Virus geneticamente modificato per uccidere le cellule tumorali

Wikipedia Commons
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
In apparenza, si tratta di una svolta nella salute che potrebbe potenzialmente salvare centinaia di migliaia di vittime del cancro. Tuttavia, la tecnologia ha applicazioni molto pericolose nelle mani sbagliate. ⁃ Editor TN

Gli scienziati britannici hanno sviluppato un virus geneticamente modificato che uccide le cellule tumorali e distrugge i loro nascondigli.

Prende di mira sia le cellule tumorali sia le cellule sane indotte a proteggere il cancro dal sistema immunitario.

I fibroblasti, il tipo più comune di cellula nei tessuti connettivi, sono vitali nel processo di guarigione del corpo, ma possono essere dirottati da fibroblasti o CAF associati al cancro.

Questi poi aiutano i tumori a crescere, diffondersi ed eludere la terapia.

Attualmente, qualsiasi terapia che uccida le cellule di fibroblasti "ingannati" può anche uccidere i fibroblasti sani in tutto il corpo - ad esempio nel midollo osseo e nella pelle - causando malattie durante il trattamento.

Utilizzando un virus chiamato enadenotucirev, già utilizzato negli studi clinici come trattamento del cancro, gli esperti sono stati in grado di programmare il virus per attaccare solo le cellule cancerose.

Il virus utilizza una proteina per legare le cellule cancerose alle cellule immunitarie per distruggere la malattia.

Queste cellule immunitarie normalmente non riescono a trovare cellule cancerose malsane perché nascoste dai CAF.

L'autore principale, il dott. Kerry Fisher, del Dipartimento di Oncologia dell'Università, ha dichiarato: “Anche quando la maggior parte delle cellule tumorali in un carcinoma viene uccisa, i fibroblasti possono proteggere le cellule tumorali residue e aiutarle a recuperare e prosperare.

“Fino ad ora, non c'era modo di uccidere sia le cellule tumorali sia i fibroblasti proteggendoli allo stesso tempo, senza danneggiare il resto del corpo.

"La nostra nuova tecnica per colpire contemporaneamente i fibroblasti mentre uccide le cellule cancerose con il virus potrebbe essere un passo importante verso la riduzione della soppressione del sistema immunitario all'interno dei carcinomi e dovrebbe dare il via al normale processo immunitario.

"Questi virus sono già in fase di sperimentazione nelle persone, quindi speriamo che il nostro virus modificato si muoverà verso gli studi clinici già dal prossimo anno per scoprire se è sicuro ed efficace nelle persone con cancro".

Il virus è stato testato con successo su cellule di tessuto umano da malati di cancro e tumori alla prostata, senza causare risposte immunitarie anormali che di solito fanno ammalare le persone durante i trattamenti contro il cancro come la chemioterapia.

Lo studio, finanziato dal Medical Research Council (MRC) e Cancer Research UK, è stato pubblicato sulla rivista Cancer Research.

La dott.ssa Nathan Richardson, responsabile della medicina molecolare e cellulare dell'MRC, ha dichiarato: “Questo innovativo sistema di rilascio virale, che si rivolge sia al cancro che ai tessuti protettivi circostanti, potrebbe migliorare i risultati per i pazienti i cui tumori sono resistenti agli attuali trattamenti.

"Ulteriori studi clinici saranno cruciali per determinare che la stimolazione del sistema immunitario del paziente non produce conseguenze indesiderate".

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


Sottoscrivi
Notifica
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti