L'organizzazione geospaziale delle Nazioni Unite si allinea con l'agenda 2030 per forzare lo sviluppo sostenibile

ONU GGIMFoto: Nazioni Unite GGIM
Per favore, condividi questa storia!

L'intelligenza geospaziale è il monitoraggio di ogni cosa in movimento in una società, comprese le persone e Internet of Everything. L'UN-GGIM sta collaborando per applicare l'Agenda 2030 è progettato per creare Tecnocrazia, e presto. Si noti la citazione dell'articolo: "La Cina ha aggiunto che tutti i governi dovrebbero fare delle informazioni geospaziali la principale fonte di dati per lo sviluppo sociale ed economico".  Editor TN

Il comitato di esperti delle Nazioni Unite sulla gestione delle informazioni geospaziali globali (UN-GGIM) ha discusso dell'attuazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS) durante la sua settima sessione. Gli alti funzionari e dirigenti delle autorità nazionali di informazione geospaziale e delle autorità statistiche degli Stati membri e gli esperti geospaziali internazionali di tutto il mondo hanno accolto con favore l'allineamento del quadro strategico di GGIM con l'agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e hanno discusso dei modi per sostenere l'allineamento.

All'apertura delle osservazioni alla settima sessione di GGIM, Liu Zhenmin, sottosegretario generale alle Nazioni Unite per gli affari economici e sociali, ha osservato che l'agenda del Comitato comprende punti che sono "strettamente allineati" alle esigenze dell'agenda 2030 e degli SDG 17. Ha osservato che la natura ampia e integrata dell'agenda 2030 richiede modi innovativi per affrontare le sfide dello sviluppo e ha sottolineato che i modi in cui i paesi raccolgono, elaborano e gestiscono i dati devono subire una rivoluzione simile, per garantire il monitoraggio e la base di prove processo decisionale per gli SDG.

Zhenmin ha spiegato che ciò richiede sforzi coordinati a livello globale, regionale e nazionale per rafforzare la gestione delle informazioni geospaziali dei paesi e garantire la coerenza dei paesi in termini di statistiche, informazioni geospaziali, osservazione della terra, ambiente e big data. Ha aggiunto che, attraverso lo sviluppo di norme, standard, guide e sviluppo di capacità per la gestione geospaziale, GGIM può contribuire alla creazione di un nuovo ecosistema di dati per lo sviluppo sostenibile, poiché i sistemi di informazione integrati garantiranno che tutti i paesi saranno in grado di misurare e monitorare lo stato delle persone e del pianeta, informando tempestivamente le decisioni di cittadini e governi.

Il Messico ha espresso preoccupazione per la mobilitazione delle risorse di bilancio e extra-budget per l'attuazione del quadro strategico GGIM proposto e la possibile espansione relativa all'agenda 2030. Il Belgio ha suggerito di utilizzare le associazioni e le strutture organizzative esistenti per attuare il quadro.

GGIM Europe ha accolto con favore il quadro proposto e ha osservato che sta esplorando i modi in cui può collaborare con la Commissione economica per l'Europa delle Nazioni Unite (UNECE) per la sua attuazione. Il Giappone e la Spagna hanno raccomandato la collaborazione tra i comitati regionali GGIM e le Commissioni regionali delle Nazioni Unite sullo sviluppo di capacità per i paesi in via di sviluppo per attuare il quadro. Anche la Commissione economica delle Nazioni Unite per l'Africa (UNECA) e la Commissione economica delle Nazioni Unite per l'America Latina e i Caraibi (ECLAC) hanno invitato le collaborazioni con i comitati regionali GGIM.

La Cina, il Giappone e Singapore hanno sottolineato la necessità di dare priorità allo sviluppo di capacità sulle informazioni geospaziali per i paesi in via di sviluppo nel lavoro del Comitato. La Cina ha aggiunto che tutti i governi dovrebbero rendere le informazioni geospaziali la principale fonte di dati per lo sviluppo sociale ed economico.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti