Scienziati della Columbia University che lavorano per nascondere la terra dagli alieni malvagi

Youtube
Per favore, condividi questa storia!

Nota TN: sono certo che ci sono scienziati bravi e rispettabili nel mondo che non sono dei pazzi o non vogliono governare il mondo tramite il Metodo Scientifico, che è il cuore pulsante della Tecnocrazia. Tuttavia, se fossi un tale scienziato in prossimità di questi aspiranti pedoni, mi metterei un sacchetto di carta sulla testa e mi dirigerei verso l'uscita più vicina. Eppure, spendere soldi pubblici per idee come nascondere la Terra da alieni malvagi è così assurdo che sfida ogni descrizione.

Il più delle volte quando parliamo di stupidi articoli scientifici relativi alla vita aliena, parliamo di idee folli su come trovare gli alieni. Ma un nuovo studio sugli avvisi mensili della Royal Astronomical Society propone un modo per nascondersi dagli alieni. Gli esseri umani sono così volubili.

Gran parte della nostra ricerca di pianeti simili alla Terra (e, per estensione, per la vita come la conosciamo) dipende da pianeti in transito. Questi sono pianeti che passano di fronte alla loro stella ospite in modo tale che il transito sia visibile dalla nostra prospettiva. Il movimento del pianeta di fronte alla stella ospite rende la luce di quella stella fioca o tremolante, e possiamo usarla per determinare ogni sorta di cose sui mondi lontani, incluso quanto possano essere adatti alla vita.

Alcuni scienziati hanno suggerito che dovremmo sperare che la Terra sia un pianeta in transito dal punto di vista di un altro mondo che ospita vita intelligente. In altre parole, il nostro miglior colpo per trovare gli alieni potrebbe essere sperare che stiano usando esattamente gli stessi metodi di rilevamento planetario che noi siamo e che possano vedere il passaggio della Terra di fronte al sole con i loro telescopi. Se facessimo molto rumore nella direzione di quei pianeti teorici, potremmo attirare la loro attenzione più velocemente.

Oppure potremmo puntare i laser verso di loro invece.

Il professor David Kipping e lo studente laureato Alex Teachey, entrambi della Columbia University, hanno deciso di vedere quanta luce laser sarebbe necessaria per mascherare l'oscuramento causato dal transito del nostro pianeta. Secondo i loro calcoli, ci vorrebbero circa 10 ore continue di brillare un laser da 30 MW una volta all'anno per eliminare il segnale di transito nella luce visibile. In realtà replicare ogni lunghezza d'onda della luce emessa dal sole richiederebbe circa 250 MW di potenza.

“In alternativa, potremmo mascherare solo le firme atmosferiche associate all'attività biologica, come l'ossigeno, ottenibile con una potenza laser di picco di appena 160 kW per transito. Per un'altra civiltà, questo dovrebbe far sembrare la Terra come se la vita non avesse mai preso piede sul nostro mondo ", ha detto Teachey in una dichiarazione.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

1 Commento
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Kristin

Bene, mi limiterò a copiare e incollare quello che ho scritto nella bacheca dei commenti WaPo: Ragazzi, a parte le risate e le risatine, lo sapete bene e anche gli scienziati non comprano questa truffa, stanno spingendo per un programma di ricerca in modo che possano ottenere FINANZIAMENTI. È di questo che si tratta, ottenere quella lucrativa sovvenzione governativa. È tutto qui, niente di più. Lo fanno sempre, proprio come facevano ai vecchi tempi ottenendo borse di ricerca per studiare la vita sessuale della pulce del cane, o perché i mirtilli sono viola sul piatto, blu sulla vite.