Il capo delle Nazioni Unite elogia gli Emirati Arabi Uniti per il lancio dell'organizzazione mondiale per l'economia verde

Per favore, condividi questa storia!

Gli stati arabi hanno uno stretto legame con la tecnocrazia e la Green Economy delle Nazioni Unite. Dubai, Emirati Arabi Uniti, Arabia Saudita e persino l'Iran sono entusiasti partecipanti. La connessione non è ovvia per la mente occidentale, ma l'Islam è molto "verde" e il Corano attribuisce il 12 per cento del suo testo a questioni verdi.  Editor TN

Ban Ki-moon, segretario generale delle Nazioni Unite, ha elogiato gli Emirati Arabi Uniti per essere stato il primo membro ad aderire all'Organizzazione mondiale per l'economia verde (WGEO).

Ha anche elogiato la visione profonda di Sua Altezza Shaikh Mohammad Bin Rashid Al Maktoum, Vicepresidente e Primo Ministro degli Emirati Arabi Uniti e Sovrano di Dubai, per il sostegno alla sostenibilità e l'economia verde globale e il lancio del WGEO con sede permanente a Dubai.

In un incontro con Saeed Mohammad Al Tayer, Presidente dell'Organizzazione mondiale per l'economia verde (WGEO), Ban Ki-moon è stato informato dei risultati chiave e della cooperazione congiunta tra le Nazioni Unite e l'OMG.

"Associato agli Emirati Arabi Uniti come primo paese membro, [il] WGEO sosterrà l'attuazione dell'accordo di Parigi sul clima e aumenterà la consapevolezza globale sui cambiamenti climatici per migliorare il passaggio verso un'economia verde", ha detto in una nota domenica .

Ha aggiunto che Dubai ha lanciato la strategia per l'energia pulita di Dubai 2050 per fornire 7 per cento dell'energia di Dubai per 2020, 25 per cento per 2030 e 75 per cento per 2050.

La strategia prevede numerose iniziative, tra cui il Mohammad Bin Rashid Al Maktoum Solar Park, il più grande parco solare a sito singolo al mondo, con una capacità pianificata di megawatt 5,000 di 2030 e un investimento previsto di $ 13 miliardi (Dh47.8 miliardi) .

L'emirato di Dubai sta lavorando alla riduzione delle emissioni di carbonio in linea con la strategia di abbattimento del carbonio di Dubai per ridurre le emissioni di carbonio di 16 per cento di 2021. Sta inoltre lavorando all'attuazione della strategia di gestione della domanda di energia e acqua per migliorare la posizione di Dubai come città con la più bassa impronta di carbonio in tutto il mondo, riducendo al contempo la domanda a 30 per cento di 2030.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti