Tecnocrazia: un sistema di schiavi digitali in cui non è consentito il dissenso

Per favore, condividi questa storia!
Questo articolo è la visione succinta di uno studioso europeo su dove sta andando il mondo, vale a dire, direttamente verso la vera e propria tecnocrazia. La religione malvagia e contorta dello scientismo può essere facilmente identificata laddove "i consigli di esperti scientifici erodono la democrazia". In effetti, la tecnocrazia intende rimuovere completamente l'intero strato politico della società per controllare le persone direttamente, senza discussione o ricorso. ⁃ Editore TN

"Dobbiamo sbagliare ancora una volta", scrive il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres in Our Common Agenda. Vuole creare un "codice di condotta globale" che promuova l'integrità dell'informazione pubblica e vuole migliorare l'esperienza delle persone nelle istituzioni pubbliche e nei servizi di base e creare esercizi "inclusivi" che includano le opinioni dei cittadini e le loro "idee sul futuro". Questo lavoro include anche un sistema fiscale internazionale riformato e una struttura comune per l'integrità finanziaria per affrontare i flussi finanziari illegali. Tutto sommato, questo significa che ci stiamo avvicinando al 1984 di Orwell a passi da gigante stabilendo una forma di “Ministero della Verità” sotto il mandato e il controllo delle Nazioni Unite. Anche i devianti dalla corretta dottrina rischiano di vedersi negato l'accesso ai servizi finanziari.

Attraverso Internet, le persone sono state in grado di condividere le informazioni tra loro in un modo che prima non era possibile. Secondo l'ONU, questo non è stato del tutto positivo. Le persone rischiano di condividere informazioni "errate". È quindi considerato centrale affrontare ciò che chiamano "infodemia" (la diffusione di voci globali "pericolose") e "false informazioni". La disinformazione su larga scala e l'indebolimento di "fatti scientificamente stabiliti" sono visti come problemi estremamente seri.

Ad esempio, si ritiene che l'obiettività conduca il pubblico nella direzione sbagliata. Come descritto in La nostra agenda comune:

L'obiettivo di dare uguale equilibrio a punti di vista concorrenti può andare a scapito dell'imparzialità e dell'evidenza, distorcendo il dibattito pubblico. La capacità di causare disinformazione su larga scala e minare fatti scientificamente stabiliti è un rischio esistenziale per l'umanità.

Questo problema è qualcosa che è specificamente correlato alla gestione del COVID-19.

…la sfiducia del pubblico nei confronti dei governi e la sfiducia del governo nei confronti del pubblico hanno reso più difficile mantenere il consenso dietro le restrizioni di salute pubblica su COVID-19

Quest'area, insieme al cambiamento climatico, è ovviamente centrale per la UN e i suoi alleati. Il World Economic Forum (partner dell'Agenda 2030 delle Nazioni Unite dal 2019) ha descritto il problema dell'"infodemia" in relazione alle pandemie già nella sua prima Rapporto sui rischi globali dal 2006. Lo stesso rapporto richiedeva anche un monitoraggio dall'alto verso il basso dei rischi globali utilizzando i satelliti.

Il problema è stato sollevato anche nell'ultimo del WEF Rapporto sui rischi globali dal 2022. Ciò rappresenta una seria minaccia per la scienza, il che significa:

Censura, negazione e/o scetticismo nei confronti dell'evidenza scientifica e della comunità scientifica su scala globale, con conseguente regressione o stallo dei progressi in materia di azione per il clima, salute umana e/o innovazione tecnologica.

Richiedono quindi un consenso comune ed "empiricamente" sostenuto su fatti e scienza in modo che i cittadini del mondo abbiano accesso alle informazioni "corrette" e verificate. Sono semplicemente le verità “scientifiche” delle Nazioni Unite (IPCC, WMO e OMS) e del WEF che dovrebbero prevalere.

Il fatto che questa procedura e le idee di “consenso scientifico” siano direttamente incompatibili con il metodo scientifico non riguarda questi attori perché sanno ancora cosa è meglio per noi. Invece, c'è una richiesta per una forma di "Ministero della Verità" che possa valutare e classificare le informazioni. Anche questo lavoro sarà svolto da loro stessi agenti di cambiamento ben addestrati.

Secondo Guterres, le Nazioni Unite hanno un ruolo chiave e rafforzeranno il proprio lavoro sulla base di modelli di ruolo come IPCCGruppo consultivo scientifico dell'OMM e quello dell'ONU Verificato iniziativa. Ciò indica che una nuova oscurità medievale per la libera opinione e la libera ricerca è imminente.

Guterres propone anche regolamenti sui social media, una legislazione sull'informazione rafforzata e che la scienza e l'esperienza dovrebbero avere una voce più forte, ad esempio, assegnando alle commissioni scientifiche un ruolo nel processo decisionale.

Johan Kuyhlenstierna, presidente, Consiglio per la politica climatica

Questa procedura tecnocratica è già stata introdotta in Svezia attraverso il Consiglio per la politica climatica istituito nel 2017. Un consiglio sovragovernativo con il compito di controllare in che misura il governo raggiunga i suoi obiettivi climatici. In questo comitato di sorveglianza sono nominati solo esperti fedeli all'ordine del giorno. Il Climate Policy Council è presieduto, ad esempio, dal Swedish Research Council Forme Direttore generale di nuova nomina ed ex membro del personale delle Nazioni Unite e Istituto per l'ambiente di Stoccolma direttore Johan Kuylenstierna. Un convinto sostenitore degli obiettivi globali e dell'Agenda 2030 che ora può rivedere e influenzare la politica del governo, nonché allineare la ricerca nelle università con i valori e la direzione "giusti".

Ciò ha conseguenze di vasta portata e, ovviamente, rischia di paralizzare di fatto ogni forma di dibattito su temi che l'ONU considera “sacri”, mentre i consigli di esperti “scientifici” erodono la democrazia. Studiosi, ricercatori, giornalisti e altri che mettono in discussione la scienza o giungono a conclusioni "sbagliate" possono essere licenziati bruscamente, chiusi e bollati come bugiardi o negazionisti della scienza (cosa che ovviamente sta già accadendo, soprattutto in relazione alla questione climatica e la gestione del COVID-19). Per un politico può bastare partecipare a un convegno che non predica il messaggio “giusto”.

As Rockefeller Brothers Fund ha scritto nella loro recensione annuale già nel 2005:

Dal nostro punto di vista come una filantropia che sostiene il lavoro sul cambiamento climatico da oltre 20 anni, ci è chiaro che la certezza scientifica del riscaldamento globale non vale più la pena di discutere. Gli oppositori si sono rivelati pochi, ben pagati e partigiani ideologi egoistici in una missione premeditata per distrarci dal occuparci adeguatamente della questione scottante del nostro tempo. D'ora in poi forniamo loro solo una toga e un violino e portiamoli a Roma. Non abbiamo tempo da perdere ad assumerci il peso della responsabilità che ricade sulle nostre spalle.

Il 30 aprile 2019 uno straordinario Famiglia Rockefeller- municipio sostenuto, Coprire i cambiamenti climatici, si è svolto presso il Scuola di giornalismo della Columbia con l'obiettivo di cambiare il modo in cui il cambiamento climatico viene riportato dai media. C'è stato un ampio accordo sull'urgenza di portare il cambiamento climatico in primo piano nei media e che la base stessa della fiducia del pubblico nel giornalismo - puntare alla neutralità e far sentire entrambe le parti - doveva essere abbandonata per salvare il pianeta. L'iniziativa ha portato 220 media globali, inclusi giornali e riviste, canali radiofonici e TV, istituzioni educative e giornalisti, a impegnarsi in una settimana di "Covering Climate Now" prima del Summit delle Nazioni Unite sull'azione per il clima a New York che inizierà il 23 settembre . L'abbandono del principio di neutralità, etichettato dall'attivista per il clima come “falsa pretesa di obiettività”. Naomi Klein, da allora è diventata gradualmente una norma accettata nei media di tutto il mondo, senza alcun ulteriore dibattito pubblico.

Solo un paio di mesi dopo (a maggio 2020), l'iniziativa delle Nazioni Unite per il controllo della verità Verificato attori coinvolti come l'ex membro del consiglio del World Economic Forum Fondazione Rockefeller fiduciario yo yo ma per “fornire informazioni salvavita e consigli basati sui fatti”.

Mentre il mondo affronta la sua più grande sfida a memoria d'uomo, non c'è mai stato un bisogno così grande di informazioni accurate e verificate. Come il virus stesso, la disinformazione si diffonde da persona a persona, aumentando il rischio per la salute e diffondendo paura e divisione.

Per far fronte a questo, Verified ha lanciato campagne come "Zwakala – Lo faccio per te" (in cui i giovani in Sud Africa mostrano solidarietà indossando maschere per il viso, prendendo le distanze socialmente e ubbidientemente assumendo le loro dosi di vaccino) e "Team Halo" che è gestito insieme al “Progetto di fiducia dei vaccini"a Scuola di Igiene e Medicina Tropicale di Londra, con finanziatori come Glaxo Smith KleinJohnson & JohnsonMerck e La Federazione Europea delle Industrie e Associazioni Farmaceutiche, per fornire “accurate” informazioni sull'affidabilità e l'efficacia del vaccino.

 

Si tratta di persuadere le persone ad accettare la siringa. Non ci sono analisi o dibattiti indipendenti qui. Invece, il tutto è strettamente intrecciato con l'industria farmaceutica, che beneficia del fatto che le verità sono mantenute segrete e nascoste.

Verified nasce come iniziativa per la gestione del COVID-19, ma la loro mission riguarda anche la realizzazione dell'Agenda 2030 in generale. Un'agenda che riguarda l'abbandono della sovranità degli stati nazione a favore di una società in cui il processo decisionale è invece gestito oltre i confini nazionali.

Dobbiamo decidere di anteporre l'umanità alle agende nazionali. A meno che tutti noi non siamo al sicuro, nessuno di noi è al sicuro. Dobbiamo lavorare insieme come un mondo unico per affrontare le sfide che definiranno la nostra generazione.

I fondatori di Verificato sono la Nazioni unite e Antonio Guterres insieme all'imprenditore Jeremy Heimans e la sua organizzazione Scopo. Heiman, che ha iniziato la sua carriera con il colosso della consulenza McKinsey, è stato anche co-fondatore dell'organizzazione attivista globale Avaz. Nel 2011 è stato nominato dal WEF Young Global Leader e ha anche presieduto il Consiglio dell'Agenda Globale sulla Partecipazione Civica del World Economic Forum.

I finanziatori verificati sono Ted Turners Fondazione delle Nazioni UniteFondazione IKEA e la fondazione del fondatore di eBay e Young Global Leader Pierre Omidyar Luminoso, mentre le informazioni sono diffuse tramite partner quali TikTokFacebookTwitter e Spotify (i fondatori di questi ultimi tre erano anche Young Global Leaders).

Lo scopo è iniziato nel 2009 e afferma di creare un cambiamento dal "basso verso l'alto" costruendo campagne in aree attuali come clima, LGBTQ, razzismo, cibo, energia, ecc. Come al solito, tuttavia, tutto ha poco a che fare con i veri movimenti di base . Questa è la versione professionalizzata in cui l'attivismo viene creato direttamente dall'alto per cambiare la narrazione dove "significa di più". Le idee sullo scopo si basano su tecniche di gestione cibernetica sviluppate alla McKinsey per ottenere il maggior impatto possibile (leggi di più su questo nel mio libro Rockefeller - Controllo del gioco).

I clienti sono aziende e organizzazioni come la UNWHOFondazione Bill & Melinda GatesIKEAFondazione RockefellerFilantropia Bloombergs, Google e Fondazione europea per il clima. Sono questi attori incredibilmente potenti che guidano l'agenda del cambiamento.

Per basarsi su questo concetto, Guterres propone anche di "immaginare gli esercizi futuri" in cui gruppi spesso trascurati (come donne, giovani, minoranze e disabili) dovrebbero avere voce in capitolo nelle decisioni che li riguardano.

Questo è un metodo utilizzato dal Ufficio dell'Alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani. Il loro materiale educativo descrive come obiettivi comuni possono essere raggiunti attraverso esercizi futuri in cui tutti possono sentire coinvolti.

…la plenaria può costruire una visione comune con i contributi dei diversi gruppi attraverso un processo di consenso. In questo caso, il futuro previsto sarà il risultato di un processo completamente collettivo, con una maggiore titolarità da parte dell'intero gruppo.

La domanda è, tuttavia, se non sia piuttosto un metodo per dirigere e utilizzare questi gruppi come truppe di supporto per l'agenda delle Nazioni Unite? Per chi stabilisce l'agenda? Quanto è probabile, ad esempio, che vengano discusse questioni che criticano la politica climatica oi programmi sperimentali di vaccinazione di massa? L'ONU ha già deciso cosa è “vero” su questi temi e non tollererebbe voci dissenzienti.

Gli agricoltori olandesi oi camionisti canadesi interessati dai mandati sanitari e dalle misure climatiche difficilmente sarebbero autorizzati a esprimere le loro opinioni. Al contrario, altri gruppi emarginati vengono utilizzati, forniti di cartelli prestampati e guidati da attivisti leali delle Nazioni Unite per ottenere sostegno e legittimare l'agenda. Tutto questo mentre l'ONU come organizzazione è stata creata fin dall'inizio e ancora oggi è supportata dagli attori più ricchi e potenti del mondo.

L'ultima parte dell'impegno di Build Trust è creare una struttura comune per l'integrità finanziaria, che indichi che tutte le transazioni saranno monitorate digitalmente, ad esempio attraverso l'applicazione di ID digitale e Blockchain, al fine di combattere frode fiscale, criminalità e "finanziamento attività terroristiche”. Dal 2018, La coalizione globale per combattere la criminalità finanziaria ha lavorato per creare un sistema più efficiente. Tra i membri ci sono il think tank Consiglio atlanticoInterpol e naturalmente WEF.

Ciò può anche significare che le persone e le organizzazioni che diffondono informazioni "false", non seguono i mandati delle Nazioni Unite o sono coinvolte in altre attività non approvate dalle autorità, sono sospese dai loro servizi finanziari. Durante le proteste in Canada, ad esempio, è stata bloccata la raccolta fondi a favore dei camionisti e sono stati congelati più di 200 conti bancari per le persone che in vari modi hanno sostenuto le proteste. Questa procedura è stata utilizzata anche contro i cittadini russi residenti in Europa e negli Stati Uniti dopo l'invasione dell'Ucraina.

I segni sono chiari. Ci stiamo muovendo rapidamente verso un sistema di schiavi digitali in cui non saranno tollerate opinioni divergenti. Diverse nazioni, tra cui Canada, hanno già iniziato a introdurre progetti di legge nazionali per una regolamentazione più rigorosa dei social media e possiamo aspettarci che ne arrivino altri.

Leggi la storia completa qui ...

Informazioni sull'editor

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

16 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

[…] Fonte: Tecnocrazia: un sistema di schiavi digitali in cui non è consentito il dissenso […]

dickens fangoso

Oh sì, agli IDIOTS del Rockefeller, il dottor Richard Lindzen, professore di scienze dell'atmosfera al MIT (ehi idioti Rockefeller, mai sentito parlare del MIT), il compianto John Coleman, co-fondatore di Weather Channel e il dottor Wm Grayl, probabilmente il il miglior meteorologo di uragani al mondo, ha definito il tuo AGW "una truffa". Le loro parole precise, non le mie. Voi tipi del WEF siete degli idioti. Eh si. I mari si stanno alzando? Voi idioti siete più stupidi di quanto io possa immaginare. Un rapporto di http://www.heraldextra.com/news/opinion/article_e642454a-35b3-57dc-9a75-e7bee5853a9b.html cita Nils-Axel Mærner, capo del dipartimento di paleogeofisica e geodinamica dell'Università svedese di Stoccolma. Maerner affermando che il livello del mare... Per saperne di più »

dickens fangoso

Poi c'è questo classico, un po' come Chelsea Clinton fotografata mentre prendeva un jet privato per un incontro sul riscaldamento globale. Questa dovrebbe essere una notizia in prima pagina, ma non vedrà mai la luce.

La villa di Obama su tutto bianco Martha's Vineyard è a 10 piedi sul livello del mare nella città più vicina di Edgartown, Martha's Vineyard L'indirizzo effettivo a 79 Turkeyland Cove Rd è ancora più basso, 3 piedi sul livello del mare che puoi controllare tu stesso  https://www.whatismyelevation.com/location/41.36189,-70.54573/79-Turkeyland-Cove-Rd–Edgartown–MA-02539- Verifica la storia della villa su
https://www.forbes.com/sites/kathleenhowley/2019/09/01/obamas-buying-marthas-vineyard-estate-from-boston-celtics-owner/#5abccadd5300

dickens fangoso

Dal mio articolo (fammi sapere se vuoi i riferimenti alle note a piè di pagina), Farlwy Mowat, il noto esponente di sinistra canadese e attivista di Greenpeace, ha scritto nel suo libro West Viking (scritto mentre eravamo ancora nella paura del raffreddamento globale) che probabilmente c'erano almeno foreste di nani che crescevano in Groenlandia [1] quando i Vichinghi arrivarono nel 985 d.C. e lo Smithsonian Museum of Natural History riporta “… Erik il Rosso scoprì due aree della Groenlandia sudoccidentale adatte all'agricoltura, con praterie e piccoli popolamenti di ontani e betulle. " [2] Noterai che oggi fa troppo freddo per qualsiasi tipo... Per saperne di più »

dickens fangoso

Ancora di più (si ferma mai?) sugli idioti Rockefeller AGW: Patrick Moore, un membro fondatore di Greenpeace, e sulla cui barca sono stato personalmente nel porto di Vancouver, è stato registrato contro l'isteria del riscaldamento globale (vedi la sua intervista in il film Not Evil, Just Wrong), e ha dichiarato: “Ci è stato detto che il C02 è tossico e inquinante, o anche meglio un inquinante tossico. È così ironico perché chiunque sappia qualcosa di biologia sa che la C02 è il nutriente più importante per tutta la vita. È la valuta della vita”.[1] Nel 2015 anche Moore... Per saperne di più »

dickens fangoso

– Patrick Moore, co-fondatore di Greenpeace, http://www.theenergyreport.com/pub/na/11079  “Sono uno scettico sul cambiamento climatico. So che il clima sta cambiando, ed è sempre stato così. L'ho studiato intensamente per molti anni. Ho iniziato quello che chiamo Carbon Project qui nella Columbia Britannica nel 1989 per riunire tutti per discutere di questo argomento e capire i fatti dietro di esso. Da allora, ho assistito all'aumento dell'isteria, come se il mondo intero stesse per finire e la civiltà stesse per morire a causa degli esseri umani che causano questo cambiamento climatico. io... Per saperne di più »

dickens fangoso

Il dottor Patrick Moore, un ecologista e co-fondatore di Greenpeace, ha anche affermato: "Abbiamo a che fare con pura propaganda politica che non ha nulla a che fare con la scienza", il fisico del dottor Will Happer della Princeton Univ, che ha affermato "Politiche per le lente emissioni di CO2 sono davvero basate su sciocchezze", in una riunione della Texas Public Policy Foundation. Happer, il dottor Richard Lindzen del MIT e altri partecipanti a questo incontro hanno affermato che le affermazioni sull'anno più caldo mai registrato sono "senza senso" perché c'è così tanta incertezza sulle letture della temperatura superficiale, soprattutto perché gli scienziati spesso apportano molti aggiustamenti alle letture delle stazioni meteorologiche Nel 2014, famoso astronauta... Per saperne di più »

dickens fangoso

Come puoi vedere, gli idioti di Rockefeller sono proprio questo, IDIOTS. Ma ecco la cosa buona. Non sono solo idioti, ma arroganti. E come dice Jim Rickards sulla loro economia, i loro modelli sono sbagliati... ma frequentano tutti le stesse scuole, le stesse feste, ecc. perché si trovano in una bolla dalla quale non sanno nulla. Pensa a Hitler e ai suoi nazionalsocialisti (sì, i nazisti stanno per Partito dei lavoratori tedeschi *socialisti* nazionali, NSDAP, e adottarono esplicitamente il piano socialista alla loro prima convention a Monaco, febbraio 1920) mentre pianificavano l'Operaton Barbarossa. Sì, Hitler allora possedeva il mondo... ma il suo... Per saperne di più »

Ci odiano

Non c'è niente di sbagliato nel pianeta. Il problema sono gli psicopatici che lo gestiscono. Chi sputa più inquinamento nell'atmosfera di chiunque altro? corporazioni. Non cittadini. Da chi vogliono prendere tutto per “salvare” il pianeta? I cittadini. È tutta una truffa per toglierti l'indipendenza e trasformarti in un servo impotente. Sfortunatamente sono riusciti a convincere molti giovani a buttare via il loro futuro per "salvare" il pianeta. Vai in qualsiasi campus universitario e sono tutti troppo felici di non avere una famiglia, vivere in un baccello e mangiare insetti.

[…] Technocracy News riportava: […]

Tim

Dovremmo essere inclusi. Informato. Detto.

Ma -

Proprio come ai giorni di Noè. . . .

Cosa faresti se sapessi che ogni-S0-spesso il Sole fa ruttare una Miconova, come se fosse su una grande scala temporale, e che il prossimo Carrington Event plus situazione o peggio è dovuto ancora una volta, presto? Tenteresti una corsa in prima linea con il riscaldamento simile alla classe X e uccideresti tutti i tuoi concorrenti per risorse e accesso alle informazioni? Unificato nel patrimonio della tua antica famiglia, salveresti le armi della tua famiglia e lasceresti friggere la pancetta?

Elle

Naturalmente, Ted Turner è coinvolto. Ha finanziato l'ONU. Allora cosa c'è di nuovo?

L'UN/WEF e tutte le corporazioni piene di tutti i porcellini fascisti diretti verso la loro visione totalitaria del perfetto stato di bambinaia (sistema di schiavitù) possono baciare il mio lucido culo bianco.

Sì. Questo è tutto. BACIO! BACIO! ragazzi e ragazze.

[…] Tecnocrazia: un sistema di schiavi digitali in cui non è consentito il dissenso […]