WEF: l'ascesa delle valute digitali della banca centrale in cinque anni

Per favore, condividi questa storia!
Per rendere le CBDC come una stablecoin, la BRI probabilmente implementerà un sistema di paniere globale come i diritti speciali di prelievo, in cui tutte le valute digitali sono intercambiabili. Questo è simile al concetto di Bancor di John Maynard Keynes, che consentiva un trasferimento unidirezionale di oro in Bancors ma non il contrario. ⁃ Editore TN

C'è stata una lunga lista di rivelazioni emerse dal recente incontro del World Economic Forum di Davos, ma una questione che potrebbe essere passata sotto il radar dei media riguarda i commenti del CEO di Mastercard Michael Miebach durante una discussione sul futuro dei pagamenti transfrontalieri tra nazioni.

Miebach, partecipando a un panel sulle valute digitali della banca centrale al WEF e ospitato dal Global Blockchain Business Council, è stato uno dei pochi partecipanti disposto a suggerire che il sistema SWIFT, a lungo dominato dagli interessi occidentali, potrebbe essere reso obsoleto insieme alla proliferazione delle valute digitali tra le banche centrali.

Inizialmente liquidata come "teoria della cospirazione" solo pochi anni fa dai media, i sussurri di CBDC sono improvvisamente diventati mainstream e le tecnologie blockchain sono diventate al centro della scena a Davos nel 2022. La Federal Reserve ha persino avviato discussioni pubbliche attive per valutare il caso per prodotti in valuta digitale al dettaglio.

Pochi a Davos erano disposti ad ammettere l'esito suggerito dal CEO di Mastercard, sostenendo che SWIFT avrebbe continuato la sua prevalenza per decenni. Eppure, quasi tutte le principali banche centrali del mondo stanno ora perseguendo un programma di valuta digitale e il FMI ha espresso in modo estremamente esplicito la necessità di un sistema globale di valuta digitale nel prossimo futuro per fornire "stabilità" di fronte alla crisi inflazionistica nazionale eventi.

Solo nell'ultimo anno abbiamo assistito a una tendenza allo sviluppo tra i partner commerciali orientali che eludono le sanzioni NATO sulla scia della guerra in Ucraina. Dopo essere stato bloccato dall'accesso alla rete di trasferimento SWIFT, che consente ai governi e alle banche centrali di scambiare dati in modo rapido e accurato e trasferire ingenti somme di capitale, la Russia e i suoi alleati stanno cercando opzioni alternative. Il Cremlino ha parlato spesso dell'utilizzo di criptovalute e valute digitali per aggirare le restrizioni e la Cina sta attualmente creando prodotti digitali per aggirare SWIFT e il sistema di liquidazione CHIPS (Clearing House Interbank Payment System).

Sembrerebbe che le sanzioni occidentali stiano solo accelerando un allontanamento globale dalle strutture denominate in dollari, ma ovviamente questo potrebbe essere esattamente ciò che vogliono istituzioni globali come il WEF e il FMI. Con una serie di nuovi CBDC in gioco, le fluttuazioni dei prezzi potrebbero essere irregolari come lo sono state con Bitcoin e altre criptovalute. Ciò significa che il potere d'acquisto sarebbe troppo imprevedibile per il consumatore medio. Ciò pone le basi per gruppi come FMI e WEF per "salvare la situazione" istituendo un sistema di paniere globale, probabilmente nell'ambito del paniere DSP (Diritti Speciali di Prelievo), in nome dell'omogeneizzazione e della stabilizzazione di vari mercati CBDC in un'unica entità centralizzata .

Leggi la storia completa qui ...

Informazioni sull'editor

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

1 Commento
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

[…] WEF: l'ascesa delle valute digitali della banca centrale in cinque anni […]