La Banca africana di sviluppo promuove lo sviluppo sostenibile come "la risposta" ai problemi economici

Per favore, condividi questa storia!
Nota TN: leggi questo comunicato stampa della African Development Bank e vedrai la menzione di tutti gli obiettivi di sviluppo sostenibile della conferenza delle Nazioni Unite in settembre / ottobre 2015. Il premio è di $ 82 trilioni di risorse naturali già scoperte, la ricchezza di cui si dice dovrebbe rimanere nel continente. Il vero intento è trasformare queste stesse risorse in un fondo fiduciario globale comune gestito dalle Nazioni Unite o dai suoi tecnocrati al governo. Il cuore pulsante della tecnocrazia è il sequestro e l'allocazione delle risorse naturali ovunque.

The African Development Bank (AfDB) è ottimista su 2016 e spera di basarsi su uno sviluppo senza precedenti in 2015 che, a suo avviso, passerà alla storia come un anno "quando il mondo decise che era finalmente giunto il momento di mettere da parte le differenze individuali e forgiare un nuovo paradigma di sviluppo per il pianeta".

Se attuato con successo, il nuovo paradigma non solo metterà fine all'estrema povertà come la conosciamo, ma annullerà anche la minaccia del riscaldamento globale e inaugurerà una nuova era di sviluppo globale sostenibile, afferma AfDB in dichiarazione pubblicato sul suo sito web.

La Banca sottolinea che il Conferenza sulla finanza per lo sviluppo, tenutosi ad Addis Abeba, in Etiopia, a luglio 2015, ha preparato le basi necessarie per gli ambiziosi obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG), che sono stati adottati dalla comunità globale di New York a settembre 2015.

"In quanto attori chiave nel discorso sullo sviluppo globale, le banche multilaterali di sviluppo hanno fatto progressi come mai prima e hanno articolato una posizione comune affermando che i trilioni di dollari che saranno necessari per finanziare gli OSS avevano bisogno di un ripensamento fondamentale su come lo sviluppo è finanziato ", afferma la African Development Bank.

Aggiunge: "Il finanziamento dello sviluppo non riguarderà più gli aiuti, ma le politiche e le finanze proprie di un paese e un partenariato tra governi, professionisti dello sviluppo e settore privato".

Revisionare il successo di Vertice delle Nazioni Unite sullo sviluppo sostenibile a New York, l'AfDB ha dichiarato a settembre 29: “Sono state fatte alleanze potenti. . . quando il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, e il presidente dell'African Development Bank Group (AfDB), Akinwumi Adesina, si sono stretti la mano, suggellando un impegno a continuare a lavorare insieme per spingere l'Africa a un nuovo livello di sufficienza energetica. I leader si sono uniti al loro reciproco desiderio di vedere il continente passare dalle tenebre alla luce durante un pranzo per i capi di stato dato dal Segretario Generale delle Nazioni Unite. "

La dichiarazione del 29 settembre aggiungeva: L'iniziativa Power Africa del presidente Obama sta già lavorando per raddoppiare l'accesso all'elettricità nell'Africa subsahariana, una regione in cui più di 600 milioni di persone non hanno elettricità. Con l'ascesa del presidente Adesina a capo dell'AfDB, portare tutte le 54 nazioni africane completamente online è ora la priorità numero uno. Adesina's 'Nuovo accordo sull'energia per l'Africa"è il punto di riferimento, un piano in cinque punti che ha preparato per farlo.

"L'Africa ha oggi oltre $ 82 trilioni di risorse naturali scoperte", ha dichiarato Adesina. "Dobbiamo aggiungere valore a queste risorse in modo che la ricchezza rimanga nel nostro continente". L'unico modo che accadrà, ha detto, è attraverso l'industrializzazione alimentata da fonti energetiche affidabili.

Da New York la comunità globale si è trasferita a Parigi a dicembre per COP21, dove è stato raggiunto un accordo storico per limitare l'aumento delle temperature medie globali al di sotto di 2 gradi Celsius al di sopra dei livelli preindustriali.

I paesi sviluppati hanno concordato di ridurre le proprie emissioni in termini assoluti e hanno concordato di fornire sostegno finanziario e tecnico ai paesi in via di sviluppo per quanto riguarda sia la mitigazione che l'adattamento.

“L'adozione dell'accordo di Parigi mostra che il mondo comprende che con il cambiamento climatico non ci sono né vincitori né vinti. O vinciamo tutti insieme o perdiamo tutti insieme ”, ha detto il presidente di AfDB Adesina. “Il Vertice ha segnato un momento storico, quando 195 paesi hanno scelto di schierarsi dalla parte della giustizia e del buon senso. E la voce dell'Africa è stata ascoltata - forte e chiara ".

In questo contesto, 2015 è stato un anno di riferimento, non solo per la comunità internazionale, ma anche per il gruppo African Development Bank, che è stato ben rappresentato in ciascuno degli eventi globali sopra menzionati e ha svolto un ruolo centrale nell'articolazione delle speranze e delle aspirazioni del continente africano, afferma la dichiarazione.

Nel corso dell'anno, la Banca non solo ha completato il processo di trasferimento del personale da Tunisi ad Abidjan, ma ha anche salutato il suo presidente, Donald Kaberuka, che aveva guidato l'istituzione negli ultimi dieci anni. A seguito di elezioni trasparenti e fortemente contestate, la Banca ha inoltre accolto con favore Akinwumi Adesina, in qualità di ottavo presidente eletto dell'istituzione.

"2016 chiama e il vero lavoro di tradurre in realtà le aspirazioni di 2015 inizierà ora sul serio", afferma la dichiarazione. Il Consiglio di amministrazione della Banca ha inviato un segnale molto forte di sostegno al personale e alla sua direzione approvando un aumento senza precedenti del 19 del budget della Banca.

"La strada da percorrere per noi è chiara", dichiara AfDB. Guidato dalla visione e dalle aspirazioni del Strategia decennale, il ruolo della Banca nei prossimi anni sarà quello di illuminare l'Africa, nutrire l'Africa, industrializzare l'Africa, integrare l'Africa e migliorare la qualità della vita per gli africani.

“Per raggiungere questi obiettivi, l'istituzione deve evolversi in un centro di eccellenza in cui non esiste un ruolo per la mediocrità. Lo dobbiamo ai nostri azionisti, ma soprattutto ai nostri clienti, che si aspettano che noi facciamo la nostra parte come principale istituto finanziario per lo sviluppo del continente. Insieme lo faremo accadere! ”[IDN-InDepthNews - 27 dicembre 2015]

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

4 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
C Kelly

Chi gestisce la banca di sviluppo africana? Finanza internazionale?

Patrick Wood
Alison Ryan

Come mostra TN e il sito Web di AfDB afferma che "la Banca africana di sviluppo (AfDB), da 2000, si è impegnata a sostenere le RMC nei loro sforzi per raggiungere gli Obiettivi di sviluppo del millennio (MDG) in collaborazione con varie organizzazioni internazionali e di sviluppo, tra cui le Nazioni Unite , la Banca mondiale e il Fondo monetario internazionale. L'AfDB è un istituto di finanziamento dello sviluppo multilaterale regionale istituito per contribuire allo sviluppo economico e al progresso sociale dei paesi africani che sono i paesi membri regionali dell'istituto (RMC). L'AfDB comprende tre entità: la African Development Bank (ADB), il African Development Fund (ADF) e il Nigeria Trust Fund... Per saperne di più »