Songdo, Corea del Sud: la smart city più intelligente del mondo

Youtube.
Per favore, condividi questa storia!
I tecnocrati hanno trovato il loro Nirvana a Songdo, in Corea del Sud, una città intelligente costruita da zero con la più recente tecnologia orwelliana disponibile. Aziende come Cisco e Nvidia guadagneranno miliardi mentre perfezionano tale tecnologia da riportare sulle coste americane. ⁃ TN Editor

Sabato mattina, il signor Lee porta la spazzatura al piano di sotto, una borsa con rifiuti combustibili, l'altra con rifiuti organici. Sua moglie sta già lavorando al bar di loro proprietà a "Central Park". Ci sono due scivoli della spazzatura high-tech - verde e rosso - nel punto di raccolta del grattacielo dove vive la famiglia Lee.

Lee tiene la sua carta d'identità sul sensore. Il portello si apre. All'interno, colloca le borse, che ha acquistato al supermercato per circa cinquanta centesimi. Nel punto di raccolta ci sono altri contenitori per vetro e vetro bottiglie di plastica e altri tipi di rifiuti. Un cartello in alto avverte: "Videosorveglianza 24 ore su XNUMX". I sensori nello scivolo della spazzatura determinano se Lee ha separato correttamente la sua spazzatura e ha usato i sacchetti corretti. Se la macchina accetta il deposito, verranno aspirati attraverso il sistema di tubazioni ad alta pressione da una stazione centrale.

Questo sistema significa che nessun camion della spazzatura rompe la comunità pianificata, che appartiene a Incheon, una metropoli di tre milioni di abitanti a ovest di Seoul. È uno dei motivi per cui a Songdo piace definirsi “il più intelligente del mondo città intelligenti. "

A differenza dell'Europa o del Giappone, la Corea del Sud costruisce ancora intere città da zero, ad esempio la capitale amministrativa de facto Sejong. Il Paese ha già programmato la prossima “Smart City Korea” con l'assistenza finanziaria di Dubai.

A giugno, al Vertice sulle nuove città a Songdo, una conferenza di urbanisti, Tom Murcott della società di sviluppo immobiliare Gale International con sede a New York, ha raccontato i primi anni di Songdo. Nel 2001 i suoi colleghi avevano volato in elicottero con l'ex sindaco di Incheon su un vicino bacino di marea. “Riesci a vederlo?” Murcott ricorda le parole del sindaco, come ha sottolineato con entusiasmo di seguito. Non potevano vedere niente. Ma poi il sindaco ha spiegato la sua visione e Gale International ha aderito al progetto: quello di costruire una città chiavi in ​​mano su un'isola artificiale.

Il Grande Fratello è per saperne di più, clicca qui

Gale ha portato a bordo Cisco, il cosiddetto "idraulico" di Internet. Nel giro di un decennio, dove una volta i colleghi di Murcott avevano scrutato il mare, su un terreno rialzato erano stati eretti grattacieli per residenti e uffici per un valore di 35 miliardi di dollari. Attualmente a Songdo vivono circa 100,000 persone e circa 60,000 sono stati creati posti di lavoro. Grandi società come il gruppo di costruzione Posco si sono trasferite qui. Si prevede che alla fine Songdo ospiterà le persone 600,000.

Cisco sta collegando la nuova città e installando un sistema di comunicazione, che consentirebbe alle persone di contattare l'amministrazione comunale dai loro televisori. Inoltre, gli sviluppatori hanno installato telecamere di sicurezza interattive 300, dotate di sistemi di chiamata di emergenza. Tutto è monitorato in un centro di controllo con una gigantesca schermata di dati.

In Songdo, tutto ha una "U" di fronte: U-traffico, U-safety, U-governance, U-health e, naturalmente, U-entertainment. La "U" sta per "onnipresente", onnipresente. In altre parole: il Grande Fratello è qui.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti