TSA: Presto arriverà lo screening biometrico per i viaggiatori domestici

TSA
Per favore, condividi questa storia!
L'obiettivo principale della TSA è creare un aeroporto "senza carta" utilizzando lo screening biometrico dall'inizio alla fine. Dopo che un numero sufficiente di persone è stato "registrato", i viaggiatori verranno scansionati, identificati e accolti mentre attraversano l'ingresso dell'aeroporto. La TSA ritiene che ciò aumenterà l'efficienza, ridurrà le linee e appianerà il flusso di persone. Non importa che stiano essenzialmente creando un database nazionale di ID biometrici. Questo è l'epitome di una mente Tecnocrazia. ⁃ TN Editor

Come promesso / minacciato, il DHS sta andando avanti con un uso esteso della scansione biometrica negli aeroporti, compresi il riconoscimento facciale e le corrispondenze delle impronte digitali. Cosa è stato propagandato come un modo per combattere il terrorismo internazionale e l'immigrazione illegale includerà ora quelli sul fronte interno, mentre la tecnologia si diffonde per includere cittadini statunitensi sui voli nazionali. Ma la TSA non la vede come un'incursione indesiderata nelle vite di cittadini innocenti. Anziché, lo considera uno strumento utile per accelerare lo screening di sicurezza nei punti di controllo TSA.

TSA afferma che spostandosi verso la tecnologia di riconoscimento facciale in un momento in cui il volume dei viaggi è in aumento, spera di ridurre la necessità di documenti fisici come passaporti e biglietti cartacei. Attualmente, TSA confronta manualmente i passeggeri davanti a loro con le loro foto di identità, ma ritiene che un processo automatizzato in grado di abbinare le immagini dei volti alle foto dei passaporti e delle domande di visto sarà più preciso ed efficiente.

La TSA si aspetta che i clienti paganti paghino il conto per l'espansione - gli stessi cittadini che è stato vendita di libertà civili per anni. Dalla TSA "Roadmap" per lo screening biometrico esteso:

Attualmente, i partner TSA e delle compagnie aeree verificano l'identità del viaggiatore principalmente elaborando dati biografici e ispezionando l'identità fisica e i documenti di viaggio. L'uso della tecnologia biometrica semplificherà l'esperienza dei passeggeri e aumenterà l'efficienza e l'efficacia della sicurezza.

La tabella di marcia si concentra su quattro obiettivi principali: 1) in collaborazione con la protezione doganale e di frontiera (CBP) degli Stati Uniti sulla biometria per i viaggiatori internazionali; 2) utilizzando la biometria fornita dai membri TSA Pre✓® per migliorare l'esperienza di viaggio; 3) espandendo la biometria ad altri viaggiatori domestici; e 4) sviluppando l'infrastruttura per la tecnologia biometrica. TSA sta già realizzando questi obiettivi attraverso investimenti intelligenti e partnership collaborative.

Sì, i membri paganti del programma Pre✓ della TSA saranno i primi a "migliorare" la loro "esperienza di viaggio" inserendo i loro volti in un database controllato dalla TSA, utilizzando la tecnologia incline a conclusioni errate. Tuttavia, gli altri viaggiatori non potranno rinunciare allo screening biometrico. Saranno solo soggetti all'esperienza di viaggio non migliorata in cui gli ufficiali della TSA e del CBP fanno una lunga serie di domande invasive e deducono comportamenti sospetti da parte dei viaggiatori che aggirano i chioschi biometrici.

È vero che viaggiare negli Stati Uniti è sempre stata un'esperienza “da giornali, per favore”. Ma prima degli attacchi dell'9 settembre, ciò significava semplicemente presentare un biglietto prima dell'imbarco. Ora, è tutto per tutti, non importa quanto inutili queste informazioni siano il 11% delle volte. Invece di passare a metodi di screening più intelligenti, la TSA ha deciso di sottoporre tutti allo stesso livello di screening con le stesse regole arbitrarie derivanti da attacchi aerei che la TSA non è riuscita a prevenire.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti