Utopia? Il 75% dei giovani vuole sfuggire all '"inferno" sudcoreano

Fuga all'infernoWikipedia Commons, Laurie Nevay
Per favore, condividi questa storia!
L'esito sociale della tecnocrazia in Corea del Sud è abbastanza chiaro ei giovani suonano: "Fuga dall'inferno". Sono altamente istruiti ma sempre più limitati nelle opzioni di vita. ⁃ TN Editor

Da lontano, i sudcoreani potrebbero sembrare benedetti tra gli asiatici orientali.

Cittadini di una democrazia prospera che ha dato vita a una storia di successo nazionale da eroe a zero, marchi aziendali da tutto il mondo, un'infrastruttura futuristica e lo sfarzoso universo K-pop che è amato in tutta la regione, vantano sguardi, stili di vita e qualità invidiabile vita.

Da vicino, le cose sembrano diverse. Secondo un recente sondaggio condotto su 5,000 persone, il 75% dei nativi di 19-34 anni nel mondo 11th la nazione più ricca vuole uscire.

La scoperta di shock, riportato sul famoso quotidiano Hankyoreh il 29 dicembre, è stato rivelato al 119 ° Forum sulla politica per l'uguaglianza di genere della Korea Women's Development Institute, in una presentazione intitolata "Diagnosi dei conflitti di genere dal punto di vista della gioventù e risposte politiche suggerite per uno stato inclusivo: un'analisi di genere delle percezioni dell'equità".

L'indagine ha rilevato che il 79.1% delle giovani donne e il 72.1% dei giovani vogliono lasciare la Corea, che l'83.1% delle giovani donne e il 78.4% dei giovani considerano la Corea "un inferno" e che il 29.8% delle giovani donne e il 34.1% dei giovani si considerano "perdenti".

Al di là delle differenze di genere, l'indagine suggerisce un'enorme insoddisfazione popolare per la vita locale.

Ma richiede che l'élite di Seoul si sieda e mediti seriamente sul sogno coreano? O riflette semplicemente il discorso superficiale tra i giovani che vivono una vita dignitosa e non hanno alcuna reale intenzione di andarsene?

"Hell Joseon"

Negli ultimi anni un giovane slogan è diventato attuale tra i giovani coreani per descrivere il loro paese: "Hell Joseon" - "Joseon" è il nome di un regno coreano morto da lungo tempo. Quella frase è sostituita da un nuovo termine, "Tal-Jo" - un pormanteau comprendente "congedo" e "Joseon", che, volutamente, potrebbe essere meglio tradotto come "Escape Hell".

"Per scherzo, chiamiamo la Corea" Hell Joseon ", ma esiste un altro termine chiamato" Tal-Jo "che oggi usiamo molto più di" Hell Joseon "," Park Ji-na, un studente universitario di Seoul di 20 anni, detto ad Asia Times. "Io e i miei amici lo usiamo solo in una conversazione come scherzo, ma se avessi una buona opportunità di andare all'estero e lavorare, lo farei."

Alcuni dicono che è tutt'altro che unico in Corea. "Penso che ci sia una crisi della classe media in tutti i paesi ricchi", ha detto ad Asia Times Pae Hee-kyung, che gestisce un istituto di istruzione vicino a Seoul.

In tutto il mondo sviluppato, postindustriale, le classi medie sono sottoposte ad assedio a causa del calo del tenore di vita, dell'evaporazione delle opportunità e della crescente disparità di ricchezza. Queste tendenze sono sorte sullo sfondo di un mondo in via di globalizzazione che distribuisce capitali e posti di lavoro lontano dai consueti centri di investimento, produzione e prosperità correlate.

Alcuni esperti sostengono che questi problemi spiegano la Brexit nel Regno Unito, l'elezione di Donald Trump negli Stati Uniti e le proteste dei giovani di Hong Kong.

I sudcoreani sono diversi?

Per la Corea, il passaggio dalla povertà alla prosperità e l'ascesa della borghesia è stato incredibilmente veloce: il paese si è trasformato da un arretrato agricolo poco noto a una potenza industriale globale in soli tre decenni. Mentre i coreani dalla metà degli anni '1960 alla metà degli anni '1990 potevano prevedere posti di lavoro dignitosi e un aumento degli standard di vita con l'aumento dei tassi di crescita, non è più così.

“Qui, se guardi alla generazione di tuo padre, avevano meno in termini materiali ma speravano che, ogni anno, sarebbero stati pagati di più, che avrebbero potuto comprare un appartamento e che il prezzo sarebbe salito e si sarebbero sentiti un senso di successo e ricchezza ", Daniel Tudor, autore di Corea: il paese impossibile, ha detto ad Asia Times.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

3 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
sto solo dicendo

Secondo il wiki il 56.9 percento non crede in Dio, ma nel 2012 il 52 percento lo ha fatto. Anche la pretesa del cristianesimo è al 19.7, e il più grande è protestante, principalmente presbiteriano (calvinista), che è il più grande. La mega chiesa più grande è Yoido Full Gospel Church fondata da Yongicho con il vanto di circa 1 milione. Guidato da un falso apostolo, condannato per appropriazione indebita di 12 milioni e per evasione fiscale. Eppure la chiesa è ancora popolare soprattutto tra i giovani. Quindi ora abbiamo il 52 percento che non crede in Dio, e una grande chiesa apostata e il resto... Per saperne di più »

JCLincoln

Ho studiato il caso contro David Yongi Cho. Ho concluso che è vittima di decisioni sbagliate da parte delle persone sotto di lui. Ha scoperto la cattiva gestione delle finanze quando è stato accusato. E sebbene la sua chiesa sia prospera, è anche molto caritatevole. Decise di non difendersi nemmeno nel caso contro di lui… .. hmm, proprio come quando Gesù fu accusato. Ha semplicemente preso la persecuzione. Tu, d'altra parte, dovresti considerare più attentamente tutte le circostanze prima di dare il tuo giudizio finale. Sembra che tu lo abbia già condannato, non importa quale sia... Per saperne di più »

sto solo dicendo

IC Lincoln, mi hai accusato di qualcosa che non è vero. Sta dicendo che la polizia, gli investigatori, gli avvocati, i giudici hanno mentito sulla colpevolezza di Yonggi Cho? L'ho ascoltato 'predicare' e non l'ho mai visto aprire la Bibbia e leggerla parola per parola e dire 'apri il libro di tal dei tali' e leggiamola. Nessun corpo sembrava avere nemmeno la Bibbia con sé. Cosa stanno imparando queste persone sotto di lui? Dottrine degli uomini. È un falso insegnante.