Dr. Tim Ball: Perché il Canada deve uscire dall'accordo sul clima di Parigi

Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
Il mondo può ringraziare il canadese defunto, Maurice Strong, per aver guidato il primo vertice sulla Terra che ha prodotto Agenda 21, Sviluppo sostenibile e chiamate allarmistiche sul riscaldamento globale e sulla riduzione della popolazione. Un altro canadese, il Dr. Timothy Ball, sta guidando il movimento CLEXIT per far uscire il Canada dall'accordo sul clima di Parigi. ⁃ Editor TN

Sono orgoglioso di essere il rappresentante canadese per il movimento per l'uscita dal clima (CLEXIT). Il Canada ha più colpevolezza di qualsiasi altra nazione nel creare e perpetuare l'inganno. Non è iperbole affermare che il Canada è stato centrale nella creazione e nella mobilitazione della falsa pretesa del riscaldamento globale antropogenico (AGW). L'idea che gli umani stessero causando un riscaldamento globale in fuga è nata dal Club di Roma. Formata in 1968 da David Rockefeller, si espanse sull'idea malthusiana secondo cui la popolazione avrebbe superato l'offerta di cibo. L'espansione fu che la popolazione mondiale avrebbe superato tutte le risorse. Hanno formulato tre ipotesi principali.

    • La domanda di risorse aumenterebbe ogni anno perché la popolazione aumenta ogni anno.

    • Le nazioni sviluppate aumentano la domanda utilizzando risorse a un tasso molto maggiore rispetto alle nazioni in via di sviluppo.

    • Altre nazioni stanno cambiando dallo sviluppo alla domanda sviluppata e in accelerazione.

Hanno prodotto alcuni libri e rapporti a sostegno delle affermazioni sulla popolazione e sulla domanda. 1968 di Paul Ehrlich La bomba della popolazione ha raccolto un'enorme attenzione. Il libro 1972 è stato meno letto ma influente Limiti alla crescita di Meadows et al. Ha usato un programma per computer molto primitivo che è iniziato con due componenti. Il volume noto di una risorsa e l'attuale tasso di utilizzo. Quindi, usando una semplice tendenza lineare, proiettava il punto in cui si sarebbe esaurita la risorsa. Ha inoltre proiettato il punto in cui il volume dell'uso delle risorse ha raggiunto il picco. Un altro libro pubblicato su 1977, Ecoscience, Population, Resources, and Environment, ha influenzato la politica per molto tempo a causa del co-autore di Paul Ehrlich John Holdren. In seguito divenne consigliere scientifico alla Casa Bianca di Obama.

Tutta questa attività si è sviluppata attorno a un importante cambio di paradigma. Questi sono i principali cambiamenti che si verificano quando una società riconsidera completamente il modo in cui vede il mondo e se stessi. I due più importanti nella seconda metà del 20 secolo furono il femminismo e l'ambientalismo. Entrambi erano cambiamenti necessari ed entrambi hanno seguito la stessa sequenza di tutti i turni. Questo punto è importante perché chiunque abbia osato mettere in dubbio l'inganno che gli umani stavano causando il riscaldamento globale era accusato di non preoccuparsi dell'ambiente.

Un cambiamento di paradigma inizia, come tutte le cose, con un'idea. Puoi chiamarlo un'ipotesi, una speculazione, un "what if", ma è un'idea che chiede alle persone di pensare diversamente. Non si verificano molto spesso in parte perché, come ha detto il filosofo AN Whitehead,

"Ci vuole una mente molto insolita per intraprendere un'analisi dell'ovvio".

Vengono proposte molte idee, ma poche prendono piede perché le persone hanno generalmente paura del cambiamento. Sanno che il cambiamento si verifica, ma sanno anche che ci sono sempre vincitori e perdenti. Poiché ogni idea è nuova, mancano delle informazioni e della capacità di decidere. È più semplice supporre che perderanno, ed è più sicuro mantenere lo status quo.

Tuttavia, alcune idee sono attraenti per le persone che vedono il potenziale per il potere e la ricchezza o entrambi. Questo è stato il caso dell'ambientalismo. Un piccolo gruppo ha afferrato l'idea di ambientalismo e ha immediatamente preso le basi morali. A loro importa solo della Terra, dei bambini e del loro futuro. Molte persone hanno capito che non aveva senso sporcare il nido ma avevano paura del cambiamento. Fino a che punto dovremmo o dovremmo andare? Dato che sapevano poco, era facile per il gruppo di potere emarginare chiunque avesse osato mettere in discussione. Ricordo le domande dei media precedute dall'idea che stavo "dando conforto" agli inquinatori. Ciò mi ha turbato fino a quando ho capito che dare informazioni false e fuorviare le persone era più problematico. Una volta che il pubblico ha appreso di aver sofferto per il cambiamento e ha fatto sacrifici su false informazioni, darebbe maggiore conforto agli inquinatori.

Se l'idea ha un merito di base, come nel caso dell'ambientalismo, la maggior parte delle persone si adatterà e si adeguerà. Non sono ancora chiari sui limiti dell'idea e della sua applicazione. Questi sono identificati dalle persone che hanno iniziato l'idea e dai loro discepoli. Quando compaiono impatti negativi, come la perdita di posti di lavoro o la recessione economica, la loro reazione definirà il limite. O riconoscono che si tratta di un limite o diventano più stridenti e irragionevoli. Questo è lo stadio in cui ci troviamo con l'ambientalismo.

L'affermazione secondo cui il mondo era sovrappopolato era falsa, ma ora era considerata una minaccia. Si adatta al cambiamento di paradigma ambientalista perché più persone potrebbero fare più danni. La domanda era cosa fare al riguardo. C'era un forte programma anticapitalistico e antisviluppo dietro l'idea e quindi le risposte.

Il tema ambientale generale ha fornito uno sfondo alle idee sulla sovrappopolazione e l'esaurimento delle risorse del Club di Roma (COR) e culminò in ciò che chiamarono La prima rivoluzione globale esposto in un libro con lo stesso nome. Pubblicato in 1991, è stato un seguito ed espansione di The Limits to Growth. Ecco una citazione che caratterizza l'approccio e il sentimento.

Il nemico comune dell'umanità è l'uomo. Alla ricerca di un nuovo nemico per unirci, abbiamo avuto l'idea che l'inquinamento, la minaccia del riscaldamento globale, la carenza di acqua, la carestia e simili sarebbero stati adeguati. Tutti questi pericoli sono causati dall'intervento umano ed è solo attraverso mutati atteggiamenti e comportamenti che possono essere superati. Il vero nemico quindi è l'umanità stessa.

A questo punto, la sfida è convertire le idee in azioni. È dove fondatore della maggior parte delle idee. L'idea di AGW non è stata fondata perché, sfortunatamente, un canadese e membro del COR, Maurice Strong, è diventato la persona chiave con le capacità per realizzarlo.

In 2001, Neil Hrab, un canadese che ha trascorso molto tempo a monitorare e riferire su Strong ha scritto,

Principalmente usando le sue (forti) prodigiose abilità come networker. Nel corso di una vita di mescolare il successo della carriera del settore privato con periodi di governo e gruppi internazionali ...

È iniziato nel 1977 alla conferenza delle Nazioni Unite sulla Conferenza sull'ambiente umano di Stoccolma. Citazioni di Hrab dal Bulletin of the Atomic Scientists:

I tre obiettivi specifici stabiliti dal Segretario Generale della Conferenza, Maurice F. Strong, nella sua prima sessione plenaria - una Dichiarazione sull'ambiente umano, un Piano d'azione e una struttura organizzativa sostenuta da un Fondo mondiale per l'ambiente - sono stati tutti adottati dalla Conferenza.

Ha anche osservato:

Ciò che è veramente allarmante di Maurice Strong è il suo vero record. Le insistenti richieste di Strong di mobilitazione internazionale per combattere le calamità ambientali, anche quando sono esagerate (crescita della popolazione) o scientificamente non dimostrate (riscaldamento globale), hanno fissato l'agenda ambientale mondiale.

Sappiamo quanto forte, come membro del Comitato, ha preso le idee e le ha tradotte in politiche. Elaine Dewar, giornalista investigativa e un altro canadese hanno pianificato di scrivere un libro in onore degli ambientalisti canadesi. Le sue ricerche hanno dimostrato che tutte le persone della lista erano più corrotte delle persone che stavano attaccando. Dewar ha scritto un libro intitolato Cloak of Green con almeno 20% su Strong che includeva i dettagli in cinque giorni con lui presso il quartier generale delle Nazioni Unite.

Dopo quei giorni conclusi con Strong alle Nazioni Unite, Dewar concluse,

"Strong utilizzava le Nazioni Unite come piattaforma per vendere una crisi ambientale globale e l'agenda della governance globale".

L'obiettivo generale era lo sfruttamento dell'ambientalismo, utilizzando la questione secondaria del riscaldamento globale. Strong sapeva che il modo migliore per raggiungere il suo obiettivo era attraverso i burocrati alle Nazioni Unite e i burocrati in ogni ufficio meteorologico nazionale in ogni nazione membro delle Nazioni Unite. Sapeva cosa avvertiva la commentatrice sociale americana Mary McCarthy.

La burocrazia, la regola di nessuno, sta diventando la forma moderna di dispotismo.

Per McCarthy era una minaccia, per Strong era il potenziale per un controllo totale e non responsabile. Ha istituito l'intero obiettivo del COR nell'ambito dell'organizzazione che ha creato, denominato Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente (UNEP). Il controllo generale della politica e della scienza è mostrato nella Figura 1.

Figura 1

L'IPCC è stato fondamentale per creare la scienza necessaria per "dimostrare" che CO2 umano stava causando il riscaldamento globale. È stato facilmente raggiunto dalla definizione data dalla Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC) che li ha limitati alle sole cause umane dei cambiamenti climatici. Fu in questo frangente che un altro canadese venne coinvolto direttamente. L'incontro di fondazione dell'IPCC si è tenuto a Villach, in Austria, in 1985 ed è stato presieduto dagli scienziati canadesi Gordon McBean. Successivamente McBean è diventato viceministro aggiunto presso Environment Canada (CE). In quel ruolo, ha supervisionato e diretto il dipartimento per convincere i politici della legittimità e dell'accuratezza della scienza dell'IPCC.

Sotto McBean, la CE si è sempre più impegnata nel riscaldamento globale antropogenico (AGW) dell'IPCC, inviando grandi delegazioni alle loro riunioni e assegnando finanziamenti crescenti alla ricerca sui cambiamenti climatici. Lo hanno fatto a spese del mantenimento di servizi legislativi. Il superamento del budget ha attirato l'attenzione del revisore generale dei conti canadese (AG) e le attività volte ad aumentare le altre fonti di finanziamento hanno attirato l'attenzione del pubblico. Ad esempio, da 1997 a 2005 l'AG ha riferito che la CE ha speso $ 6.8 miliardi per i cambiamenti climatici, senza risultati. Per pagare per questo, hanno deviato i fondi da altre attività legiferate. Chiusero le stazioni e ne sostituirono molte con stazioni meteorologiche automatiche (AWOS). Questi erano così gravi che NavCanada, un'agenzia istituita per gestire gli aeroporti, comprese le stazioni meteorologiche, si rifiutò di accettarli. Ha scatenato un'inchiesta del senatore BC Pat Carney che ha confermato il problema.

Gran parte del denaro sprecato dalla CE era destinato a modelli di computer che studiavano AGW che ha prodotto risultati terribili. Il modello di computer EC è stato uno dei dozzine utilizzati nell'insieme di modelli che l'IPCC ha usato per fare le loro proiezioni. Ken Gregory del gruppo Friends of Science ha mostrato che il modello canadese ha prodotto le proiezioni più imprecise di tutti i modelli nell'ensemble (Figura 2).

Figura 2

Il risultato di tutti questi sprechi e cattiva direzione è che il Canada ha meno stazioni meteorologiche rispetto agli 1960. L'accuratezza delle previsioni meteorologiche non è notevolmente migliorata, soprattutto per le intemperie. Continuano a sprecare soldi per la propaganda e la partecipazione alle riunioni dell'IPCC - invariabilmente hanno le delegazioni più grandi alle riunioni annuali della Conferenza delle parti (Figura 1). È tempo di limitare severamente tutte le agenzie meteorologiche nazionali, compresa la CE, alle sole agenzie di raccolta dati. Tutte le previsioni del tempo dovrebbero essere fatte da agenzie private, quindi avranno successo solo in base alla qualità e alla precisione del loro lavoro. Nessun ente governativo dovrebbe essere coinvolto nella ricerca perché il potenziale di pregiudizio o influenza politica è molto elevato.

Il programma per creare e spingere l'inganno che il CO2 umano stava causando il riscaldamento globale era principalmente frutto dell'ingegno e del successo grazie al canadese Maurice Strong. Lo ha applicato in forma completa quando, in 1992, è diventato Presidente dell'Ontario Hydro, l'agenzia governativa che controllava tutta la produzione di energia nella Provincia. Ha distrutto l'economia dell'Ontario portandola dal miglior esecutore di tutte le province canadesi a uno dei più poveri.

La gente sta ancora pagando per il danno che ha fatto e lo farà per gli anni a venire. Fortunatamente, gli elettori dell'Ontario si sono ulteriormente arrabbiati per questo quando il governo federale di Justin Trudeau ha proposto una tassa sul carbonio. Ora c'è una rivolta aperta contro la tassa sul carbonio dei principali governi provinciali.

Oltre all'Alberta, le province del Saskatchewan e dell'Ontario a metà luglio hanno annunciato un'alleanza contro la tassa sul carbonio, che ritengono dannosa per l'economia. L'Ontario - la provincia più ricca e popolosa del Canada - ha eletto un primo ministro scettico sul clima a giugno, che sta lavorando per smantellare le politiche sui cambiamenti climatici.

L'Ontario ha eletto un nuovo governo e tra le prime azioni intraprese dal Premier Doug Ford è stato il ritiro del presidente del consiglio di amministrazione di Hydro One (il nuovo nome di Ontario Hydro) e la richiesta di dimissioni di tutti i membri del consiglio di amministrazione. È un passo nella giusta direzione.

I politici mancano ancora della conoscenza della cattiva scienza creata principalmente dai canadesi per ingannare il mondo su AGW. Loro, come il Senato degli Stati Uniti che ha respinto il voto sull'originale Protocollo di Kyoto 95-0 perché ha danneggiato l'economia e non farebbe praticamente alcun cambiamento alle temperature globali, sono a proprio agio con l'argomento economico. Anche se si accetta la cattiva scienza, il costo per ridurre la temperatura globale controllando CO2 non è sostenibile. Hanno ancora paura degli attacchi degli eco-bulli. Tuttavia, la maggioranza è pronta a prendere una posizione economica.

Bjorn Lomborg mette in termini ancora più netti.

L'impatto climatico di tutti Parigi promette INDC è minuscolo: se misuriamo l'impatto di ogni nazione che adempie ogni promessa di 2030, la riduzione della temperatura totale sarà 0.048 ° C (0.086 ° F) di 2100. (La sua enfasi).

Anche se assumiamo che queste promesse sarebbe esteso per altri 70 anni, c'è ancora un piccolo impatto: se ogni nazione adempie a tutte le promesse di 2030 e continua ad adempiere fedelmente queste promesse fino alla fine del secolo, e non vi è alcuna "perdita di CO '" nelle nazioni non impegnate, la totalità delle promesse di Parigi ridurre gli aumenti di temperatura di soli 0.17 ° C (0.306 ° F) by 2100.

I burocrati di Environment Canada sono diventati una forza importante a livello nazionale e internazionale nel promuovere e perpetuare l'inganno. Il governo del Canada deve usarli per assumere un ruolo guida in un ritorno alla sanità mentale. È tempo di spegnerli e CLEXIT dal fiasco, dall'inganno e dai costi devastanti nelle opportunità perse. È garantito creare cattiva scienza quando si hanno burocrati scientifici. Se l'evidenza mostra ciò che i tuoi politici hanno detto, non rischieranno il loro lavoro ammettendo di aver sbagliato. Come diceva Upton Sinclair,

"È difficile convincere un uomo a capire qualcosa quando il suo stipendio dipende dal fatto che non lo capisce!"

L'unico ruolo della CE dovrebbe coinvolgere il maggior numero possibile di dati messi a disposizione di chiunque ne abbia bisogno.

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


L'autore

Dr. Tim Ball
Il dott. Tim Ball è un rinomato consulente ambientale ed ex professore di climatologia all'Università di Winnipeg. Ha servito in molti comitati locali e nazionali e come presidente dei consigli provinciali sulla gestione delle risorse idriche, questioni ambientali e sviluppo sostenibile. Il vasto background scientifico del Dr. Ball in climatologia, in particolare la ricostruzione dei climi passati e l'impatto dei cambiamenti climatici sulla storia umana e sulla condizione umana, lo hanno reso la scelta perfetta come Chief Science Adviser con l'International Climate Science Coalition.
Sottoscrivi
Notifica
ospite
2 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Sherri Lange

Pezzo eccellente. Grazie, Tim Ball. Un piccolo errore: l'Ontario non ha eletto un Primo Ministro, ma piuttosto un Premier. VOGLIAMO CHE QUESTO SIA CORRETTO, CHE IL PREMIER CORRENTE, DOUG FORD, POTREBBE SODDISFARE ENTRAMBI I RUOLI.

"L'Ontario - la provincia più ricca e popolosa del Canada - ha eletto un primo ministro scettico sul clima a giugno, che sta lavorando per smantellare le politiche sui cambiamenti climatici".