Pottinger. L'unico motivo per cui qualcuno ha accettato tutte queste informazioni e indicazioni da queste fonti cinesi è che sono arrivate tramite Pottinger.

Di certo non posso esprimere giudizi. Ma da dove sono seduto, sembra che siamo stati colpiti da un criminale liscio.

Leggi la storia completa qui ...

Informazioni sull'editor

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

6 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
MICHAEL

È SPAVENTOSO VEDERE COME IL NOSTRO GOVERNO PRENDA DECISIONI E UTILIZZA LE INFORMAZIONI. E' SPAVENTOSO VEDERE COME FACILMENTE LE POTERI STRANIERE POSSONO BERSAGLIARE E UTILIZZARE CONSULENTI INCONSAPEVOLI (E SENZA INTELLIGENTI) ALL'INTERNO DELLA NOSTRA STRUTTURA DI GOVERNO E SFRUTTARE LE LORO DEBOLEZZE PER INDOSSARE LA POLITICA NAZIONALE. NESSUNO HA FATTO SEGNALARE SE POTTINGER HA PARTECIPATO ALL'EVENTO 201 MA NON MI SORPRESO DATO CHE LA SUA TRAIETTORIA È DIVENTATA UN ALTRO “STRUMENTO” PER CANCELLI E AMICI. DOBBIAMO APPREZZARE L'ENORMITA' DI QUELLO CHE UN NON ESPERTO POTREBBE FARE NEL NOSTRO GOVERNO... NON SA NULLA NULLA DELLA SCIENZA DI QUALSIASI COSA SPIEGA... I TEST NON SONO DIFETTOSI, MASCHERARE È PERICOLOSO ANCHE OSHA SA CHE I LOCKDOWN SONO PAESE... Per saperne di più »

[…] Leggi di più: Tradimento pandemico: l'agente di intelligence che ha chiuso l'America […]

[…] Leggi di più: Tradimento pandemico: l'agente di intelligence che ha chiuso l'America […]

[…] Tradimento pandemico: l'agente di intelligence che ha chiuso l'America […]

[…] Leggi di più – Tradimento pandemico: l'agente di intelligence che ha chiuso l'America […]

Brandon F

Non c'è nessun virus. Per favore, smettila di parlare come se ci fosse. Niente è scappato perché non c'è niente da cui scappare. Sì, Wuhan è uno stratagemma, ma non solo del governo cinese. I globalisti sono in tutto il mondo senza confini.