Wood On Free Speech: l'arma per combattere la dittatura scientifica

tramite The Epoch Times
Per favore, condividi questa storia!
Mentre Technocracy rivela la sua natura tirannica dal pugno di ferro e le intenzioni di conquistare il mondo, la guerra alla libertà di parola è la loro avanguardia. Quando la resistenza sarà messa a tacere, non ci sarà più resistenza e la tecnocrazia sorvolerà il mondo a velocità vertiginosa. Questa è un'intervista da non perdere. Editor TN

Gli americani devono essere vigili ed esercitare il loro diritto a discorso libero per respingere il controllo sociale che è stato accelerato dai governi di tutto il mondo durante la pandemia di COVID-19, o la nazione potrebbe cadere in una "condizione scientifica dittatura", secondo Patrick Wood, direttore e fondatore di Citizens for Free Speech.

Parlando a Il programma “Crossroads” di EpochTV, Wood ha detto che immagina che gli Stati Uniti e il mondo intero si comportino come il Partito Comunista Cinese (CCP) se viene tolta la libertà di parola.

"La libertà di parola è l'unico antidoto a ciò che vediamo oggi nel mondo, a respingerlo, a resistergli", ha detto Wood. "Il giorno in cui la libertà di parola sarà completamente distrutta - e penso che sarebbe nel caso della Cina, è sicuramente abbastanza ben schiacciata lì - quello sarà il giorno in cui vedremo il mondo intero comportarsi come si comporta la Cina in questo momento in termini di di persone che scompaiono, sia individualmente che in massa, perché si sa, questioni di genocidio più grandi del semplice sbarazzarsi di persone che non ti piacciono.

Wood si riferiva alla detenzione di massa della popolazione uigura nella regione nordoccidentale dello Xinjiang, in Cina. L'Uyghur Tribunal, un tribunale del popolo indipendente con sede a Londra, il 9 dicembre ha stabilito che il regime cinese ha commesso un genocidio contro gli uiguri e altre minoranze musulmane nella regione.

La libertà di parola è sempre stata una resistenza naturale alla tirannia, ha detto Wood, osservando che sebbene la tirannia non abbia la capacità di ritirarsi da sola, la libertà di parola può resistere alla tirannia.

“Senza la libertà di parola, posso dirlo con certezza … saremmo fatti come nazione, come popolo, come sarebbe fatta la libertà e la libertà”, ha detto Wood. “Tutto quello che sappiamo sulla via americana sarebbe fatto. E cadremmo in una vera e propria dittatura scientifica”.

"Oggi dobbiamo essere davvero vigili e, secondo me, le persone devono alzarsi, parlare, sedersi al tavolo nelle loro comunità locali e cose del genere e iniziare a respingere queste cose".

Ha aggiunto: "Se non possiamo parlare ora, non saremo mai in grado di parlare, se la tirannia cade davvero su di noi come una piaga".

Wood ha anche affermato che coloro che stanno lavorando per instillare un sistema di controllo sociale totale e stanno attuando dure politiche in nome della "salute pubblica", non sono i leader del governo, ma le persone "che stanno proprio dietro di loro" che "stanno alimentando loro le politiche che vengono elaborate dalla società”.

“Caso in questione, quando [l'ex] presidente [Donald] Trump si è alzato o quando si è alzato il presidente [Joe] Biden, che sta accanto a lui, ma il dott. Anthony Fauci, e forse alcune delle sue coorti. E tu dici, beh, queste politiche COVID sono uscite dalla testa di Biden o dalla testa di Trump? No, non hanno esperienza in questo. Sono usciti dalla mente del tecnocrate", ha affermato Wood, riferendosi a tecnocrazia-un movimento politico-economico che iniziò nei primi anni '1930 alla Columbia University di New York.

Il concetto di tecnocrazia presuppone che il prezzo non possa essere utilizzato per controllare l'abbondanza dei beni perché diminuisce con l'aumento dell'abbondanza. Pertanto deve essere utilizzato un metodo scientifico per bilanciare produzione e distribuzione, secondo un'edizione del 1937 di La rivista Tecnocrate.

"Chi ha il vero potere qui, non è più il sistema politico", ha continuato Wood.

Legno precedentemente detto a "Crossroads" di EpochTV che l'idea della tecnocrazia era introdotto alla Cina comunista negli anni '1970 da Zbigniew Brzezinski, politologo, cofondatore della Commissione trilaterale e consigliere per la sicurezza nazionale del presidente Jimmy Carter.

Videointervista, clicca qui

Ciò causò una fusione del PCC e del comunismo in generale con "questo sistema tecnocratico di gestione sociale, di gestione totale dell'economia e del popolo", spiegò all'epoca Wood.

“Se guardi più in profondità, vedi che c'è un gruppo di persone, un nucleo di ingegneri e scienziati, che stanno lavorando per utilizzare l'alta tecnologia per catturare l'intera società, tutte le persone in essa, e per controllare e progettare il sistema economico. "

Wood ha aggiunto: “Queste giganti società Big Tech piene di tecnocrati hanno catturato il governo per i propri scopi, ma quando tale scopo sarà completato, i governi del mondo sarebbero assolutamente privi di significato per queste persone. Secondo me sarebbero i primi a essere buttati fuori dall'autobus».

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

2 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Erik Nielsen

"Finché vengo pagato, possono fare quello che vogliono"………………………………..LOL.