I siti Web si stanno ora rivolgendo alle impronte digitali audio per seguirti

Per favore, condividi questa storia!

Nota: si scopre che si può essere identificati anche senza il proprio indirizzo IP o MAC del computer, perché ogni configurazione di computer e browser ha un segnale audio univoco che può essere calcolato da remoto. Questo è in qualche modo analogo alla tecnologia dei contatori intelligenti che può dedurre quali dispositivi hai in casa semplicemente leggendo le loro firme di consumo elettrico. Indiscutibilmente, la comunità dell'intelligence sta già utilizzando questa tecnologia per identificare le persone ovunque.

 Una nuova ricerca sulle tecniche di tracciamento web ha trovato alcuni siti Web che utilizzano le impronte digitali audio per identificare e monitorare gli utenti web.

Durante una scansione di un milione di siti Web, i ricercatori dell'Università di Princeton hanno scoperto che alcuni di essi utilizzano l'API AudioContext per identificare un segnale audio che rivela una combinazione unica di browser e dispositivo.

"I segnali audio elaborati su macchine o browser diversi possono presentare lievi differenze dovute a differenze hardware o software tra le macchine, mentre la stessa combinazione di macchina e browser produrrà lo stesso output", spiegano i ricercatori.

Il metodo non richiede l'accesso al microfono di un dispositivo, ma si basa piuttosto sul modo in cui viene elaborato un segnale. I ricercatori, Arvind Narayanan e Steven Englehardt,

hanno pubblicato a pagina di prova per dimostrare l'aspetto dell'impronta digitale audio del tuo browser.

“L'utilizzo dell'API AudioContext per l'impronta digitale non raccoglie il suono riprodotto o registrato dalla macchina. Un'impronta digitale AudioContext è una proprietà dello stack audio della tua macchina ", notano sulla pagina di test.

La tecnica non è ampiamente adottata ma si unisce a una serie di altri approcci che possono essere utilizzati insieme per monitorare gli utenti mentre navigano sul Web.

Ad esempio, uno script che hanno trovato combinava l'attuale livello di carica di un dispositivo, un'impronta digitale del carattere canvas e un indirizzo IP locale derivato da WebRTC, il framework per le comunicazioni in tempo reale tra due browser.

I ricercatori trovato 715 dei primi un milione di siti Web utilizza WebRTC per scoprire l'indirizzo IP locale degli utenti. La maggior parte di questi sono tracker di terze parti.

Nel frattempo, le impronte digitali di Canvass sono state trovate su siti 14,371 con script caricati da domini diversi di 400. I ricercatori hanno analizzato le impronte digitali di tela in 2014 e da allora hanno notato tre cambiamenti.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti