Politica climatica, commissioni d'inchiesta e teorie del complotto

Per favore, condividi questa storia!

Tutti chiedono un'altra commissione d'inchiesta (CI) o procuratore speciale per indagare sul coinvolgimento dell'FBI e del DOJ nell'elezione di Donald Trump. Pensavo che un CI, o qualsiasi commissione governativa, fosse un veicolo meraviglioso per eliminare la politica e la maggior parte delle emozioni da un problema. Ho creduto, come la maggior parte, che alla fine il pubblico otterrà un esame indipendente e una completa esposizione di tutte le questioni e i fatti necessari per una decisione motivata. Questa era l'illusione dietro la formazione del Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici (IPCC). Questa era una Commissione d'inchiesta delle Nazioni Unite istituita presumibilmente per studiare i cambiamenti climatici ed esaminare tutti i lati dell'affermazione secondo cui gli umani stavano causando il riscaldamento globale.

Dico che pensavo che gli EC fossero buone cose fino a quando non ne sono stato nominato uno. Ha comportato controversie su un grande lago e, come tutte le questioni idriche, è stata molto controversa. Il politico voleva un certo risultato ma non voleva la divulgazione pubblica. Con la nomina dell'IC, se ne è liberato perché ha rinviato qualsiasi domanda a chiunque, compresi i media. Si è anche dato il controllo completo del risultato senza che la maggior parte del pubblico fosse a conoscenza. Tornò dai suoi burocrati e tra loro scrissero definizioni e termini di riferimento che limitavano l'indagine della Commissione, quindi predissero il risultato. Quello che ho imparato è che sono perfetti veicoli di inchiesta per il politico perché forniscono un controllo quasi totale. Per cominciare, possono respingere tutte le richieste dei media fino a quando la Commissione non lo riferisce.

Quando sono stati presentati con questi termini di riferimento, sono rimasto sbalordito perché non ci hanno nemmeno dato accesso ai dati di base necessari per raggiungere una soluzione adeguata. Ho detto al presidente della Commissione che se non avessimo avuto accesso a tutto, avrei informato i media che il politico stava cercando di garantire il risultato che voleva. Decise che si trattava di un maggiore imbarazzo politico (minaccia) e rilasciò tutto. Scoprimmo che c'erano state tre inchieste precedenti, una su 100 anni, che delineavano i problemi del lago, eppure nulla era mai stato fatto. Le precedenti Commissioni hanno deviato il calore politico fino alla fine della carriera del politico. Alcuni lo chiamano ANIMTOO, o "Assolutamente no nel mio mandato".

Internet è sicuramente il più grande generatore di teorie della cospirazione e quello che le domina coinvolge l'assassinio del presidente John Kennedy. So perché. Ho visto un'intervista televisiva con il giudice della Corte suprema degli Stati Uniti, Warren. Gli è stato chiesto perché non ha indagato sui collegamenti tra Jack Ruby e la mafia di Dallas durante le riprese. Ha risposto con calma che non era nei miei termini di riferimento. Sapevo cosa voleva dire, ma la maggior parte no. Il risultato fu predeterminato e la teoria della cospirazione ebbe origine.

L'IPCC è stato istituito per dimostrare che CO2 prodotto dall'uomo stava causando il riscaldamento globale. Avevano bisogno di un risultato predeterminato. È stato raggiunto dalla definizione di cambiamento climatico e dai termini di riferimento che sono stati forniti da Maurice Strong attraverso i burocrati della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC). L'articolo 1 del documento presentato pubblicamente alla conferenza 1992 di Rio ha fornito questa definizione.

un cambiamento di clima che è attribuito direttamente o indirettamente all'attività umana che altera la composizione dell'atmosfera globale e che si aggiunge alla variabilità del clima naturale osservata per periodi di tempo considerevoli.,

Il problema è che non puoi determinare l'effetto umano se non sai quanti cambiamenti climatici sono naturali o i meccanismi di cambiamento - ne sappiamo molto poco.

Questa definizione ristretta è il motivo per cui l'intero focus è su CO2, anche se è solo il 4 percento del totale dei gas serra. La figura 1 è stata presa dal sito web della ABC alcuni anni fa e illustra le false informazioni che ne sono derivate.

Figura 1

Nella didascalia, dice: "L'anidride carbonica è chiaramente la maggioranza " e tecnicamente questo è corretto, ma solo nel diagramma. Il problema è che l'intestazione del diagramma dice "Gas a effetto serra", ma omette il vapore acqueo (H2O), che è il 95 percento dei gas a effetto serra. L'IPCC aggira questo problema dicendo che mentre gli esseri umani producono vapore acqueo, la quantità è così piccola da essere insignificante rispetto al totale. Il problema è che non sappiamo la quantità di vapore acqueo presente nell'atmosfera o come varia nel tempo e nello spazio. È probabile che anche una variazione naturale del 2 percentuale del vapore acqueo causerà più cambiamenti rispetto all'effetto CO2 totale.

Questo focus ristretto si riflette nel Riepilogo IPCC per i responsabili delle politiche (SPM) che mostra le variabili umane interessate che considerano a causa della definizione (Figura 2). Notate che elencano e considerano solo le variabili 11 e di esse, solo due hanno un livello di confidenza molto elevato, ma questa è la loro misura.

Figura 2 (sorgente IPCC AR5 SPM, p.14)

Ulteriori prove dell'efficacia del focus ristretto dell'IPCC appaiono in un Dipartimento della Pubblica Istruzione dell'Università di Yale studio delle conoscenze pubbliche sui cambiamenti climatici. La figura 3 mostra i risultati della domanda, "Quale dei seguenti gas è bravo a intrappolare il calore dalla superficie terrestre?" Non sorprende che il risultato complessivo di questo test di conoscenza del clima delle scuole superiori sia stato che 25% ha segnato D e 52% un F.

Figura 3

La commissione d'inchiesta dell'IPCC dell'ONU ha raggiunto i suoi risultati come quasi tutti gli altri. Ha definito i termini di riferimento per predeterminare l'esito politico richiesto. Ha identificato CO2 delle nazioni industrializzate come causa del riscaldamento globale. Questa era la giustificazione richiesta per punirli finanziariamente e trasferire la loro ricchezza nelle nazioni in via di sviluppo e limitare la loro crescita. Come Ottar Edenhofer, copresidente del gruppo di lavoro IPCC GIII da 2008 a 2015, ha spiegato.

"Bisogna liberarsi dall'illusione che la politica climatica internazionale sia una politica ambientale", "Ridistribuiamo di fatto la ricchezza del mondo attraverso la politica climatica".

Dico "quasi tutto" perché c'è un'altra forma di indagine che ha un approccio completamente diverso. Seleziona attentamente la persona a capo dell'indagine che, secondo loro, porterà al risultato desiderato. Quella persona sceglie anche i membri della squadra di inchiesta. Sanno che puoi sempre trovare qualcosa che non va e gonfiarlo o distorcerlo se necessario. Se tutto il resto fallisce, puoi rimediare. In questo scenario, non pongono limiti all'indagine per definizione o termini di riferimento. Puoi dare un nome al tuo esempio recente di tale inchiesta.

, http://unfccc.int/essential_background/convention/background/items/2536.php

L'autore

Dr. Tim Ball
Il dott. Tim Ball è un rinomato consulente ambientale ed ex professore di climatologia all'Università di Winnipeg. Ha servito in molti comitati locali e nazionali e come presidente dei consigli provinciali sulla gestione delle risorse idriche, questioni ambientali e sviluppo sostenibile. Il vasto background scientifico del Dr. Ball in climatologia, in particolare la ricostruzione dei climi passati e l'impatto dei cambiamenti climatici sulla storia umana e sulla condizione umana, lo hanno reso la scelta perfetta come Chief Science Adviser con l'International Climate Science Coalition.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

2 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti