La curiosa relazione tra cambiamento climatico, immigrazione e aborto

Per favore, condividi questa storia!
Da quando l'aborto è stato legalizzato in 1973 dalla decisione Roe v. Wade, l'America ha terminato oltre 60 milioni di bambini. Se a questi fosse stato permesso di crescere e diventare cittadini produttivi, la generazione del baby boom non si sarebbe preoccupata del possibile fallimento del fondo fiduciario di sicurezza sociale, né l'America avrebbe un debito di $ 21 trilioni di dollari. Tuttavia, invece di sollevare un rimedio politico per un genocidio demografico creato dall'uomo chiaramente documentato, i politici (e i cittadini) sono invece impazziti dal riscaldamento globale creato dall'uomo sulla base di dati errati e cattiva scienza. ⁃ Editor TN

Ci sono due grandi questioni morali ed etiche che affrontano e dividono gli americani, l'aborto e la migrazione. La vita, nel suo modo normalmente perverso, offre una soluzione per entrambi con un tema comune, che viene trascurato o ignorato perché le persone hanno opinioni così forti e spesso emotive su ciascuno. È improbabile che considerino l'uno come soluzione per l'altro, ma i problemi in corso richiedono un pensiero diverso.

Alcuni potrebbero chiedersi perché un climatologo abbia dimestichezza o conoscenza di tali problemi. La risposta è che il mio interesse per il clima storico si concentra sull'impatto del clima e dei cambiamenti climatici sulla condizione umana. L'impulso originale per l'uso del riscaldamento globale per un'agenda politica implicava l'affermazione che il mondo era sovrappopolato e mentre tutti usavano le risorse a un ritmo crescente, le nazioni industrializzate che usano combustibili fossili lo facevano più rapidamente di altre. Per anni 25 ho anche insegnato un corso di geografia politica che esamina le formazioni dei paesi, la demografia e il movimento delle persone.

Una delle mie storie preferite sull'uso di un problema per risolverne un altro riguardava uno sciopero dei lavoratori della spazzatura a Vancouver, in Canada. Un cittadino è stato intervistato dai media supponendo che si sarebbe arrabbiato. Ha detto che non ha avuto difficoltà a liberarsi della sua immondizia. Andò al lavoro e parcheggiò in centro in un parcheggio all'aperto. Ogni secondo giorno impacchettava la sua spazzatura in una confezione regalo e la metteva sul sedile posteriore della sua macchina e lasciava la portiera aperta. Ogni volta che tornava al suo veicolo dopo il lavoro, la spazzatura spariva. Ha usato un fallimento del governo nell'affrontare il crescente tasso di criminalità per risolvere un altro fallimento del governo, la garanzia di continui servizi essenziali. Questo è un esempio banale, ma il concetto può essere applicato ai principali fallimenti del governo nel risolvere i problemi.

Quasi tutte le migrazioni sono economiche in quanto le persone lasciano una nazione dove non possono trovare lavoro per andare in una dove possono. Il paese che lasciano è di solito felice di liberarsene perché sottolineano la leadership fallita. Lasciando, riducono anche il drenaggio della povera economia creata dalla fallita politica fiscale. Il paese in cui entrano ha bisogno di loro perché i tassi di natalità naturali diminuiscono con lo sviluppo di una nazione. Per sostenere la loro economia sviluppata, devono colmare il divario tra il tasso di natalità in calo e il numero di lavoratori necessari per mantenerlo. Si tratta di una situazione di domanda e offerta classica con troppe persone fornite per mantenere lo status quo. La maggior parte dei paesi sviluppati colma il divario attraverso l'immigrazione. Il Giappone è un'eccezione rara, e quindi affrontano un problema crescente che richiede di consentire l'immigrazione o iniziare a tagliare i programmi sociali e altri. Nulla illustra questo problema meglio delle piramidi di popolazione (Figure 1, 2 e 3).

Alcuni paesi o regioni sviluppati, come l'Italia o il Quebec, incoraggiano le famiglie ad avere più figli con premi finanziari. Questo non è molto efficace perché non copre mai il costo di crescere un bambino. È come dare i buoni scuola in modo che i genitori possano scegliere la scuola per i loro figli. Il problema è che ci sono molti più e spesso maggiori costi che la famiglia non può permettersi.

Poiché gli immigrati sono richiesti per uno scopo specifico, molti paesi utilizzano un sistema basato sul merito per attirare qualificati e qualificati. Gli Stati Uniti propongono l'adozione di questo sistema e indicano il suo successo in paesi come il Canada e l'Australia. Quando queste idee furono discusse negli 1960, il concetto fu caratterizzato come la creazione di una "fuga di cervelli". La preoccupazione era che le nazioni sviluppate stavano prendendo le persone qualificate che una nazione in via di sviluppo aveva bisogno di sviluppare.

Figure 1

Figure 2

La piramide della popolazione per gli Stati Uniti mostra un equilibrio ragionevole, sebbene sia visibile il leggero rigonfiamento dei baby boomer (Figura 3). Porranno grandi richieste sulla struttura socioeconomica con l'avanzare dell'età. Il tasso di natalità tra la popolazione nativa non è in sostituzione, quindi ai migranti sarà richiesto se tutto il resto deve rimanere uguale. Possono essere apportate piccole modifiche, come l'aumento dell'età pensionabile, ma sono limitate. Se si desidera mantenere livelli vicini alla situazione esistente e non si è soddisfatti delle politiche sui migranti, è necessaria un'altra strategia.

Figure 3

Vi è una tendenza interessante negli Stati Uniti nel numero di persone che si oppongono agli aborti. C'è anche una tendenza nel numero di persone che si pentono di aver abortito. La verità è che i numeri sono così distorti perché è un problema così emotivo che non vale la pena considerare. Le informazioni che sono rilevanti per qualsiasi decisione politica futura sono il motivo per cui le donne hanno aborti. Il Guttmacher Institute (AGI) elenca tre motivi principali come

  • Impatto negativo sulla vita della madre
  • Instabilità finanziaria
  • Problemi di relazione / riluttanza ad essere una madre single.

Webmd.com identificare i primi tre come

  • Fallimento del controllo delle nascite
  • Incapacità di sostenere o prendersi cura di un bambino
  • Per terminare una gravidanza indesiderata

Il tema di entrambi questi elenchi suggerisce che, date le diverse circostanze, sia per il proprio che per il futuro del bambino, è possibile una soluzione diversa. Ci sono molte agenzie che offrono supporto all'adozione. Il problema è che non copre mai i costi e i tempi.

Non è chiaro quanti aborti si verificano negli Stati Uniti ogni anno.

"Basato su dati disponibili a livello statale, nel 893,000 negli Stati Uniti si sono verificati circa 2016 aborti "

Considera quel numero contro questo avviso.

Le statistiche primarie sull'aborto a livello nazionale per gli Stati Uniti sono disponibili da due fonti: privatamente da Guttmacher Institute (AGI) e pubblicamente dal Centri per il controllo delle malattie (CDC). I numeri di Guttmacher, pubblicati ogni tre anni, provengono da sondaggi diretti di tutti i fornitori di aborti noti e sospetti negli Stati Uniti. I numeri CDC, pubblicati ogni anno, derivano dal conteggio effettivo di ogni aborto segnalato ai dipartimenti sanitari statali. Sfortunatamente, la California, il Maryland e il New Hampshire non riportano pubblicamente i totali dell'aborto. Come tale, i numeri di aborto di Guttmacher sono più completi, ma sono approssimazioni. Poiché solo il 58% dei provider interrogati ha risposto L'ultimo sondaggio di Guttmacher, i totali dell'aborto sono stati stimati per il restante 42%.

È ragionevole supporre che ogni anno si verifichino circa un milione di aborti negli Stati Uniti.

È quasi altrettanto difficile ottenere dati accurati sul numero di immigrati clandestini che entrano negli Stati Uniti ogni anno. Una pagina web offre un numero, 700,000 all'anno, apparentemente costruito attorno ai dati ufficiali. Questo numero diminuirà quando Trump costringerà il Congresso ad adottare politiche di immigrazione sensate e creerà un confine sicuro con il Messico. La buona notizia è che gli immigrati saranno una quantità nota, soprattutto se verrà applicato un sistema di merito. A meno che non si aumenti il ​​tasso di natalità naturale, il numero di immigrati totali necessari per mantenere il sistema socioeconomico dovrà aumentare.

Sono contrario a più governo, ma i partenariati pubblici e privati ​​sono dispositivi preziosi per operazioni efficaci. Sono contrario agli aumenti delle tasse a causa dell'abuso dei fondi da parte del governo e che la maggior parte sono negativi. Troppe tasse vengono utilizzate per scopi non necessari ma anche per punire piuttosto che incoraggiare un comportamento.

È probabile che la maggior parte delle donne che hanno aborti sarebbe disposta a vedere il proprio bambino avere una possibilità nella vita, soprattutto se contribuisse a una migliore America. Molti studi affermano di dimostrare che la maggioranza di le donne non hanno rimpianti di avere un aborto. Il problema è che quasi tutti sono egoistici. Inoltre, quante donne che hanno razionalizzato la decisione avrebbero ammesso di aver ripensato o pentito. La maggior parte prende la decisione di abortire a causa di difficoltà e costi personali. È ragionevole supporre che se fossero presi cura di loro prenderebbero una decisione diversa.

Ciò che è necessario è una politica che, con l'aiuto di incentivi fiscali, preveda la nascita e l'educazione dei bambini che i genitori scelgono di non abortire. Gran parte di questo denaro può provenire dai risparmi ottenuti da drastiche riduzioni del numero di immigrati clandestini. Ovviamente, questa transizione richiederà del tempo perché i bambini debbano svilupparsi, ma sono state tutte le correzioni a breve termine che hanno creato molti dei problemi di oggi. Sicuramente, a lungo termine, una soluzione made in America per ridurre gli aborti e trasformare i bambini in cittadini produttivi per sostituire gli illegali che la maggior parte delle persone non vogliono, è umana e vantaggiosa per tutti.

Informazioni sull'editor

Dr. Tim Ball
Il dott. Tim Ball è un rinomato consulente ambientale ed ex professore di climatologia all'Università di Winnipeg. Ha servito in molti comitati locali e nazionali e come presidente dei consigli provinciali sulla gestione delle risorse idriche, questioni ambientali e sviluppo sostenibile. Il vasto background scientifico del Dr. Ball in climatologia, in particolare la ricostruzione dei climi passati e l'impatto dei cambiamenti climatici sulla storia umana e sulla condizione umana, lo hanno reso la scelta perfetta come Chief Science Adviser con l'International Climate Science Coalition.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

1 Commento
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti