Controllo totale: gli scienziati imparano a modificare il "codice" del cervello in tempo reale

Per favore, condividi questa storia!

Nota TN: Ancora una volta, la corsa per mappare il cervello ha scatenato una "corsa agli armamenti" e scienziati di tutto il mondo stanno gareggiando per essere i primi. È un sogno tecnocratico poter controllare la mente umana con assoluta precisione e certezza. È un sogno non tecnocratico che non lo farebbero. 

In una svolta che non apparirebbe fuori luogo in un film di fantascienza, i ricercatori hanno affermato di essere stati in grado di controllare le menti degli animali viventi modificando l'attività delle loro cellule cerebrali.

Usando un microscopio specializzato per modificare l'attività dei circuiti cerebrali, sono stati in grado di controllare il comportamento dei topi, portando alla speranza che un giorno potremmo stimolare selettivamente le cellule del cervello, come premere i tasti su un pianoforte.

Mentre il controllo mentale può sembrare roba da incubi distopici di fantascienza, il team ha affermato che i risultati potrebbero fornire informazioni su come le diverse regioni del cervello comunicano tra loro e persino gettare nuova luce sui disturbi cerebrali.

Il cervello è un organo incredibilmente complesso, costituito da gruppi di cellule interconnesse che formano circuiti neurali per diverse funzioni.

Le celle all'interno dei circuiti possono sparare in risposta a un determinato compito, ma decifrare quale combinazione di segnali on-off all'interno dei circuiti ottiene l'effetto desiderato è rimasto poco chiaro.

In esperimenti con i topi, un team dell'Università della California, Berkeley, ha combinato tecniche all'avanguardia di neurobiologia per sviluppare un microscopio in grado di ingrandire una porzione relativamente piccola di migliaia di cellule cerebrali e alterare la loro attività usando la luce laser.

Mirando a un'area di poche migliaia di cellule con lo strumento, sono stati in grado di modificare i segnali elettrici scambiati tra di loro, alterando così l'attività dei circuiti cerebrali dell'animale.

I risultati sono stati presentati all'incontro annuale di biologia sperimentale a San Diego.

"Con questo nuovo microscopio, crediamo che presto saremo in grado di trattare il cervello come la tastiera di un pianoforte, per così dire, e scrivere in una sequenza di attività necessaria per comprendere o correggere la funzione cerebrale", ha affermato il dottor Hillel Adesnik , un neurobiologo presso UCB, che ha guidato la ricerca.

"Dopo ulteriori perfezionamenti, questo strumento potrebbe essere in grado di funzionare come una sorta di Rosetta Stone per aiutarci a decifrare il codice neurale."

Secondo il dottor Adesnik, i ricercatori sperano che il loro approccio aiuti a capire meglio come funziona il meccanismo cellulare del cervello e il "linguaggio" utilizzato dalle cellule per comunicare.

Ha spiegato: `` Volevamo sviluppare una tecnologia in grado di offrire un approccio generale per comprendere la sintassi di base dei segnali neurali, in modo da poter iniziare a capire cosa sta facendo un determinato circuito cerebrale e forse cosa è andato storto nel caso di una malattia.'

I topi sono stati preparati inserendo finestre di vetro nei loro teschi in modo che la luce potesse penetrare nel loro cervello.

Le cellule cerebrali sono state anche geneticamente modificate per renderle sensibili alla luce, usando una tecnica chiamata optogenetica.

Una volta in posizione sulla testa dell'animale, lo strumento emette due raggi di laser a infrarossi attraverso una di queste finestre per creare un modello olografico 3D all'interno del cervello.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

1 Commento
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Dave

È già stato fatto, le agenzie governative segrete lo sanno già