Avviso rosso: con il nuovo EO, Biden sta studiando come eliminare la valuta Fiat, implementare la moneta digitale

Decidere con una strategia "penna e telefono".
Per favore, condividi questa storia!
Secondo l'Articolo I, Sezione 8, Clausola 5 della Costituzione degli Stati Uniti, al Congresso è specificamente concessa la responsabilità esclusiva di "coniare denaro, regolarne il valore e delle monete straniere e fissare lo standard di pesi e misure". Nessun problema per Biden, che governa con la penna. Fintech è il sistema finanziario prescelto per il mondo post-Great Reset, noto anche come tecnocrazia. Leggi l'intero EO di seguito, con i punti salienti forniti da TN.

Questo ordine esecutivo è pieno di sciocchezze globaliste/ONU: cambiamento climatico, energia, inclusione, ecc. Il risultato di questo studio, che è probabilmente già determinato, è di suggerire qualsiasi legislazione specifica da dare al Congresso; tuttavia, tocca solo il punto che il Congresso potrebbe non dover essere coinvolto per "renderlo così". ⁃ Editore TN

Ordine esecutivo sulla garanzia
Sviluppo responsabile delle risorse digitali

09 Marzo 2022

Dall'autorità conferita a me in qualità di Presidente dalla Costituzione e dalle leggi degli Stati Uniti d'America, è così ordinato:

Sezione 1. Politica. I progressi nella tecnologia del registro digitale e distribuito per i servizi finanziari hanno portato a una crescita drammatica nei mercati delle risorse digitali, con profonde implicazioni per la protezione di consumatori, investitori e imprese, inclusa la privacy e la sicurezza dei dati; stabilità finanziaria e rischio sistemico; crimine; sicurezza nazionale; la capacità di esercitare i diritti umani; inclusione ed equità finanziaria; e domanda di energia e cambiamento climatico. Nel novembre 2021, gli asset digitali emessi da enti non statali hanno raggiunto una capitalizzazione di mercato combinata di $ 3 trilioni, in aumento rispetto a circa $ 14 miliardi all'inizio di novembre 2016. Le autorità monetarie di tutto il mondo stanno anche esplorando, e in alcuni casi introducendo, le valute digitali delle banche centrali (CBDC).

Sebbene molte attività che coinvolgono le risorse digitali rientrino nell'ambito delle leggi e dei regolamenti nazionali esistenti, un'area in cui gli Stati Uniti sono stati un leader globale, il crescente sviluppo e l'adozione di risorse digitali e innovazioni correlate, nonché controlli incoerenti per difendersi da determinati rischi, richiedono un'evoluzione e un allineamento dell'approccio del governo degli Stati Uniti alle risorse digitali. Gli Stati Uniti sono interessati all'innovazione finanziaria responsabile, all'ampliamento dell'accesso a servizi finanziari sicuri e convenienti e alla riduzione del costo dei trasferimenti e dei pagamenti di fondi nazionali e transfrontalieri, anche attraverso la continua modernizzazione dei sistemi di pagamento pubblici. Dobbiamo adottare misure forti per ridurre i rischi che le risorse digitali potrebbero rappresentare per i consumatori, gli investitori e le tutele delle imprese; stabilità finanziaria e integrità del sistema finanziario; combattere e prevenire la criminalità e la finanza illecita; sicurezza nazionale; la capacità di esercitare i diritti umani; inclusione ed equità finanziaria; e cambiamento climatico e inquinamento.

Sez. 2. Obiettivi. I principali obiettivi politici degli Stati Uniti in relazione alle risorse digitali sono i seguenti:

(A)  Dobbiamo proteggere i consumatori, gli investitori e le imprese negli Stati Uniti.  Le caratteristiche uniche e variegate delle risorse digitali possono comportare rischi finanziari significativi per consumatori, investitori e imprese se non sono in atto protezioni adeguate. In assenza di una supervisione e di standard sufficienti, le imprese che forniscono servizi di risorse digitali possono fornire protezioni inadeguate per dati finanziari sensibili, custodia e altri accordi relativi alle risorse e ai fondi dei clienti, o informativa sui rischi associati agli investimenti. La sicurezza informatica e i fallimenti del mercato nei principali scambi di asset digitali e piattaforme di trading hanno provocato perdite per miliardi di dollari. Gli Stati Uniti dovrebbero garantire l'esistenza di salvaguardie e promuovere lo sviluppo responsabile delle risorse digitali per proteggere i consumatori, gli investitori e le imprese; mantenere la privacy; e scudo contro la sorveglianza arbitraria o illegale, che può contribuire ad abusi dei diritti umani.

(B)  Dobbiamo proteggere gli Stati Uniti e la stabilità finanziaria globale e mitigare il rischio sistemico.  Alcune piattaforme di scambio di asset digitali e fornitori di servizi sono cresciuti rapidamente in termini di dimensioni e complessità e potrebbero non essere soggetti o conformi a normative o supervisione appropriate. Gli emittenti, le borse e le piattaforme di negoziazione di asset digitali e gli intermediari le cui attività possono aumentare i rischi per la stabilità finanziaria dovrebbero, se del caso, essere soggetti e conformi alle norme regolamentari e di vigilanza che disciplinano le infrastrutture di mercato tradizionali e le società finanziarie, in linea con le disposizioni generali principio di “stesso business, stessi rischi, stesse regole”. Gli usi e le funzioni nuovi e unici che le risorse digitali possono facilitare possono creare ulteriori rischi economici e finanziari che richiedono un'evoluzione verso un approccio normativo che affronti adeguatamente tali rischi.

(C)  Dobbiamo mitigare la finanza illecita e i rischi per la sicurezza nazionale posti dall'uso improprio delle risorse digitali.  Le risorse digitali possono comportare rischi finanziari illeciti significativi, tra cui riciclaggio di denaro, criminalità informatica e ransomware, narcotici e traffico di esseri umani, terrorismo e finanziamento della proliferazione. Le risorse digitali possono anche essere utilizzate come strumento per aggirare i regimi di sanzioni finanziarie statunitensi e straniere e altri strumenti e autorità. Inoltre, mentre gli Stati Uniti sono stati leader nella definizione di standard internazionali per la regolamentazione e la supervisione delle risorse digitali per l'antiriciclaggio e la lotta al finanziamento del terrorismo (AML/CFT), l'attuazione scarsa o inesistente di tali standard in alcune giurisdizioni all'estero possono presentare notevoli rischi di finanziamento illecito per gli Stati Uniti e per i sistemi finanziari globali. Gli attori illeciti, inclusi gli autori di incidenti ransomware e altri crimini informatici, spesso riciclano e incassano i loro proventi illeciti utilizzando fornitori di servizi di asset digitali in giurisdizioni che non hanno ancora implementato efficacemente gli standard internazionali stabiliti dal Gruppo intergovernativo di azione finanziaria (GAFI). ). La continua disponibilità di fornitori di servizi nelle giurisdizioni in cui gli standard internazionali di AML/CFT non sono implementati in modo efficace consente l'attività finanziaria senza controlli finanziari illeciti. La crescita degli ecosistemi finanziari decentralizzati, l'attività di pagamento peer-to-peer e i registri blockchain oscurati senza controlli per mitigare la finanza illecita potrebbero anche presentare ulteriori rischi per il mercato e la sicurezza nazionale in futuro. Gli Stati Uniti devono garantire controlli e responsabilità adeguati per i sistemi di risorse digitali attuali e futuri per promuovere standard elevati di trasparenza, privacy e sicurezza, anche attraverso misure normative, di governance e tecnologiche, che contrastano le attività illecite e preservano o migliorano l'efficacia del nostro strumenti di sicurezza nazionale. Quando le risorse digitali vengono abusate o utilizzate in modi illeciti o minano la sicurezza nazionale, è nell'interesse nazionale intraprendere azioni per mitigare queste finanze illecite e rischi per la sicurezza nazionale attraverso la regolamentazione, la supervisione, l'azione delle forze dell'ordine o l'uso di altri governi degli Stati Uniti autorità.

(D)  Dobbiamo rafforzare la leadership degli Stati Uniti nel sistema finanziario globale e nella competitività tecnologica ed economica, anche attraverso lo sviluppo responsabile delle innovazioni di pagamento e degli asset digitali.  Gli Stati Uniti hanno interesse a garantire che rimangano in prima linea nello sviluppo e nella progettazione responsabili delle risorse digitali e della tecnologia alla base delle nuove forme di pagamento e dei flussi di capitali nel sistema finanziario internazionale, in particolare nella definizione di standard che promuovano: valori democratici; lo stato di diritto; privacy; la tutela dei consumatori, degli investitori e delle imprese; e interoperabilità con piattaforme digitali, architettura legacy e sistemi di pagamento internazionali. Gli Stati Uniti traggono notevoli vantaggi economici e di sicurezza nazionale dal ruolo centrale svolto dal dollaro statunitense e dalle istituzioni finanziarie e dai mercati statunitensi nel sistema finanziario globale. La continua leadership degli Stati Uniti nel sistema finanziario globale sosterrà il potere finanziario degli Stati Uniti e promuoverà gli interessi economici degli Stati Uniti.

(E)  Dobbiamo promuovere l'accesso a servizi finanziari sicuri e convenienti.  Molti americani sono sottobancari e i costi dei trasferimenti di denaro e dei pagamenti transfrontalieri sono elevati. Gli Stati Uniti hanno un forte interesse a promuovere l'innovazione responsabile che estenda un accesso equo ai servizi finanziari, in particolare per gli americani meno serviti dal sistema bancario tradizionale, anche rendendo gli investimenti e i trasferimenti di fondi nazionali e transfrontalieri e i pagamenti più economici, più veloci e più sicuri e promuovendo un accesso maggiore e più efficiente in termini di costi a prodotti e servizi finanziari. Gli Stati Uniti hanno anche interesse a garantire che i benefici dell'innovazione finanziaria siano goduti in modo equo da tutti gli americani e che qualsiasi impatto disparato dell'innovazione finanziaria sia mitigato.
(F)  Dobbiamo sostenere i progressi tecnologici che promuovono lo sviluppo e l'uso responsabili delle risorse digitali.  L'architettura tecnologica delle diverse risorse digitali ha implicazioni sostanziali per la privacy, la sicurezza nazionale, la sicurezza operativa e la resilienza dei sistemi finanziari, cambiamento climatico, la capacità di esercitare i diritti umani e altri obiettivi nazionali. Gli Stati Uniti hanno interesse a garantire che le tecnologie delle risorse digitali e l'ecosistema dei pagamenti digitali siano sviluppati, progettati e implementati in modo responsabile che includa privacy e sicurezza nella loro architettura, integri funzionalità e controlli che difendono dallo sfruttamento illecito e riduca gli aspetti negativi impatti climatici e l'inquinamento ambientale, come potrebbe derivare da alcuni mining di criptovalute.

Sez. 3. Coordinamento. L'Assistente del Presidente per gli Affari per la Sicurezza Nazionale (APNSA) e l'Assistente del Presidente per la Politica Economica (APEP) coordineranno, attraverso il processo interagenziale descritto nel Protocollo di Sicurezza Nazionale 2 del 4 febbraio 2021 (Rinnovo del Sistema del Consiglio di Sicurezza Nazionale) , le azioni del ramo esecutivo necessarie per attuare questo ordine. Il processo interagenzia comprende, a seconda dei casi: il Segretario di Stato, il Segretario del Tesoro, il Segretario della Difesa, il Procuratore generale, il Segretario del Commercio, il Segretario del Lavoro, il Segretario dell'Energia, il Segretario per la sicurezza interna, l'Amministratore dell'Agenzia per la protezione dell'ambiente, il Direttore dell'Ufficio per la gestione e il bilancio, il Direttore dell'intelligence nazionale, il Direttore del Consiglio di politica interna, il Presidente del Consiglio dei consulenti economici, il Direttore dell'Ufficio della scienza e della tecnologia Policy, l'amministratore dell'Office of Information and Regulatory Affairs, il direttore della National Science Foundation e l'amministratore dell'Agenzia degli Stati Uniti per lo sviluppo internazionale. I rappresentanti di altri dipartimenti e agenzie esecutivi (agenzie) e altri alti funzionari possono essere invitati a partecipare a riunioni interagenzia, se del caso, inclusi, nel dovuto rispetto della loro indipendenza normativa, i rappresentanti del Consiglio dei governatori del sistema della Federal Reserve, la protezione finanziaria dei consumatori Bureau (CFPB), Federal Trade Commission (FTC), Securities and Exchange Commission (SEC), Commodity Futures Trading Commission (CFTC), Federal Deposit Insurance Corporation, Office of the Comptroller of the Currency e altri regolamenti federali agenzie.

Sez. 4. Politica e azioni relative alle valute digitali della banca centrale degli Stati Uniti. (a) La politica della mia amministrazione su una CBDC degli Stati Uniti è la seguente:

(i) La moneta sovrana è al centro del buon funzionamento del sistema finanziario, delle politiche di stabilizzazione macroeconomica e della crescita economica. La mia amministrazione pone la massima urgenza agli sforzi di ricerca e sviluppo nelle potenziali opzioni di progettazione e implementazione di un CBDC degli Stati Uniti. Questi sforzi dovrebbero includere valutazioni di possibili benefici e rischi per consumatori, investitori e imprese; stabilità finanziaria e rischio sistemico; sistemi di pagamento; sicurezza nazionale; la capacità di esercitare i diritti umani; inclusione ed equità finanziaria; e le azioni necessarie per avviare una CBDC negli Stati Uniti se ciò è ritenuto nell'interesse nazionale.

(ii) La mia amministrazione vede il merito nel mettere in mostra la leadership e la partecipazione degli Stati Uniti a forum internazionali relativi alle CBDC e alle conversazioni multi-paese e ai progetti pilota che coinvolgono le CBDC. Qualsiasi futuro sistema di pagamento in dollari dovrebbe essere progettato in modo coerente con le priorità degli Stati Uniti (come indicato nella sezione 4(a)(i) di questo ordine) e con i valori democratici, comprese le tutele della privacy, e che garantisca che il sistema finanziario globale abbia adeguata trasparenza, connettività e interoperabilità o trasferibilità della piattaforma e dell'architettura, a seconda dei casi.

(iii) Una CBDC degli Stati Uniti può avere il potenziale per supportare transazioni efficienti ea basso costo, in particolare per trasferimenti e pagamenti di fondi transfrontalieri, e per promuovere un maggiore accesso al sistema finanziario, con minori rischi posti dal settore privato- risorse digitali amministrate. Una CBDC degli Stati Uniti interoperabile con le CBDC emesse da altre autorità monetarie potrebbe facilitare pagamenti transfrontalieri più rapidi e a basso costo e potenzialmente stimolare la crescita economica, sostenere la continua centralità degli Stati Uniti all'interno del sistema finanziario internazionale e aiutare a proteggere il ruolo unico che il dollaro gioca nella finanza globale. Tuttavia, ci sono anche potenziali rischi e svantaggi da considerare. Dovremmo dare la priorità a valutazioni tempestive di potenziali benefici e rischi nell'ambito di vari progetti per garantire che gli Stati Uniti rimangano un leader nel sistema finanziario internazionale.

(b) Entro 180 giorni dalla data della presente ordinanza, il Segretario del Tesoro, di concerto con il Segretario di Stato, il Procuratore Generale, il Segretario del Commercio, il Segretario per la Sicurezza Interna, il Direttore dell'Ufficio di Gestione e Budget, il Direttore dell'intelligence nazionale e i capi delle altre agenzie competenti sottopongono al Presidente una relazione sul futuro della moneta e dei sistemi di pagamento, comprese le condizioni che guidano l'ampia adozione delle risorse digitali; la misura in cui l'innovazione tecnologica può influenzare questi risultati; e le implicazioni per il sistema finanziario degli Stati Uniti, la modernizzazione e le modifiche ai sistemi di pagamento, la crescita economica, l'inclusione finanziaria e la sicurezza nazionale. Tale rapporto sarà coordinato attraverso il processo interagenzia descritto nella sezione 3 del presente decreto. Sulla base delle potenziali opzioni di progettazione della CBDC degli Stati Uniti, questo rapporto includerà un'analisi di:

(i) le potenziali implicazioni di una CBDC degli Stati Uniti, sulla base delle possibili scelte progettuali, per gli interessi nazionali, comprese le implicazioni per la crescita economica e la stabilità;

(ii) le potenziali implicazioni su cui potrebbe avere una CBDC degli Stati Uniti l'inclusione finanziaria;

(iii) la potenziale relazione tra una CBDC e le risorse digitali amministrate dal settore privato;

(iv) il futuro del denaro sovrano e prodotto privatamente a livello globale e le implicazioni per il nostro sistema finanziario e la nostra democrazia;

(v) la misura in cui le CBDC estere potrebbero sostituire le valute esistenti e alterare il sistema di pagamento in modi che potrebbero minare la centralità finanziaria degli Stati Uniti;

(vi) le potenziali implicazioni per la sicurezza nazionale e la criminalità finanziaria, compresa un'analisi dei rischi di finanziamento illecito, di sanzioni, di altri interessi di contrasto e di sicurezza nazionale e delle implicazioni per i diritti umani; e

(vii) una valutazione degli effetti che la crescita delle CBDC estere può avere sugli interessi degli Stati Uniti in generale.

(c) Il Presidente del Consiglio dei governatori del sistema della Federal Reserve (Presidente della Federal Reserve) è incoraggiato a continuare a ricercare e riferire sulla misura in cui le CBDC potrebbero migliorare l'efficienza e ridurre i costi dei sistemi di pagamento esistenti e futuri , per continuare a valutare la forma ottimale di una CBDC degli Stati Uniti e per sviluppare un piano strategico per la Federal Reserve e l'azione più ampia del governo degli Stati Uniti, a seconda dei casi, che valuti i passaggi e i requisiti necessari per la potenziale implementazione e lancio di una Stati Uniti CBDC. Il presidente della Federal Reserve è inoltre incoraggiato a valutare in che misura una CBDC degli Stati Uniti, sulla base delle potenziali opzioni di progettazione, potrebbe migliorare o impedire la capacità della politica monetaria di funzionare efficacemente come strumento critico di stabilizzazione macroeconomica.

(d) Il Procuratore Generale, in consultazione con il Segretario del Tesoro e il Presidente della Federal Reserve, deve:

(I)   entro 180 giorni dalla data di tale ordinanza, fornire al Presidente, tramite l'APNSA e l'APEP, una valutazione sulla necessità di modifiche legislative per emettere una CBDC degli Stati Uniti, ove ritenuto opportuno e nell'interesse nazionale; e

(ii) entro 210 giorni dalla data della presente ordinanza, presentare al Presidente per il tramite dell'APNSA e dell'APEP una corrispondente proposta legislativa, sulla base della relazione presentata dal Segretario del Tesoro ai sensi dell'articolo 4, lettera b) della presente ordinanza e qualsiasi materiale sviluppato dal Presidente della Federal Reserve coerentemente con la sezione 4(c) di questo ordine.

Sez. 5. Misure a tutela dei consumatori, degli investitori e delle imprese. (a) Il maggiore utilizzo di risorse digitali e scambi di risorse digitali e piattaforme di scambio può aumentare i rischi di reati quali frode e furto, altre violazioni legali e normative, violazione della privacy e dei dati, atti o pratiche sleali e abusivi e altri incidenti informatici di fronte a consumatori, investitori e imprese. L'aumento dell'uso delle risorse digitali e le differenze tra le comunità possono anche presentare rischi finanziari disparati per i partecipanti al mercato meno informati o esacerbare le disuguaglianze. È fondamentale garantire che le risorse digitali non rappresentino rischi indebiti per consumatori, investitori o imprese e mettere in atto protezioni come parte degli sforzi per espandere l'accesso a servizi finanziari sicuri e convenienti.

(b) Coerentemente con gli obiettivi indicati nella sezione 5(a) del presente ordine:

(i) Entro 180 giorni dalla data del presente ordine, il Segretario del Tesoro, in consultazione con il Segretario del Lavoro e i capi di altre agenzie pertinenti, inclusi, se del caso, i capi di agenzie di regolamentazione indipendenti come la FTC, la SEC, la CFTC, le agenzie bancarie federali e il CFPB, sottopongono al Presidente una relazione, o una sezione della relazione prevista dalla sezione 4 del presente ordine, sulle implicazioni degli sviluppi e dell'adozione delle risorse digitali e sui cambiamenti nel mercato finanziario e le infrastrutture dei sistemi di pagamento per i consumatori, gli investitori, le imprese degli Stati Uniti e per una crescita economica equa. Una sezione del rapporto affronterà le condizioni che guiderebbero l'adozione di massa di diversi tipi di risorse digitali e i rischi e le opportunità che tale crescita potrebbe presentare per i consumatori, gli investitori e le imprese degli Stati Uniti, compreso un focus su come l'innovazione tecnologica può avere un impatto su questi sforzi e con uno sguardo rivolto ai più vulnerabili a impatti disparati. Il rapporto includerà anche raccomandazioni politiche, comprese potenziali azioni normative e legislative, a seconda dei casi, per proteggere i consumatori, gli investitori e le imprese degli Stati Uniti e sostenere l'ampliamento dell'accesso a servizi finanziari sicuri e convenienti. La relazione è coordinata attraverso il processo interagenzia descritto nella sezione 3 del presente ordine.

(ii) Entro 180 giorni dalla data del presente ordine, il Direttore dell'Office of Science and Technology Policy e il Chief Technology Officer degli Stati Uniti, in consultazione con il Segretario del Tesoro, il Presidente della Federal Reserve, e i capi delle altre agenzie competenti, sottoporranno al Presidente una valutazione tecnica dell'infrastruttura tecnologica, della capacità e dell'esperienza che sarebbero necessarie presso le agenzie competenti per facilitare e supportare l'introduzione di un sistema CBDC qualora fosse proposto. La valutazione dovrebbe affrontare specificamente i rischi tecnici dei vari progetti, anche per quanto riguarda gli sviluppi tecnologici emergenti e futuri, come l'informatica quantistica. La valutazione dovrebbe includere anche eventuali riflessioni o raccomandazioni su come l'inclusione delle risorse digitali nei processi federali possa influenzare il lavoro del governo degli Stati Uniti e la fornitura di servizi governativi, compresi i rischi e i benefici per la sicurezza informatica, l'esperienza del cliente e la sicurezza sociale programmi netti. La valutazione è coordinata attraverso il processo interagenzia descritto nella sezione 3 del presente ordine.

(iii) Entro 180 giorni dalla data della presente ordinanza, il Procuratore Generale, in consultazione con il Segretario del Tesoro e il Segretario per la Sicurezza Interna, presenta al Presidente una relazione sul ruolo delle forze dell'ordine nell'individuare, investigare e perseguire le attività criminali legate alle risorse digitali. La relazione include eventuali raccomandazioni su azioni regolamentari o legislative, a seconda dei casi.

(iv) Il procuratore generale, il presidente della FTC e il direttore della CFPB sono incoraggiati a considerare quali, se del caso, gli effetti della crescita delle risorse digitali potrebbero avere sulla politica di concorrenza.

(v) Il presidente della FTC e il direttore della CFPB sono entrambi incoraggiati a considerare in che misura le misure di protezione della privacy o dei consumatori all'interno delle rispettive giurisdizioni possono essere utilizzate per proteggere gli utenti delle risorse digitali e se possono essere necessarie misure aggiuntive.

(vi) Il presidente della SEC, il presidente della CFTC, il presidente della Federal Reserve, il presidente del consiglio di amministrazione della Federal Deposit Insurance Corporation e il controllore della valuta sono entrambi incoraggiati a considerare la misura in cui quali misure di protezione degli investitori e del mercato all'interno delle rispettive giurisdizioni possono essere utilizzate per affrontare i rischi delle risorse digitali e se potrebbero essere necessarie misure aggiuntive.

(vii) Entro 180 giorni dalla data della presente ordinanza, il Direttore dell'Ufficio per le Politiche della Scienza e della Tecnologia, sentiti il ​​Segretario del Tesoro, il Segretario dell'Energia, l'Amministratore dell'Agenzia per la protezione dell'ambiente, il Presidente del Il Council of Economic Advisers, l'Assistente del Presidente e National Climate Advisor, e i capi delle altre agenzie competenti, presenteranno una relazione al Presidente sui collegamenti tra la tecnologia del libro mastro distribuito e l'economia e l'economia a breve, medio e lungo termine transizioni energetiche; il potenziale per queste tecnologie di ostacolare o far avanzare gli sforzi Affrontare il cambiamento climatico a casa e all'estero; e l'impatto che queste tecnologie hanno sull'ambiente. Tale rapporto sarà coordinato attraverso il processo interagenzia descritto nella sezione 3 del presente decreto. Il rapporto dovrebbe anche affrontare l'effetto dei meccanismi di consenso delle criptovalute su consumo di energia, compresa la ricerca su potenziali misure di attenuazione e meccanismi alternativi di consenso e sui compromessi di progettazione che potrebbero comportare. La relazione dovrebbe riguardare in particolare:

(A) potenziali usi della blockchain che potrebbero supportare il monitoraggio o l'attenuazione delle tecnologie impatti climatici, come lo scambio di passività per emissioni di gas serra, acqua e altre attività naturali o ambientali; e

(B) implicazioni per politica energetica, anche per quanto riguarda gestione della griglia e affidabilità, incentivi e standard di efficienza energetica e fonti di approvvigionamento energetico.

(viii) Entro 1 anno dalla presentazione della relazione di cui alla sezione 5(b)(vii) del presente decreto, il Direttore dell'Ufficio per le Politiche della Scienza e della Tecnologia, sentito il Segretario del Tesoro, il Segretario dell'Energia, l'amministratore dell'Agenzia per la protezione ambientale, il presidente del consiglio dei consulenti economici e i capi di altre agenzie competenti aggiornano la relazione descritta nella sezione 5(b)(vii) del presente decreto, anche per colmare eventuali lacune di conoscenza individuate in tale rapporto.

Sez. 6. Azioni per promuovere la stabilità finanziaria, mitigare il rischio sistemico e rafforzare l'integrità del mercato. (a) Le autorità di regolamentazione finanziaria, tra cui la SEC, la CFTC, la CFPB e le agenzie bancarie federali, svolgono un ruolo fondamentale nello stabilire e controllare le protezioni in tutto il sistema finanziario che ne salvaguardino l'integrità e ne promuovano la stabilità. Dal 2017, il Segretario del Tesoro ha convocato il Financial Stability Oversight Council (FSOC) per valutare i rischi per la stabilità finanziaria e le lacune normative derivanti dall'adozione in corso di asset digitali. Gli Stati Uniti devono valutare e adottare misure per affrontare i rischi che le risorse digitali rappresentano per la stabilità finanziaria e l'integrità del mercato finanziario.

(b) Entro 210 giorni dalla data di questo ordine, il Segretario del Tesoro dovrebbe convocare l'FSOC e produrre una relazione che delinei i rischi specifici per la stabilità finanziaria e le lacune normative rappresentate da vari tipi di risorse digitali e fornisca raccomandazioni per affrontare tali rischi. Come ritenuto appropriato dal Segretario del Tesoro e dall'FSOC, il rapporto dovrebbe considerare le caratteristiche particolari dei vari tipi di risorse digitali e includere raccomandazioni che affrontano i rischi identificati per la stabilità finanziaria posti da tali risorse digitali, comprese eventuali proposte di regolamentazione aggiuntiva o adeguata e vigilanza, nonché per la nuova normativa. Il rapporto dovrebbe tenere conto delle analisi e delle valutazioni precedenti dell'FSOC, delle agenzie e del gruppo di lavoro del Presidente sui mercati finanziari, compreso il lavoro in corso delle agenzie bancarie federali, a seconda dei casi.

Sez. 7. Azioni per limitare le finanze illecite ei rischi per la sicurezza nazionale associati. (a) Le risorse digitali hanno facilitato sofisticate reti e attività finanziarie legate alla criminalità informatica, anche attraverso attività di ransomware. Il crescente utilizzo delle risorse digitali nell'attività finanziaria aumenta i rischi di reati quali riciclaggio di denaro, finanziamento del terrorismo e della proliferazione, schemi di frode e furto e corruzione. Queste attività illecite evidenziano la necessità di un controllo continuo dell'uso delle risorse digitali, della misura in cui l'innovazione tecnologica può avere un impatto su tali attività e dell'esplorazione di opportunità per mitigare questi rischi attraverso la regolamentazione, la supervisione, l'impegno pubblico-privato, la supervisione e le forze dell'ordine .

(b) Entro 90 giorni dalla presentazione al Congresso della Strategia nazionale per la lotta al terrorismo e altri finanziamenti illeciti, il Segretario del Tesoro, il Segretario di Stato, il Procuratore generale, il Segretario del Commercio, il Segretario per la sicurezza interna, il Il Direttore dell'Ufficio per la Gestione e il Bilancio, il Direttore dell'Intelligence Nazionale e i capi delle altre agenzie competenti possono presentare ciascuno al Presidente allegati supplementari, che possono essere classificati o non, alla Strategia offrendo ulteriori punti di vista sui rischi di finanziamento illecito posti da risorse digitali, comprese criptovalute, stablecoin, CBDC e tendenze nell'uso delle risorse digitali da parte di attori illeciti.

(c) Entro 120 giorni dalla presentazione al Congresso della Strategia nazionale per la lotta al terrorismo e altri finanziamenti illeciti, il Segretario del Tesoro, di concerto con il Segretario di Stato, il Procuratore generale, il Segretario del Commercio, il Segretario della Patria Sicurezza, il direttore dell'Ufficio per la gestione e il bilancio, il direttore dell'intelligence nazionale e i capi di altre agenzie competenti elaborano un piano d'azione coordinato basato sulle conclusioni della strategia per mitigare la finanza illecita legata alle risorse digitali e i rischi per la sicurezza nazionale affrontato nella strategia aggiornata. Questo piano d'azione è coordinato attraverso il processo interagenzia descritto nella sezione 3 del presente ordine. Il piano d'azione affronta il ruolo delle forze dell'ordine e le misure per aumentare il rispetto da parte dei fornitori di servizi finanziari degli obblighi AML/CFT relativi alle attività delle risorse digitali.

(d) entro 120 giorni dal completamento di tutte le seguenti relazioni: la valutazione nazionale del rischio di riciclaggio di denaro; la valutazione del rischio di finanziamento del terrorismo nazionale; la valutazione del rischio di finanziamento della proliferazione nazionale; e la strategia nazionale aggiornata per la lotta al terrorismo e ad altri finanziamenti illeciti — il Segretario del Tesoro notificherà alle agenzie competenti, attraverso il processo interagenziale descritto nella sezione 3 del presente ordine, qualsiasi regolamentazione in sospeso, proposta o potenziale per affrontare i rischi di finanziamento illecito delle risorse digitali . Il Segretario del Tesoro si consulterà e valuterà le prospettive delle agenzie competenti nella valutazione delle opportunità per mitigare tali rischi attraverso la regolamentazione.

Sez. 8. Politica e azioni relative alla promozione della cooperazione internazionale e della competitività degli Stati Uniti. (a) La politica della mia amministrazione sulla promozione della cooperazione internazionale e della competitività degli Stati Uniti rispetto alle risorse digitali e all'innovazione finanziaria è la seguente:

(i) L'innovazione finanziaria basata sulla tecnologia è spesso transfrontaliera e richiede pertanto la cooperazione internazionale tra le autorità pubbliche. Questa cooperazione è fondamentale per mantenere standard normativi elevati e condizioni di parità. Regolamentazione, supervisione e conformità irregolari tra le giurisdizioni creano opportunità di arbitraggio e aumentano i rischi per la stabilità finanziaria e la protezione di consumatori, investitori, aziende e mercati. La regolamentazione, la supervisione e l'applicazione inadeguate di AML/CFT da parte di altri paesi mettono in discussione la capacità degli Stati Uniti di indagare sui flussi illeciti di transazioni di asset digitali che spesso saltano all'estero, come spesso accade nei pagamenti di ransomware e in altri riciclaggio di denaro legato alla criminalità informatica. Ci deve essere anche cooperazione per ridurre le inefficienze nei trasferimenti internazionali di fondi e nei sistemi di pagamento.

(ii) Il governo degli Stati Uniti è stato attivo in sedi internazionali e attraverso partenariati bilaterali su molte di queste questioni e ha un solido programma per continuare questo lavoro nei prossimi anni. Mentre gli Stati Uniti ricoprivano la carica di Presidente del GAFI, gli Stati Uniti guidavano il gruppo nello sviluppo e nell'adozione dei primi standard internazionali sugli asset digitali. Gli Stati Uniti devono continuare a collaborare con i partner internazionali sugli standard per lo sviluppo e l'adeguata interoperabilità delle architetture di pagamento digitali e delle CBDC per ridurre le inefficienze di pagamento e garantire che qualsiasi nuovo trasferimento di fondi e sistema di pagamento sia coerente con i valori e i requisiti legali degli Stati Uniti.

(iii) Mentre gli Stati Uniti ricoprivano la carica di Presidente del G2020 7, gli Stati Uniti hanno istituito il G7 Digital Payments Experts Group per discutere di CBDC, stablecoin e altri problemi di pagamento digitale. Il rapporto del G7 che delinea una serie di principi politici per le CBDC è un importante contributo alla definizione di linee guida per le giurisdizioni per l'esplorazione e il potenziale sviluppo delle CBDC. Mentre un CBDC sarebbe emesso dalla banca centrale di un paese, l'infrastruttura di supporto potrebbe coinvolgere partecipanti sia pubblici che privati. Il rapporto del G7 ha evidenziato che qualsiasi CBDC dovrebbe basarsi sugli impegni pubblici di lunga data del G7 per la trasparenza, lo stato di diritto e una sana governance economica, nonché la promozione della concorrenza e dell'innovazione.

(iv) Gli Stati Uniti continuano a sostenere la tabella di marcia del G20 per affrontare le sfide e gli attriti con i trasferimenti di fondi e i pagamenti transfrontalieri per i quali sono in corso lavori, compresi i lavori per migliorare i sistemi esistenti per i trasferimenti e i pagamenti di fondi transfrontalieri, le dimensioni internazionali dei progetti di CBDC e il potenziale di accordi di stablecoin ben regolamentati. L'International Financial Stability Board (FSB), insieme agli organismi di definizione degli standard, sta conducendo i lavori su questioni relative a stablecoin, trasferimenti e pagamenti di fondi transfrontalieri e altre dimensioni internazionali di asset e pagamenti digitali, mentre il GAFI continua la sua leadership nella definizione Standard AML/CFT per le risorse digitali. Tale lavoro internazionale dovrebbe continuare ad affrontare l'intera gamma di questioni e sfide sollevate dalle risorse digitali, compresi la stabilità finanziaria, i rischi per i consumatori, gli investitori e le imprese, il riciclaggio di denaro, il finanziamento del terrorismo, il finanziamento della proliferazione, l'evasione delle sanzioni e altre attività illecite.

(V)    La mia amministrazione aumenterà l'importanza di questi argomenti e amplierà il coinvolgimento con i nostri partner internazionali critici, anche attraverso forum come il G7, il G20, il GAFI e l'FSB.  La mia amministrazione sosterrà il lavoro internazionale in corso e, se del caso, spingerà per un lavoro aggiuntivo per guidare lo sviluppo e l'attuazione di standard olistici, la cooperazione e il coordinamento e la condivisione delle informazioni. Per quanto riguarda le risorse digitali, la mia amministrazione cercherà di garantire che i nostri valori democratici fondamentali siano rispettati; i consumatori, gli investitori e le imprese sono tutelati; siano preservate un'adeguata connettività del sistema finanziario globale e l'interoperabilità della piattaforma e dell'architettura; e la sicurezza e la solidità del sistema finanziario globale e del sistema monetario internazionale sono mantenute.

(b) A sostegno della politica di cui alla sezione 8(a) del presente decreto:

(i) Entro 120 giorni dalla data del presente ordine, il Segretario del Tesoro, in consultazione con il Segretario di Stato, il Segretario al Commercio, l'Amministratore dell'Agenzia degli Stati Uniti per lo Sviluppo Internazionale e i capi di altre agenzie pertinenti , deve stabilire un quadro per l'impegno internazionale tra le agenzie con le controparti estere e nei consessi internazionali per, se del caso, adattare, aggiornare e migliorare l'adozione di principi e standard globali su come le risorse digitali vengono utilizzate e negoziate e per promuovere lo sviluppo delle risorse digitali e delle tecnologie CBDC coerente con i nostri valori e requisiti legali.  Questo quadro è coordinato attraverso il processo interagenzia descritto nella sezione 3 del presente ordine. Tale quadro comprende linee di intervento specifiche e prioritarie e messaggi coordinati; impegno tra agenzie e attività con partner stranieri, come assistenza straniera e sforzi di rafforzamento delle capacità e coordinamento della conformità globale; e gli sforzi dell'intero governo per promuovere i principi, gli standard e le migliori pratiche internazionali. Questo quadro dovrebbe riflettere la leadership in corso da parte del Segretario del Tesoro e delle autorità di regolamentazione finanziaria nei pertinenti organismi di standardizzazione finanziaria internazionale e dovrebbe aumentare l'impegno degli Stati Uniti sulle questioni relative alle risorse digitali negli organismi di standardizzazione tecnica e in altri forum internazionali per promuovere lo sviluppo di risorse digitali e tecnologie CBDC coerenti con i nostri valori.

(ii) Entro 1 anno dalla data di istituzione del quadro previsto dalla sezione 8(b)(i) del presente decreto, il Segretario del Tesoro, di concerto con il Segretario di Stato, il Segretario al Commercio, il Direttore dell'Ufficio per la gestione e il bilancio, l'amministratore dell'Agenzia degli Stati Uniti per lo sviluppo internazionale e i capi di altre agenzie pertinenti, a seconda dei casi, presentano una relazione al presidente sulle azioni prioritarie intraprese nell'ambito del quadro e sulla sua efficacia. Tale rapporto sarà coordinato attraverso il processo interagenzia descritto nella sezione 3 del presente decreto.

(iii) Entro 180 giorni dalla data del presente ordine, il Segretario al Commercio, in consultazione con il Segretario di Stato, il Segretario del Tesoro e i capi di altre agenzie competenti, stabilirà un quadro per migliorare la competitività economica degli Stati Uniti in e sfruttando le tecnologie delle risorse digitali. Questo quadro è coordinato attraverso il processo interagenzia descritto nella sezione 3 del presente ordine.

(iv) Entro 90 giorni dalla data di questa ordinanza, il Procuratore Generale, in consultazione con il Segretario di Stato, il Segretario del Tesoro e il Segretario per la Sicurezza Interna, presenterà una relazione al Presidente su come rafforzare cooperazione con le forze dell'ordine per rilevare, indagare e perseguire attività criminali legate alle risorse digitali.

Sez. 9. Definizioni. Ai fini del presente ordine:

(a) Il termine "blockchain" si riferisce a tecnologie di contabilità distribuita in cui i dati sono condivisi su una rete che crea un libro mastro digitale di transazioni o informazioni verificate tra i partecipanti alla rete e i dati sono generalmente collegati tramite crittografia per mantenere l'integrità del libro mastro ed eseguire altre funzioni, compreso il trasferimento di proprietà o di valore.

(b) Il termine "valuta digitale della banca centrale" o "CBDC" si riferisce a una forma di moneta digitale o valore monetario, denominata nell'unità di conto nazionale, che è una passività diretta della banca centrale.

(c) Il termine "criptovalute" si riferisce a un bene digitale, che può essere un mezzo di scambio, per il quale i record di generazione o proprietà sono supportati attraverso una tecnologia di contabilità distribuita che si basa sulla crittografia, come una blockchain.

(d) Il termine "risorse digitali" si riferisce a tutte le CBDC, indipendentemente dalla tecnologia utilizzata, e ad altre rappresentazioni di valore, attività e strumenti finanziari, o crediti che vengono utilizzati per effettuare pagamenti o investimenti, o per trasmettere o scambiare fondi o il loro equivalente, che sono emessi o rappresentati in forma digitale attraverso l'uso della tecnologia del registro distribuito. Ad esempio, le risorse digitali includono criptovalute, stablecoin e CBDC. Indipendentemente dall'etichetta utilizzata, un bene digitale può essere, tra le altre cose, un titolo, una merce, un derivato o un altro prodotto finanziario. Le risorse digitali possono essere scambiate attraverso piattaforme di scambio di risorse digitali, comprese piattaforme finanziarie centralizzate e decentralizzate, o tramite tecnologie peer-to-peer.

(e) Il termine "stablecoin" si riferisce a una categoria di criptovalute con meccanismi volti a mantenere un valore stabile, ad esempio agganciando il valore della moneta a una valuta, asset o pool di asset specifici o controllando algoritmicamente l'offerta in risposta alle variazioni della domanda al fine di stabilizzare il valore.

Sez. 10. Disposizioni generali. (a) Nulla in questo ordine può essere interpretato in modo da compromettere o influenzare in altro modo:

(i) l'autorità conferita dalla legge a un dipartimento o agenzia esecutiva, o al suo capo; o

(ii) le funzioni del Direttore dell'Ufficio Gestione e Bilancio relative a proposte di bilancio, amministrative o legislative.

(b) Il presente decreto sarà attuato in conformità con la legge applicabile e subordinatamente alla disponibilità di stanziamenti.

(c) Il presente ordine non ha lo scopo e non crea alcun diritto o beneficio, sostanziale o procedurale, applicabile per legge o in equità da parte di qualsiasi parte nei confronti degli Stati Uniti, dei suoi dipartimenti, agenzie o entità, dei suoi funzionari, dipendenti , o agenti o qualsiasi altra persona.

                             JOSEPH R. BIDEN JR.

LA CASA BIANCA,
9 Marzo 2022.

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

20 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

[…] Tratto da Technocracy News & Trends […]

[…] Quelle: Red Alert: con il nuovo EO, Biden sta studiando come terminare la valuta Fiat, implementare la moneta digitale […]

coronistan.blogspot.com

Oh! Il mio! Dio!

Tazza Diller

Scommetto che Biden non l'ha mai letto.
Sono felice di vedere che finalmente sei stato riconosciuto per i tuoi molti anni di indagine sulla tecnocrazia, Patrick. Dieci anni fa ho letto quello che hai scritto sulla tecnocrazia (non sul capitalismo, non sul comunismo) e ho detto Bingo!

Toni

Le valute digitali sono ciò che questi predatori psicopatici pedofili santanici VOGLIONO nascondere i loro spregevoli desideri demoniaci. Immaginario e irrintracciabile (non seguire più i soldi). Voglio conoscere tutti i nomi rivelati nel processo Ghislane Maxwell e voglio vedere i diari di volo di ogni proprietario di jet privato sulla Terra, in particolare quelli di Donald Trump, che ha interpretato il ruolo di "poliziotto buono" quando si tratta di traffico di esseri umani, ma è sotto il pieno controllo (è sempre stato) dei suoi gestori. Viene sostenuto come, e il pubblico viene preparato affinché sia ​​un salvatore. egli è... Per saperne di più »

Phil

Questo è terrificante

[…] Secondo l'Articolo I, Sezione 8, Clausola 5 della Costituzione degli Stati Uniti, al Congresso è specificamente concessa la responsabilità esclusiva di "coniare denaro, regolarne il valore e delle monete straniere e fissare lo standard di pesi e misure". Nessun problema per Biden, che governa con la penna. Fintech è il sistema finanziario prescelto per il mondo post-Great Reset, noto anche come tecnocrazia. Questo Ordine Esecutivo è pieno di sciocchezze globaliste/ONU: cambiamento climatico, energia, inclusione, ecc. Il risultato di questo studio, che è probabilmente già determinato, è di suggerire qualsiasi legislazione specifica da dare al Congresso; tuttavia, tocca solo il... Per saperne di più »

[…] Il nuovo EO di Biden interromperà la valuta fiat e implementerà la valuta fiat […]

[…] È interessante notare che, proprio mentre il dollaro statunitense sta fallendo a livello internazionale, Biden, come se fosse al momento giusto, emetta un ordine esecutivo la scorsa settimana chiedendo al procuratore generale Merrick Garland, al segretario al Tesoro Janet Yellen e al presidente della Fed Jerome Powell di mettere insieme un rapporto sulla creazione di una valuta digitale della banca centrale? […]

Anne

Un sacco di sciocchezze da Biden, tecnocrati, burocrati, tecnocrati, il forum economico globale, l'OMS, la maggior parte dei politici e il resto della folla di ripristino globale. I precedenti di questi demoni ibridi hanno già indicato che non importa nulla di ciò che è meglio per qualsiasi essere umano vivente sulla terra. Tutto ciò che possiamo sentire da questi truffatori sono bugie e propaganda sul salvataggio della democrazia, sulla protezione delle persone o sul miglioramento della salute umana, ecc. Nessuno di quei cosiddetti piani glamour migliorerà qualcosa per nessuno tranne se stessi. Per i suddetti diavoli che ho menzionato. Molti possono vedere che uno dei loro obiettivi finali è... Per saperne di più »

[…] È interessante notare che, proprio mentre il dollaro statunitense sta fallendo a livello internazionale, Biden, come se fosse al momento giusto, emetta un ordine esecutivo la scorsa settimana chiedendo al procuratore generale Merrick Garland, al segretario al Tesoro Janet Yellen e al presidente della Fed Jerome Powell di mettere insieme un relazione sulla creazione di una valuta digitale della banca centrale. […]

[…] È interessante notare che, proprio mentre il dollaro statunitense sta fallendo a livello internazionale, Biden, come se fosse al momento giusto, emetta un ordine esecutivo la scorsa settimana chiedendo al procuratore generale Merrick Garland, al segretario al Tesoro Janet Yellen e al presidente della Fed Jerome Powell di mettere insieme un relazione sulla creazione di una valuta digitale della banca centrale. […]

[…] È interessante notare che, proprio mentre il dollaro statunitense sta fallendo a livello internazionale, Biden, come se fosse al momento giusto, emetta un ordine esecutivo la scorsa settimana chiedendo al procuratore generale Merrick Garland, al segretario al Tesoro Janet Yellen e al presidente della Fed Jerome Powell di mettere insieme un relazione sulla creazione di una valuta digitale della banca centrale. […]

[…] È interessante notare che, proprio mentre il dollaro statunitense sta fallendo a livello internazionale, Biden, come se fosse al momento giusto, emetta un ordine esecutivo la scorsa settimana chiedendo al procuratore generale Merrick Garland, al segretario al Tesoro Janet Yellen e al presidente della Fed Jerome Powell di mettere insieme un relazione sulla creazione di una valuta digitale della banca centrale. […]

[…] Avviso rosso: con il nuovo EO, Biden sta indagando su come far cessare la valuta Fiat, implementare la moneta digitale ... Secondo l'articolo I, sezione 8, clausola 8 della costituzione degli Stati Uniti, al Congresso è specificamente concessa la responsabilità esclusiva "Per coniare denaro, regolamentare il valore della stessa, e di moneta straniera, e fissare lo standard dei pesi e delle misure”. Nessun problema per Biden, che governa con la penna. Fintech è il sistema finanziario prescelto per il mondo post-Great Reset, noto anche come tecnocrazia. […]

[…] Avviso rosso: con il nuovo EO, Biden sta indagando su come far cessare la valuta Fiat, implementare la moneta digitale ... Secondo l'articolo I, sezione 8, clausola 8 della costituzione degli Stati Uniti, al Congresso è specificamente concessa la responsabilità esclusiva "Per coniare denaro, regolamentare il valore della stessa, e di moneta straniera, e fissare lo standard dei pesi e delle misure”. Nessun problema per Biden, che governa con la penna. Fintech è il sistema finanziario prescelto per il mondo post-Great Reset, noto anche come tecnocrazia. […]

[…] Het is interessant dat net nu de Amerikaanse petro-dollar het internationaal laat afweten, Biden, als op het juiste moment, vorige week een uitvoerend bevel uitvaardigt waarin hij procureur-generale Merrick Garland, minister van Financiën Janet Yellen en Fed-voorzitter Jerome Powell offre un rapporto tra le stelle e la creazione di una banca centrale Valuta digitale. […]