Ucraina Trigger: nuovo ordine energetico, trasformazione digitale, architettura sanitaria

Per favore, condividi questa storia!
Ho detto che il colpo di stato della tecnocrazia è iniziato nel 2020 con la pandemia di COVID e che ci sarebbero state altre “scarpe” da abbandonare nel prossimo futuro: la guerra in Ucraina soddisfa i criteri perché sta emergendo un nuovo ordine energetico, oltre a un stato di sicurezza digitale. L'aumento degli attacchi informatici genererà richieste di un'identità universale per ottenere l'accesso a Internet e ai beni di prima necessità come cibo, trasporti, ecc. ⁃ Editor TN

La guerra in Ucraina potrebbe avere un significato molto più grande di quello che viene descritto dai media. Il gioco è più complesso e accoglie i giocatori chiave che giocano dalle parti del conflitto. La guerra ha spostato rapidamente l'attenzione dalla pandemia e dalle sue conseguenze. Può anche fungere da fattore scatenante che alla fine promuove la costruzione di un Nuovo Ordine Economico Internazionale e l'attuazione della Quarta Rivoluzione Industriale e dell'Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Ciò vale nel campo della sicurezza informatica, dove la Russia e il WEF sono stati la chiave attori, nonché l'Obiettivo di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite numero 7, “Energia sostenibile per tutti”.

La crisi ucraina ha portato alla ribalta la mia tesi di laurea La campana suona per l'Europa, che ho scritto nel 2007 (l'anno prima di iniziare i miei studi di dottorato). L'argomento era la geografia politica (o geopolitica) e riguardava la grande dipendenza dell'Unione Europea dall'energia russa. Ho descritto un continente europeo che potrebbe finire in una trappola che potrebbe sfociare in un mutato ordine geopolitico.

Se l'Europa continua a sostenere gli Stati Uniti in futuri conflitti, la Russia potrebbe punire un'Europa amica degli Stati Uniti interrompendo le forniture di energia e causando seri problemi di approvvigionamento. Il vecchio sistema dominato dall'Occidente è seriamente minacciato dalla nuova situazione energetica. L'energia ei nuovi poteri forti sono invece a est.,

La Russia aveva usato questa strategia sull'Ucraina un paio di anni prima.

Ciò è diventato particolarmente chiaro nel caso dell'Ucraina e del grande gioco di potere che ha caratterizzato le elezioni presidenziali del 2005. Quando il presidente filo-occidentale Viktor Yushchenko è salito al potere durante la Rivoluzione arancione e ha voluto attivamente cercare l'adesione sia all'UE che alla NATO, la Russia ha risposto aumentando il prezzo del gas naturale del 450%.,

L'utilizzo dei prezzi dell'energia da parte della Russia come arma è stata la vera ragione per cui l'UE ha investito molto nel risparmio energetico e nelle energie rinnovabili. Esternamente, tuttavia, la ragione era tutta nel salvare il clima. L'obiettivo fissato nel 2007 era il 20% di energie rinnovabili e il 20% di miglioramento dell'efficienza energetica entro il 2020 (la direttiva dell'UE sulle energie rinnovabili, che è stata emanata nel dicembre 2008, aveva questo obiettivo).,

Nel 2018 l'obiettivo è stato innalzato al 32% di rinnovabili entro il 2030 e al 32.5% di efficienza energetica. Nel 2019, questo è entrato a far parte del Green Deal dell'UE, con l'obiettivo di raggiungere la neutralità dell'anidride carbonica entro il 2050.,

La conseguenza, tuttavia, è stata che è aumentata la dipendenza dal mondo esterno. Gli investimenti green non hanno dato una reale indipendenza e la chiusura delle centrali nucleari ea carbone ha solo peggiorato la situazione. Per produrre energia rinnovabile in quantità maggiori, è necessario un sistema di combustibili fossili sottostante (petrolio, gas naturale o carbone)., L'energia eolica e solare richiedono potenza di regolazione. Ciò ha portato all'importazione di oltre il 60% dell'energia nell'UE oggi.

Il gas naturale russo è invece diventato la spina dorsale del sistema energetico europeo. A seguito di pressioni da parte di diversi paesi, l'UE nel dicembre 2021 ha deciso di farlo Riclassificare combustione del gas naturale nelle centrali elettriche naturali come “sostenibile”.,

La maggiore dipendenza dalla Russia ha messo soprattutto la Germania in una situazione precaria per la politica di sicurezza. L'Europa detiene solo l'1.5% delle risorse conosciute di gas naturale, mentre la Russia rappresenta quasi il 40%. Questo illustra cosa si intende per “interdipendenza”.

