Lagarde: la Banca centrale europea chiede "un ruolo chiave" nei cambiamenti climatici

Wikimedia, World Economic Forum
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
Christine Lagarde, essendo passata dal FMI a capo della BCE, ha scioccato gli analisti chiedendo un "ruolo chiave" in materia di cambiamento climatico. Questo è un cambiamento tettonico nella missione delle banche centrali.

Si noti inoltre che il presidente della Fed di Minneapolis afferma che è tempo che le banche centrali decidano come ridistribuire la ricchezza.

I due vanno di pari passo, ma confermano che il sistema bancario centrale è pienamente complice, se non causale, nel piano generale per attuare lo sviluppo sostenibile, noto anche come tecnocrazia.

Ottmar Edenhofer, autore principale del quarto rapporto di valutazione dell'IPCC nel 2007, ha dichiarato: “Bisogna liberarsi dall'illusione che la politica climatica internazionale sia politica ambientale. Questo non ha quasi più nulla a che fare con la politica ambientale ". ⁃ TN Editor

Avendo fallito miseramente nel "gocciolare" la ricchezza del mercato azionario per un decennio come era nelle loro intenzioni, qualcosa che Ben Bernanke ha chiarito nel suo Nov 4, 2010 WaPo op-ed, le banche centrali sono passate a cause più nobili.

Nel fine settimana Neil Kashkari, presidente della Fed di Minneapolis, ha suggerito che lo fosse tempo per consentire alle banche centrali di decidere direttamente come ridistribuire la ricchezza, affermando anonimicamente quello "La politica monetaria può svolgere il tipo di ruolo di ridistribuzione che una volta si pensava fosse appannaggio dei funzionari eletti", apparentemente non riuscendo a rendersi conto che la Fed non è composta da funzionari eletti ma da tecnocrati non eletti che servono gli ordini dei proprietari delle banche commerciali della Fed.

Non riuscendo a decidere quanto è povero e chi è ricco, i banchieri centrali sono felici di accontentarsi di sistemare semplicemente il clima.

Durante la notte, il governatore della Bank of Japan Haruhiko Kuroda si è unito ai suoi colleghi delle banche centrali europee da avallando il governo prevede di compilare un pacchetto di spese fiscali per gli aiuti in caso di calamità e misure per aiutare l'economia a evitare i rischi globali in aumento. Kuroda ha affermato che le catastrofi naturali, come il forte tifone che ha colpito il Giappone a ottobre, potrebbero erodere il valore delle attività e delle garanzie e che il rischio associato potrebbe rappresentare una sfida significativa per gli istituti finanziari, ha affermato Kuroda.

In breve, è tempo che le banche centrali prendano di mira il cambiamento climatico del riscaldamento globale:

"Il rischio relativo al clima differisce dagli altri rischi in quanto il suo impatto a lungo termine significa che gli effetti dureranno più a lungo di altri rischi finanziari e che l'impatto è molto meno prevedibile", ha detto. "È quindi necessario indagare a fondo e analizzare l'impatto del rischio legato al clima".

La crociata di Kuroda per domare il clima è arrivata poche ore dopo che il nuovo capo della BCE, Christine Lagarde, ha spinto per i cambiamenti climatici rientrano in una revisione strategica dello scopo della Banca centrale europea, "Guidare una spinta globale per rendere l'ambiente una parte essenziale della definizione della politica monetaria".

Come ha affermato il FT, il piano “sottolinea l'obiettivo dichiarato della signora Lagarde come presidente di rendere il cambiamento climatico una priorità“ mission-critical ”per la banca centrale. Arriva quando la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, la cui squadra mercoledì è stata ufficialmente approvata dal Parlamento europeo, sta per svelare il suo primo importante pacchetto di politica climatica.

"Abbiamo raggiunto il punto in cui il rischio reputazionale di non fare nulla è abbastanza grande da dover annunciare qualcosa alla fine della recensione - la grande domanda è cosa", ha affermato Stanislas Jourdan, capo di Positive Money Europe, un gruppo di campagna .

Funny Jourdan dovrebbe sollevare rischi reputazionali: dopo tutto si riferiva all'ex capo dell'FMI condannato penalmente, che di recente ha incenerito decine di miliardi in fondi di salvataggio del FMI in Argentina. Lo stesso ex capo dell'FMI che è entrato Aprile 2016 ammesso che affinché la FISM possa "prosperare", il mondo deve "andare in discesa" e che la FISM "per essere sostenibile" deve essere "molto in contatto con la nostra base di clienti" aggiungendo che "quando il mondo va bene e abbiamo avuto anni di crescita, come nel 2006 e nel 2007, il FMI non se la cava così bene sia finanziariamente che in altro modo ".

Naturalmente, il tentativo di Lagarde di dirottare la missione della BCE da quella di non aver raggiunto un obiettivo di inflazione per anni, deviando da quella di Mario Draghi eredità disastrosa della bolla, e dal rendere il divario di ricchezza tra ricchi e poveri il più ampio che sia mai stato, e ad uno di monetizzazione del debito virtualmente illimitata e MMT con il pretesto di virtù di monetizzare i deficit fiscali per "salvare il clima" è stato prontamente disapprovato veri banchieri centrali come il presidente della Bundesbank Jens Weidmann, che il mese scorso ha dichiarato che avrebbe valutato "molto criticamente" qualsiasi tentativo di reindirizzare le azioni di politica monetaria della BCE per affrontare il cambiamento climatico. Poi di nuovo, come è stato a lungo, il pubblico in generale è ormai ben consapevole del gesto di "poliziotto cattivo" di Weidmann: quando arriva il momento critico, il tedesco piega sempre, piegherà di nuovo.

Non era solo Weidmann a essere sconvolto dalla missione di Lagarde. Durante la notte, Michael Every di Rabobank ha scritto che "solo 24 ore dopo che il Daily ha scherzato secondo cui le banche centrali avrebbero aggiunto un obiettivo di CO2 al loro obiettivo CPI, vediamo il rapporto del Financial Times che il presidente della BCE Lagarde desidera un ruolo chiave per i cambiamenti climatici nella prossima revisione della BCE; a quanto pare si oppongono i tedeschi, i quali credono che le banche centrali dovrebbero concentrarsi solo sul non ottenere il CPI corretto ".

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite
1 Commento
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti