Le agenzie di Intel del governo dietro gli ID del passaporto dei vaccini digitali

Per favore, condividi questa storia!
La pandemia di COVID ha fornito una comoda copertura agli operatori di Technocrat per implementare un sistema di tracciamento digitale globale che consentirà i loro piani per la dittatura scientifica, nota anche come Technocracy. Hanno in gran parte dirottato la forza e le risorse del governo. Editor TN

Nel gennaio 2021, giganti della tecnologia come Microsoft, Oracle e MITRE Corporation hanno annunciato il lancio del Iniziativa per le credenziali di vaccinazione (VCI) in partnership con aziende sanitarie.

Sul loro sito web, il VCI si descrive come un'alleanza di organizzazioni private e pubbliche dedicate allo sviluppo del "rilascio di credenziali sanitarie verificabili" legate a un individuo identità digitale.

L'idea VCI dipende da una piattaforma comune da cui è possibile creare portafogli digitali e dal sito Web VCI che richiedono "Le organizzazioni partecipanti si impegnano a implementare, testare e perfezionare il quadro delle tessere sanitarie SMART all'interno della loro sfera di influenza".

Secondo VCI, loro 'Carte Sanitarie SMART' sono destinati a “lavorare oltre i confini organizzativi e giurisdizionali”.

Tessere sanitarie SMART a partire da ora includi il nome, il sesso, la data di nascita, il numero di telefono e l'indirizzo e-mail di una persona, nonché lo stato di vaccinazione. Gli sviluppatori sperano, tuttavia, che queste carte alla fine diventino identità digitali universali onnicomprensive che risiedono all'interno di un portafoglio digitale universale.

Josh Mandel, uno dei principali sviluppatori dietro VCI's Tessere sanitarie SMART sistema, detto una volta che un'identità digitale universale completa è "essenziale" per lo sforzo di creare pass di vaccinazione digitali.

Sul loro sito web, il gruppo usa spesso il termine "portafoglio digitale" e osserva che Schede sanitarie SMART potrebbero presto essere utilizzati come ID digitali per tutte le attività, compresi i viaggi e ogni acquisto effettuato da un individuo durante l'attività commerciale.

Secondo la sezione "informazioni" sul loro sito Web, la sezione dei membri del gruppo include aziende come Amazon, Microsoft, Google, Apple e il MITRE Corporation.

Insieme alla MITRE Corporation, uno dei gruppi elencati nella sezione governance del sito è il Commons Project Foundation, che è il principale sostenitore della VCI e ospita anche il sito web della VCI.

La Commons Project Foundation si descrive anche come un'"alleanza pubblica e privata".

Elencato sul consiglio direttivo della Commons Project Foundation è il presidente della Rockefeller Foundation, il Global Head of Performance presso BlackRock, l'amministratore delegato di Gruppo Blackstonee Julie Gerberding, l'ex direttore del CDC. Gerberding una volta ha scritto un editoriale in Time Magazine chiedendo una "Rete internazionale di sorveglianza pandemica".

Ci sono molti altri capi di banche multilaterali di sviluppo (MDB), ex partner di Goldman Sachs, consulenti delle Nazioni Unite e altre società multinazionali elencate nella loro assemblea.

Con l'aiuto del World Economic Forum e della Rockefeller Foundation, la Commons Project Foundation gestisce il Rete di fiducia comune. Come la Vaccination Credential Initiative e la Commons Project Foundation, il Commons Trust Network si descrive come un'"alleanza pubblica e privata".

Il Forum economico mondiale sito web elenca il CEO e il CMO della Commons Project Foundation rispettivamente come Paul Meyer e Bradley Perkins. Dopo la sua carriera presso il Center for Disease Control degli Stati Uniti, Perkins è stato nel comitato consultivo della RAND Corporation e il suo partner Paul Meyer ha scritto i discorsi del presidente Clinton mentre era a Yale.

In collaborazione con il World Economic Forum e la Rockefeller Foundation, oltre a un elenco quasi infinito di società e agenzie governative, la Commons Project Foundation ha creato il CommonPass.

Secondo il World Economic Forum's sito web, proprio come il VCI, la Commons Project Foundation cerca di “sviluppare e lanciare a modello globale standard per consentire alle persone di documentare e presentare in modo sicuro il proprio stato COVID-19 per facilitare i viaggi internazionali e l'attraversamento delle frontiere”.

Il sito afferma che il loro 'Common Pass'è alimentato da loro “Registro CommonTrust Network™ e directory VCI™.” e sarà consentire agli individui a documento loro "Stato COVID-19 per soddisfare i requisiti di ingresso del paese o dello stato", e "accedi ai risultati di laboratorio e ai registri delle vaccinazioni quando ne hai bisogno."

Secondo MintPress News, i cofondatori della Commons Project Foundation hanno una relazione di lunga data con l'International Rescue Committee.

In uno articolo, il giornalista Whitney Webb ha osservato che l'amministratore delegato del International Rescue Committee sviluppato un programma pilota in Myanmar per il sistema di identificazione biometrica digitale, supportato dal Alleanza ID2020. Secondo Webb, l'alleanza ID2020 è sostenuta da Microsoft e finanzia direttamente la Commons Project Foundation.

“iRespond, un internazionale organizzazione non profit che è "dedicato all'utilizzo della biometria per migliorare la vita attraverso l'identità digitale", ha iniziato la sperimentazione un nuovo programma biometrico per i neonati tra la popolazione di rifugiati prevalentemente Karen lungo il confine tra Myanmar e Thailandia... Il programma pilota viene condotto come parte della controversa alleanza ID2020, sostenuta da Microsoft, l'alleanza per il vaccino GAVI, e la Fondazione Rockefeller... iRespond è in partnership con Mastercardun altro partner ID2020 che è strettamente alleato con la società, Trust Stamp, una piattaforma di identità biometrica che raddoppia anche come registro dei vaccini e sistema di pagamento”.

La spinta per un portafoglio digitale universale con un ID digitale universale onnicomprensivo è arrivata molto prima dell'inizio del COVID-19. Come MintPress News segnalati l'anno scorso, il primo vero programma pilota per una piattaforma di identità digitale è stato lanciato nel 2018 in Africa occidentale. Grazie all'alleanza per il vaccino GAVI, finanziata in gran parte dalla Fondazione Bill e Melinda Gates, Trust Stamp e Mastercard, il programma pilota ha ripreso vita durante l'apice della pandemia.

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

4 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
DOMUNGO GARCIA

Ora sappiamo qual è la spinta per il vax.

coronistan.blogspot.com

"Le agenzie di informazioni governative dietro gli ID del passaporto dei vaccini digitali" che verranno archiviati all'interno di tutti i vaccinati.

trackback

[…] un'identità legata a qualunque cosa ritengano importante che tu faccia. COVID-1984 Questi sono tutti collegati: https://www.technocracy.news/the-government-intel-agencies-behind-digital-vaccine-passport-ids/ [...]

Olde

DOMANDA: Se le iniezioni di frammenti di ossido di grafene magnetico taglienti come rasoi possono essere agitate dalle frequenze 5G, una persona iniettata che critica il Grande Reset può essere uccisa da una telefonata 5G?

Se è così, un mandato per essere accoltellati è una richiesta di puntare una pistola carica alla testa di qualsiasi persona iniettata.