L'UCLA si arresta sul piano di riconoscimento facciale per il monitoraggio degli studenti

UCLAWikimedia Commons
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
Gli studenti di tutto il paese si stanno ribellando contro l'uso del riconoscimento facciale per rintracciarli 24 × 7 e registrare la frequenza delle lezioni. L'UCLA ha saputo di questo sentimento negativo per gli studenti e ha deciso di eliminare il proprio programma di sorveglianza. ⁃ Editor TN

Gli studenti hanno sollevato preoccupazioni a livello nazionale sulle università che utilizzano la sorveglianza biometrica o il riconoscimento facciale degli studenti.

Riforma del campus segnalati il mese scorso che almeno tre campus della California avevano implementato il software. All'epoca, l'Università di San Francisco, l'Università della California del sud e l'Università di Stanford furono confermate per avere sistemi in atto.

"Abbiamo stabilito che i potenziali benefici sono limitati e ampiamente compensati dalle preoccupazioni della nostra comunità universitaria" Tweet questo

[CORRELATO: Gli studenti combattono a livello nazionale per la tecnologia "Divieto di riconoscimento facciale" nel campus]

Ora, dopo preoccupazioni sia a livello nazionale che direttamente dal suo città universitaria, l'Università della California-Los Angeles ha dichiarato pubblicamente che non andrà avanti con i piani per utilizzare tale tecnologia e ha promesso di vietare l'uso di tale tecnologia nel campus.

“L'UCLA non perseguirà l'uso di questa tecnologia. Abbiamo stabilito che i potenziali benefici sono limitati e ampiamente compensati dalle preoccupazioni della nostra comunità universitaria ", disse Il vice cancelliere amministrativo dell'UCLA Michael Beck, secondo il CNET.

"Questo tipo di tecnologia invasiva rappresenta una profonda minaccia per le nostre libertà fondamentali, i diritti civili e la libertà accademica. Le scuole che stanno già utilizzando questa tecnologia stanno conducendo esperimenti non etici sui propri studenti. Gli studenti e il personale hanno il diritto di sapere se le loro amministrazioni stanno pianificando di implementare la sorveglianza biometrica nel campus ”, disse Vicedirettore di Lotta per il futuro Evan Greer.

Lotta per il futuro è un gruppo no profit che sostiene i diritti digitali e fa parte della campagna nazionale Ban Facial Recognition contro l'uso di questa tecnologia da parte delle università.

[CORRELATO: VIDEO ESCLUSIVO: gli studenti chiamano la nuova tecnologia di monitoraggio "inquietante" del college]

La sinistra radicale non si fermerà davanti a nulla per intimidire gli studenti conservatori nei campus universitari. Puoi aiutare a esporli. Per saperne di più »

La decisione dell'UCLA arriva quando altre università in tutto il paese hanno implementato tecnologie utilizzate per tracciare la posizione fisica degli studenti allo scopo di registrare la frequenza delle lezioni. Il University of Missouri, Syracuse University, Auburn, Florida centrale, Indiana hanno iniziato a utilizzare un'app per smartphone chiamata SpotterEDU, che secondo l'azienda viene attualmente utilizzata in 40 scuole in tutto il paese.

La corrispondente del Campus di New York, Justine Murray, ha chiesto agli studenti della Syracuse University cosa ne pensano della loro localizzazione.

⁃ Editor TN [/ su_note] ⁃ Editor TN [/ su_note] Leggi la storia completa qui.

Unisciti alla nostra mailing list!


Avatar
2 Discussioni dei commenti
0 Discussione risposte
0 Seguaci
Per molti commenti
Discussione più calda del commento
0 Autori di commenti
Autori di commenti recenti
Sottoscrivi
ultimo il più vecchio più votati
Notifica
trackback

[…] Nota del redattore di notizie e tendenze sulla tecnocrazia: gli studenti di tutto il paese si stanno ribellando contro l'uso del riconoscimento facciale per rintracciarli 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX e registrare la frequenza delle lezioni. L'UCLA ha saputo di questo sentimento negativo per gli studenti e ha deciso di eliminare il proprio programma di sorveglianza. [...]