I cani robotici "simili a uno specchio nero" pattugliano il confine degli Stati Uniti, alla ricerca di illegali

Dipartimento della Difesa
Per favore, condividi questa storia!
Non gioire che i cani robot risolveranno la crisi del confine, perché non lo faranno. I tecnocrati all'interno del governo stanno semplicemente usando la crisi del confine come un'opportunità per testare le loro soluzioni tecnologiche distopiche progettate per radunare e controllare autonomamente gruppi di persone. Tali robot sono solo "cerca e identifica" oggi, ma potrebbero essere facilmente convertiti in "cerca e distruggi" in futuro. ⁃ Editore TN

Il presidente Biden è del sud crisi di confine non scomparirà presto poiché i repubblicani sottolineano la necessità di rafforzare la sicurezza delle frontiere in mezzo a una marea di illegali che attraversano gli Stati Uniti. Il Dipartimento per la sicurezza interna (DHS) ha recentemente adottato macchine quadrupedi per pattugliare il paesaggio aspro del confine, le temperature estreme e gli ostacoli pericolosi alla ricerca di clandestini.

Il team di ricerca e sviluppo del DHS, il Science & Technology Directorate (S&T), ha rilasciato a dichiarazione martedì specificando l'utilizzo del cane robot di Ghost Robotics "Visione fantasma 60" dal Customs and Border Protection (CBP) al confine meridionale per testare nuovi metodi di sorveglianza. L'aspetto del cane robot è stranamente simile ai cani rover nella popolare serie distopica Netflix "Black Mirror".

"Il confine meridionale può essere un luogo inospitale per uomini e bestie, ed è proprio per questo che una macchina può eccellere lì", ha affermato Brenda Long, responsabile del programma S&T. "Questa iniziativa guidata da S&T si concentra sui veicoli di sorveglianza del suolo automatizzati, o quelli che chiamiamo 'AGSV'. In sostanza, il programma AGSV riguarda... i cani robot".

Ghost Vision 60 è un drone terrestre di medie dimensioni, ad alta resistenza, agile e durevole per tutte le stagioni che può navigare autonomamente o essere controllato manualmente al confine. Il robot può essere dotato di numerosi carichi utili, comprese telecamere termiche e per la visione notturna.

Il cane robot da 100 libbre potrebbe un giorno diventare rinforzi meccanici per gli agenti di frontiera che sono attualmente sopraffatti da una marea di attività illegali (grazie a Biden). I robot possono attraversare aree in cui gli agenti di frontiera generalmente rimarrebbero lontani per motivi di sicurezza.

“Proprio come in qualsiasi altro luogo, hai il tuo comportamento criminale standard, ma lungo il confine puoi anche avere traffico di esseri umani, traffico di droga e altro contrabbando, comprese armi da fuoco o anche potenzialmente armi di distruzione di massa.

"Queste attività possono essere condotte da chiunque, da un individuo solitario, fino a organizzazioni criminali transnazionali, terroristi o governi ostili e tutto il resto", ha spiegato l'agente Brett Becker del CBP Innovation Team (INVNT).

I test sui robot arrivano quando i valichi di frontiera illegali raggiungono livelli record, i centri di detenzione traboccano e i cartelli provocano il caos lungo il confine. I repubblicani hanno chiamato il confine un "crisi” mentre l'amministrazione Biden minimizza il pasticcio in corso.

 

Uno degli indici di approvazione del lavoro di Biden è sceso ai minimi storici, in parte a causa della scarsa gestione del confine da parte dell'amministrazione. I repubblicani hanno chiesto una maggiore sicurezza alle frontiere e Stati come il Texas hanno preso in mano la sicurezza delle frontiere invece che il governo federale.

L'aumento delle notizie sulla "crisi del confine" ha portato a un calo degli indici di approvazione per il presidente. Il confine è solo uno dei tanti fattori che hanno portato a un calo del numero dei sondaggi (l'inflazione è un altro).

I cani robotici saranno la soluzione per fermare i valichi di frontiera illegali? Assolutamente no, ma mostra che il governo federale è disposto a testare nuove tecnologie per automatizzare la sicurezza.

Leggi la storia completa qui ...

Informazioni sull'editor

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

6 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
elle

Ricorda di aver letto dei cani robot anni fa, quando erano in fase di sviluppo da parte di DARPA. Ed eccoli qui. Voglio conoscere le ragioni per cui questi immigrati illegali stanno inondando il confine in numero così grande. È questo un tentativo di destabilizzare l'economia statunitense attraverso di loro? Non conosco l'intero brutto background su questo argomento, tranne le solite affermazioni secondo cui i collusi globalisti stanno trasportando carichi di immigrati illegali in vari stati con il favore dell'oscurità. Ho pensato che si trattasse di cambiare le linee di voto su una mappa in roccaforti totalitarie come lo Stato di New York e tentare... Per saperne di più »

Ultima modifica 9 mesi fa di elle
Marco Webb

A quanto pare fanno schifo

Veronica Doniel

Quando leggo di questo tipo di robot penso sempre a queste scritture,
Gioele2:7 Corrono come guerrieri,
Si arrampicano sul muro come soldati;
E ognuno di loro marcia in linea,
Né si perdono la strada.
8Non si accalcano l'un l'altro,
Ogni loro guerriero marcia sul suo cammino;
Quando hanno sfondato le difese,
Non rompono i ranghi.
9 Assaltano la città,
Corrono sul muro;
Si arrampicano nelle case,
Entrano dalle finestre come un ladro.

elle

Buona citazione. Molto descrittivo.

Ultima modifica 9 mesi fa di elle

[…] I cani robotici "simili a uno specchio nero" pattugliano il confine degli Stati Uniti, alla ricerca di illegali […]