Xi Jinping è pronto per una grande scommessa con il mercato cinese del carbonio

Per favore, condividi questa storia!

In quanto tecnocrazia in via di maturazione, la Cina sta seguendo la linea di condotta prescritta per controllare il carbonio e quindi l'energia. Il mercato del carbon trading ha finora fallito in ogni caso, ma ciò non scoraggia gli scienziati che sono certi che la "scienza è consolidata". ⁃ TN Editor

Come altri paesi guardano Cina prendere il comando nei combattimenti il riscaldamento globale dopo il presidente Trump rifiuto dell'accordo di Parigi sul clima, Il presidente Xi Jinping sta portando avanti un piano ambizioso per costruire il più grande mercato al mondo di permessi per le emissioni di carbonio.

L'inizio di un mercato nazionale del commercio di carbonio in Cina alla fine di quest'anno è in atto da anni, ma ora si sta delineando mentre la grande politica del sig. Xi replica alla decisione del sig. Trump di lasciare l'accordo di Parigi. Il governo cinese ha affermato in una guida alla politica sui gas serra rilasciato mercoledì che l'inizio di 2017 era sulla buona strada.

"Il commercio di carbonio su scala nazionale invierà un segnale al mondo che la Cina è seria al riguardo", ha affermato Wang Yi, professore all'Accademia cinese delle scienze di Pechino, che appartiene anche alla legislatura nazionale e fornisce consulenza al governo sulla politica climatica.

Ma questa è una scommessa ad alta visibilità e posta in gioco per il signor Xi. Sembra ansioso di prendere l'iniziativa degli Stati Uniti su commercio, cooperazione multilaterale e cambiamento climatico. Il suo record sull'ambiente e le riforme del mercato, tuttavia, è misto e il piano di scambio di carbonio della Cina non è una scommessa sicura per avere successo.

Europa e California lo usano già cap-and-trade approccio, che fissa un limite per le emissioni di gas a effetto serra e consente alle aziende di acquistare e vendere permessi di emissione nella speranza di scatenare la concorrenza sul mercato per risparmiare energia e abbracciare la tecnologia pulita. Ma nessuno lo ha provato sulla scala che il governo prevede per la Cina, la principale fonte mondiale di emissioni di carbonio.

Far funzionare il commercio senza intoppi potrebbe richiedere anni e testare i voti del signor Xi per consentire ai mercati di espandersi e ridurre le industrie inquinanti. Importanti battute d'arresto nel nascente mercato potrebbero mettere in imbarazzo la Cina e minare il supporto globale per l'utilizzo cap-and-trade misure per ridurre i gas a effetto serra che causano il riscaldamento.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti