Whistleblower: L'FMI ‚Äč‚Äčcomplotta per "provocare un evento creditizio in Grecia e destabilizzare l'Europa"

Board of Governors, IMF (Wikipedia)
Per favore, condividi questa storia!

Nota: leggi questo articolo con molta attenzione. L'obiettivo della tecnocrazia √® convertire il sistema economico globale a spese del capitalismo e della libera impresa, ei tecnocrati del FMI stanno facendo del loro meglio per realizzarlo. Stanno complottando per destabilizzare l'Europa facendo precipitare un "evento creditizio" in Grecia. Peter Sutherland, membro della Commissione europea trilaterale e inviato delle Nazioni Unite per la politica di immigrazione, ha affermato pi√Ļ volte che lo sviluppo sostenibile (tecnocrazia) non pu√≤ avere successo se non in una societ√† multiculturale. Quindi, l'Europa √® invasa da orde islamiche, portando rapidamente alla destabilizzazione. Ora il FMI sta eseguendo un movimento a tenaglia per finire l'Europa. Dire che questo √® un duro gioco politico sarebbe un eufemismo gigantes. 

Una delle preoccupazioni ricorrenti che coinvolgono le crisi economiche, finanziarie e sociali apparentemente perpetue dell'Europa, è che queste sono state azioni in gran parte predeterminate, "programmate" e deliberate.

Questo √® qualcosa che l'ex capo della Banca d'Inghilterra ammesso un mese fa quando Mervyn King ha detto che la depressione economica dell'Europa ‚Äú√® il risultato di scelte politiche‚Äú deliberate ‚ÄĚfatte dalle √©lite dell'UE. √ą anche ci√≤ che lo stratega di AIG Banque Bernard Connolly ha detto nel 2008 quando ha esposto "Cosa vuole l'Europa"

Per usare le questioni globali come scuse per estendere il suo potere:

  • problemi ambientali: aumentare il controllo sui paesi membri; anticipare l'idea di governance globale
  • terrorismo: utilizzare scuse per un maggiore controllo sulle questioni di polizia e giudiziarie; aumentare la portata della sorveglianza
  • crisi finanziaria globale: uccidere due volatili (libero mercato; economie anglosassoni) con una fava (regolatore europeo; tentativi di governance finanziaria globale)
  • EMU: creare una crisi per forzare l'introduzione del "governo economico europeo"

Questa mattina abbiamo avuto un'altra conferma di come le organizzazioni sovranazionali "pianificano" le crisi europee in anticipo per promuovere i loro obiettivi, quando Wikileaks pubblicato le trascrizione di una teleconferenza che ha avuto luogo il 19 marzo 2016 tra i due principali funzionari del FMI incaricati della gestione della crisi del debito greco - Poul Thomsen, il capo del dipartimento europeo del FMI, e Delia Velkouleskou, il capo della missione del FMI per la Grecia.

Pi√Ļ precisamente, i funzionari del FMI affermano che a minaccia di una catastrofe finanziaria imminente come afferma il Guardian, √® necessario costringere altri attori ad accettare le sue misure come il taglio delle pensioni greche e delle condizioni di lavoro, o come dice Bloomberg, "considerando un piano per provocare un evento creditizio in Grecia e destabilizzare l'Europa ".

Secondo la conversazione trapelata, il FMI - che ha spinto per uno scarto di garanzia del debito per la Grecia sin dal 3 agosto del 23 agosto scorso - ritiene che un evento di credito sia l'unica cosa che potrebbe innescare un accordo greco; si suggerisce che l '"evento" si svolga intorno al referendum sulla Brexit del XNUMX giugno.

Come notato da Bloomberg, la fuga mostra funzionari che collegano la questione greca con il referendum britannico che rischiano la destabilizzazione politica generale in Europa.

La trascrizione trapelata rivela come il FMI abbia intenzione di usare la Grecia come una pedina nei suoi negoziati in corso con il cancelliere tedesco al fine di ottenere la riduzione del debito greco desiderata contro la quale la Germania è stata esplicitamente contraria: nella fuga di notizie apprendiamo l'intenzione del FMI di minacciare il tedesco Il cancelliere Angela Merkel per costringerla ad accettare le richieste del FMI in un punto critico.

Dalla trascrizione:

THOMSEN: Beh, non lo so. Ma questo è ... io la penso diversamente. Cosa porterà tutto a un punto decisionale? In passato c'è stata solo una volta in cui il è stata presa una decisione e poi è stato quando stavano per esaurire seriamente i soldi e andare in default. Giusto?

VELKOULESKOU: Destra!

THOMSEN: E forse questo è ciò che accadrà di nuovo. In quel caso, si trascina fino a luglio, e chiaramente gli europei non avranno discussioni per un mese prima dei Brexit e così, a un certo punto vorranno prendersi una pausa e poi vorranno ricominciare dopo il referendum europeo.

VELKOULESKOU: Giusto.

THOMSEN: Questa √® una possibilit√†. Un'altra possibilit√† √® quella che pensavo sarebbe gi√† successo e sono sorpreso che non sia successo, √® che, a causa della situazione dei rifugiati, prendono una decisione... che vogliono arrivare a una conclusione. Ok? E i tedeschi sollevano la questione della gestione ... e in fondo noi in quel momento diciamo "Guarda, signora Merkel, devi affrontare una domanda, devi pensare a cosa √® pi√Ļ costoso: andare avanti senza il FMI, direbbe il Bundestag "Il FMI non √® a bordo"? o per scegliere la cancellazione del debito di cui pensiamo che la Grecia abbia bisogno per tenerci a bordo? " Destra? Questo √® davvero il problema.

* * *

VELKOULESKOU: Sono d'accordo che abbiamo bisogno di un evento, ma non so cosa sarà. Ma penso che Dijsselbloem stia cercando di non generare un evento, ma di avviare in qualche modo questa discussione sul debito, che essenzialmente riguarda il fatto che siamo a bordo o meno alla fine della giornata.

THOMSEN: Sì, ma sai, quella discussione sulle misure e la discussione sul debito possono andare avanti all'infinito, fino a quando alcuni ... fino a quando non raggiungeranno il pagamento di luglio o fino a quando i leader non decideranno che dobbiamo raggiungere un accordo. Ma non c'è nulla che altrimenti costringerà a scendere a compromessi. Giusto? Andrà avanti per sempre.

Leggi la storia completa qui ...

 

Sottoscrivi
Notifica
ospite

2 Commenti
il pi√Ļ vecchio
Nuovi Arrivi I pi√Ļ votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti