Il programma segreto di riconoscimento facciale potrebbe coprire ogni stato

Wikimedia Commons
Per favore, condividi questa storia!
I tecnocrati sorvegliano tutto. Le forze dell'ordine in tutta la nazione hanno raccolto immagini e identità di conservatori in manifestazioni e proteste. Il fatto che sia fatto è draconiano, ma l'intento dietro è anche peggiore. ⁃ TN Editor
Le forze dell'ordine americane hanno utilizzato segretamente un programma di riconoscimento facciale che può essere utilizzato per identificare attivisti e manifestanti.
Il primo riconoscimento in assoluto del programma è stato recentemente rivelato dal Washington Post.

"Si ritiene che i documenti del tribunale siano il primo riconoscimento pubblico che le autorità hanno utilizzato la controversa tecnologia in connessione con la spazzata ampiamente criticata di manifestanti in gran parte pacifici prima di una foto op del presidente Trump".

Ciò che lo rende così preoccupante sono due cose. Uno, sembra essere utilizzato dalle forze dell'ordine a livello nazionale.

Come community di Washington Post spiega, "il caso è uno di un numero crescente a livello nazionale in cui le autorità si sono rivolte al software di riconoscimento facciale per aiutare a identificare i manifestanti accusati di violenza".

E due, questo database segreto di riconoscimento facciale delle forze dell'ordine contiene immagini di almeno 1.4 milioni di americani.

“Il caso fornisce anche il primo sguardo dettagliato a un nuovo e potente sistema di riconoscimento facciale regionale che i funzionari hanno detto che è stato utilizzato più di 12,000 volte dal 2019 e contiene un database di 1.4 milioni di persone ma opera quasi interamente al di fuori della vista del pubblico. Quattordici agenzie locali e federali hanno accesso ".

Il nome di questo nuovo programma di riconoscimento facciale è chiamato "National Capital Region Facial Recognition Investigative Leads System" (NCRFRILS).

Un migliaio di forze dell'ordine potrebbero avere accesso a un miliardo di registri pubblici

Lo Washington Inviare afferma che solo quattordici agenzie locali e federali hanno accesso a NCFRILS, che potrebbe essere disattivato da ben mille forze dell'ordine.

Pagina 10 di un "NCIS Law Enforcement Exchange" Il programma di formazione dell'agenzia LInX, rivela che ci sono più di mille forze dell'ordine che hanno accesso a più di un miliardo di documenti. Nessuno sa quante immagini dei volti delle persone hanno accesso.

Pagina 14, è un po 'più rivelatore. Mostra come la rete LInX copre la maggior parte del paese.

Un'altra ricerca mi ha portato a Northrop Grumman's Scambio di informazioni per le forze dell'ordine (LINX)

“Con Law Enforcement Information Exchange (LInX), gli utenti recupereranno e collegheranno più dati disponibili che mai per supportare le loro operazioni investigative e tattiche. LInX correla e identifica i dati nascosti e i collegamenti tra più giurisdizioni, portandoli in primo piano e al centro affinché gli utenti autorizzati possano vederli ".

Una cosa è certa, NCFRILS o LInX utilizza sicuramente il riconoscimento facciale per identificare i dati nascosti. Come Northrop Grumman ha detto, il suo obiettivo principale sembra essere portare l'ID di un attivista o di un manifestante in primo piano e al centro affinché gli utenti autorizzati possano vederlo.

Uno scambio di informazioni sulle forze dell'ordine della regione della capitale nazionale (NCR-LInX) incontro dal 2013 ha rivelato una mappa di oltre 127 agenzie sparse tra Baltimora, Maryland, Washington DC e Virginia.

Una cosa è chiara, il Washington Post's le stime sono lontane come pagina 5 rivelato.

Il "Sistema di indagine per il riconoscimento facciale della regione della capitale nazionale" sembra essere parte di NCR-LInX, il che significa che nel 2013 le stime erano 1,251 forze dell'ordine con 1,051 agenzie che fornivano dati in 38,000 regioni. Ognuna di queste forze dell'ordine ha avuto accesso a quasi 46,000 foto segnaletiche, che possiamo tranquillamente presumere siano legate al riconoscimento facciale.
Come community di Il Washington Post mette in guardia, questo è disastroso per attivisti e manifestanti.

"L'uso del riconoscimento facciale per identificare i manifestanti e la segretezza che circonda NCRFRILS ha turbato attivisti e sostenitori della privacy, che hanno affermato che potrebbe avere un effetto agghiacciante sui diritti del Primo Emendamento e lasciare gli imputati incapaci di contestare una partita poiché il suo uso non è divulgato nel vasto la maggior parte dei casi. "

Tutte le indicazioni indicano che NCFRILS è un programma di riconoscimento facciale molto più ampio di quello che siamo portati a credere. Nonostante ciò che le forze dell'ordine affermano, la polizia lo utilizza anche per identificare le persone per reati minori.

"La polizia di Detroit stava usando la tecnologia quando ha identificato erroneamente un uomo di colore in un caso di taccheggio, anche se sembra che anche il lavoro investigativo sciatto abbia giocato un ruolo, hanno detto gli esperti. Una versione di uno dei due algoritmi di riconoscimento facciale che la polizia di Detroit stava utilizzando è anche il potere di NCRFRILS ".

Sembra che NCFRILS sia davvero molto più grande e potrebbe persino essere accessibile ai dipartimenti di polizia in tutto il paese; rendendo NCFRILS un programma nazionale di riconoscimento facciale.

Cosa servirà agli americani per smettere di fidarsi dei funzionari governativi che affermano che i programmi segreti di sorveglianza pubblica sono necessari per combattere l'infinita Guerra al Terrore?

Ci vorrà un cittadino rete di lettori di targhe, o un cittadino statunitense della dogana e della pattuglia di frontiera programma di monitoraggio del cellulareo un cittadino Rete di monitoraggio Fusion Center Wi-Fiber, o finalmente un programma nazionale di riconoscimento facciale delle forze dell'ordine per far svegliare gli americani e vedere che il nostro governo tratta tutti con sospetto?

Leggi la storia completa qui ...

Informazioni sull'editor

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

2 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti