Affronta il mondo: incontra la prima testa femminile asiatica dell'UN-Habitat

Il messaggio di Maimunah alle giovani ragazze della scuola che l'hanno visitata nel suo ufficio UN-Habitat a Nairobi: l'educazione ti darà potere. Foto: Maimunah Mohd Sharif
Per favore, condividi questa storia!
Maimunah Mohd Sharif era in precedenza un urbanista, ma ora è la principale urbanista di UN-Habitat, che cura la nuova agenda urbana delle Nazioni Unite. Un devoto musulmano, il fatto che Sharif accetterebbe una simile posizione dimostra che lo sviluppo sostenibile (aka Technocracy) è compatibile con l'Islam. ⁃ Editor TN

Se esiste una qualità che definisce Datuk Maimunah Mohd Sharif - il neoeletto capo dell'ONU-Habitat - è la sua determinazione a fare una differenza positiva e tangibile nella vita delle persone.

L'ex presidente del Consiglio comunale di Seberang Perai (2011-2017) e fino a poco tempo fa il sindaco del Consiglio comunale dell'isola di Penang ha affermato di essere sempre stata voce su tutti i modi in cui credeva che le Nazioni Unite potessero cambiare le cose, e ora è nella posizione di " passare dalle parole ai fatti".

È un risultato orgoglioso per Maimunah essere la prima donna asiatica ad assumere la guida dell'agenzia delle Nazioni Unite con la missione di migliorare la vita nelle città in rapida crescita, che saranno ospitate da 2050 per due terzi del mondo.

Maimunah è entusiasta di avere l'opportunità di "creare città sostenibili, eque e inclusive per tutti".

Poco più di un mese dopo il suo mandato quadriennale, ammette che si sta ancora accontentando del suo nuovo lavoro e sta imparando "come funziona il sistema delle Nazioni Unite". Sta ancora rafforzando la sua visione e missione che informeranno il suo lavoro alle Nazioni Unite.

“So cosa voglio, per rendere rilevante l'Habitat delle Nazioni Unite. Come possiamo aiutare le città e le amministrazioni locali ad attuare gli Obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS) e l'agenda urbana mondiale che sono stati definiti.

"Come possiamo garantire che ogni cittadino goda di una buona qualità della vita", afferma Maimunah, che ha ricevuto il Global Outcome Contribution Outstanding Contribution Award dal Global Forum on Human Settlements lo scorso ottobre a Quito, in Ecuador, per i suoi contributi alla pianificazione sostenibile a Seberang Perai .

Maimunah potrebbe essere appena entrato in carica, ma è stata una commentatrice vocale del programma degli insediamenti delle Nazioni Unite per anni. Come presidente del consiglio comunale di Seberang Perai, è stata invitata a far parte della task force globale per i governi locali e regionali di 2016, dove ha sostenuto il dialogo con i governi locali.

Ha esortato le Nazioni Unite a fornire piattaforme per i governi locali e regionali e le loro reti all'interno delle Nazioni Unite poiché la sostenibilità nazionale e globale può essere raggiunta solo quando i governi locali e regionali sono autorizzati.

Formazione cittadina, Maimunah ha iniziato la sua carriera presso il Consiglio Comunale dell'isola di Penang a 1985.

In 2003, è stata promossa Direttore della Pianificazione e Sviluppo, dove è stata direttamente coinvolta nel controllo dello sviluppo dei progetti della città di Penang e nello sviluppo del paesaggio.

Ha anche guidato un team nella pianificazione e realizzazione dei progetti di rinnovamento urbano a George Town. A novembre 2009 è diventata la prima General Manager a fondare George Town World Heritage Incorporated e gestire il sito patrimonio mondiale di George Town che è stato iscritto dall'Unesco a luglio 2008.

In seguito divenne la prima donna ad essere presidente del Consiglio comunale di Seberang Perai a 2011.

Ora, Maimunah è pronta per la sua nuova sfida, incoraggiata dal supporto del suo team a Nairobi, in Kenya, dove lavorerà per i prossimi quattro anni.

“È stato molto buono, finora. Sono atterrato a Nairobi il dic 22 e sono entrato nel mio ufficio il giorno successivo.

“Ho incontrato il mio team, i responsabili dei dipartimenti e le nostre parti interessate. Ho ricevuto un enorme supporto. In effetti, quando ho consegnato il mio indirizzo alla riunione del municipio il secondo giorno di lavoro, la sala era traboccante ... e mi è stato detto che la partecipazione era senza precedenti.

"Spero che questo sia un segno del sostegno che riceverò", afferma l'affabile Maimunah.

Possibilità di una vita

Maimunah non fece domanda per il suo posto all'ONU, né si aspettava l'appuntamento. Ha appreso che il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres l'aveva nominata per la posizione nel dicembre dello scorso anno.

“Mi hanno chiesto se ero a conoscenza del posto vacante e se avevo fatto domanda per il posto prima che le nomination si chiudessero il 21 di ottobre. Non sapevo nulla ... in ottobre 21, ero occupato a gestire la frana a Penang. Mi è stato poi detto della mia nomination e ho partecipato a un'intervista di 90 minuti tramite videoconferenza ”, racconta.

Il X dicembre 20, Guterres ha informato l'Assemblea Generale della sua nomina e c'è stato un voto.

“Stavo guardando la sessione dal vivo da casa mia. Era l'ora 4am della Malesia ed ero emozionato. Il voto è stato unanime! ”Afferma.

Maimunah è onorato di ricevere un tale spettacolo di fiducia.

“Ho parlato di sviluppo urbano sostenibile a conferenze. Suppongo che stiano ascoltando quello che ho da dire ", dice.

Non ci volle molto perché Maimunah accettasse di accettare la sfida. Ma prima, come sempre, consultò suo marito e le loro due figlie.

Le donne, dice, possono fare miracoli purché abbiano il sostegno della famiglia. (Nota editoriale: questo è un requisito islamico)

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti