Gli scienziati vogliono riportare in vita i cervelli morti

wikipedia
Per favore, condividi questa storia!

Nota TN: i transumani si rallegreranno per qualsiasi svolta in questo sforzo scientifico. Rianimare un cervello morto è davvero la resurrezione. 

No, non è fantascienza. Ricercatori indiani stanno intraprendendo uno studio per cercare di rianimare letteralmente il cervello morto. Una persona è morta sia dal punto di vista medico che legale quando il cervello smette di funzionare, una condizione irreversibile nota come morte cerebrale. Ora, se un gruppo di scienziati si fa strada, la definizione di morte potrebbe diventare un po 'più complicata: stanno dando il via a una sperimentazione clinica in cui proveranno a rigenerare una parte del cervello nelle persone 20 con morte cerebrale.

L'esperimento, chiamato progetto Reanima, sarà condotto da ricercatori di due società biotecnologiche con sede in India, Bioquark e Revita Life Sciences, su una nuova formula farmacologica chiamata BQ-A-001. Il farmaco contiene cellule staminali che i ricercatori sperano possano diventare neuroni utili, insieme a una serie di diverse proteine ​​e peptidi che distruggeranno le cellule danneggiate e creeranno un microambiente in cui le cellule staminali possono maturare. I ricercatori hanno in programma di utilizzare questo farmaco insieme a interventi neurologici già utilizzati su pazienti con morte cerebrale, come la terapia laser transcranica e la stimolazione del nervo mediano. Ispirati da organismi come le salamandre che possono ricrescere le code recise o danneggiate, i ricercatori di Bioquark hanno sviluppato trattamenti rigenerativi per una serie di usi, dal cancro alle lesioni del midollo spinale.

In questa prima sperimentazione del progetto Reanima, i ricercatori stanno semplicemente cercando di vedere se un farmaco può indurre il cervello "morto" a ricrescere neuroni funzionali che potrebbero aiutare a ripristinare la funzione cerebrale. Lo studio si svolgerà in India.

I soggetti 20 iscritti sono stati tutti dichiarati legalmente cerebralmente morti. Nessuno dei soggetti ha organi che possono essere raccolti e donati e le loro famiglie hanno scelto di donare i loro corpi a questo studio di ricerca. I ricercatori hanno in programma di iniziare a arruolare immediatamente i pazienti. Nel corso di sei settimane, i ricercatori somministreranno numerose dosi del farmaco al tronco cerebrale di ciascun paziente, un'area che controlla molte delle funzioni di base del corpo. Alla fine del processo, i ricercatori prenderanno la risonanza magnetica del tronco cerebrale per vedere se c'è stata una crescita promettente nel cervello: "Non solo un tessuto nervoso o collinoso, ma un'effettiva crescita strutturale", ha detto Ira Pastor, CEO di Bioquark Vocativ.

I ricercatori mantengono i loro obiettivi modesti per questo studio iniziale. "Non crediamo che le persone respireranno autonomamente dopo sei settimane", afferma Pastor. Alla fine, però, vorrebbero arrivare al punto in cui i malati di cervello possono progredire gradualmente attraverso livelli di coscienza crescente - attraverso lo stato vegetativo, quindi il coma, quindi lo stato minimamente cosciente - fino a quando non possono semplicemente svegliarsi.

"Pensiamo che sia del tutto fattibile", afferma Pastor.

Da quando Bioquark ha ricevuto l'approvazione per la sua sperimentazione clinica il mese scorso, in modo sorprendente poche persone hanno espresso preoccupazione per la ricerca, afferma Pastor. La maggior parte dei feedback degli specialisti del cervello che lavorano in unità di terapia intensiva sono stati straordinariamente positivi. "Parli con queste persone, dici loro quello che stai facendo e loro ti diranno che non è così inverosimile: è un programma difficile, e ci vorrà un po ', ma dicono che può succedere", ha aggiunge. Inoltre, non vi è stato alcun contraccolpo da parte di gruppi religiosi: “Nessuno in Vaticano ci ha chiamato e castigato per aver interpretato Dio. Non la vedo così ”, afferma Pastor.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

1 Commento
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti