Technocrats On Fire: la Brain Mapping Initiative di Obama sta andando avanti

Una nuova mappa basata sui dati di scansione del cervello raccolti dal Progetto Human Connectome. I dati hanno rivelato 180 nuove regioni. Credito Matthew F. Glasser, David C. Van Essen
Per favore, condividi questa storia!

Ad aprile 2013, il presidente Obama ha annunciato un'iniziativa federale per mappare il cervello umano, nello stesso modo in cui il genoma umano era già stato mappato. L'iniziativa è stata ufficialmente chiamata BRAIN, acronimo di "Brain Research through Advancing Innovative Neurotechnologies" Initiative.

Il cervello fu descritto come una delle ultime frontiere della comprensione e della scienza necessaria per il progresso dell'umanità.

I migliori neuroscienziati hanno rapidamente sviluppato una strategia di ricerca 12 per il National Institutes of Health (NIH) per raggiungere gli obiettivi. Il direttore dell'NIH ha successivamente dichiarato:

“Il cervello umano è la struttura biologica più complicata nell'universo conosciuto. Abbiamo appena graffiato la superficie per capire come funziona - o, sfortunatamente, non funziona abbastanza quando si verificano disturbi e malattie ... Questo è solo l'inizio di un viaggio di 12 anni e siamo entusiasti di iniziare il viaggio “.

Oggi segna l'identificazione di 97 nuove regioni del cervello, rispetto alle regioni 83 precedentemente note. Questa scoperta offre ai neuroscienziati la descrizione più completa di sempre e promette di accelerare ulteriori ricerche di un ordine di grandezza.

Secondo Timothy Behrens, professore di neuroscienze computazionali all'Università di Oxford,

“Lo straordinario impegno nel fare questo e farlo così magnificamente lo rende un lavoro eccezionale. Porterà a un profondo cambiamento nel modo in cui le persone pensano al cervello e diventerà il modo predefinito di descrivere l'attività del cervello umano per gli anni a venire. ”

Sebbene ci siano molte agenzie governative che rilasciano borse di ricerca BRAIN, è sconcertante che una delle agenzie più entusiaste sia DARPA (Defense Advanced Research Projects Agency) la cui mission is "Per fare investimenti fondamentali in tecnologie innovative per la sicurezza nazionale".

Attualmente DARPA ha in corso nove progetti che gestisce direttamente e finanzia molti altri progetti esterni. Un'area di particolare interesse per DARPA sono le tecnologie di interfaccia cervello-computer, che possiede perseguito dagli 1970.

Un'altra iniziativa finanziata dalla DARPA presso l'Arizona State University riguardava "Disturbi e induttori narrativi: mappatura della rete di comprensione narrativa e dei suoi effetti persuasivi“. Questa tecnologia pianta pensieri e convinzioni che in precedenza non esistevano nella mente del soggetto e ha rimosso altri pensieri e convinzioni indesiderate. In altre parole, lavaggio del cervello.

Mentre i benefici di BRAIN sono sempre inquadrati in termini di meravigliosi benefici per la salute per i normali cittadini, va debitamente notato che il governo federale ha altre motivazioni. Nel caso della DARPA, si tratta di armare e militarizzare la tecnologia per il bene della "sicurezza nazionale". Questo dovrebbe disturbare completamente tutti gli americani.

La DARPA risponde direttamente al segretario alla Difesa Ashton Carter, un bambino poster per la tecnocrazia. Studioso di Rodi, Carter ha conseguito un dottorato in fisica teorica e poi ha svolto ricerche post-dottorato presso la Rockefeller University e il MIT. È anche membro della Commissione Trilaterale.


Per ulteriori approfondimenti

BRAIN 2025: una visione scientifica (National Institute of Health)

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

2 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
James

http://csc.asu.edu/projects/ “Contrary to reports by individuals wearing tinfoil hats and trying to scare people, the project had nothing to do with mind control, brain implants, or magnetic stimulation.” That was reassuring so I took off my tinfoil hat until I read a little further. “In so doing, the project aims to discover the neural network(s) involved in narrative comprehension and persuasion, and to come to a further understanding of how elements of existing narrative theories can induce or disrupt narrative understanding by the presence or absence of those structural components of narrative.” The previous statement clearly shows the intent of... Per saperne di più »