Wesley J. Smith: L'architetto Obamacare Ezekiel Emanuel sta spingendo per la tecnocrazia medica permanente

Ezechiele Emanuel
Per favore, condividi questa storia!
Questo è un articolo DA LEGGERE. Il tecnocrate medico Ezekiel Emanuel, fratello dell'hacker politico Rahm Emanuel, ha detto notoriamente che spera di morire all'età di 75 anni. Attualmente 64 anni, gli rimangono 11 anni. Ora sta sostenendo una tecnocrazia medica permanente aggregando tutte le malattie respiratorie in un'unica statistica in modo che il governo possa dichiarare emergenze sanitarie perpetue.

Mentre la maggior parte riderebbe Emanuel fuori dalla stanza, sarebbe sciocco perché è incredibilmente influente. In particolare, è stato il principale artefice dell'Obamacare, la legislazione sanitaria più disastrosa della storia. Attualmente è Vice Provost for Global Initiatives presso l'Università della Pennsylvania e siede nel comitato consultivo COVID-19 di Biden. È anche senior fellow presso il radicale Center for American Progress presieduto dalla superstar della Commissione Trilaterale John Podesta. ⁃ Editore TN

Prima o poi il COVID svanirà e probabilmente diventerà endemico, cioè parte della vita, come l'influenza. E con ciò, il potere ritrovato dei tecnocrati della salute pubblica svanirebbe.

Loro lo sanno e non li rende felici. Quindi, l'advocacy ha iniziato a stabilire una "nuova normalità" - cavolo, odio quel termine - che non riporterebbe la società semplicemente a uno stato di accettazione delle malattie respiratorie come parte della vita, ma piuttosto ci manterrebbe continuamente ossessionati dalla presenza e prevenzione delle malattie.

A tal fine, il bioeticista Ezekiel Emanuel e due coautori hanno scritto tre colonne di advocacy nel Journal of the American Medical Association. Lo spazio non consente un resoconto completo. Ma sono gratuiti, quindi tutti i lettori possono accedervi premendo i collegamenti forniti.

In primo luogo, accettano che l'attuale politica di "no COVID" non può essere realizzata. Vero.

Quindi, sostengono che la nostra risposta al COVID che diventa endemico dovrebbe essere il trattamento tutti i disturbi respiratori come una cosa aggregando statistiche. A partire dal, “Una strategia nazionale per la 'Nuova Normalità” della vita con Covid” (corsivo mio):

La "nuova normalità" richiede il riconoscimento di SARS-CoV-2 è solo uno dei numerosi virus respiratori circolanti che includono influenza, virus respiratorio sinciziale (RSV) e altro ancora. Il COVID-19 deve ora essere considerato tra i rischi posti da tutte le malattie virali respiratorie messe insieme. Molte delle misure per ridurre la trasmissione di SARS-CoV-2 (ad es. la ventilazione) ridurranno anche la trasmissione di altri virus respiratori. Pertanto, i responsabili politici dovrebbero ritirare le precedenti categorizzazioni di salute pubblica, compresi i decessi per polmonite e influenza o polmonite, influenza e COVID-19, e concentrarsi su una nuova categoria: il rischio aggregato di tutte le infezioni da virus respiratorio.

Il punto, ovviamente, sarebbe quello mantenere la società terrorizzata. Perché se i funzionari della sanità pubblica annunciassero continuamente statistiche aggregate sulle malattie respiratorie che combinano tutti i "casi" di influenza, polmonite e altre malattie respiratorie - insieme ai ricoveri e ai decessi che causano - il nostro isterismo mediatico ci manterrebbe in uno stato di costante paura verso il potenziamento i nostri tecnocrati della salute pubblica impongono ripetute misure di "emergenza" per "tenerci al sicuro".

E pensa solo a cosa farebbero i sindacati degli insegnanti con quello! I nostri poveri bambini.

Pensi che io sia paranoico? Gli autori ammettono lo scopo:

Anche se l'influenza stagionale, l'RSV e altri virus respiratori circolanti prima di SARS-CoV-2 erano dannosi, gli Stati Uniti non li hanno considerati una minaccia sufficiente per imporre misure di emergenza in oltre un secolo. Le persone hanno convissuto normalmente con le minacce di questi virus, anche se si sarebbe potuto fare di più per ridurre i rischi.

Non possiamo averlo!

Gli autori vogliono che venga stabilita una "soglia della settimana di punta", basata sulle statistiche precedente al COVID che sarebbe inferiore a quello attuale, ciò consentirebbe ai funzionari della sanità pubblica di entrare in funzione:

Questa soglia di rischio della settimana di picco serve almeno 2 funzioni fondamentali. Questa soglia di rischio attiva raccomandazioni politiche per attuazione di emergenza di mitigazione e altre misure. Inoltre, i sistemi sanitari potrebbero fare affidamento su questa soglia per pianificare i posti letto e la capacità della forza lavoro di cui hanno bisogno normalmente e quando istituire misure di emergenza.

Capito quello che intendo?

Gli autori userebbero quindi la paura generata per forzare investimenti massicci nelle infrastrutture della salute pubblica e l'aumento della burocrazia. Il risultato finale sarebbe una tecnocrazia sanitaria senza fine.

La seconda colonna illustra ulteriormente il punto precedente. A partire dal, "Una strategia nazionale per COVID-19: Strategie di test, sorveglianza e mitigazione:”

Come l'influenza, SARS-CoV-2 si diffonde tramite aerosol. Strategie consolidate di mitigazione della salute pubblica possono ridurre i rischi e le complicazioni delle infezioni respiratorie virali, incluso SARS-CoV-2. Dovrebbero essere implementate strategie di mitigazione, compresi i nuovi standard applicabili dell'amministrazione per la sicurezza e la salute sul lavoro, in particolare che richiedono mascheramento, distanziamento e ventilazione sul posto di lavoro.

Nella terza colonna, gli autori supportano i mandati dei vaccini draconiani. A partire dal, "Una strategia nazionale per le contromisure COVID-19: "

Il governo dovrebbe accelerare gli sforzi per sviluppare un vaccino contro il coronavirus universale per proteggere dai coronavirus noti, incluso SARS-CoV-2. Un vaccino più ampiamente protettivo consentirebbe al mondo di limitare gli effetti delle varianti emergenti e di reagire agilmente ai nuovi coronavirus che potrebbero emergere in futuro. Potrebbero esserci dei compromessi tra una maggiore ampiezza della protezione contro malattie gravi e una ridotta efficacia contro le infezioni...

Per facilitare la verifica dello stato vaccinale e tracciare meglio le infezioni postvaccinali, ci deve essere una piattaforma di certificazione del vaccino elettronico. Fare affidamento su carte di carta falsificabili è inaccettabile nel 21° secolo. Gli attuali sistemi informativi di immunizzazione dello stato sono incompleti, frammentati e non interoperabili, ostacolando gli sforzi nazionali per controllare il virus. È necessaria una piattaforma nazionale di certificazione del vaccino elettronico, come la SMART Health Card, che garantisca l'interoperabilità tra stati e paesi, salvaguarda la privacy individuale e si basa su una tecnologia open source pubblicamente disponibile per la verifica per aiutare a soddisfare eventuali preoccupazioni sulla sorveglianza del governo.

Sebbene controverso, questo non è senza precedenti. I database statali e nazionali sono utilizzati per altre informazioni, comprese le patenti di guida, la previdenza sociale, la registrazione degli elettori e scopi sanitari specifici, come la donazione di organi.

Linee guida rigorose proteggeranno dagli abusi! Dato ciò che hanno scritto sull'aggregare tutte le malattie respiratorie come un pericolo, la loro prescrizione non sarebbe limitata al COVID.

Ancora una volta, non credermi sulla parola:

Sono stati compiuti enormi progressi nella creazione rapida di nuovi vaccini e terapie contro il COVID-19. Tuttavia, questi sforzi sono stati insufficienti per raggiungere una "nuova normalità", in cui il rischio combinato di tutte le malattie respiratorie virali, incluso COVID-19, non supera il rischio durante gli anni pre-COVID-19. Gli Stati Uniti hanno bisogno di investimenti in vaccini specifici per le varianti, meccanismi alternativi di somministrazione dei vaccini e ricerca sulle strategie di vaccinazione ottimali. Avere vaccini efficaci è di reale valore per ridurre la diffusione di COVID-19 e malattie gravi, ma i loro benefici saranno limitati senza una copertura quasi universale.

Nessuno si oppone alla tenuta delle statistiche, al monitoraggio adeguato delle malattie, allo sviluppo di nuovi vaccini e terapie, al miglioramento della ventilazione nelle scuole e nei luoghi di lavoro e alla creazione di un maggiore accesso a test e mascherine efficaci per coloro che le desiderano.

Ma questi autori cercano un gioco molto più grande di quello. Stanno aprendo la strada all'imposizione di una tecnocrazia di salute pubblica alla società che utilizzerebbe continue dichiarazioni di emergenza - basate su statistiche aggregate sulle malattie respiratorie della settimana di punta - per limitare la libertà personale in nome della prevenzione delle malattie.

Diavolo no, non andremo.

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite
14 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Rachel

Molte persone saranno felici di abbracciare questo incubo a giudicare dal modo in cui si sono comportate negli ultimi due anni.
Ho smesso di comunicare con la maggior parte. Mi vedono come un portatore di peste ambulante perché la loro TV glielo ha detto.
Li vedo come pupazzi senza cervello, senza cuore e senza anima delle forze del male. Per non dire senza volto.
La formazione di massa è una scelta.

Ultima modifica 17 giorni fa di Rachel
Howard

Quando le persone smettono di credere in Dio, non credono in niente; credono in qualsiasi cosa. Gli ipnotizzati sono persone che non hanno alcun significato nelle loro vite e guardano alla scienza, ai funzionari e agli esperti come loro messia sostitutivi. È essenzialmente idolatria. C'era una ragione per il piano secolare comunista/globalista di rimuovere Dio dalla società, ed è proprio questo.

Roberta

Grazie per aver pubblicato l'articolo di Smith. Per favore, posta più della sua roba. In effetti, i suoi libri sono qualcosa che potresti pubblicizzare qui. Aumentano la consapevolezza dell'eugenetica.

Mulder

Ci sono due tipi di persone nel mondo: quelli che hanno una coscienza e quelli che non l'hanno. Quelli che non hanno tutte le leve del potere e quelli che ce l'hanno se ne stanno seduti in silenzio, spaventati dalla propria ombra. Avete tutti bisogno di una sana dose di CORAGGIO. Ti piace essere maltrattato? Siete tutti masochisti?

Manuela Alexandrescu

La tecnocrazia medica permanente è già qui. Hanno già aggregato tutte le malattie respiratorie sotto l'ombrello del Covid… almeno in Romania, dove vivo… :-(

[…] > L'architetto di Obamacare Ezekiel Emanuel sta spingendo per la tecnocrazia medica permanente: questo è un articolo DA LEGGERE. Il tecnocrate medico Ezekiel Emanuel, fratello dell'hacker politico Rahm Emanuel, ha detto notoriamente che spera di morire all'età di 75 anni. Attualmente 64 anni, gli restano 11 anni. Ora sta sostenendo una tecnocrazia medica permanente aggregando tutte le malattie respiratorie in un'unica statistica in modo che il governo possa dichiarare emergenze sanitarie perpetue. Mentre la maggior parte riderebbe Emanuel fuori dalla stanza, sarebbe sciocco perché è incredibilmente influente. In particolare, è stato il principale artefice dell'Obamacare, la legislazione sanitaria più disastrosa... Per saperne di più »

[…] Leggi di più: l'ultrasionista Ezekiel Emanuel sta spingendo per la tecnocrazia medica permanente […]

[…] Leggi di più: l'ultrasionista Ezekiel Emanuel sta spingendo per la tecnocrazia medica permanente […]

Andy

“Anche se le persone hanno convissuto normalmente con le minacce di questi virus si sarebbe potuto fare di più per ridurre i rischi”.

Ad esempio, migliora il tuo sistema immunitario con la vitamina D3 (preferibilmente dall'esposizione al sole). Quercetina zinco vitamina C. Per quanto riguarda il Covid-19: Ivermectina Hidrossiclorochina e soprattutto CDS (soluzione di biossido di cloro). Ho usato CDS per curare il mio cancro alla prostata in stadio 4 in novanta giorni. Lo uso per la disintossicazione e per il regolare mantenimento della salute. È anche molto efficace nel trattamento del Covid-19.

allevatore

Il CDS ha curato anche me Andy, e quello che dici è vero. Essere coerenti è la chiave e funziona anche con tanti altri aspetti della vita. Buffo come i ppl ti rifiutino persino di aiutarli su come sistemarsi da soli... facilmente!... vabbè. Questo dimostra solo che l'implementazione di una maggiore tecnocrazia sanitaria da parte dei tipi eugenisti/emanuel è la stessa cosa che dire "ruberemo l'istruzione a tutti voi e dovete fare come diciamo. Rimarrai stupido... e malato. Questo è il loro grande piano geniale. lol Buon lavoro nel prenderti cura di te Andy. Permettere... Per saperne di più »

[…] Wesley J. Smith: L'architetto Obamacare Ezekiel Emanuel sta spingendo per la tecnocrazia medica permanente […]

allevatore

Grazie Patrick per aver segnalato questa lettura.
È molto rivelatore. Questi pazzi sono tutt'altro che finiti.

[…] Wesley J. Smith: L'architetto Obamacare Ezekiel Emanuel sta spingendo per la tecnocrazia medica permanente (tecnocrazia) […]