T-Mobile: IoT e "la promessa trasformativa del 5G"

Per favore, condividi questa storia!
T-Mobile ha pagato per far apparire questo articolo sul sito Web della CNBC e puoi leggere di persona che il 5G riguarda l'IoT e il monitoraggio delle cose che si muovono. La rete 5G di T-Mobile funzionerà alla frequenza ultraelevata di 600 MHz. ⁃ TN Editor

Il futuro della rete 5G promette alte velocità, bassa latenza e molta larghezza di banda per supportare connessioni simultanee, tutte trasformative. Ma l'entusiasmo per questa tecnologia di nuova generazione è qualcosa di più di un semplice aumento di velocità o capacità. L'era del 5G ha il potenziale per trasformare radicalmente il modo in cui pensiamo e utilizziamo le reti mobili e le reti in generale.

Le reti del futuro dovranno trasportare una banda larga mobile potenziata, un volume di gran lunga maggiore di comunicazioni machine-to-machine per supportare l'Internet of Things per applicazioni sia di consumo che industriali e il traffico aziendale mission-critical che consentirà l'Industria 4.0. E per supportare le catene di fornitura aziendali globali, queste reti devono consentire comunicazioni senza interruzioni in tutto il mondo.

Il concetto di una rete di campus 5G potrebbe soddisfare le esigenze delle strutture di produzione intelligenti con un forte utilizzo dell'Internet of Things industriale (IIoT) e uno specifico adattamento alle esigenze dell'economia digitale, tra cui una maggiore sicurezza dei dati, un'attenta attenzione alle esperienze dei clienti e al digitale la logistica.

L'architettura di una rete di campus comprende una soluzione "dual slice": due sezioni trasmesse - una rete pubblica (la "fetta pubblica") e una rete privata esclusiva (la "fetta privata") - in esecuzione sullo stesso hardware. A livello superficiale, questo assomiglia all'impostazione ordinaria di un'azienda che utilizza una rete WLAN per lo scambio di dati, ad esempio per scopi industriali, mentre dipendenti e clienti si connettono alle reti carrier 4G / LTE per le loro comunicazioni personali. Ma le implicazioni sono molto diverse e di ampio respiro.

Per prima cosa, la rete del campus segna un cambiamento radicale verso la mobilità. Invece di avere un fornitore di rete che fornisce infrastrutture e un operatore di rete mobile che fornisce la rete cellulare dall'esterno, l'operatore di rete mobile è sia il fornitore di dati smartphone sia la rete aziendale al centro del sistema.

Oggi, l'infrastruttura di rete wireless di un'azienda - l'equivalente di una "rete privata" - è il Wi-Fi. Al di fuori di una struttura aziendale, i dispositivi mobili dei dipendenti funzionano su una rete 4G / LTE di un operatore telefonico. Naturalmente, il passaggio tra le reti Wi-Fi e mobili può avvenire automaticamente sugli smartphone dei dipendenti. Ma che dire di un robot? O un pallet pieno di merci che devi tracciare mentre lascia una struttura, durante il suo viaggio in un container e quando arriva in un magazzino di distribuzione?

Ecco dove il vantaggio di una rete di campus - specialmente in un mondo dell'era del 5G - è evidente. Poiché il 5G diventa praticamente ovunque, avere un singolo protocollo di rete a cui pensare può semplificare notevolmente le operazioni. E con la crescente opportunità di sviluppare e implementare radio 5G in grado di operare all'interno dello spettro senza licenza attualmente utilizzato dal Wi-Fi, nonché su bande autorizzate assegnate ai vettori regionali, le aziende potrebbero non aver bisogno di preoccuparsi dei confini nazionali. Pensalo come un mare di copertura del vettore, all'interno del quale sono isole di copertura privata, con un roaming continuo tra di loro.

Questo apre enormi possibilità per ridimensionare la comunicazione macchina-macchina e la mobilità produttiva. E le reti del campus privato di oggi - quelle "isole" - sono sia un passo avanti che un laboratorio per la sperimentazione con i futuri servizi pubblici 5G.

Un concetto che Deutsche Telekom sta attualmente pilotando è la consegna di una rete di campus come servizio (NaaS). In questo caso d'uso, un operatore wireless fornisce e mantiene l'infrastruttura, offrendo una porzione privata al servizio delle esigenze mission-critical del cliente e offrendo al cliente anche l'uso della porzione pubblica del vettore per altri scopi. In una grande installazione di un campus - un aeroporto, un porto marittimo o un parco industriale - potrebbero esistere più sezioni private e ridimensionarle in base alle esigenze, con i clienti che utilizzano parti dello spettro portante o che acquistano diritti su frequenze specifiche in una determinata area geografica, se necessario.

E quella scalabilità è la chiave per rendere NaaS più di un modello di business. Il vantaggio per i clienti è la flessibilità. Fornire la rete come servizio alla fine fornirà la stessa elasticità del cloud computing: un cliente può ottenere una certa quantità di capacità di base e avere accesso al troppo pieno se ne ha bisogno.

Come parte di un altro pilota, Deutsche Telekom ha dimostrato i punti di forza del concetto nel contesto di un test su larga scala implementato nel porto di Amburgo, con più sezioni di rete adattate in modo flessibile per soddisfare esigenze specifiche nel tempo. Le singole reti virtuali sono state create per servire l'accesso pubblico mobile, i servizi di emergenza, i sensori per l'analisi in tempo reale dei dati ambientali e una rete ad alta larghezza di banda per supportare la sperimentazione di servizi di realtà aumentata per gli addetti alla manutenzione. Un'altra installazione di prova di Deutsche Telekom, presso uno stabilimento di produzione leggera a Schwabmünchen, in Germania, si è concentrata su applicazioni IoT, inclusi veicoli guidati e automatizzati.

Mentre i primi rilasci nazionali su larga scala del servizio 5G stanno appena comparendo quest'anno (T-Mobile ha lanciato la sua rete 5G su uno spettro esistente a 600 MHz a livello nazionale il 2 dicembre 2019), le più grandi implementazioni saranno disponibili online nei prossimi anni . L'implementazione di reti private pilota nei campus di produzione ci dà la possibilità di vedere il futuro in azione in questo momento: più veloce, sì, ma più flessibile, più connesso e più mobile che mai.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti