Scienziati climatici scettici che arrivano dal freddo

Scena del film 1965 The Spy Who Came In From The Cold, con Richard Burton.
Per favore, condividi questa storia!

Un articolo approfondito su come stanno cambiando gli atteggiamenti nei confronti del riscaldamento globale e di quegli scienziati che mettono in dubbio la sua validità. Sono stato lieto di presentarmi insieme al Dr. William Happer (intervistato per questo articolo) alla conferenza Inconvenient Truth sponsorizzata da Freedom Force International all'inizio di dicembre, 2016. Pensava che forse fossi un po 'troppo duro con gli scienziati, ma ho sottolineato il mio rispetto e apprezzamento per gli scienziati onesti e che la mia vicinanza era per coloro che cadevano nella pseudo-scienza e / o nella religione dello scientismo.  Editor TN

Nel mondo della scienza del clima, gli scettici arrivano dal freddo.

I ricercatori che vedono il riscaldamento globale come qualcosa di meno di una calamità alla fine del pianeta credono che l'amministrazione Trump in arrivo possa consentire che le loro opinioni vengano sviluppate e ascoltate. Ciò non è accaduto sotto l'amministrazione Obama, che ha negato l'esistenza di un dibattito. Ora, secondo alcuni scienziati, potrebbe essere in arrivo un approccio più inclusivo - e i miliardi di dollari federali che potrebbero sostenerlo -.

"Speriamo che l'era di Trump preannuncierà la fine del dogma dei cambiamenti climatici e l'accettazione di una gamma più ampia di prospettive nella scienza del clima e delle nostre opzioni politiche", ha scritto la scienziata della Georgia Judith Curry questo mese Blog sul clima ecc.

William Happer, professore emerito di fisica alla Princeton University e membro della National Academy of Sciences, è altrettanto ottimista. "Penso che stiamo facendo progressi", ha detto Happer. "Vedo segni rassicuranti."

Nonostante le dure critiche nei confronti delle loro opinioni contrarie, alcuni scienziati come Happer e Curry hanno sottolineato la prova che il riscaldamento globale è meno pronunciato di quanto previsto. Hanno anche sostenuto che questo leggero riscaldamento porterebbe sviluppi positivi insieme a problemi. Per la prima volta dopo anni, gli scettici credono di poter trovare una strada fuori dal deserto in cui sono stati lanciati dal "consenso scientifico". Per quanto desiderino un'accoglienza più aperta dai loro colleghi, sperano ancor più che il rubinetto del finanziamento della ricerca del governo - che nana tutte le altre fonti - si farà strada.

Il presidente eletto Donald Trump, che ha definito un "imbroglio" del riscaldamento globale, ha scelto per i posti chiave del gabinetto uomini che l'establishment del riscaldamento globale considera i cagnolini dell'industria petrolifera e del gas: l'ex governatore del Texas Rick Perry per dirigere il dipartimento dell'energia; Il procuratore generale Scott Pruitt dell'Oklahoma dirige l'Agenzia per la protezione ambientale; e l'amministratore delegato di Exxon Rex Tillerson come segretario di stato.

Ma mentre la politica generale può essere fissata a livello di gabinetto, cambiamenti significativi e concreti verrebbero probabilmente precisati al di sotto di questi tre - tra gli stessi burocrati che il team di transizione di Trump avrebbe potuto avere in mente quando, in una mossa, alcuni hanno visto come intimidazione, inviato un questionario questo mese al Dipartimento dell'Energia (in seguito rinnegato) cercando di determinare chi ha lavorato al riscaldamento globale.

Non è certo che i dipendenti federali che lavorano in varie agenzie legate al settore ambientale o energetico implementino volentieri i rollback delle normative, e tanto meno un reindirizzamento della ricerca scientifica sul clima, ma quest'ultima prospettiva rallegra gli scienziati scettici. Citano un adagio: ottieni solo risposte alle domande che fai.

"In realtà, è il governo, non gli scienziati, a porre le domande", ha affermato David Wojick, consulente governativo di lunga data che ha seguito da vicino la spesa per la ricerca sul clima da 1992. Se un'agenzia federale desidera modelli incentrati sul potenziale innalzamento del livello del mare, ad esempio, può ordinarli. Ma può anche spostare l'attenzione su come il riscaldamento potrebbe aumentare i raccolti o migliorare la resistenza alla siccità.

Mentre potrebbero essere necessari mesi prima che emergano campi di ricerca così estesi, uno sguardo più ampio alle possibilità eccita alcuni scienziati. Happer, per esempio, si sente incoraggiato in modi che raramente ha avuto durante la sua carriera perché, per molti anni, sapeva che le sue conclusioni iconoclastiche sul clima avrebbero danneggiato le sue prospettive professionali.

Quando gli è stato chiesto se avrebbe espresso il suo dissenso sul cambiamento climatico se fosse un fisico più giovane e meno affermato, ha detto: “Oh, no, sicuramente no. Ho tenuto la lingua a lungo perché gli amici mi hanno detto che non sarei stato eletto alla National Academy of Sciences se non avessi rispettato la linea aziendale degli allarmisti. "

Che forti disaccordi siano reali sul campo può essere uno shock per molte persone, che vengono regolarmente informate che la scienza del clima è risolta e coloro che mettono in discussione questa ortodossia sono simili ai negazionisti dell'Olocausto. Tuttavia, nuove organizzazioni come la CO2 coalizione, fondato in 2015, suggerisce che il dibattito è più uniformemente abbinato intellettualmente di quanto non sia comunemente rappresentato. Oltre a Happer, il CO2I membri iniziali della Coalizione includono studiosi con legami con istituzioni di livello mondiale come MIT, Harvard e Rockefeller University. La coalizione include anche membri dell'American Geophysical Union e dell'American Meteorology Society, insieme ad esperti di politica del Manhattan Institute, del George C. Marshall Institute e della Fletcher School della Tufts University.

Con l'adesione di tali voci, il dibattito sul riscaldamento globale potrebbe spostarsi. Fino ad ora, è normalmente rappresentato come studioso illuminato contro simpletons anti-scienza. Un dibattito più aperto potrebbe spostare la discussione su una discussione circa l'estensione del riscaldamento globale e le cause alla radice.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

1 Commento
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
A5

Non commettere errori, una nuova era glaciale sta arrivando rapidamente.

https://www.youtube.com/watch?v=QArsEpcsPis
https://www.youtube.com/watch?v=9oUaWI2MQDY
https://sapere-audete.blogspot.com/2016/12/sapere-audete-startphase-der-kommenden.html

"Il clima terrestre tornerà a temperature più lunghe e più fredde a partire dal 2050 circa la glaciazione dell'era glaciale (seawapa.org/ia) e durerà per quasi 100,000 anni".