Propaganda dei tecnocrati: il capo delle Nazioni Unite chiede un'azione sul "fuoco globale di 5 allarmi"

Foto delle Nazioni Unite/Eskinder Debebe. Il segretario generale António Guterres informa l'Assemblea generale delle Nazioni Unite sulle sue priorità per il 2022.
Per favore, condividi questa storia!
L'ONU è la sede della moderna tecnocrazia, nota anche come sviluppo sostenibile ed economia verde. Ricordando che la tecnocrazia si è definita "la scienza dell'ingegneria sociale" già nel 1938, la propaganda è lo strumento principale utilizzato oggi per spingere le popolazioni alla sottomissione. Il segretario generale António Guterres sta salendo sul podio per stimolare un'azione urgente. ⁃ Editore TN

In un momento in cui "l'unica certezza è più incertezza", i paesi devono unirsi per forgiare un percorso nuovo, più pieno di speranza ed equo, ha detto venerdì il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres all'Assemblea generale, definendo le sue priorità per il 2022.

"Siamo di fronte a un incendio globale di cinque allarmi che richiede la piena mobilitazione di tutti i paesi", he disse, riferendosi alla rabbia COVID-19 pandemia, un sistema finanziario globale moralmente in bancarotta, la crisi climatica, l'illegalità nel cyberspazio e la diminuzione della pace e della sicurezza.

Ha sottolineato che i paesi "devono entrare in modalità di emergenza" e ora è il momento di agire poiché la risposta determinerà i risultati globali per i decenni a venire.

Allarme 1: La battaglia contro il COVID-19 

Sosta Coronavirus La diffusione deve essere in cima all'agenda ovunque, ha affermato Guterres, chiedendo ai paesi di "entrare in modalità di emergenza nella battaglia contro il COVID-19".

Allo stesso tempo, il virus non può essere utilizzato come “copertura” per minare i diritti umani, limitare lo spazio e le libertà civili o imporre restrizioni sproporzionate.

"Le nostre azioni devono essere basate sulla scienza e sul buon senso", ha detto. “La scienza è chiara: i vaccini funzionano. I vaccini salvano vite". 

Tuttavia, l'iniquità del vaccino persiste nonostante una strategia globale di inoculare il 40% di tutte le persone entro la fine dello scorso anno e il 70% entro la metà di quest'anno.

Dai priorità a COVAX

Le nazioni più ricche hanno tassi di vaccinazione sette volte superiori a quelli dei paesi africani, il che significa che il continente non raggiungerà la soglia del 70% fino ad agosto 2024.

Inoltre, sebbene ogni mese vengano prodotte 1.5 miliardi di dosi, la distribuzione è "scandalosamente disuguale", ha affermato.

"Invece che il virus si diffonda a macchia d'olio, abbiamo bisogno di vaccini per diffondersi a macchia d'olio", Il signor Guterres ha dichiarato, esortando tutti i paesi e i produttori a dare la priorità alla fornitura COVAX iniziativa di solidarietà.

Ha anche sottolineato la necessità di combattere la "piaga" della disinformazione sui vaccini e di migliorare la preparazione per future pandemie, anche rafforzando l'autorità dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (CHI).

Allarme 2: Riforma della finanza globale

La pandemia ha anche messo in luce il fallimento del sistema finanziario globale, su cui Guterres è stato particolarmente schietto. “Diciamo le cose come stanno: il sistema finanziario globale è moralmente in bancarotta. Favorisce i ricchi e punisce i poveri”.

Il sistema dovrebbe garantire stabilità sostenendo le economie attraverso shock finanziari, come la pandemia, ma ha affermato che gli investimenti sbilanciati stanno portando a una ripresa sbilenca dalla crisi.

Di conseguenza, i paesi più poveri stanno vivendo la loro crescita più lenta in una generazione, mentre alle nazioni a reddito medio viene negata la cancellazione del debito nonostante l'aumento dei livelli di povertà. La maggior parte dei poveri del mondo sono donne e ragazze, che stanno pagando a caro prezzo la perdita di assistenza sanitaria, istruzione e posti di lavoro, ha aggiunto il capo delle Nazioni Unite.

'Ricetta per l'instabilità'

“La divergenza tra paesi sviluppati e in via di sviluppo sta diventando sistemica, una ricetta per l'instabilità, la crisi e la migrazione forzata. Questi squilibri non sono un bug, ma una caratteristica del sistema finanziario globale", ha detto.

Dall'inizio della pandemia, il Segretario generale ha chiesto una riforma del sistema finanziario globale per sostenere meglio i paesi in via di sviluppo.

Le misure che ha raccomandato includono il reindirizzamento dei diritti speciali di prelievo - un tipo di attività di riserva in valuta - ai paesi che hanno bisogno di aiuto ora, un sistema fiscale globale più equo e la lotta ai flussi finanziari illeciti.

Il signor Guterres continuerà a spingere per la riforma quest'anno, che ha esortato i paesi a sostenere.

Allarme 3: L'emergenza climatica 

Per il Segretario generale, i paesi non hanno altra scelta che entrare in "modalità di emergenza" contro la crisi climatica.

Il mondo è molto fuori strada nel limitare l'aumento della temperatura globale a 1.5 gradi sopra i livelli preindustriali, come delineato nel Accordo di Parigi sui cambiamenti climatici.

Le emissioni globali devono essere ridotte del 45% entro la fine del decennio per raggiungere la neutralità del carbonio entro la metà del secolo, il che richiede "una valanga di azione" nel 2022.

Sostieni la transizione verde

Tutti i paesi in via di sviluppo e sviluppati che sono i principali emettitori devono fare di più e molto più velocemente, ha affermato, tenendo conto di responsabilità comuni ma differenziate.

Il capo delle Nazioni Unite ha lanciato un appello per la creazione di coalizioni che forniscano supporto finanziario e tecnico alle nazioni, tra cui alcuni dei grandi emettitori, che hanno bisogno di assistenza nella transizione dall'energia a carbone alle energie rinnovabili.

Nel frattempo, tutti i governi devono rafforzare i loro contributi determinati a livello nazionale (NDC), i loro piani d'azione per il clima nell'ambito dell'accordo di Parigi, fino a raggiungere collettivamente l'obiettivo di riduzione delle emissioni del 45%.

Il signor Guterres è stato chiaro: “Nessuna nuova centrale a carbone. Nessuna espansione nell'esplorazione di petrolio e gas. Ora è il momento per un aumento senza precedenti degli investimenti nelle infrastrutture di energia rinnovabile, triplicando a $ 5 trilioni di dollari all'anno entro il 2030".

Inoltre, i paesi più ricchi devono finalmente mantenere la loro promessa di fornire 100 miliardi di dollari in finanziamenti per il clima ai paesi in via di sviluppo, a partire da quest'anno.

Azione e ispirazione

Anche l'azione sull'adattamento climatico è una priorità urgente. Alla conferenza COP26 sul clima a Glasgow lo scorso anno, i paesi si sono impegnati a raddoppiare i finanziamenti per l'adattamento, da 20 miliardi di dollari. Il capo delle Nazioni Unite ha definito questo "un buon primo passo", anche se ancora molto breve.

"I sistemi di accesso e di ammissibilità devono essere rivisti per consentire ai paesi in via di sviluppo di ottenere i finanziamenti di cui hanno bisogno in tempo", ha affermato.

Il Sig. Guterres ha riconosciuto che la risposta al clima richiede uno sforzo straordinario e ha indicato i giovani come una fonte di ispirazione.

“Come per tante altre questioni, i giovani sono in prima linea nella spinta al progresso. Rispondiamo ai loro appelli con l'azione”, ha detto agli ambasciatori.

Allarme quattro: tecnologia e cyberspazio

Sebbene la tecnologia offra straordinarie possibilità per l'umanità, il signor Guterres lo ha avvertito "Il crescente caos digitale sta avvantaggiando le forze più distruttive e nega opportunità alla gente comune". 

Ha parlato della necessità sia di espandere l'accesso a Internet ai quasi tre miliardi di persone ancora offline, sia di affrontare rischi come l'uso improprio dei dati, la disinformazione e la criminalità informatica.

“Le nostre informazioni personali vengono sfruttate per controllarci o manipolarci, cambiare i nostri comportamenti, violare i nostri diritti umani e minare le istituzioni democratiche. Le nostre scelte ci vengono portate via senza che nemmeno ce ne accorgiamo”, ha detto.

Il capo delle Nazioni Unite ha chiesto forti quadri normativi per cambiare i modelli di business delle società di social media che "traggono profitto da algoritmi che danno la priorità alla dipendenza, all'indignazione e all'ansia a scapito della sicurezza pubblica".

Ha proposto la costituzione di a Compatto digitale globale, riunendo i governi, il settore privato e la società civile, per concordare i principi chiave alla base della cooperazione digitale globale.

Un'altra proposta è per a Codice di condotta globale per porre fine all'infodemia e alla guerra alla scienza e promuovere l'integrità nell'informazione pubblica, anche online.

I paesi sono inoltre incoraggiati a intensificare i lavori per vietare le armi autonome letali, o "robot killer", come potrebbero preferire gli autori dei titoli, e ad iniziare a considerare nuovi quadri di governance per la biotecnologia e la neurotecnologia.

Allarme 5: Pace e sicurezza 

Con il mondo che sta affrontando il maggior numero di conflitti violenti dal 1945, la pace è assolutamente necessaria.

Anche in questo caso, i paesi devono agire di fronte a sfide come l'assalto ai diritti umani e allo stato di diritto; crescente populismo, razzismo ed estremismo; e l'escalation delle crisi umanitarie, alimentate dai cambiamenti climatici.

Il Sig. Guterres ha sottolineato l'impegno delle Nazioni Unite per la pace, impegnandosi a non risparmiare sforzi nella mobilitazione dell'azione internazionale in numerose aree del mondo.

In Afghanistan, ad esempio, l'obiettivo è fornire sostegno alla popolazione, iniettare denaro per evitare il tracollo economico, garantire il pieno rispetto del diritto internazionale e dei diritti umani – in particolare per le donne e le ragazze – e combattere efficacemente il terrorismo.

Unità del Consiglio di sicurezza

Sottolineandolo "questo mondo è troppo piccolo per così tanti hotspot", Il signor Guterres ha chiesto un'ONU unita Consiglio di Sicurezza per affrontare queste sfide.

“Le divisioni geopolitiche devono essere gestite per evitare il caos in tutto il mondo. Dobbiamo massimizzare le aree di cooperazione, stabilendo al contempo solidi meccanismi per evitare l'escalation", ha affermato.

L'ONU sta anche lavorando per garantire che le donne siano al centro della prevenzione dei conflitti, della pacificazione e del consolidamento della pace, e che siano coinvolte nel processo decisionale e nella mediazione sui processi di pace.

Dato l'enorme numero di conflitti in tutto il mondo, il Segretario generale ha chiesto maggiori investimenti nella prevenzione e nella costruzione della pace, sottolineando la necessità di un'ONU forte ed efficace.

L'Organizzazione ha compiuto progressi significativi in ​​materia di riforma negli ultimi anni, ha affermato, sollecitando un sostegno continuo da parte degli Stati membri, in particolare per il bilancio annuale del programma.

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

10 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Manuela Alexandrescu

Guterres è un servitore satanico.

coronistan.blogspot.com

"alla furiosa pandemia di COVID-19, a un sistema finanziario globale moralmente in bancarotta, alla crisi climatica, all'illegalità nel cyberspazio e alla diminuzione della pace e della sicurezza"

1. infuria la pandemia di COVID-19 – non esiste
2. sistema finanziario globale moralmente in bancarotta – i loro fattori abilitanti
3. Crisi climatica: la seconda più grande bugia dopo la bufala del Covid
4. illegalità nel cyberspazio – davvero pessimo, le persone possono ancora dire quello che pensano, almeno per lo più
5. diminuzione della pace e della sicurezza – grazie alle sotto-organizzazioni criminali dell'ONU e dell'ONU ea tutti gli altri §hit buchi globalisti.

gregory alan johnson

Trova e leggi "Il rapporto di Iron Mountain sulla possibilità e desiderabilità della pace", 1967 Dial Press. Era uno studio commissionato da JFK (e terminato da LBJ) sulla capacità e la possibilità di porre fine alle guerre.
Lo studio non doveva mai essere pubblicato, eppure uno all'interno del gruppo sentiva che doveva esserlo e lo fece.
Vedrai nello studio che la guerra fa cinque cose. Leggilo per scoprire cosa. C'è un pdf del rapporto online.

Paolo Bryce

Ho appena letto e sembra essere uno spaccato della mente delle élite e dei loro "ESPERTI" senza Dio

Gil Gerardi

Tutte queste crisi sono state create dai globalisti... che poi vogliono "risolverle" per noi con un reset a loro vantaggio.

Paolo Bryce

3. L'altra responsabilità principale dell'Agenzia di ricerca WAR/PEACE sarà la "Ricerca sulla guerra". Il suo obiettivo fondamentale sarà quello di garantire la continua vitalità del sistema bellico per svolgere le sue funzioni non militari essenziali fino a quando il sistema bellico sarà ritenuto necessario o desiderabile per la sopravvivenza della società. 

Freeland_Dave

Scusa ma non riesco proprio a farmi eccitare da un vecchio che martellante su un podio. Ora una giovane donna carina che martella è qualcosa a cui presterei attenzione. ;>)

Mi dispiace che il mio istinto da bassista sia appena emerso. Devo lavorare su quello.

Giorgio

Sembra un appello alla tirannia digitale globale.

elle

Dio! Questo ragazzo si siede alla sua scrivania mettendo insieme un sacco di ridicole parole alla moda usando una logica contorta su donne, bambini, paesi sottosviluppati e cambiamenti climatici in modo che le persone stupide ingoieranno il suo ridicolo e stantio pablum? Così sembra. Non importa. È un bugiardo, un criminale, un ladro e un assassino di massa come il resto di loro. "...il mondo che ora sta affrontando il maggior numero di conflitti violenti dal 1945, la pace è assolutamente necessaria." SÌ, la pace è assolutamente necessaria ovunque, ma NON dalla tua organizzazione criminale totalitaria UN/WEF. Nota come è molto attento a NON menzionare il movimento di opposizione mondiale che si sta verificando ora, che in realtà è... Per saperne di più »

[…] modalità di emergenza”, e ora è il momento di agire poiché la risposta determinerà i risultati globali per i prossimi decenni. Infatti […]