Per gli ambientalisti radicali, i ricchi umani sono sempre il problema

Per favore, condividi questa storia!
Mentre la CO2 perde la sua forza, gli ambientalisti radicali si stanno rivolgendo alla plastica e all'acqua, ma il "nemico" rimane sempre lo stesso: le nazioni ricche, il capitalismo e la libera impresa. Anche la soluzione rimane sempre la stessa: lo sviluppo sostenibile. Le Nazioni Unite affrontano questi gruppi per distruggere il capitalismo e sostituirlo con lo sviluppo sostenibile, alias Tecnocrazia. ⁃ TN Editor

La plastica è il nuovo obiettivo della guerra socialista ambientalista contro il capitalismo, lo sviluppo e il suo creatore e promotore di maggior successo, gli Stati Uniti d'America. L'intero obiettivo dell'inganno del riscaldamento globale antropogenico (AGW) era di dimostrare a CO2 il sottoprodotto dello sviluppo stava distruggendo il pianeta. Elaine Dewar ha riportato nel suo libro Mantello di verde che ha chiesto a Maurice Strong, un membro anziano del Club di Roma e fondatore del Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente (UNEP), cosa c'è che non va nel pianeta ed esiste una soluzione. Lui, come tanti socialisti che spingono grandi progetti, ha creato una forma di negabilità plausibile dando una risposta speculativa.

E se un piccolo gruppo di questi leader mondiali concludesse che il principale rischio per la terra deriva dalle azioni dei paesi ricchi? ... Per salvare il pianeta, il gruppo decide: non è l'unica speranza per il pianeta che il le civiltà industrializzate crollano? Non è nostra responsabilità far sì che ciò avvenga?

Dewar gli ha chiesto perché non ha corso per la politica per raggiungere il suo obiettivo. Ha detto che non puoi fare niente come politico. Come ha notato Dewar, sapeva alle Nazioni Unite ...

Poteva raccogliere i propri soldi da chiunque gli piacesse, nominare chiunque desiderasse, controllare l'ordine del giorno.

Alcuni di noi sapevano che era un inganno sin dall'inizio, che era un piano di sinistra imporre un governo mondiale necessario per combattere le minacce mondiali e ridistribuire la ricchezza cattiva. Dopo cinque giorni con Strong alle Nazioni Unite, Dewar concluse.

Strong stava usando le Nazioni Unite come piattaforma per vendere una crisi ambientale globale e l'agenda della governance globale.

In 1998, sono apparse prove che mostravano che la scienza era sbagliata perché le loro previsioni erano sbagliate. Dopo quell'anno, i livelli atmosferici di CO2 continuarono ad aumentare, ma le temperature iniziarono a diminuire. Inizialmente, la risposta è stata un ritardo temporaneo. Poi da 2004 molti del pubblico lo hanno notato a causa di inverni freddi e forti nevicate. I creatori dell'inganno hanno iniziato a farsi prendere dal panico. Ecco le e-mail trapelate dall'Università dell'East Anglia. Nick al Minns / Tyndall Center, che ha gestito la pubblicità per la storia del clima, ha detto:

"Nella mia esperienza, il congelamento del riscaldamento globale è già un problema di pubbliche relazioni con i media".

Un esempio è stato nei cartoni animati (Figura 1) perché individuano inanità e incoerenze più rapidamente della maggior parte.

Figura 1

 

L'esperto di clima svedese sull'IPCC Bo Kjellen ha risposto,

"Concordo con Nick sul fatto che i cambiamenti climatici potrebbero essere un'etichettatura migliore del riscaldamento globale."

Invece di controllare la loro scienza, hanno spostato i pali della porta chiamando l'impatto causato dall'uomo "cambiamento climatico" anziché "riscaldamento globale".

Il problema è che è proseguita la tendenza al raffreddamento e sono proseguiti i rifiuti. Ancora una volta, un fumettista ha catturato il conflitto.

Figura 2

Se crei un'ipotesi, come che la CO2 umana stia causando il riscaldamento globale, devi affrontare tutte le prove che appaiono. Se contraddice l'ipotesi, riconsideri la tua affermazione, è così che dovrebbe funzionare il metodo scientifico. Con l'ipotesi AGW, il professore di fisica dell'atmosfera del MIT, Richard Lindzen, ha affermato anni fa che il consenso era stato raggiunto prima ancora che la ricerca iniziasse. I fatti continuavano ad apparire, ma i sostenitori li ignoravano, manipolavano, creavano false informazioni o li travisavano. Come disse John Maynard Keynes: “Quando i fatti cambiano, cambio idea. Che cosa fa signore? "

La risposta è che hanno scelto di difendere il sempre più indifendibile. Ora si stanno rendendo conto che il problema del riscaldamento globale antropogenico sta perdendo il suo potere di minacciare, intimidire e controllare le persone, quindi si stanno muovendo verso nuovi obiettivi. C'è sempre un tema comune ai problemi; sono causati dall'uomo, in particolare da coloro che vivono in nazioni industrializzate sviluppate che usano combustibili fossili.

A lungo termine, il problema della sostituzione saranno le minacce umane all'acqua. Segni di questo sono già evidenti con allarmisti ambientali come Peter Gleick che usano termini come "picco dell'acqua". A breve termine, l'attenzione deve rimanere sui combustibili fossili, quindi c'è una campagna contro la plastica. Molte persone non si rendono conto che così tanti prodotti, come la plastica che ha migliorato il nostro mondo, provengono dai combustibili fossili attraverso le industrie petrolchimiche.

L'obiettivo sono le politiche energetiche statunitensi e di Trump, ma quali sono i fatti? Gli Stati Uniti sono responsabili di meno del 1% della plastica negli oceani. Cinque paesi, Cina, Indonesia, Filippine, Tailandia e Vietnam, contribuiscono almeno per lo 60% al totale.

Non importa quali siano i fatti perché l'abilità degli ambientalisti di travisare la verità è senza eguali. Nella settimana il brillante pezzo di propaganda di Al Gore, "An Inconvenient Truth", ha ricevuto il premio Nobel per la pace che un tribunale del Regno Unito ha stabilito che si trattava di propaganda politica con nove importanti errori scientifici. I fornitori di falsità e inganni sanno che una volta che il titolo è nei media mainstream, è radicato, e nessuna contrattività otterrà trazione. Come qualcuno ha detto, una bugia è due volte in tutto il mondo prima che la verità abbia persino i suoi stivali.

Il punto è che Trump non ha nulla da perdere e tutto da guadagnare. Può trasformare questo limone di plastica in un dolce trionfo. È certo che gli ambientalisti della poltrona faranno come sempre, punta le dita, accusano, fuorviano e travisano, ma poi non fanno nulla. Trump è la personificazione dell'azione.

Deve formare un comitato per incontrarsi alla Casa Bianca per delineare un piano per ripulire gli oceani. Una flottiglia pubblica / privata combinata può utilizzare le attrezzature della marina antisommossa gestite da dipendenti pagati da tutte le industrie nei settori dell'energia e della petrolchimica. Pensa a quanta plastica potrebbe contenere una portaerei. Possono pagare per questo usando il loro budget pubblicitario perché se promosso efficacemente, diventerà una grande vittoria per le pubbliche relazioni. Genererà anche altre opportunità come mostrare cosa viene fatto con il materiale recuperato e riciclato. Se sono necessari ulteriori soldi, i produttori possono aggiungere un centesimo per libbra di plastica prodotta. Un'altra fonte di entrate, in particolare per i cittadini di quei piccoli paesi asiatici, implicherebbe il pagamento di ogni chilo di plastica consegnato alle navi di salvataggio.

Il messaggio è che gli ambientalisti socialisti creano e distorcono i problemi. I capitalisti vedono i problemi come prospettive. È il caso e l'opportunità della plastica, l'ultimo obiettivo dell'eco-bullismo.

L'autore

Dr. Tim Ball
Il dott. Tim Ball è un rinomato consulente ambientale ed ex professore di climatologia all'Università di Winnipeg. Ha servito in molti comitati locali e nazionali e come presidente dei consigli provinciali sulla gestione delle risorse idriche, questioni ambientali e sviluppo sostenibile. Il vasto background scientifico del Dr. Ball in climatologia, in particolare la ricostruzione dei climi passati e l'impatto dei cambiamenti climatici sulla storia umana e sulla condizione umana, lo hanno reso la scelta perfetta come Chief Science Adviser con l'International Climate Science Coalition.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

1 Commento
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti