Udi Greenberg: "L'amministrazione Obama è stata definita dalla tecnocrazia"

Foto di Eli Burakian
Per favore, condividi questa storia!
Questa è una parte di un'intervista su Spiked Review. Ancora una volta, la tecnocrazia è al centro e al centro come tema dominante nei meme progressivi e di sinistra. Sebbene ci siano somiglianze, è la tecnocrazia, non il fascismo. La tecnocrazia continuerà a crescere nelle discussioni pubbliche. ⁃ Editor TN

Ciò non significa che tutti coloro che invocano l'analogia di Weimar o nazista finiscano immediatamente con un anti-democratico, ma io e il professor Bessner temiamo che alla fine potremmo finire in un posto simile. Siamo entrambi studiosi della guerra fredda ed entrambi abbiamo studiato il modo in cui i teorici politici degli 1940 e degli 1950 hanno affermato che per raggiungere una democrazia stabile è necessario limitare l'attivismo politico e il coinvolgimento delle persone in politica. E temevamo che la stessa logica potesse guidarci oggi nella stessa direzione.

A nostro avviso, la giusta e progressiva risposta al momento contemporaneo dovrebbe essere un raddoppio del nostro impegno nei confronti della democrazia, la limitazione della tecnocrazia e il crescente coinvolgimento democratico e di base nella politica.

rivedere: Tuttavia, sembra che la risposta predominante al momento populista, certamente nei circoli di sinistra e liberali negli Stati Uniti e nel Regno Unito, sia stata quella di fare un appello più forte alla tecnocrazia, a una regola per competenza.

Greenberg: Questo è vero per alcuni, certamente. In realtà si è sviluppato almeno dagli 1990, con la cosiddetta sinistra che si muoveva sempre più nella direzione della tecnocrazia e cercava di ottenere progressi attraverso la tecnocrazia, piuttosto che attraverso un controllo più popolare dell'economia. E penso che sia nato da una profonda delusione per le masse e dalla convinzione che le masse non si possano fidare di prendere le giuste decisioni economiche. E quella tendenza si sviluppò e approfondì fino all'amministrazione Obama, che era molto definita dalla tecnocrazia.

La ragione per cui questo recente sviluppo a sinistra si è distinto per noi è che oggi troppi a sinistra fanno lo stesso argomento dei democratici militanti - entrambi sostengono che la tecnocrazia sia il mezzo migliore per preservare la democrazia. Quindi, se non ci si deve fidare delle masse, allora si deve trasferire il maggior potere possibile nelle mani dei tecnocrati, che sanno cosa è buono per le masse, che faranno la scelta giusta. E devi proteggere i tecnocrati dalla responsabilità democratica proprio per fare quelle chiamate.

Abbiamo visto questa logica operare negli ultimi due decenni tra i politici centristi e le élite politiche più in generale. E temevamo che l'ascesa del populismo sulla destra avrebbe ulteriormente esacerbato e intensificato questo modo di pensare tecnocratico. Crediamo che la sinistra dovrebbe adottare un modello di pensiero molto diverso. In un certo senso, crediamo che la logica della democrazia militante e della tecnocrazia sia esattamente ciò che ci ha portato a dove siamo ora.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti