Stato contro Dio: uno sguardo più approfondito all'intensificarsi della guerra religiosa

Per favore, condividi questa storia!
Il vero cristianesimo biblico è contrapposto alla religione di stato progressista che vedrebbe lo sforzo dell'uomo per costruire il Regno di Dio sulla terra. La pressione per rompere la mentalità del Regno dei Cieli si intensificherà solo quando i tecnocrati conquisteranno il mondo per la loro utopia terrena. ⁃ TN Editor

Il 25 febbraio, la Camera dei Rappresentanti ha approvato l'Equality Act, un disegno di legge che viene pubblicizzato come un passo avanti per i diritti civili negli Stati Uniti. Se emanato, il conto aggiungerebbe l'orientamento sessuale e l'identità di genere alle classi protette a livello federale che non possono essere discriminate e si espanderebbe dove tali protezioni vengono applicate. Sebbene espandere tali protezioni non sia necessariamente ampiamente contrario (il repubblicano mormone Chris Stewart lo ha fatto introdotto l'equità per tutti agisce come un alternativa bill), l'atto afferma esplicitamente che il Religious Freedom Restoration Act del 1993 non può essere invocato, e questo ha generato un'enorme preoccupazione che sia le imprese private che le istituzioni religiose saranno costrette a conformarsi all'attuale linea culturale riguardo all'ideologia sessuale e di genere, oppure affrontare la discriminazione fa causa e viene denunciata fino all'oblio.

Organizzazioni come la Heritage Foundation e Oggi il cristianesimo si sono opposti al disegno di legge sulla base dei suoi effetti sulle istituzioni religiose, sulle scuole private, sui diritti legali dei genitori e sull'atletica femminile. Sebbene una discussione su tali effetti sia importante, la conversazione ha in gran parte perso il contesto più ampio da cui emergono questa legislazione e le numerose altre proposte simili.

Nel suo importante saggio “L'equilibrio del potere nella società"Il sociologo Frank Tannenbaum sostiene che" la società è posseduta da una serie di istituzioni irriducibili, perenni nel tempo, che in effetti descrivono l'uomo e definiscono il ruolo fondamentale che svolge ". Queste istituzioni perenni sono lo stato, la chiesa, la famiglia e il mercato. Queste istituzioni hanno lottato eternamente l'una contro l'altra per ottenere il dominio e diventare quello che il sociologo Robert Nisbet chiamerebbe il gruppo di riferimento primario per i suoi membri, intendendo il modo principale in cui comprendono se stessi e modellano le loro convinzioni e azioni. In vari momenti possiamo vedere un gruppo arrivare a dominare gli altri, come quando la forma di famiglia "fiduciario" dominava la vita sociale nelle società basate sui clan, o quando la Chiesa cattolica romana ha mostrato un enorme potere sugli affari politici dell'Europa. Attualmente viviamo in un'epoca in cui lo stato è arrivato a dominare la vita sociale in una misura mai vista prima nella storia umana.

È utile analizzare l'Equality Act da questa prospettiva per comprenderne veramente tutte le implicazioni. L'ostilità dello Stato verso la religione e le istituzioni religiose attraverso le quali la religione viene esercitata non è guidata esclusivamente, o in alcuni casi anche principalmente, dall'attuale spirito del tempo secolare. Piuttosto, la religione e le istituzioni religiose rappresentano un grosso ostacolo all'esercizio del controllo statale e alla centralizzazione del potere sociale. Nel contesto occidentale, il cristianesimo ortodosso rappresenta una minaccia soprattutto per questo programma a causa dell'appartenenza dei suoi aderenti a un regno "non di questo mondo. " È difficile per lo Stato immanente competere per essere il riferimento principale per le persone che, in virtù della loro religione, sono membri di un ordine trascendente.

Tuttavia, non si può negare che lo Stato abbia avuto molto successo nell'indebolire e indebolire il potere delle istituzioni religiose attraverso due diversi mezzi. Il primo è espropriando quelle aree mondane di responsabilità e funzione sociale che sono state tradizionalmente di competenza della chiesa, come la carità e l'istruzione. Mentre le chiese sono ancora coinvolte in queste cose, lo stato le ha soppiantate come istituzione sociale primaria che le fornisce.

Come sostiene Nisbet nel suo libro La ricerca della comunità, un gruppo sociale non può sopravvivere a lungo se il suo scopo funzionale principale viene perso e, a meno che le nuove funzioni istituzionali non vengano adattate, "l'influenza psicologica del gruppo sarà minima". Senza dubbio lo stato è riuscito a centralizzare così tanto potere grazie al suo successo nel bracconare le funzioni storiche della chiesa e della famiglia.

Ho notato sopra che nel contesto occidentale l'enfasi del cristianesimo ortodosso sulle preoccupazioni trascendentali si è dimostrata un ostacolo per lo stato quando si tratta di diventare il principale gruppo di riferimento dei cittadini. Tuttavia, lo stato ha anche tentato di entrare in quel territorio. In precedenza ho classificato lo stato e la chiesa come due istituzioni diverse con funzioni separate. Mentre questo è spesso vero, soprattutto in Occidente a causa della formulazione agostiniana della Città di Dio e della Città terrena, in diversi periodi della storia le funzioni sono state unificate.

Nel suo lavoro Le religioni politiche, il teorico politico Eric Voegelin ha esplorato questa idea e ha fatto risalire la sua prima formulazione sofisticata ad Amenhotep IV / Akhenaton, un faraone del XIV secolo a.C. che rovesciò temporaneamente la civiltà egizia abolendo le antiche divinità e introducendo il culto monoteistico del dio sole Aton. Abolendo gli antichi dei (i riferimenti alle divinità tradizionali furono sradicati e Amenhotep cambiò il suo nome in modo che non facesse più riferimento al vecchio dio Amon), il nuovo Akhenaton abolì anche il vecchio sacerdozio. La novità e l'innovazione di Aton era che non era solo un dio limitato dell'Egitto, ma in realtà il dio dell'universo, che parla e agisce tramite suo figlio, il Faraone. Cancellando gli antichi dei come Osiride, Voegelin sosteneva che Akhenaton aboliva quegli aspetti della religione egizia che erano della massima importanza per gli individui, come il giudizio e la vita dopo la morte, e li sostituiva solo con una religione politica collettiva dell'impero. Questa incapacità di soddisfare i bisogni spirituali del popolo, combinata con la reazione della casta sacerdotale declassata, portò alla reazione e al ripristino del vecchio ordine dopo la morte di Akhenaton, quando fu il suo turno di essere cancellato dalla storia.

Voegelin traccia questa idea di religione politica attraverso i secoli e sostiene che il cristianesimo, attraverso l'opera di Agostino, ha seriamente capovolto “il cosmo dello stato divinamente analogo” subordinando la sfera politico-temporale a quella spirituale. Per centinaia di anni questa comprensione dominò l'Europa medievale, ma con l'avvento dell'Illuminismo iniziò a rompersi sotto una successione di filosofi, in particolare Thomas Hobbes con la sua concezione dello stato del Leviatano. Tuttavia, Voegelin osserva che nel tempo, man mano che il mondo si è secolarizzato, le religioni politiche si sono chiuse alla pretesa di essere il canale dell'azione di Dio sulla terra e invece sono arrivate a incarnare forze immanenti come "l'ordine della storia" o " l'ordine del sangue. " La metafisica e la religione sono state bandite a favore di un vocabolario di "scienza" che è "interiore-mondana" e quindi chiuse a ciò che Voegelin chiamerebbe il fondamento dell'essere attraverso il quale gli esseri umani sperimentano la realtà trascendente.

Negli Stati Uniti, la nostra religione politica assume la forma del progressismo, che a sua volta è il prodotto del clero protestante che ha abbandonato l'ortodossia nel diciannovesimo secolo a favore di un'ideologia immanente in cui gli Stati Uniti sarebbero serviti come strumento per costruire il regno di Dio sulla terra . Nel suo saggio "L'era progressista e la famiglia, "Murray Rothbard fa risalire questo movimento all'ascesa di ciò che definisce" pietismo evangelico "e al modo in cui ha alterato la dottrina tradizionale per richiedere che l'uomo lavori per la propria salvezza lavorando per la salvezza del resto del mondo attraverso la sua immanente riforma.

La canzone "Battle Hymn of the Republic" era un prodotto di questo modo di pensare e, in parole di uno studioso di Voegelin, il suo autore "trasforma la missione redentrice di Cristo - che non è di questo mondo - nell'attivismo sociale immanente del movimento anti-schiavitù". Piuttosto che aspettare che Cristo ritorni, quando stabilirà un nuovo cielo e una nuova terra, il credo progressista sostenne che è compito di ogni vero cristiano redimere il mondo caduto e costruire il regno di Dio sulla terra proprio ora. La guerra civile era intesa come uno di questi episodi redentori (con tanto di martire in forma di Abe Lincoln), così come lo era la prima guerra mondiale. Nel suo libro La guerra per la giustizia, lo storico Richard M. Gamble documenta il modo in cui il clero protestante progressista ha guidato l'accusa di portare gli Stati Uniti in guerra con la speranza di riscattare il mondo. Come Lincoln, Woodrow Wilson è stato percepito come un tragico martire per la causa ed è stato visto con venerazione chiaramente religiosa.

Mentre la religione politica americana ha iniziato tentando di costruire il regno di Dio sulla terra, nel termine di Voegelin è finita come una religione "interiore del mondo" che non tenta nemmeno di mantenere una connessione con l'ordine trascendente della realtà, e invece si giustifica come il canale attraverso il quale scorre l'inesorabile marcia del “progresso”. La democrazia e l'uguaglianza, non il ritorno di Cristo, sono la novità fine della storia.

Il risultato finale è che lo stato cerca non solo di soppiantare le istituzioni religiose usurpando le loro funzioni mondane, ma anche usurpando le loro funzioni spirituali. Come i sacerdoti dei tempi di Akhenaton, le istituzioni religiose americane, in particolare quelle cristiane ortodosse, sono sia un polo concorrente del potere sociale che la manifestazione di una religione rivale che deve essere sottomessa se lo "Stato-Dio", nelle parole di JRR Tolkien, è quello di prevalere.

In questo contesto, con una legislazione come l'Equality Act, lo stato non solo sta cercando di erodere ulteriormente il potere sociale delle istituzioni religiose rendendo più difficile l'educazione religiosa o l'adozione, ma allo stesso tempo sta anche promuovendo una dottrina religiosa rivale imponendo ideologia sessuale e di genere sulla società.

È probabile che l'Equality Act non riuscirà a far passare il Senato nella sua forma attuale, ma la realtà della situazione è che finché la religione politica progressista rimane una forza potente nella vita americana, depositari indipendenti del potere sociale come il la famiglia e la chiesa saranno continuamente sotto attacco continuo. Possiamo solo sperare che un giorno il progressismo incontrerà lo stesso destino che Aton ha fatto dopo la morte di Akhenaton, ma fino ad allora, coloro che non aderiscono al culto dello "Stato-Dio" possono solo resistere alle sue imposizioni come meglio possiamo .

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

13 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
sto solo dicendo

Persone da entrambe le parti Repub e Dems hanno lavato il cervello alle pecore facendole pensare che il loro "cristianesimo" prenderà il sopravvento sugli Stati Uniti e avremo un'utopia. Trump lo ha dimostrato per i Repubs con tutti i leader apostati della mega chiesa NUTTY che pregavano per lui, la folla che gridava "ti amiamo" a Trump, anche atei e omosessuali! Trump NON è un cristiano ma gli hanno inseguito in un'orgia ecumenica. Chris Stewart, un mormone, è stato inserito nella categoria "Cristiano" e nemmeno lui è un cristiano! I mormoni non sono cristiani! Indossando la loro biancheria intima 'sacra', con la loro... Per saperne di più »

Ultima modifica 1 anno fa di justsayin
Petrichor

I veri cattolici (che Papa Francesco ridicolizza come “farisei”) sanno che Bergoglio (nelle tasche dell'ONU, del PCC e del NWO) non è canonicamente eletto - sanno che B16 è stato costretto a lasciare; rimane l'unico papa. I veri cattolici vengono emarginati. Loro - sebbene siano solo un fedele residuo - rimangono fedeli alla Chiesa e uniti al Papato anche se quello seduto sulla cattedra di San Pietro è un pastore cattivo e indegno del suo ufficio. (Ricorda, c'era Giuda, un cattivo vescovo, fin dall'inizio del ministero di Cristo; e ci sono stati traditori e... Per saperne di più »

sto solo dicendo

Petrichor, avevo ragione nell'etichettare il cattolico come un culto. La Chiesa cattolica romana non crede nella Bibbia SOLO per tutta la dottrina, la fede e la pratica, vedere Ebrei 4:12, ma aggiunge le proprie tradizioni. La Bibbia insegna che Dio ha elevato la Sua parola al di sopra del suo nome, Salmo 138: 2. La Bibbia non menziona MAI un Papa, proibisce di pregare i morti, non menziona MAI il purgatorio, semplicemente non esiste, qualunque cosa ti abbiano detto, leggi Luca 16: 19-31. Anche la tua chiesa insegna che la Bibbia ti è stata data, ma la Bibbia insegna che la Bibbia è stata data agli ebrei,... Per saperne di più »

genio creolo

solo dicendo che non sei corretto nell'applicare un apostrofo possessivo al plurale "cattolico". Devi essere stato istruito nel sistema scolastico pubblico.

stalked562

Nessuna POLORIZZAZIONE:
Razziale, economico, politico, religioso, etnico o altro.
Non innamorarti
TPTB vuole dividerci e concordarci.

Kathleen Anderson

I cristiani non stanno costruendo il regno sulla terra. Gesù porterà il suo regno sulla terra quando tornerà. Questo è il regno ora teologia e per niente biblico.

stalked562

"Dio benedica l'America"
Dio non avrebbe mai niente a che fare con l'America.

Ian Allan

‹Bless› è qui un congiuntivo optativo / desiderativo, come in "God save the Queen!". Non c'è nulla di male nel chiedere a Dio queste cose.

Lorena

AMEN al commento di Justsaying

Horus

IHS e il mondo sono controllati da divinità egizie, alcune delle quali provenienti da Iran Myths.
Vatika ha dato il nome al Vaticano.

Ma'at, aveva 42 comandamenti di cui i Dieci provenivano ... per gli Schiavi non seguire i padroni.

I papi bianchi e neri sono entrambi gesuiti, senza sangue faranico ... Gli svizzeri sono il sangue egiziano, che ha creato l'Archostocray, e finanziato e ha dato inizio al nazismo.

ancora e ancora.

Daniel

Le chiese dell'uomo stanno cadendo come siamo stati avvertiti nelle Scritture. Non si tratta di religione e non lo è mai stato. A meno che le "denominazioni" delle chiese umane non tornino veramente al Modello di Dio per la Sua chiesa e le sue famiglie cristiane, nulla cambierà. Per capire vai al sito web fornito di seguito. I tuoi soldi non hanno valore lì, niente da vendere, niente viaggi in Alaska, no - niente di tutto questo. E loro è solo una persona da seguire - e non sono io. Nella parte superiore della home page leggi da: FAMIGLIA DEI DII CHIESA DEI DII RICOSTRUISCI-RIPRISTINA-RINNOVA Se dopo aver letto quanto sopra invialo lontano e... Per saperne di più »

LOVEISTRUTHGODISLOVE

Il mondo delle bugie (egoMatrix) è il mondo della corruzione e delle contraffazioni.
La verità non è di questo mondo. Questo mondo non è della Verità. In quanto tale, questo mondo è un inganno. Un autoinganno.
Gesù era prima della "bibbia" e prima del "cristianesimo". Entrambe queste cose sono compromesse, controllo dei danni da parte del nemico. Gli insegnamenti esistevano prima, esso (ego = antiChrist = "intelligenza artificiale" (un ossimoro)) li ha dirottati tentando di ritardare / fermare l'INEVITABILE.

Gesù ha detto; "... non investire troppo in questo mondo, non ne vale la pena ..."
La verità ci rende liberi… .. (da cosa? Vedi sopra ^^^).

Savio Herman

La civiltà giudaico-cristiana, nel tempo, ha perso le sue radici negli insegnamenti cristiani originari di Gesù Cristo. Da qui l'attuale enigma che ci troviamo di fronte. Dallo Stato Teocratico, l'umanità si spostò gradualmente a sinistra verso il materialismo e così nacque lo Stato Amorale che separò la Chiesa dallo Stato. I concetti umanistici fondanti di questo Stato laico senza Dio hanno gradualmente trovato la loro strada in tutte le culture religiose, diluendo anche il cristianesimo originario in tutto il mondo. Così, la cultura socialista-marxista-progressista di sinistra ha gradualmente aumentato la sua influenza empia e ha diffuso i suoi tentacoli in ogni società e cultura in tutto il mondo. Ci sono solo due modi per... Per saperne di più »