WEF: soddisfazione per la "democrazia al minimo di 25 anni"

Immagine: Unsplash / Vlad Tchompalov
Per favore, condividi questa storia!
Il World Economic Forum continua a criticare la democrazia come rifiutata dalle nazioni sviluppate, in particolare negli Stati Uniti e in Brasile, dove i cittadini sono generalmente i più anti-tecnocratici. In confronto, Danimarca, Svizzera e Norvegia sono elevati come meravigliosi stati democratici, che stanno già operando come stati tecnocratici. Aspettatevi una continua spinta propagandistica per colpire la democrazia lasciando la porta spalancata per l'unica soluzione offerta: lo sviluppo sostenibile, alias Tecnocrazia. ⁃ TN Editor
  • L'insoddisfazione per la democrazia è ai massimi livelli da quando sono iniziate le registrazioni.
  • Stati Uniti e Brasile mostrano i più alti livelli di insoddisfazione.
  • Nazioni piccole e ad alto reddito, ad es. Lussemburgo, Danimarca hanno i livelli più bassi.
  • L'insoddisfazione è spesso legata a scandali e shock economici.
  • L'insoddisfazione per la democrazia nei paesi sviluppati è a livelli record

Dal 1995, il Center for the Future of Democracy dell'Università di Cambridge ha misurato le opinioni della gente sulla democrazia. Loro rapporto più recente, che abbraccia 154 nazioni, rivela alcuni dei più alti livelli di malcontento da quando sono iniziate le registrazioni.

"Troviamo che l'insoddisfazione per la democrazia è aumentata nel tempo e sta raggiungendo il massimo storico mondiale, in particolare nei paesi sviluppati", ha detto l'autore del rapporto, il dott. Roberto Foa.

Malessere democratico globale

A metà degli anni novanta, i paesi in Europa, Africa, Medio Oriente, Asia e Australia sembravano relativamente soddisfatti delle loro democrazie. Da allora, la percentuale di persone che manifestano insoddisfazione è passata dal 47.9% al 57.5%.

Alcuni dei più grandi paesi democratici del mondo, come gli Stati Uniti e il Brasile, stanno vivendo i più alti livelli di insoddisfazione, con Messico, Australia e Regno Unito che registrano il loro più alto livello di insoddisfazione. Anche Giappone, Grecia e Spagna si stanno avvicinando ai massimi storici.

'Isole della contentezza'

Tuttavia, non tutta la speranza è persa. Le persone in alcuni paesi - principalmente piccole democrazie ad alto reddito come Danimarca, Svizzera e Norvegia - stanno dimostrando grande fiducia nelle loro istituzioni democratiche.

Questi paesi fanno parte della cosiddetta "isola della contentezza" - un piccolo sottoinsieme di nazioni, che rappresentano solo il 2% della popolazione mondiale, dove meno di un quarto della cittadinanza esprime insoddisfazione per la democrazia.

Colpisci e terrorizza

Mentre il rapporto mostra un marcato aumento dell'insoddisfazione, non ne giunge alla conclusione. Tuttavia, 25 anni di dati indicano una correlazione tra livelli di insoddisfazione e eventi su larga scala come shock economici e scandali politici.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

1 Commento
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Elle

Dobbiamo definire "democrazia" prima di iniziare a credere a qualcosa sul suo declino o sull'aumento della soddisfazione. Non chiamerei quella che gli Stati Uniti descrivono come democrazia tale, specialmente oggi nel governo aziendale.