La Commissione trilaterale: usurpare la sovranità

Commissione trilateraleMembri della Commissione trilaterale Pete Peterson, Paul Volker, David Rockefeller e Alan Greenspan - Foto: Brian Stanton
Per favore, condividi questa storia!
[Nota del redattore: per facilità di lettura, tutti i membri della Commissione trilaterale appaiono in grassetto. Questo articolo è stato scritto nel 2007, un anno prima della scoperta da parte dell'autore della tecnocrazia storica, che è stata rapidamente equiparata alla Commissione "Nuovo ordine economico internazionale“. ]

"Il presidente Reagan alla fine ha capito il valore di Trilateral e ha invitato l'intera associazione ad un ricevimento alla Casa Bianca nel mese di aprile 1984." - David Rockefeller, Memoirs, 20011

Secondo ogni numero della rivista trimestrale ufficiale Trilaterale della Commissione Trilaterale:

“La Commissione Trilaterale è stata costituita nel 1973 da privati ​​cittadini dell'Europa occidentale, del Giappone e del Nord America per promuovere una più stretta cooperazione tra queste tre regioni su problemi comuni. Cerca di migliorare la comprensione da parte del pubblico di tali problemi, di sostenere proposte per gestirli congiuntamente e di coltivare abitudini e pratiche di lavoro insieme tra queste regioni."2

Ulteriormente, Trialogue e altri scritti ufficiali hanno chiarito il loro obiettivo dichiarato di creare un "Nuovo ordine economico internazionale". Presidente George HW Bush in seguito parlò apertamente della creazione di un "Nuovo Ordine Mondiale", che da allora è diventato una frase sinonimo.

Questo documento tenta di raccontare il resto della storia, secondo fonti ufficiali e non ufficiali della Commissione e altri documenti disponibili.

La Commissione Trilaterale è stata fondata dalle continue manovre di David Rockefeller e Zbigniew BrzezinskiRockefeller era presidente dell'ultra potente Chase Manhattan Bank, direttore di molte grandi multinazionali e "fondi di dotazione" ed era stato a lungo una figura centrale nel Council on Foreign Relations (CFR).  Brzezinski, geniale prognostico dell'idealismo mondiale, era professore alla Columbia University e autore di numerosi libri che sono serviti da "linee guida politiche" per la Commissione Trilaterale.  Brzezinski è stato il primo direttore esecutivo della Commissione dal suo inizio in 1973 fino alla fine del 1976 quando è stato nominato dal Presidente Jimmy Carter come assistente del presidente per gli affari di sicurezza nazionale.

I membri iniziali della Commissione erano circa trecento, con circa cento ciascuno provenienti da Europa, Giappone e Nord America. L'appartenenza è stata anche divisa grosso modo tra accademici, politici e magnati aziendali; questi includevano banchieri internazionali, leader di importanti sindacati e direttori aziendali di giganti dei media.

La parola commissione era sconcertante poiché di solito è associato a strumenti istituiti dai governi. Sembrava fuori luogo con un cosiddetto gruppo privato a meno che non riuscissimo a determinare che si trattava davvero di un braccio di un governo - un governo invisibile, diverso dal governo visibile a Washington. Il coinvolgimento europeo e giapponese indicava un governo mondiale piuttosto che un governo nazionale. Speravamo che il concetto di un governo mondiale sub-rosa fosse solo un pio desiderio da parte dei Commissari Trilaterali. I fatti, tuttavia, si sono allineati in modo abbastanza pessimistico.

Se si può dire che il Council on Foreign Relations sia un terreno fertile per i concetti di idealismo mondiale, allora la Commissione Trilaterale era la "task force" riunita per attaccare le teste di ponte. La Commissione aveva già collocato i suoi membri nei posti più alti che gli Stati Uniti avevano da offrire.

Presidente James Earl Carter, il politico di campagna che ha promesso: "Non ti mentirò mai", è stato scelto per unirsi alla Commissione Brzezinski nel 1973. Lo era Brzezinski, infatti, chi per primo ha identificato Carrettiere come legname presidenziale, e successivamente lo ha istruito in economia, politica estera e nei dettagli della politica mondiale. Su Carrettiereelezione, Brzezinski è stato nominato assistente del presidente per questioni di sicurezza nazionale. Comunemente, è stato chiamato il capo del Consiglio di sicurezza nazionale perché ha risposto solo al presidente - alcuni hanno detto Brzezinski ha ricoperto la seconda posizione più potente negli Stati Uniti

Carrettierecompagno di corsa, Walter Mondale, era anche membro della Commissione. (Se stai cercando di calcolare le probabilità che tre uomini virtualmente sconosciuti, su oltre sessanta Commissari statunitensi, conquistino le tre posizioni più potenti del paese, non preoccuparti. I tuoi calcoli non avranno senso.)

Nel gennaio 7, 1977, Time Magazine, il cui caporedattore, Hedley Donovan era un potente trilaterale, chiamato il presidente Carter "Man of the Year". L'articolo di sedici pagine in quel numero non solo non è stato menzionato CarrettiereIl collegamento con la Commissione, ma ha anche dichiarato quanto segue:

“Mentre cercava gli incaricati di Gabinetto, Carter sembrava a volte esitante e frustrato in modo sconcertante fuori dal personaggio. La sua mancanza di legami con Washington e l'establishment del partito - qualità che lo hanno aiutato ad elevarlo alla Casa Bianca - comporta potenziali pericoli. Non conosce il governo federale o le pressioni che crea. Non conosce davvero i politici di cui avrà bisogno per aiutarlo a governare il paese ".3

È questo ritratto di Carrettiere come un innocente politico semplicemente inesatto o è deliberatamente fuorviante? Entro il 25 dicembre 1976, due settimane prima della pubblicazione dell'articolo Time, Carrettiere aveva già scelto il suo gabinetto. Tre dei suoi membri del gabinetto - Cyrus Vance, Michael Blumenthale Harold Brown - erano Commissari Trilaterali; e gli altri membri non membri della Commissione non erano insensibili agli obiettivi e alle operazioni della Commissione. Inoltre, Carrettiere aveva nominato altri quattordici Commissari trilaterali ai principali posti di governo, tra cui:

  • C. Fred Bergsten (Sottosegretario al Tesoro)
  • James Schlesinger (Segretario dell'Energia)
  • Elliot Richardson (Delegato per la legge del mare)
  • Leonard Woodcock (Capo inviato in Cina)
  • Andrew Young (Ambasciatore presso le Nazioni Unite)

A partire da 25 dicembre 1976, quindi, c'erano diciannove trilateri, tra cui Carrettiere e Mondale, detiene un enorme potere politico. Questi incaricati presidenziali rappresentavano quasi un terzo dei membri della Commissione Trilaterale degli Stati Uniti. Le probabilità che ciò accada "per caso" sono al di là del calcolo!

Tuttavia, c'era anche la minima prova per indicare qualcosa di diverso dalla collusione? Quasi! Zbigniew Brzezinski precisato le qualifiche di un vincitore presidenziale 1976 in 1973:

“Il candidato democratico nel 1976 dovrà sottolineare il lavoro, la famiglia, la religione e, sempre più, il patriottismo… Il nuovo conservatorismo chiaramente non tornerà al laissez faire. Sarà un conservatorismo filosofico. Sarà una sorta di statalismo o managerismo conservatore. Ci saranno valori conservatori, ma una grande dipendenza dalla co-determinazione tra lo stato e le corporazioni ".4

Il 23 maggio 1976, la giornalista Leslie H. Gelb ha scritto sul non-così-conservatore New York Times, "(Brzezinski) è stato il primo ragazzo della Comunità a cui prestare attenzione Carrettiere, per prenderlo sul serio. Ha trascorso del tempo con Carter, gli ha parlato, gli ha inviato libri e articoli, lo ha educato. " 5  Richard Gardner (anche della Columbia University) si unì al compito "educativo", e come notò Gelb, tra i due che avevano Carrettiere virtualmente a se stessi. Gelb ha continuato: “Mentre la comunità nel suo insieme guardava altrove, i senatori Kennedy e Mondale... ha pagato.   Brzezinski, con Gardner, è ora il protagonista Carrettieretask force di politica estera ". 6

Sebbene il Richard Gardner ebbe una notevole influenza accademica, dovrebbe essere chiaro che Brzezinski è stata la "luce guida" della politica estera nel Carrettiere amministrazione. Insieme al Commissario Vance e una serie di altri commissari nel Dipartimento di Stato, Brzezinski aveva più che continuato la politica di fare amicizia con i nostri nemici e alienare i nostri amici. Dall'inizio del 1977 abbiamo assistito a una massiccia spinta a raggiungere relazioni "normalizzate" con la Cina comunista, Cuba, l'URSS, le nazioni dell'Europa orientale, l'Angola, ecc. Al contrario, avevamo ritirato almeno un po 'di sostegno dalla Cina nazionalista, dal Sud Africa, ex Rhodesia), ecc. Non era solo una tendenza, era un'epidemia. Quindi, se si potesse dire così Brzezinski aveva, almeno in parte, contribuito all'attuale politica estera e interna degli Stati Uniti, quindi dovremmo analizzare brevemente esattamente ciò che stava sposando.

Necessario: un ordine mondiale più giusto ed equo

La Commissione trilaterale ha tenuto la riunione plenaria annuale a Tokyo, in Giappone, a gennaio 1977.  Carrettiere e Brzezinski ovviamente non hanno potuto partecipare perché erano ancora in fase di riorganizzazione della Casa Bianca. Tuttavia, indirizzarono lettere personali alla riunione, che furono ristampate in Trialogue, la rivista ufficiale della Commissione:

È per me un piacere speciale inviare saluti a tutti voi riuniti per la riunione della Commissione trilaterale a Tokyo. Ho un caldo ricordo del nostro incontro a Tokyo circa diciotto mesi fa, e mi dispiace di non poter essere con te ora.

Il mio servizio attivo sulla Commissione sin dal suo inizio in 1973 è stata per me una splendida esperienza e mi ha offerto eccellenti opportunità per conoscere i leader nelle nostre tre regioni.

Come ho sottolineato nella mia campagna, una forte partnership tra noi è della massima importanza. Condividiamo preoccupazioni economiche, politiche e di sicurezza che rendono logico che dovremmo cercare una cooperazione e una comprensione sempre maggiori. E questa cooperazione è essenziale non solo per le nostre tre regioni, ma nella ricerca globale di a ordine mondiale più giusto ed equo (enfasi aggiunta). Spero di vedervi in ​​occasione del vostro prossimo incontro a Washington e attendo di ricevere rapporti sul vostro lavoro a Tokyo.

Jimmy Carter 7

BrzezinskiLa lettera, in modo simile, segue:

La Commissione Trilaterale ha significato molto per me negli ultimi anni. È stato lo stimolo per la creatività intellettuale e una fonte di soddisfazione personale. Ho stretto stretti legami con nuovi amici e colleghi in tutte e tre le regioni, legami che apprezzo molto e che sono sicuro continueranno.

Rimango convinto che, sulle più ampie questioni architettoniche odierne, la collaborazione tra le nostre regioni sia della massima necessità. Questa collaborazione deve essere dedicata alla realizzazione di un ordine mondiale più giusto ed equo (enfasi aggiunta). Ciò richiederà un processo prolungato, ma penso che possiamo guardare avanti con fiducia e essere orgogliosi del contributo che la Commissione sta dando.

Zbigniew Brzezinski8

La frase chiave in entrambe le lettere era "ordine mondiale più giusto ed equo". Questa enfasi indicava che qualcosa non andava nel nostro attuale ordine mondiale, cioè con le strutture nazionali? Sì, secondo Brzezinskie poiché l'attuale "quadro" era inadeguato per gestire i problemi del mondo, deve essere eliminato e soppiantato con un governo mondiale.

Nel mese di settembre 1974 Brzezinski è stato chiesto in un'intervista dal quotidiano brasiliano Vega: "Come definiresti questo nuovo ordine mondiale?"  Brzezinski ha risposto:

“Quando parlo dell'attuale sistema internazionale mi riferisco alle relazioni in ambiti specifici, soprattutto tra i paesi atlantici; relazioni commerciali, militari, di sicurezza reciproca, che coinvolgono il fondo monetario internazionale, la NATO ecc. Dobbiamo cambiare il sistema internazionale per un sistema globale in cui le forze nuove, attive e creative sviluppate di recente dovrebbero essere integrate. Questo sistema deve includere il Giappone. Il Brasile, i paesi produttori di petrolio e persino l'URSS, nella misura in cui l'Unione Sovietica è disposta a partecipare a un sistema globale.9

"Alla domanda se il Congresso avrebbe un ruolo ampliato o ridotto nel nuovo sistema, Brzezinski ha dichiarato:" ... la realtà dei nostri tempi è che una società moderna come gli Stati Uniti ha bisogno di un organo centrale di coordinamento e rinnovamento che non può essere composto da sei centinaia di persone. " 10

Brzezinski ha sviluppato un background per la necessità di un nuovo sistema nel suo libro Tra due secoli: il ruolo dell'America nell'era Technetronic (1970). Ha scritto che l'umanità ha attraversato tre grandi stadi di evoluzione ed era nel mezzo della quarta e ultima fase. Il primo stadio ha descritto come "religioso", combinando un celeste "universalismo fornito dall'accettazione dell'idea che il destino dell'uomo è essenzialmente nelle mani di Dio" con una "ristrettezza terrena derivata da una massiccia ignoranza, analfabetismo e una visione limitata all'immediata ambiente."

La seconda fase è stata il nazionalismo, che ha sottolineato l'uguaglianza dei cristiani davanti alla legge, che "ha segnato un altro passo da gigante nella progressiva ridefinizione della natura e del posto dell'uomo nel nostro mondo". La terza fase è stata il marxismo, che, ha detto Brzezinski, "rappresenta un ulteriore stadio vitale e creativo nella maturazione della visione universale dell'uomo". La quarta e ultima fase è stata l'era tecnetronica di Brzezinski, o l'ideale dell'umanesimo razionale su scala globale, il risultato delle trasformazioni evolutive comuniste americane.11

Nel considerare la nostra struttura di governance, Brzezinski dichiarato:

“La tensione è inevitabile poiché l'uomo si sforza di assimilare il nuovo nella struttura del vecchio. Per un certo periodo la struttura consolidata integra resilientemente il nuovo adattandolo in una forma più familiare. Ma a un certo punto il vecchio framework diventa sovraccarico. Il nuovo input non può più essere ridefinito in forme tradizionali e alla fine si afferma con forza irresistibile. Oggi, però, il vecchio quadro della politica internazionale - con le loro sfere di influenza, le alleanze militari tra stati-nazione, la finzione della sovranità, i conflitti dottrinali derivanti dalle crisi del diciannovesimo secolo - è chiaramente non più compatibile con la realtà ". 12

Uno dei "quadri" più importanti al mondo, e specialmente per gli americani, era la Costituzione degli Stati Uniti. È stato questo documento che ha delineato la nazione più prospera nella storia del mondo. La nostra sovranità era davvero "finzione"? La visione americana non era più compatibile con la realtà? Brzezinski inoltre dichiarato:

“L'avvicinarsi del duecentesimo anniversario della Dichiarazione di indipendenza potrebbe giustificare la richiesta di una convenzione costituzionale nazionale per riesaminare il quadro istituzionale formale della nazione. Sia il 1976 che il 1989 - il duecentesimo anniversario della Costituzione - potrebbero servire come data obiettivo adeguata che culminerà in un dialogo nazionale sulla rilevanza delle disposizioni esistenti ... Il realismo, tuttavia, ci costringe a riconoscere che la necessaria innovazione politica non verrà riforma costituzionale diretta, per quanto auspicabile. È più probabile che il cambiamento necessario si sviluppi in modo incrementale e meno apertamente ... in linea con la tradizione americana di sfumare le distinzioni tra istituzioni pubbliche e private ".13

In BrzezinskiEra Technetronic Era, quindi "Lo stato-nazione come unità fondamentale della vita organizzata dell'uomo ha cessato di essere la principale forza creativa: le banche internazionali e le multinazionali stanno agendo e pianificando in termini molto in anticipo rispetto ai concetti politici dello stato-nazione".14

Brzezinskila filosofia chiaramente indicata Richard Gardner'S Hard Road to World Order è apparso in Affari Esteri in 1974, dove Gardner dichiarato,

“In breve, la 'casa dell'ordine mondiale' dovrebbe essere costruita dal basso verso l'alto piuttosto che dall'alto verso il basso. Sembrerà una grande "confusione esplosiva e ronzante", per usare la famosa descrizione della realtà di William James, ma una fine corsa attorno alla sovranità nazionale, erodendola pezzo per pezzo, porterà a molto di più del vecchio assalto frontale ".15

Quel precedente approccio che aveva prodotto pochi successi durante gli anni '1950 e '1960 veniva scambiato con una mazza di velluto: avrebbe fatto poco rumore, ma avrebbe comunque guidato i picchi della globalizzazione nel profondo del cuore di molti paesi diversi in tutto il mondo, tra cui gli Stati Uniti. In effetti, la Commissione Trilaterale è stata il veicolo scelto che ha finalmente ottenuto la trazione necessaria per creare effettivamente il loro Nuovo Ordine Mondiale.

Comprendere la filosofia della Commissione Trilaterale è stato ed è l'unico modo per conciliare la miriade di contraddizioni apparenti nelle informazioni filtrate fino a noi sulla stampa nazionale. Ad esempio, come mai il regime marxista in Angola derivò la maggior parte dei suoi cambi dalle operazioni petrolifere offshore della Gulf Oil Corporation? Perchè Andrew Young insistere sul fatto che "il comunismo non è mai stato una minaccia per i neri in Africa"? Perché gli Stati Uniti hanno incanalato miliardi di aiuti tecnologici per l'Unione Sovietica e la Cina comunista? Perché apparentemente gli Stati Uniti hanno aiutato i suoi nemici mentre castigavano i suoi amici?

Una domanda simile e sconcertante viene posta da milioni di americani oggi: perché spendiamo trilioni di dollari nella "Guerra al terrore" in tutto il mondo e ignoriamo ancora il confine messicano / americano e le decine di migliaia di stranieri illegali che entrano liberamente negli Stati Uniti ciascuno e ogni mese?

Queste domande, e centinaia di altre come loro, non possono essere spiegate in altro modo: il ramo esecutivo degli Stati Uniti (e le relative agenzie) non era anti-marxista o anticomunista - era ed è, in effetti, pro-marxista. Quegli ideali che hanno portato agli atroci abusi di Hitler, Lenin, Stalin e Mussolini erano ora accettati come inevitabili necessarie dai nostri leader eletti e nominati.

Questo a malapena suggerisce il Grande sogno americano. È molto dubbio che gli americani sarebbero d'accordo Brzezinski o la Commissione Trilaterale. È il pubblico americano a pagarne il prezzo, subendone le conseguenze, ma non comprendendo la vera natura della situazione.

Questa natura, tuttavia, non era sconosciuta o inconoscibile. Il senatore Barry Goldwater (R-AZ) ha emesso un avvertimento chiaro e preciso nel suo libro 1979, Senza scuse:

“La Commissione Trilaterale è internazionale e vuole essere il veicolo per il consolidamento multinazionale degli interessi commerciali e bancari prendendo il controllo del governo politico degli Stati Uniti. ... La Commissione Trilaterale rappresenta uno sforzo abile e coordinato per prendere il controllo e consolidare i quattro centri di potere: politico, monetario, intellettuale ed ecclesiastico ". 16

Sfortunatamente, pochi ascoltarono e ancor meno capirono.

Segui i soldi, segui il potere

Qual era la natura economica della forza trainante all'interno della Commissione trilaterale? Furono le gigantesche multinazionali - quelle con rappresentanza trilaterale - a beneficiare costantemente della politica e delle azioni trilaterali. Accademici lucidati come Brzezinski, Gardner, Allison, McCracken, Henry Owen, ecc., serviva solo a dare una giustificazione "filosofica" allo sfruttamento del mondo.

Non sottovalutare il loro potere o la distanza che avevano già percorso nel 1976. La loro base economica era già stabilita. Giganti come Coca-Cola, IBM, CBS, Caterpillar Tractor, Bank of America, Chase Manhattan Bank, Deere & Company, Exxon e altri praticamente sminuiscono tutto ciò che resta delle imprese americane. Il valore di mercato delle sole azioni IBM, ad esempio, era maggiore del valore di tutte le azioni della Borsa americana. La Chase Manhattan Bank aveva circa cinquantamila filiali o banche corrispondenti in tutto il mondo. Ciò che ha raggiunto i nostri occhi e le nostre orecchie era altamente regolamentato dalla CBS, il New York Times, Time magazine, ecc.

La cosa più importante di tutte è ricordare che il colpo di grazia politico ha preceduto il colpo di grazia economico. Il dominio del ramo esecutivo del governo degli Stati Uniti ha fornito tutta la leva politica necessaria per distorcere le politiche economiche statunitensi e globali a proprio vantaggio.

Con 1977, la Commissione Trilaterale era diventata in particolare esperta nell'uso delle crisi (e nel crearle in alcuni casi) per gestire i paesi verso il Nuovo Ordine Mondiale; eppure, hanno trovato reazioni minacciose da quelle crisi.

Alla fine, la più grande crisi di tutte fu quella dello stile di vita americano. Gli americani non hanno mai contato su gruppi così potenti e influenti che lavoravano contro la Costituzione e la libertà, inavvertitamente o intenzionalmente, e anche ora, i principi che hanno contribuito a costruire questo grande paese sono quasi completamente ridotti al suono di chiacchiere insignificanti.

Ingresso trilaterale: 1980-2007

25th Anniversary of the Trilateral Commission

Sarebbe stato abbastanza dannoso se il dominio trilaterale delCarrettierel'amministrazione era solo un'anomalia una tantum; ma non lo era!

Le successive elezioni presidenziali hanno portatoGeorge HW Bush (sotto Reagan), William Jefferson Clinton, Albert Gore e Richard Cheney (sotto GW Bush) al potere.

Pertanto, ogni amministrazione da allora Carrettiere ha avuto rappresentanza della Commissione trilaterale di alto livello tramite il Presidente o il Vicepresidente o entrambi!

È importante notare che la dominazione trilaterale ha trasceso i partiti politici: hanno dominato entrambi i partiti repubblicano e democratico con uguale aplomb.

Inoltre, l'amministrazione prima Carrettiere è stato molto gentile e utile anche per la dottrina trilaterale: il presidente Gerald Ford ha preso le redini dopo le dimissioni del presidente Richard Nixon, e quindi ha nominato Nelson Rockefeller come suo vicepresidente. Né Ford né Rockefeller erano membri della Commissione Trilaterale, ma Nelson lo era David RockefellerIl fratello e questo dice abbastanza. Secondo le memorie di Nelson Rockefeller, originariamente presentò l'allora governatore Jimmy Carter a David e Brzezinski.

In che modo la Commissione Trilaterale ha raggiunto l'obiettivo di creare un Nuovo Ordine Mondiale o un Nuovo Ordine Economico Internazionale? Hanno fatto sedere i propri membri ai vertici delle istituzioni del commercio globale, delle banche globali e della politica estera.

Ad esempio, la Banca mondiale è uno dei meccanismi più critici nel motore della globalizzazione.17  Dalla fondazione della Commissione trilaterale nel 1973, ci sono stati solo sette presidenti della Banca mondiale, tutti nominati dal presidente. Di questi sette, sei sono stati estratti dai ranghi della Commissione Trilaterale!

  • Robert McNamara (1968-1981)
  • AW Clausen (1981-1986)
  • Barbiere Conable (1986-1991)
  • Lewis Preston (1991-1995)
  • James Wolfenson (1995-2005)
  • Paul Wolfowitz (2005-2007)
  • Robert Zoellick (2007-presente)

Un'altra buona prova del dominio è la posizione del rappresentante commerciale degli Stati Uniti (USTR), che è coinvolto in modo critico nella negoziazione dei numerosi trattati e accordi commerciali internazionali che sono stati necessari per creare il Nuovo Ordine Economico Internazionale. Dal 1977, ci sono stati dieci USTR nominati dal presidente. Otto sono stati membri della Commissione Trilaterale!

  • Robert S. Strauss (1977-1979)
  • Reubin O'D. di traverso (1979-1981)
  • William E. Brock III (1981-1985)
  • Clayton K. Yeutter (1985-1989)
  • Carla A. Hills (1989-1993)
  • Topolino Kantor (1993-1997)
  • Charlene Barshefsky (1997-2001)
  • Robert Zoellick (2001-2005)
  • Rob Portman (2005-2006)
  • Susan Schwab (2006-presente)

Questo non vuol dire che Clayton Yeuter e Rob Portman non fossero amiche degli obiettivi trilaterali, perché chiaramente lo erano.

La posizione del gabinetto del Segretario di Stato ha visto anche la sua parte di Trilaterals:Henry Kissinger (Nixon, Ford), Cyrus Vance (Carrettiere), Alexander Haig (Reagan), George Shultz (Reagan), Lawrence Eagleburger (GHW Bush), Warren Christopher (Clinton) e Madeleine Albright (Clinton). C'erano anche alcuni Segretari di Stato ad interim che sono degni di nota: Philip Habib (Carrettiere), Michael Armacost (GHW Bush), Arnold Kantor (Clinton), Richard Cooper (Clinton).

Infine, va notato che anche la Federal Reserve è stata dominata dai trilateri: Arthur Burns (1970-1978) Paul Volker (1979-1987) Alan Greenspan (1987-2006). Mentre la Federal Reserve è una società di proprietà privata, il presidente "sceglie" il presidente per una nomina perpetua. L'attuale presidente della Fed, Ben Bernanke, non è un membro della Commissione trilaterale, ma chiaramente sta seguendo le stesse politiche globaliste dei suoi predecessori.

Il punto sollevato qui è che il dominio trilaterale sul ramo esecutivo degli Stati Uniti non solo è continuato, ma è stato rafforzato dal 1976 ad oggi. Il modello è stato deliberato e persistente: nominare membri della Commissione Trilaterale in posizioni di potere critiche in modo che possano attuare le politiche trilaterali.

La domanda è ed è sempre stata, queste politiche hanno origine nelle riunioni di consenso della Commissione Trilaterale in cui due terzi dei membri non sono cittadini statunitensi? La risposta è fin troppo ovvia.

Difensori amichevoli trilaterali tentano di spazzare via le critiche suggerendo che l'appartenenza alla Commissione trilaterale è incidentale e che dimostra solo l'alta qualità degli incaricati. Dobbiamo credere che in un paese di 300 milioni di persone solo questi 100 circa sono qualificati per ricoprire posizioni così critiche? Di nuovo, la risposta è fin troppo ovvia.

Dove si inserisce il Council on Foreign Relations?

Sebbene virtualmente tutti i membri della Commissione Trilaterale del Nord America siano stati anche membri del CFR, il contrario non è certamente vero. È facile criticare eccessivamente il CFR perché la maggior parte dei suoi membri sembra riempire l'equilibrio delle posizioni di governo non già occupate da Trilaterals.

La struttura di potere del Consiglio si vede nella composizione del suo consiglio di amministrazione: non meno del 44 percento (12 su 27) sono membri della Commissione! Se la partecipazione del direttore riflettesse solo l'appartenenza generale al CFR, solo il 3-4 percento del consiglio sarebbe trilaterale.18

Inoltre, il presidente del CFR è Richard N. Haas, un membro trilaterale di spicco che è stato anche direttore della pianificazione delle politiche per il Dipartimento di Stato americano di 2001-2003.
L'influenza trilaterale può essere facilmente vista nei documenti programmatici prodotti dal CFR a sostegno degli obiettivi trilaterali.

Ad esempio, il rapporto della task force 2005 CFR sul futuro del Nord America lo era forse le importante dichiarazione politica trilaterale sulla prevista creazione dell'Unione nordamericana. Il vicepresidente della task force era il Dr. Robert A. Pastor, che è emerso come il "Padre dell'Unione Nordamericana" ed è stato direttamente coinvolto nelle operazioni trilaterali dagli 1970. Mentre il CFR ha affermato che la task force era "indipendente", un'attenta ispezione dei nominati rivela che tre trilateri sono stati scelti con cura per sovrintendere alla posizione trilaterale, uno ciascuno da Messico, Canada e Stati Uniti: Luis Rubio,Wendy K. Dobson e Carla A. Hills, Rispettivamente.19  Hills è stato ampiamente salutato come il principale architetto dell'Accordo di libero scambio nordamericano (NAFTA) che è stato negoziato sotto la presidenza George HW Bush in 1992.

La linea di fondo è che il Council on Foreign Relations, completamente dominato dai trilateri, serve gli interessi della Commissione trilaterale, non viceversa!

Globalizzazione trilaterale in Europa

Il contenuto di questo documento finora suggerisce legami tra la Commissione Trilaterale e gli Stati Uniti. Ciò non significa che i Trilateri non siano attivi anche in altri paesi. Ricordando i primi anni della Commissione, David Rockefeller ha scritto in 1998:

"All'inizio degli anni Settanta, la speranza di un'Europa più unita era già in piena regola, grazie in molti modi alle singole energie precedentemente spese da così tanti dei primi membri della Commissione Trilaterale." [Capitali in originale]20

Così, dal 1973 e parallelamente alla loro egemonia statunitense, i membri europei della Commissione trilaterale erano impegnati a creare l'Unione europea. In effetti, la Costituzione dell'UE è stata scritta dal membro della Commissione Valéry Giscard d'Estaing nel 2002-2003, quando era presidente della Convenzione sul futuro dell'Europa. [Per ulteriori informazioni sull'UE, vedere European Union: Dictatorship Rising? e The Globalization Strategy: America and Europe in the Crucible]

I passi che hanno portato alla creazione dell'Unione europea sono non sorprendentemente simili a quelli che si stanno compiendo oggi per creare l'Unione nordamericana. Come per l'UE, le bugie, l'inganno e la confusione sono i principali strumenti utilizzati per tenere all'oscuro i cittadini ignari mentre vanno avanti senza mandato, responsabilità o controllo. [Vedi The Globalization Strategy: America and Europe in the Crucible and Toward a North American Union]

Conclusione

È chiaro che il ramo esecutivo degli Stati Uniti è stato letteralmente dirottato in 1976 da membri della Commissione Trilaterale, all'elezione del Presidente Jimmy Carter e vicepresidente Walter Mondale. Questo dominio quasi assoluto, soprattutto nelle aree del commercio, delle banche, dell'economia e della politica estera, è continuato senza essere contestato e senza sosta fino ai giorni nostri.

I profitti di Windfall hanno accumulato interessi associati alla Commissione trilaterale, ma
l'effetto del loro "Nuovo Ordine Economico Internazionale" sugli Stati Uniti è stato niente meno che devastante. (Vedi America saccheggiata dal Global Elite per un'analisi più dettagliata)

Le basi filosofiche della Commissione trilaterale sono pro-marxiste e socialiste. Sono solidamente opposti al concetto di stato-nazione e, in particolare, alla Costituzione degli Stati Uniti. Pertanto, la sovranità nazionale deve essere ridotta e poi completamente abolita per far posto al Nuovo Ordine Mondiale che sarà governato da un'élite globale non eletta con il suo quadro giuridico auto-creato.

Se hai un sentimento negativo contro la globalizzazione in stile trilaterale, non sei solo. Un sondaggio 2007 Financial Times / Harris ha rivelato che meno del 20 percento delle persone in sei paesi industrializzati (compresi gli Stati Uniti) ritiene che la globalizzazione sia positiva per il loro paese mentre oltre il 50 percento è decisamente negativo nei suoi confronti.21 (Vedi il contraccolpo globale contro la globalizzazione?) Mentre i cittadini di tutto il mondo avvertono il dolore della globalizzazione, pochi capiscono perché sta accadendo e quindi non hanno una strategia efficace per contrastarla.

Il pubblico americano non ha mai e poi mai immaginato che tali forze si sarebbero allineate con tanto successo contro la libertà e la libertà. Tuttavia, l'evidenza è chiara: Steerage of America è da tempo caduto nelle mani di un nemico attivamente ostile che intende rimuovere tutte le vestigia delle cose stesse che ci hanno reso la più grande nazione nella storia dell'umanità.


Note finali
1. Rockefeller, David, Memorie (Casuale, 2002), p. 418
2. Trialogue, Trilateral Commission (1973)
3. Time Magazine, Jimmy Carter: Man of the Year, Gennaio 7, 1977
4. Sutton & Wood, Trilateri sopra Washington (1979), pag. 7
5. New York Times, Jimmy Carter, Leslie Gelb, 23 maggio 1976
6. ibid.
7. Dialogo a tre, Guardando avanti e indietro, Commissione trilaterale, 1976
8. ibid.
9. Sutton & Wood, Trilaterals Over Washington (1979), p. 4
10. ibid. p. 5
11. Brzezinski, Zbigniew, Tra due secoli: il ruolo dell'America nell'era Technetronic (New York: Viking Press, 1973), pag. 246.
12. ibid.
13. ibid.
14. ibid.
15. Gardner, Richard, La difficile strada per l'ordine mondiale, (Foreign Affairs, 1974) p. 558
16. Goldwater, Barry, With No Apologies, (Morrow, 1979), p. 280
17. Global Banking: The World Bank, Patrick Wood, The August Review
18  Consiglio di Amministrazione, Sito web del Council on Foreign Relations
19. Building a North American Community, Council on Foreign Relations, 2005
20. Rockefeller, David, All'inizio, The Trilateral Commission presso 25, 1998, p.11
21  Sondaggio FT / Harris sulla globalizzazione, Sito Web FT.com

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

2 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
vj

Panoramica eccellente. Grazie.

Gabs

Análise forfeita, desde Carter em 76 até 2021 os EUA caíram nas mãos de um grupo seleto que control a mídia, as instituições, a indústria farmacêutica e alimentícia, a política, enfim tudo. Só que o cidadão comum no tem tempo para pesquisar isso. Goste-se de Trump ou não, no enteri no mérito se as políticas dele são boas, mas é muito claro o motivo de ele ter sido chutado do cargo como foi pelo establishment, tendo em vista que aparentemente ele é um outsider (será que é mesmo?).