Il tedesco Energiewende sembra basarsi su pure fantasie e ha abbinato costi giganteschi a un risultato mediocre. Più della metà (56%) del fabbisogno di gas della Germania è ora coperto dalla Russia, rispetto a un terzo dieci anni fa.

Inoltre, società russe come Gazprom, con l'ex cancelliere tedesco Gerhard Schröder nel consiglio di amministrazione, ha acquistato impianti di gas strategici in Germania., Gazprom, che è il più grande fornitore mondiale di gas naturale, è controllata dallo stato russo e Vladimir Putin ha nominato amministratore delegato Alessio Miller (ricopre anche la carica di viceministro dell'energia russo). Il Presidente del Consiglio, Victor Zubkov, è stato Primo Ministro della Russia 2007–2009 e Vice Primo Ministro 2009–2012.

Nello stesso momento in cui la Russia (o Gazprom) ha in trappola l'Europa, il paese dipende molto dalle entrate perché 2/3 delle esportazioni russe provengono da petrolio e gas. In ogni caso, la situazione rischia di provocare una crisi energetica europea con gravi conseguenze per il nostro approvvigionamento in Europa. È una situazione del tutto insostenibile che sta torreggiando. I prezzi dell'energia sono alle stelle. Il prezzo del petrolio è già salito a oltre 100 dollari al barile e il prezzo della benzina è ora poco più di 20 SEK al litro qui in Svezia. Naturalmente, questo influisce anche sui prezzi dei generi alimentari. Ex ministro della Difesa svedese Mikael Odenberg avverte inoltre che le potenze straniere potrebbero interrompere l'approvvigionamento energetico della Svezia per un periodo di tempo più lungo.

Da parte mia, sono state acquisite molte conoscenze da quando ho scritto la mia analisi geopolitica 15 anni fa. Il gioco è più complesso di quanto pensassi allora. Ci sono giocatori chiave che giocano su squadre al di fuori del controllo delle nazioni, dove esiste un'agenda completamente diversa.

Il conflitto ha conseguenze che influiscono su questo gioco sottostante. L'attenzione delle persone si è immediatamente spostata dalla pandemia alla guerra. Molti ora dichiarano il loro disprezzo per Vladimir Putin e danno il loro sostegno all'Ucraina invece di parlare di quante dosi di vaccino hanno preso e di quanto siano pazzi e pericolosi quelli che non l'hanno fatto.

Il numero crescente di persone che avevano iniziato a mettere in discussione la pandemia ha causato preoccupazioni anche ad altri. Praticamente tutti corrono sulla nuova palla. Ciò significa che la crescente consapevolezza e il dibattito su ciò che è effettivamente accaduto negli ultimi due anni è finita in una situazione di stallo. Questo mostra anche quanto siano facilmente controllabili molte persone. Ovviamente non c'è bisogno di chip cerebrali e telecomandi quando una macchina propagandistica ben oliata può essere altrettanto efficace.

Le conseguenze e la valutazione della pandemia sono state ora oscurate. Ad esempio, cosa succede alla segnalazione di effetti collaterali o dello straordinario abuso di potere di Justin Trudeau in Canada? O Jacinda Ardens in Nuova Zelanda e le manifestazioni lì? Cosa succede alla Commissione Corona di Reiner Fuellmich (che, tuttavia, non è stata portata davanti a un tribunale reale come inizialmente promesso ma è tenuta come un tribunale indipendente senza potere esecutivo)?, Sia i media mainstream che quelli alternativi sono ora concentrati quasi al 100% sulla nuova crisi in Ucraina.

Una salute

Ciò significa anche che le decisioni importanti sulla futura gestione della pandemia non vengono discusse e di fatto tenute lontane dall'attenzione del pubblico. Nel dicembre 2021, ad esempio, l'OMS ha presentato una proposta per un trattato internazionale sulla prevenzione e la preparazione alle pandemie. Questa preparazione è iniziata il 1 marzo 2022 e dovrebbe essere presentata all'Assemblea mondiale della sanità 2023 seguita da un'adozione entro il 2024., Ciò darà all'OMS un mandato più ampio per guidare il lavoro al fine di creare una risposta sanitaria globale unificata: One Health. Come scrive il Consiglio europeo:

I virus non conoscono confini. Nessun governo o istituzione da solo può gestire future pandemie.

La Commissione Europea ha anche proposto di estendere di 12 mesi il Regolamento Covidpass. Pertanto, i Covidpass possono continuare a essere richiesti ai valichi di frontiera all'interno dell'Unione.,

Non è improbabile che il pass diventi quindi una caratteristica permanente nell'UE e che vengano inclusi altri tipi di requisiti in materia di dati.

Questa potrebbe infatti essere la porta d'accesso al “portafoglio digitale” che viene indicato nei report del World Economic Forum e che l'Agenzia svedese per l'amministrazione digitale (DIGG) opera anche per conto del governo svedese.,

Allo stesso tempo, è allo studio la nuova legge pandemica svedese e una proposta sarà presentata a maggio con una relazione finale entro settembre 2023., Questo potrebbe essere coordinato con il Trattato dell'OMS per garantire che la legislazione svedese possa consentire misure di più ampia portata la prossima volta che si verifica una pandemia rispetto a quelle costituzionalmente consentite durante la crisi del Covid-19. Ad esempio, verranno affrontati coprifuoco, divieti di viaggio regionali e maggiori richieste di obblighi individuali.

disinformazione

L'OMS e l'UE vogliono anche "migliorare il flusso di informazioni affidabili e accurate e intraprendere un'azione globale contro la disinformazione". Ciò ha acquisito nuovo slancio in connessione con la crisi ucraina, dove ci sono richieste per un controllo più stretto di Internet per affrontare la disinformazione russa. L'UE, guidata da Ursula von der Leyen, vuole chiudere i siti di notizie russi come Russia Oggi e Sputnik.

Stiamo sviluppando strumenti per vietare la disinformazione tossica e dannosa in Europa. (Ursula von der Leyen)

Ovviamente questo può essere presto esteso ad altri siti critici per il sistema. Può anche portare al congelamento di conti bancari, proprio come durante le dimostrazioni di camion in Canada. Ex ministro della Difesa svedese Mikael Odenberg pensa inoltre che tutti i cittadini russi dovrebbero essere espulsi dalla Svezia (!). Nel frattempo, i prodotti russi come la vodka hanno iniziato a essere rimossi dagli scaffali dei negozi.,

In Svezia, il Agenzia svedese per la difesa psicologica a gennaio è stato avviato con il compito di "identificare, analizzare, incontrare e prevenire influenze indebite su informazioni e altre informazioni fuorvianti dirette alla Svezia o agli interessi svedesi". Il rapporto delle agenzie per le emergenze civili svedesi sulle teorie del complotto fornisce un quadro di ciò che questo significa.

"Le teorie del complotto come parte di operazioni di influenza dirette sull'Europa, cioè dall'esterno verso l'interno, sono attivamente diffuse dalla stampa fedele al regime in Russia, così come nell'Europa orientale e sudorientale".,

“Sia la Brexit che le elezioni presidenziali statunitensi del 2016 e del 2020 sono state influenzate da disinformazione e teorie del complotto, e durante la pandemia di covid-19 è stato possibile vedere nuove coalizioni tra oppositori del vaccino, negazionisti del clima e teorici del complotto 'classico' che credono in un élite al potere, società segreta. o associazioni.",

Gli anti-cera e altri critici possono ora essere collegati alla Russia. Diversi profili con collegamenti al "movimento per la verità", come il profilo New Age Sacha Stone e il “maestro della disinformazione” Benjamin Fulford da diversi anni diffondono il messaggio che Vladimir Putin insieme Donald Trump rivelerà e rovescerà il Nuovo Ordine Mondiale dei globalisti.

Sono un grande fan di Donald Trump. Un fan quanto lo sono di Vladimir Putin. Sono il più grande doppio atto che avrei potuto desiderare. Gli scacchi che vengono giocati sono squisiti.

La retorica e i messaggi esagerati, che sono stati ampiamente condivisi sui social media, possono ora essere utilizzati per neutralizzare l'opposizione alla Quarta Rivoluzione Industriale.

Cyber ​​Polygon

Questo è anche correlato all'esercizio "Cyber ​​Polygon". Ogni anno dal 2019, il World Economic Forum ha praticato la guerra informatica con un'ampia percentuale di attori russi come partecipanti. Il primo anno, l'esercitazione si è tenuta a Mosca. Alcuni argomenti trattati sono "Notizie false: una nuova pandemia 'digitale'?" e “Le normative internazionali sul web: è necessario, ma è possibile?”.

Alcuni dei partecipanti sono stati il ​​Primo Ministro della Russia Mikhail Mishustin, il presidente della principale banca russa Sberbank Herman Gref (membro del board del World Economic Forum 2011–2022 ed ex Gazprom) e il giornalista russo Vladimir Pozner, insieme a Klaus SchwabTony BlairSteve Vozniak (Mela) e Jeremy Jurgens (WEF).

Questo mostra quanto siano vicini i "nemici". Nelle sue dichiarazioni di apertura 2020, Klaus Tampone ha elogiato il buon rapporto tra il World Economic Forum e la Russia.

Desidero ringraziare in particolare il mio buon amico e partner impegnato al World Economic Forum, il signor Herman Gref, CEO e presidente del consiglio di amministrazione di Sberbank e ovviamente anche membro del consiglio di amministrazione del World Economic Forum. Il Forum ha instaurato un ottimo rapporto con la Federazione Russa. Sia con la comunità imprenditoriale che con il governo. Sono stato lieto di incontrare il presidente Putin l'anno scorso e non vedo l'ora di approfondire questo rapporto con lei, signor Primo ministro (Mikhail Mishustin) e il suo governo.,

Allo stesso tempo, Schwab ha sottolineato il cambiamento avvenuto in connessione con la pandemia e come si apre alla digitalizzazione del mondo.

Il 2020 l'anno che ha davvero cambiato il mondo. È grazie alla tecnologia che siamo in grado di entrare a far parte del Cyber ​​Polygon interamente da remoto. Per la prima volta infatti, dalla seconda guerra mondiale, la pandemia del corona virus segna un punto di svolta fondamentale nel nostro corso globale.,

Dopo l'invasione dell'Ucraina, molti degli attori russi sono stati cancellati dal sito web del World Economic Forum, mentre Klaus Schwab e il CEO del WEF Börge Brende condannano le azioni della Russia.

L'essenza della nostra organizzazione è la sua convinzione nel rispetto, nel dialogo e negli sforzi collaborativi e cooperativi. Condanniamo quindi profondamente l'aggressione della Russia contro l'Ucraina, gli attacchi e le atrocità. La nostra piena solidarietà è con il popolo ucraino e tutti coloro che stanno soffrendo innocentemente per questa guerra totalmente inaccettabile. Faremo tutto il possibile per aiutare e sostenere attivamente gli sforzi umanitari e diplomatici. Ci auguriamo solo che – a lungo termine – prevalga la ragione e che lo spazio per la costruzione di ponti e la riconciliazione emerga ancora una volta.,

Ma è possibile prendere sul serio questa affermazione? Non è piuttosto che il conflitto significhi il prossimo passo sulla strada del nuovo ordine mondiale digitale?

Di recente, ad ottobre, la Russia ha lanciato il suo Centro per la Quarta Rivoluzione Industriale a seguito di un accordo tra il WEF e il governo russo.[19]   In relazione a questo, Evgenij Kovnir, Direttore Generale di ANO “Digital Economy”, ha dichiarato:

La nostra organizzazione riunisce le principali aziende tecnologiche russe. Lavoreremo insieme ai leader di queste aziende e di tutta la rete per esplorare e implementare le migliori soluzioni internazionali di IA, IoT e politica dei dati. Porteremo i progressi della Russia in queste aree nella rete globale e aiuteremo a plasmare il progresso globale nella Quarta Rivoluzione Industriale.,

Il portale del WEF Intelligenza strategica, lanciato alla fine del 2019, descrive la posizione della Russia nel gioco globale.

Rafforzando le istituzioni di governance globale, la Russia può contribuire a creare un interesse comune nell'affrontare i problemi globali relativi alla sicurezza energetica, alla sicurezza alimentare, alla sicurezza informatica, ai cambiamenti climatici e alla sostenibilità ambientale.,

Questi problemi sono stati ora portati alla ribalta in modo molto brusco durante la guerra. Questo va visto anche in relazione a quanto detto sotto il titolo “La resa dei conti geopolitica dell'UE”.

Il fabbisogno energetico legato alle relazioni con la Russia metterà alla prova anche la volontà dell'Europa di essere un attore strategico unificato. In un mondo in cui dominano ancora la politica di potere e le mentalità transazionali, l'Europa deve continuare a sostenere la democrazia e il multilateralismo e fungere da laboratorio (e modello) per una governance transnazionale di successo.[22]

L'UE deve raggiungere una maggiore unità per avere successo. Ora c'è un nemico comune. Inoltre, una partnership strategica con la Cina è considerata “inevitabile” se si vogliono realizzare le aspirazioni geopolitiche dell'UE.,

La verità è che siamo di fronte a un cambiamento geopolitico. Il vecchio mondo viene rotto sempre di più ad ogni crisi che si verifica. Sullo sfondo continua la marcia verso il nuovo sistema globale. Il Nuovo Ordine Economico Internazionale – dove attori come il WEFG20OCSEFMIBanca Mondiale e Nazioni unite tutti svolgono ruoli centrali.

Il principale forum politico mondiale G20, di cui fanno parte sia l'UE che la Russia, quest'anno la salute globale, la transizione energetica sostenibile e la trasformazione digitale sono le sue priorità., Nel primo caso si discute di come costruire una nuova Architettura della Salute Globale dopo la pandemia e nel secondo caso si mettono a fuoco le questioni relative alla nuova crisi (Sustainable Energy Transition). Quest'ultimo è legato all'obiettivo di sostenibilità numero 7 delle Nazioni Unite, "Energia sostenibile per tutti", a cui l'ONU ha pubblicato una roadmap globale il 3 novembre 2021.

La guerra in Ucraina e le sue conseguenze costituiscono un "evento scatenante" che mette in luce il problema. La questione di come raggiungere la sicurezza energetica globale sarà probabilmente un tema caldo durante il resto di quest'anno, con la Russia e l'UE come alcuni dei principali attori.

Al centro dell'immagine sopra c'è il pilastro centrale: la Digital Transformation, dove al centro c'è la fusione tra l'uomo e il mondo digitale. Tutto è pensato per portare alla valuta digitale dell'anidride carbonica e all'essere umano connesso. In quest'area, non sembra esserci scisma tra i leader dell'Est e dell'Ovest. In ogni caso, WEF include entrambe le parti.

La guerra in Ucraina apre anche all'introduzione della legge marziale con tessere di razionamento digitali e un cambiamento del sistema alimentare. La vendita di scorte di emergenza e lo smantellamento delle capacità di difesa che ha avuto luogo negli anni '1990 apre a nuovi buoni affari per l'industria delle armi e i fornitori di dispositivi di protezione, alimenti conservabili, ecc. Inoltre, motiva paesi come Svezia e Finlandia ad aderire rapidamente NATO per la protezione. Le crisi aprono opportunità...

Leggi la storia completa qui ...

Notatore

, Nordangård, J. (2007). Ödesstund for Europa : Om de geopolitiska konsekvenserna av Europas beroende av rysk energi (Dissertazione, Avdelning för geografi).
, Ibid.
, Nordangård, J. (2012). ORDO AB CHAO : Den politiska historien om biodrivmedel i den Europeiska Unionen – Aktörer, nätverk och strategyr (tesi di dottorato, Linköping University Electronic Press).
, Commissione europea (2020), Rapport A partire da Kommissionen Till Europaparlamet Och Rådet 2020 Års Bedömning Av de Framsteg Som Medlemsstaterna Gjort För Att Att Genomföra Direktiv 2012/27 / 2010 / EU Om Energieffektivitet Och för Att Införa nära-nollenergibyggnader och kostnadsoptimala minikrav för energiprestanda I EU I English Med Direktiv 31/XNUMX / UE om byggnaders energiprestanda, Bryssel den 14.10.2020 COM(2020) 954 definitivo
, Nordangård, J. (2007). Med brödfödan som drivkraft : En studie om att byta olja mot biodrivmedel i tt globalt perspektiv (Dissertazione, Avdelning för geografi).
, Shashi Kant Yadav (2022), “Il gas naturale è un combustibile fossile, ma l'UE lo considererà un investimento ecologico: ecco perché"
, Gazprom Germania, Stoccaggio di gas naturale
, Stiftung Corona Anschuss (2022), Sessioni
, Europeiska Rådet (2021), Ett internationellt fördrag om förebyggande av och beredskap inför pandemier
, Förslag till EUROPAPARLAMENTETS OCH RÅDETS FÖRORDNING om ändring av forordning (EU) 2021/953 om en ram for utfärdande, kontroll och godtagande av interoperabla intyg om vaccination mot, testing for och tillfrisknande från covid-19 (EU:s digitala covidintyg) for att underlätta ven rörlighet under covid-19- pandemin, Bryssel den 3.2.2022 COM(2022) 50 final 2022/0031 (COD)
, Forum economico mondiale (2021), Serie di libri bianchi sul Consorzio per la governance della valuta digitale;
DIGG (2022), Piano digitale
, Regeringen (2021), Forfattningsberedskap inför framtida pandemier
, Ramachandran, Naman (2022), “L'Unione Europea metterà al bando la Russia oggi e lo Sputnik, chiudi lo spazio aereo mentre il presidente Putin minaccia l'azione nucleare, articolo i Varietà 27 febbraio 2022;
Kvartal (2022), "Tidigare försvarsministern: Utvisa alla ryska medborgare“, 2 marzo 2020
, MSB (2021), Konspirationsteorier och covid-19: mekanismerna bakom en snabbväxande samhällsutmaning, sid 32,
, Ibid. sid 23
, Cyber ​​Polygon (2020), Commento di benvenuto. Klaus Schwab
, Ibid.
, Forum economico mondiale (2022), “La nostra piena solidarietà è con il popolo ucraino"
, Dekret från Ryska federationens regering daterat den 1 settembre 2021 nr 2419-r
, Forum economico mondiale (2021), “La Russia si unisce al Centro per la rete della quarta rivoluzione industriale“, Comunicato stampa 13 ott 2021,
, Forum economico mondiale (2022), “Intelligence strategica, Federazione Russa: il posizionamento globale della Russia"
, Forum economico mondiale (2022), “Unione Europea: la resa dei conti geopolitica dell'UE"
, Gli autori della prima citazione sono la principale università russa, la Moscow State University, mentre la seconda proviene dalla School of Transnational Governance presso l'European University Institute. Questi formano leader transnazionali sotto la guida dell'ex primo ministro finlandese Alexander Stubb e che sono supportati da istituzioni internazionali come l'UE e l'ONU. https://www.eui.eu/en/academic-units/school-of-transnational-governance
, G20, Presidenza dell'Indonesia (2022), Problemi prioritari

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

9 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

[…] Leggi l'articolo originale […]

Phil
TINP

Per quanto riguarda la guerra contro l'Ucraina, ancora una volta, come per la presunta pandemia di Covid, si noti che la domanda più fondamentale viene ignorata. Dove sono le Nazioni Unite in tutto questo? Dove sono le sanzioni, le forze di pace, le misure e le azioni per preservare la pace e rimuovere le minacce? Qual è il senso della Carta dell'ONU che rende un crimine contro il diritto internazionale fare la guerra a un'altra nazione? Ovviamente, qualcuno vuole questa guerra, presumibilmente l'ONU stessa, quindi l'ONU sta ignorando la guerra e il diritto internazionale contro la guerra è ignorato da tutti gli altri come scommettitori... Per saperne di più »

[…] Ucraina Trigger: nuovo ordine energetico, trasformazione digitale, architettura sanitaria […]

[…] Leggi di più: Ucraina Trigger: nuovo ordine energetico, trasformazione digitale, architettura sanitaria […]

[…] Leggi di più: Ucraina Trigger: nuovo ordine energetico, trasformazione digitale, architettura sanitaria […]

sto solo dicendo

Riesco a sentire il sibilo del serpente nella sua voce, lo stesso serpente che controllava Hitler. "The Great Reset" è l'ultimo regno mondiale sulla terra, il quarto. “Dopo questo vidi nelle visioni notturne, ed ecco una quarta bestia, terribile e terribile, e straordinariamente forte; ed aveva grandi denti di ferro: divorò e spezzò in pezzi e calpestò il residuo con i suoi piedi: ed era diversa da tutte le bestie che erano prima di essa; e aveva dieci corna. Apocalisse 7:7

sto solo dicendo

Questo uomo malvagio non sa che ci sono 5 principali black out predetti nella Bibbia. Che cosa farà? Ebbene, lo stesso vale per tutti gli altri ” E le stelle del cielo caddero sulla terra, proprio come un fico getta i suoi fichi prematuri quando è scossa da un vento potente. E il cielo se ne andò come un rotolo quando fu arrotolato insieme; ed ogni montagna ed isola fu spostata fuori dai loro luoghi. E i re della terra, e i grandi uomini, e i ricchi, e i capi capitani e gli uomini potenti,... Per saperne di più »